Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Bologna - Torino - Firenze - Berlin - London - Amsterdam - Paris - Perugia - Padova - Napoli - Vienna - Catania - Brussels

Live Club

Tutte le informazioni, gli eventi e i concerti di magazzino sul po a Torino (Torino)

MAGAZZINO SUL PO
VIA MURAZZI PO 12/14
Torino (Torino)

Contatti

Social

MAGAZZINO SUL PO•338/9682058•VIA MURAZZI PO 12/14•Torino• magazzinosulpo@gmail.com •www.facebook.com/magazzinosulpotorino

MARZO 2019
I CONCERTI DEL Magazzino sul Po

Venerdì 1
BONETTI | Quel Silenzio Dopo La Guerra tour
+ open act LATLETA
+ special guest

Sabato 2
TURIN HORSE
LLEROY

Venerdì 8
Torino rivuole il suo CONCERTINO DAL BALCONCINO!

Sabato 9
ROME IN REVERSE | We’ve been here ITALIAN TOUR 2019
+ open act MIRARI

Domenica 10
PONTIAK
+ open act  SOLOW

Lunedì 11
REGGAE WORKERS OF THE WORLD | EUROPEAN TOUR 2019

Sabato 16
ONEIDA

Venerdì 22
DINO FUMARETTO | COMA release party
Band esclusiva: Iosonouncane, Rocco Marchi, Francesca Baccolini, Simone Cavina

Sabato 23
URBAN STRANGERS | US TOUR 2019
+ open act ITTO

Sabato 30
MASAMASA

--------------------------------------------------

Venerdì 1 marzo 2019
Magazzino sul Po, Costello's e BPM Concerti presentano
BONETTI | Quel Silenzio Dopo La Guerra tour
+ open act LATLETA
+ special guest

Contributo € 5 riservato ai soci ARCI
Ticket: http://magazzinosulpo.com

BONETTI (IT, Costello's Records)
Il progetto Bonetti ha inizio da una manciata di canzoni registrate in casa con un vecchio multitraccia. Quei brani, ancora grezzi, attirano l’attenzione di Omid Jazi (già polistrumentista per i Verdena) che accetta di lavorarci su arrangiandoli e registrandoli tra il suo studio di Modena e l’Hackney Road Studios di Londra. Il tutto avviene sotto la supervisione di Shuta Shinoda (già collaboratore di Hot Chip, Primal Scream e My Bloody Valentine) che partecipa in qualità di ingegnere del suono. Le canzoni piacciono a Costello’s Records che a novembre 2015 pubblica “Camper”, il primo disco di Bonetti. Nel giro di poche settimane escono diverse recensioni entusiastiche su alcune delle più importanti testate musicali e non solo (da segnalare, tra gli altri, l’ottimo articolo apparso sulla copia cartacea di Internazionale). “Camper” diventa disco del giorno su Rockit che include nella sua compilation mensile il brano “A Loano Va Bene”. Sempre su Rockit, Bonetti viene inserito tra i “dieci nuovi cantautori italiani da tenere d’occhio”. A questo punto iniziano i live che lo vedono impegnato in giro per l’Italia con due set: uno acustico e uno elettrico con band. Inizialmente le date programmate sono una ventina, ma il passaparola e il sempre maggiore interesse del pubblico e degli addetti ai lavori fanno sì che nel giro di un anno e mezzo diventino più di sessanta. Bonetti si fa notare anche dal vivo: per ben due mesi i suoi concerti vengono segnalati da KeepOn Live tra i cinque migliori di artisti emergenti e a fine anno il suo set sarà incluso tra i migliori di tutto il 2016. Più di un locale, tra cui ’Na Cosetta di Roma, La Fabbrica 102 di Palermo, il Blah Blah di Torino e il Circolo Ohibò di Milano, richiama Bonetti per riproporre il suo concerto. Diverse le aperture ai live di artisti importanti: Niccolò Fabi, Calcutta, Colapesce, Giovanni Truppi tra gli altri. Per festeggiare il primo anno di “Camper”, Bonetti inizia un mini-tour che parte dal suo Piemonte e arriva in Sicilia: propone un set più intimo che ancora una volta fa parlare bene di sé. Il 2017 lo vede ancora impegnato con alcuni concerti, ma soprattutto con la scrittura del nuovo album. Nel giro di un anno sono successe tante cose anche nella sua vita privata che lo spingono a comporre brani più riflessivi, personali, legati tra loro da un sottile filo che ha che fare con la guerra. Non la guerra delle bombe e degli eserciti, ovviamente, ma una guerra più intima, quasi esistenziale. Questa volta alla produzione lavora Fabio Grande (già produttore di Colombre e Mai Stato Altrove, nonché autore e cantante de I Quartieri). Alle registrazioni partecipano Francesco Aprili (batterista di Giorgio Poi e Germanò) e Pietro Paroletti (polistrumentista per Colombre), mentre del mastering si occupa Andrea Suriani. Le nuove canzoni attirano subito l’attenzione di Labellascheggia, etichetta piccola ma molto attiva che, tra gli altri, ha pubblicato i dischi d’esordio di Cosmo, i Camillas e Effe Punto. A fine febbraio viene pubblicato il video di CORRERE FORTE, primo singolo estratto, girato tra il Giappone e la provincia piemontese, che anticipa di un mese l’uscita di Dopo la guerra, il secondo album pubblicato da Costello’s e Labellascheggia. Inizia il tour che lo vede tuttora impegnato. Tra le varie date, da segnalare la partecipazione a importanti festival come il MI AMI e l’HOME. Nel frattempo sono stati estratti altri due singoli, GERANI e ELEONORA. Il tour prosegue con la collaborazione di BPM CONCERTI.
https://www.facebook.com/bonettimusica/

