Tutte le news di MusicClub

Final Line-Up Announced for Beaches Brew 2017 takes place June 5-8

Final Line-Up Announced for Beaches Brew 2017 takes place June 5-8 Bronson Produzioni & Belmont Bookings present Beaches Brew 2017 Announces Full Line-up Including King Ayisoba, Mandolin Sisters, Death Valley Girls a.o. Beaches Brew is an annual, free festival that takes place in Marina di Ravenna, Italy. Beaches Brew 2017 takes place June 5-8. Today we announce 11 new acts, as well as the daily schedule, for 2017 (new names in purple below): June 5 - Harbour Stage + Marina di Ravenna Kikagaku Moyo Operators Mandolin Sisters Altin Gün June 6 - Hana-bi King Gizzard & the Lizard Wizard King Khan & the Shrines The Coathangers Death Valley Girls Lame The Devils June 7 - Hana-bi Shellac Weyes Blood Preoccupations Kaitlyn Aurelia Smith Decibelles Mood DJ Fitz June 8 - Hana-bi Thee Oh Sees Moon Duo Blue Crime King Ayisoba Gomma Matteo Vallicelli DJ Fitz support Beaches Brew 2017 Over the last five years, Beaches Brew has grown into one of the summer's best festivals, and we’re striving to make it even better. If you'd like to help us keep the festival free, while continuing to present some of the finest musical acts in the world, please consider purchasing a 2017 wristband for the ultimate Beaches Brew experience, or by making a donation to become a Beaches Brew Friend, which offers all music lovers the opportunity to support our cause. For more details, visit our website: http://www.beachesbrew.com/support-the-festival artwork by Father Futureback General Info Beaches Brew 2017 takes place June 5-8 in a selection of locations, including Hana-bi, in Marina di Ravenna, Italy. www.beachesbrew.com #beachesbrew17

Link di riferimento


News inserita il
Tags:

OVERLOOK #1 | LARSEN + THOR & FRIENDS | JOZEF VAN WISSEM / PAOLO SPACCAMONTI & PAUL BEAUCHAMP | 13-14 maggio 2017 - Torino

OVERLOOK #1 | LARSEN + THOR & FRIENDS | JOZEF VAN WISSEM / PAOLO SPACCAMONTI & PAUL BEAUCHAMP | 13-14 maggio 2017 - Torino OVERLOOK #1 sabato 13 e domenica 14 maggio 2017 Cinema Classico - Torino LARSEN + THOR & FRIENDS JOZEF VAN WISSEM / PAOLO SPACCAMONTI & PAUL BEAUCHAMP OVERLOOK (titolo di Shining-iana memoria) è la nuova rassegna di concerti organizzata e proposta dal Cinema Classico di Torino e dalla società di distribuzione cinematografica Movies Inspired. L’obiettivo della manifestazione è applicare la ricerca sulle produzioni indipendenti e d’autore, che già caratterizza selezione e programmazione cinematografica dei promotori, al campo musicale. Il primo appuntamento di questa serie è un evento in due serate, organizzato in collaborazione con O.F.F. booking+management, TUM Turin Music ed Escape From Today Records, che vedrà esibirsi sabato 13 maggio, presso la sala storica del Cinema Classico di Piazza Vittorio 5 a Torino, la cult band torinese Larsen e il poli-strumentista Thor Harris (già percussionista per Swans e Shearwater). Domenica 14 maggio toccherà al compositore e liutista olandese Jozef Van