LATLETA
Ve lo ricordate Vittorio Cane (www.vittoriocane.com), precursore ed anticipatore dell’indie odierno? No, vabbè fa lo stesso. Ora è tornato con un nuovo progetto. Si sa ancora poco de LATLETA. Band torinese. Tre singoli finora usciti, ‘Il sistemone’, ‘Ibiza’ e ‘La gazzella’, accompagnati dai videoclip dell’artista Donato Sansone.
www.latleta.com/spotify
www.latleta.com/youtube

EVENTO FACEBOOK
https://www.facebook.com/events/303079800402233/


Sabato 2 marzo 2019
Magazzino sul Po presenta:
TURIN HORSE
LLEROY

Contributo € 5 riservato ai soci ARCI
Ticket: http://magazzinosulpo.com

THE TURIN HORSE
The Turin Horse sono il nuovo gruppo di Enrico Tauraso (voce, chitarra, ex-Dead Elephant) e Alain Lapaglia (batteria, campioni, ex-Morkobot). La musica del duo, inarrestabile e imprevedibile, è figlia del noise e dell'attitudine punk che punta direttamente alla giugulare dell'ascoltatore. Rapidi campi di tempo, dissonanze brucianti e distorsioni pachidermiche sono al servizio del loro approccio viscerale, anarchico e visionario che cerca in ogni modo di fuggire dagli stereotipati cliché della musica pesante. L'EP di esordio, acclamato dalla critica italiana e straniera, è stato inserito fra i migliori 10 dischi heavy del 2018 dal mensile Blow Up e durante la data al Magazzino sul Po verranno presentati in esclusiva i brani che comporranno il loro primo full leght di prossima registrazione.
https://theturinhorse.bandcamp.com/

LLEROY
I Lleroy sono un Power trio di origine centroitalica (Jesi-Rieti) trapiantato a Bologna, attivi da più di un decennio, hanno registrato tre album e rappresentano uno dei gruppi di punta della scena noise nazionale. Il suono che li contraddistingue è una musica che guarda alla Amphetamine Reptile Records degli anni d’oro: chitarre taglienti incalzate da basso distorto e batteria ossessiva. “Come un treno lanciato a tutta velocità contro un asilo nido”, è stato scritto.
https://lleroy999.bandcamp.com/album/dissipatio-hc

EVENTO FACEBOOK
https://www.facebook.com/events/948498118687473/


Venerdì 8 marzo 2019
Torino rivuole il suo CONCERTINO DAL BALCONCINO!

Contributo € 5 riservato ai soci ARCI
Ticket: http://magazzinosulpo.com

Sospeso dall'inizio dell'anno per volere delle autorità, il Balconcino torna in occasione dell'8 marzo in un'edizione straordinaria, in collaborazione con Arci Torino e Magazzino sul Po.

Protagonisti della serata:
Leonardo Gallato / cantautore 
Surfoniani/ surf
Gab Sedino / dj 
IL SUOLO / rap 
MCCS Punklirico

e inoltre:
Carlo Molinaro / poeta, premio Montale ("Rinfusi", "L'effimera commedia")
Mamme in piazza per la libertà di dissenso / comitato cittadino
Valeria Giacometti, avvocato e scrittrice ("Stalking", “Donne serial killer: un mondo a parte”)
 
A tutti in omaggio l'album "Disturbo" degli MCCS Punklirico:
nel 2011 un chitarrista punk e una cantante lirica fondano una band unica nel suo genere, gli MCCS Punklirico. Da Torino, dove vivono, salgono alle cronache nazionali per la loro originale sfida al sistema, il Concertino dal Balconcino. Trasformano il loro balcone di casa in palcoscenico per un'ora la domenica pomeriggio, dando vita in sette anni a un vero e proprio point di cultura, riflessione sociale e arte urbana, un appuntamento fisso per residenti, turisti e gli oltre 900 artisti che hanno condiviso con loro questa insolita ribalta. Gli MCCS ricevono importanti riconoscimenti tra cui il Premio Speciale M.E.I. 2015 e il premio Vita No Profit, sono inseriti nella guida Lonely Planet "Torino e dintorni", suonano in festival prestigiosi tra cui Biennale Democrazia, Salone del Libro e Alta Felicità. Scrivono di loro le maggiori testate giornalistiche tra cui The Guardian, Il Fatto Quotidiano, La Stampa e La Repubblica, sono ospiti di radio e tv tra cui la franco-tedesca Artè, Rai3 , LaEffe, Tv2000, Radio24, Radio Popolare. Maksim Cristan e Daria Spada sono attualmente imputati nel processo per disturbo alla quiete pubblica presso il Tribunale di Torino (seconda udienza il 12 marzo 2019).

EVENTO FACEBOOK
https://www.facebook.com/events/1521466381319739/


Sabato 9 marzo 2019
ROME IN REVERSE | We’ve been here ITALIAN TOUR 2019
Open act > MIRARI

Contributo € 5 riservato ai soci ARCI
Ticket: http://magazzinosulpo.com

ROME IN REVERSE
Rome in Reverse è un'artista di origini italiane, ormai adottata dalla scandinavia. Il suo sound elettronico a 360° si riflette molto nello scenario musicale tipico Danese/Svedese. Rome in Reverse viene scoperta da SUN GLITTERS, un esponente di spicco della musica elettronica/shoegaze, insieme realizzano l'EP "My sun in reverse". Lo stesso Sun Glitters produrrà l'Ep di debutto di Rome in reverse "Northern Lights", un trip di suoni in loop, battito e levare, un sound che si nutre di contaminazioni. Alla terza prova discografica, Rome in Reverse propone un full lenght di 13 brani, un album che torna alle origini dei 130 BPM. Scritto da Rome in Reverse e prodotto da Sun Glitters, THE PRESTIGE è stato pubblicato il 2 Marzo dalla berlinese Recordjet su tutte le piattaforme digitali e su vinile. Il quarto e nuovo album "We've been here" è in uscita a marzo per la Future Archive di Sun Glitters. I live set che RIR ha portato in tutta europa negli ultimi 5 anni si avvalgono di un light show esclusivo a cura di Victor Ferreira assieme ad altri nomi emergenti della visual art contemporanea.

MIRARI
Mirari è un progetto elettronico pop che nasce fra l’Italia e la Germania alla fine del 2017, da una collaborazione della cantante Claudia Maggiora con il produttore Federico Malandrino e il batterista Anton Stöger. Ci piace investigare e raccontare di questo modo d’essere: la nostra immagine riflessa in uno specchio, così come negli occhi delle persone, rappresenta il “sine qua non” della comprensione del tutto come un assoluto. Federico ed Anton si incontrano nel 2006, nella band folk-hip hop The Mainstream, iniziando un lungo viaggio fatto di reciproco apprezzamento e un costante impegno che successivamente condurrà alla creazione di Carnival, un primo esperimento di musica elettronica implementata dalla batteria acustica.
Federico e Claudia, dal 2005, sono parte attiva della scena alternativa di Torino, avendo in comune luoghi e generi musicali. Un background differente e il desiderio di ricerca definiscono questo progetto come un’entità estremamente disparata, in cui l’elettronica mista ad elementi classici ed acustici si uniscono in un equilibrio sonoro evocativo. Mirari si presenta all’ascoltatore grazie al contributo di ogni membro: origini classiche ed entusiasmo per i concetti sinfonici di Claudia, l’appassionato studio del sound design di Federico, l’esercizio tenace e l’autodisciplina che permettono ad Anton di esprimere il ritmo tramite i suoni acustici. Mirari spazia anche su un livello più intimo, come dato di fatto la sua semantica dimostra costantemente un dualismo: astratto e concreto, cosa è infinitamente piccolo dentro ciò che è infinitamente vasto, l’essenza e il riflesso in uno specchio, l’ottimismo e la disillusione, lo yin e lo yang. Mirari significa osservamento del mondo così come uno sguardo interiorizzato, il mettere in discussione l’universo e se stessi, ammirando l’armonia delle parti individuali nella composizione del tutto. Cosa si nasconde dietro le composizioni delle loro canzoni è una profonda analisi della realtà che ci circonda, sia come un universo esterno sia come l’essenza stessa del proprio Io.  Siamo influenzati dagli eventi e dalle condizioni esterne e allo stesso tempo siamo affetti dai nostri stessi pensieri, i nostri sogni e tutte quelle intuizioni che creano suggestioni. Una causa conduce ad un effetto, una fine ha un inizio, un movimento porta ad una circostanza, un evento produce una percezione.
http://bit.ly/mirariofficial

EVENTO FACEBOOK
https://www.facebook.com/events/330066614288727/


Domenica 10 marzo 2019
Magazzino sul Po e TOdays festival presentano:
PONTIAK in concerto
Open act >  SOLOW  

Contributo € 12 riservato ai soci ARCI
Ticket: http://magazzinosulpo.com

Presentato da TOdays festival
nella splendida cornice dei Murazzi del Po di Torino.

Freschi di pubblicazione dell’ultimo album Dialectic of Ignorance, pubblicato a marzo da Thrill Jockey Records,
i Pontiak arrivano a Torino.

Il nuovo album dei tre fratelli arriva ad oltre due anni di distanza dal precedente ‘Innocence’ ed è stato registrato in Virginia presso gli studi della band stessa.
Si tratta di un lavoro di puro hard southern rock in salsa stoner. Van, Lain, e Jennings Carney sono tre fratelli, lavorano e vivono nella stessa fattoria in Virginia, suonano nella stessa band, sono tutti e tre sposati e conducono la loro vita in comunità, dividendo tutto. Insieme hanno dato vita ad una delle più interessanti rock band americane in circolazione. Poderosi e moderni nel loro anacronismo come i Black Mountain, gli Arbouretum e i Black Angels e potenti nella dicotomia melodia rumore sulla scia dei migliori Melvins. ‘Dialectic of Ignorance’ segue di quasi tre anni ‘Innocence’, ed è la prima volta che il trio della Virginia impiega oltre due anni per lavorare su un singolo album. Ma la differenza con gli ultimi lavori si sente tutta: la produzione analogica e ancor più ricercata e il clima da rock della grande frontiera portano a citare giganti come Neil Young, Iron Butterfly e il meglio dell’Americana moderna. Nel sound della band trovano posto stoner, psichedelia, heavy rock e atmosfere folk. I tre fratelli sono i padrini di un suono capace di mescolare le carte della cultura musicale americana degli ultimi 40 anni, ottenendo dei risultati di grandissima qualità. Chi ha avuto la fortuna di vederli live sa di che potenza (e di che volumi) sono capaci. Cinque live da non perdere!

brotherspontiak.com
www.facebook.com/BrothersPontiak

EVENTO FACEBOOK
https://www.facebook.com/events/2166555013610682/


Lunedì 11 marzo 2019
Magazzino sul Po, Circolo ARCI SUD e DEWREC
presentano:
REGGAE WORKERS OF THE WORLD | EUROPEAN TOUR 2019  

Contributo € 5 riservato ai soci ARCI
Ticket: http://magazzinosulpo.com

Nell’estate del 2014 Vic Ruggiero, Nicolas Leonard e Jesse Wagner danno vita a Reggae Workers of the World. Vic scopre Jesse Wagner dei The Aggrolites e Nicolas Leonard dei The Caroloregians e dei The Moon Invaders per una recording session nell’estate del 2014 in Belgio.  Mentre erano in tour l’anno precedente, fra una schedule molto impegnativa per gli Slackers e le sue date da solista, iniziò a pensare ad un modo per lavorare con due dei suoi musicisti moderni preferiti - il cantante Jesse Wagner e il batterista Nicolas Leonard - e a come rendere possibile la collaborazione con entrambi. Nel Giugno 2013, Jesse e Vic si avventurarono dall’altra parte del mondo per incontrarsi in una breve serie di show a Oahu, nelle Hawai. Come corso naturale del procedimento di apprendimento del suonare e cantare insieme, iniziarono a provare un intrigante repertorio musicale. In una sola settimana, armonizzarono su qualsiasi genere, dallo ska agli standard calypso come “Shame & Scandal”, dalle prime hits del rock’n’roll ai The Everly Brothers e The Beatles. Quando dal pubblico venne richiesto un pezzo dei The Righteous Brothers, furono colti di sorpresa sia i cantanti che gli spettatori stessi quando si accorsero che Vic e Jesse funzionavano alla perfezione. E’ ovvio che i due cantanti condividono un’inequivocabile riverenza per i classici del reggae, dell’R&B e del rock (e i sentimenti di cui cantano e lo stile che impartiscono). Come cantanti solitisti e maestri dell’armonia, questo raro duo rende possibile una vasta gamma di arrangiamenti di stile: soul, rythm & blues, ska, reggae e rock’n’roll. In questa gamma di possibilità Vic e Jesse sembrano a loro agio persino più di quanto lo siano nelle loro rispettive band o come cantanti solisti. Nico Leonard entra a far parte della band nel Novembre 2013; grazie a Nico, con Vic registrano 4 pezzi nello studio di registrazione del Pum Pum Hotel in poche ore. Nico è ben rispettato per la portata delle sue capacità come batterista e produttore/ingegnere del suono che si incastra alla perfezione con la latitudine stilistica di questo gruppo. Jesse, Vic e Nico si incontreranno nello studio del Pum Pum Hotel, a Charleroi, in Belgio, rendendolo il loro quartier generale per provare, registrare e come base per delle date di concerti nelle città vicine. Il trio prevede Vic al basso, Jesse alla chitarra e Nico alla batteria. Una piccola band che può coprire un sacco di ambiti musicali. Vic dice “Molto più del lavorare per creare un buon ritmo. Il prossimo lavoro che imparerò sarà crearne di originali! Sia io che Jesse abbiamo delle nuove canzoni, insegnandoci l’un l’altro le canzoni sarà la vera perla di questo intero progetto” e ci auguriamo che questo diventi un terreno fertile per future collaborazioni.  In sole tre settimane in Belgio hanno registrato a sufficienza per l’uscita di un vinile 12” e messo alla prova le loro capacità sul palco in un breve tour di una settimana e mezzo in Belgio e in Germania. Vic e Jesse porteranno la combinazione delle loro armonie canore soul, spinte dal ritmo del rinomato batterista ed ingegnere Nico Leonard. Camminando a fatica sull’autostrada del suono hanno registrato ed eseguito nuovi pezzi originali ed adattamenti dei classici.

EVENTO FACEBOOK
https://www.facebook.com/events/501830240343100/


Sabato 16 marzo 2019
Magazzino sul Po e Todays Festival presentano:
ONEIDA in concerto

Contributo € 12 riservato ai soci ARCI
Ticket: http://magazzinosulpo.com

ONEIDA presentano: “ROMANCE”
A distanza di due anni dal loro ultimo lavoro “What’s Your Sign?” gli Oneida sono tornati alla ribalta con un nuovo album, intitolato “Romance” uscito per Joyful Noise Recordings. La band newyorkese ha infarcito come sempre le undici tracce di “Romance” di psichedelia, sperimentazione, kraut rock, garage ed elettronica, ricalcando il rumore e il sound che hanno fin qui caratterizzato i loro dischi. L'album è stato anticipato dal primo singolo “Cockfight”, una sfuriata distorta a metà tra il punk oltreoceano e la new wave britannica. Gli Oneida sono stati una pietra angolare della metropolitana di Brooklyn per quasi due decenni. In continua evoluzione, il gruppo è stato faro dell'esplorazione musicale e della trascinante imprevedibilità, guadagnandosi uno status quasi leggendario nella scena newyorkese, ampliando i
limiti di ciò che significa essere una rock band. Con una discografia che si estende su una dozzina di full-length, oltre ad album dal vivo, EP, singoli ed edizioni limitate, gli Oneida hanno sempre dimostrato una piena padronanza dell'improvvisazione collettiva, del songwriting, della composizione complessa e di tutto quello che significa fare musica.

Wikipedia: https://en.wikipedia.org/wiki/Oneida_(band)
Facebook: https://www.facebook.com/Oneida
Label: https://www.joyfulnoiserecordings.com/collections/oneida
Bandcamp: https://oneida.bandcamp.com

EVENTO FACEBOOK
https://www.facebook.com/events/553949048378259


Venerdì 22 marzo 2019
DINO FUMARETTO | COMA release party
Band esclusiva: Iosonouncane, Rocco Marchi, Francesca Baccolini, Simone Cavina

Contributo € 8 riservato ai soci ARCI
Ticket: http://magazzinosulpo.com

Esce l’1 marzo “Coma”, il nuovo disco di Dino Fumaretto. Anticipato l’11 gennaio dal singolo “Nel Sonno Profondo”, il disco è frutto di una lunga gestazione, alla quale Elia Billoni, l’interprete ufficiale del canzoniere di Dino Fumaretto, ha lavorato assieme ad IOSONOUNCANE, Rocco Marchi e Francesca Baccolini, produttori e arrangiatori del disco. “Fumaretto è in coma. E nel coma ha distorsioni e visioni”, dice l’autore del disco stesso. Non a caso “Nel Sonno Profondo” apre la scaletta. Le visioni, i sogni e gli incubi di Dino Fumaretto verranno, questa volta, da questa totale perdita di coscienza. Elia Billoni è l’interprete dei sogni che condensa, sposta, simbolizza gli strati più reconditi della coscienza di Dino. E in questo lavoro onirico siamo noi ascoltatori ad essere coinvolti e ci troviamo impreparati di fronte a questa speciale fase REM. Musicalmente invece il disco è un viaggio nella profondità della scrittura di Fumaretto e dei suoi eroi musicali dall’ossessività del kraut-rock alle profondità di Nick Cave, tradotti e veicolati dall’elettronica di IOSONOUNCANE, dal contrabbasso di Francesca Baccolini, dalle chitarre e dalle tastiere di Rocco Marchi. Non ci sarà modo migliore allora di conoscere il nuovo universo di Dino Fumaretto che dal vivo.

EVENTO FACEBOOK
https://www.facebook.com/events/394890757914715/


Sabato 23 marzo 2019
Soundset Turin in collaborazione con Magazzino sul Po
presenta:
URBAN STRANGERS | US TOUR 2019
+ open act ITTO

Contributo € 5 riservato ai soci ARCI
Ticket: http://magazzinosulpo.com

U. S. tour
A meno di due anni di distanza da DETACHMENT arriva U.S., il primo album in italiano degli Urban Strangers. “Ora non ci sono filtri, è tutto più naturale, - hanno detto - scrivere questo disco ci ha fatto rendere conto di quello che possiamo fare e di dove possiamo arrivare, soprattutto nella scrittura. Ci ha aperto la mente”. Su testi di stampo cantautorale si innestano suoni d’ispirazione internazionale, a riprova di quell’istinto contaminato da sempre nel DNA del duo. Anticipato dal singolo “Non andrò via”, U.S, prodotto da Raffaele Ferrante (Rufus) è uscito il 7 settembre 2018.
U.S. è un disco pensato per essere suonato, perché il live è da sempre ciò che crea energia, il vero punto di forza del duo, accompagnato in questo tour da un terzo elemento sul palco. Con un set elettronico ,che lascia spazio però anche alla forma acustica con cui il duo si è fatto conoscere “una chitarra e due voci”, gli Urban Strangers sono pronti a portare la loro energia sui palchi d’Italia.

Urban Strangers
Il nome nasce dall'accostamento di due termini in antitesi tra loro frutto delle diversità di carattere, in alcuni casi vere opposizioni, dei due componenti. Il nome “Urban Stranger” inoltre è anche il titolo di uno dei brani composti dal duo, ispirato dalla storia di un senzatetto, per l'appunto definito uno “straniero urbano”. Scopo del progetto è quello di fondere differenti generi musicali come pop, rap, rock e soul cercando elementi comuni e sintetizzandoli in un flusso unico. Il risultato è un armonico e sottile cantautorato in lingua inglese/italiano. Tra il 2012 e il 2013 il duo inizia ad esibirsi in diversi locali e successivamente comincia la produzione artistica con l'etichetta Casa Lavica Records per la realizzazione di un EP di brani inediti.
Successivamente, dopo la partecipazione ad X-Factor 2015 ed aver ottenuto il secondo posto, c’è la pubblicazione con (Sony music) dell’album “Runaway” contenente: l’inedito “Runaway”, (prodotto da Raffaele Ferrante), 3 cover e i 6 brani dell’EP precedentemente registrato; riescono a conseguire un “disco d’oro” e “singolo di platino”. Dopo aver partecipato ad eventi come i “WMA” ed essere stati ospiti a programmi come “Che tempo che fa”, il 14 ottobre 2017 esce il loro primo album composto da soli inediti, “Detachment”; segue un live tour. Nel 2018 pubblicano “U.S” il primo album interamente in italiano mantenendo la stessa formazione del disco precedente, il motivo del cambiamento è dovuto alla necessità di raggiungere una comunicazione più diretta col pubblico.

Facebook: https://www.facebook.com/UrbanStrangersOfficial/
Twitter: https://twitter.com/urban_strangers
Instagram: https://www.instagram.com/urbanstrangers/

EVENTO FACEBOOK
https://www.facebook.com/events/2265917560097809/


Sabato 30 marzo 2019
MASAMASA

Contributo € 5 riservato ai soci ARCI
Ticket: http://magazzinosulpo.com

«Non ascolto solo il rap ma comunque mi piace molto. Non so che dire onestamente. Non sono un tipo bio.» Così si descrive Masamasa, giovane talento di Caserta che preferisce lasciar parlare la musica. Con i singoli Friendly e Contento ha già lasciato tutti a bocca aperta, ma il meglio deve ancora venire.
Maggiori informazioni su www.humbleagency.it

EVENTO FACEBOOK
https://www.facebook.com/events/325461008316679/



Magazzino sul Po
Circolo ARCI Torino
Murazzi del Po, lato sinistro

Apertura porte ore 21:30
Inizio live ore 22:00
Info & Biglietteria: http://magazzinosulpo.com


--
TUM Torino

Ufficio Stampa Giorgia Mortara
Mob +39 338 96.82.058
Skype giorgia.mortara
Mail tumtorino@gmail.com

Tutti gli eventi per magazzino sul po

Altri locali vicino Torino (Torino), Piemonte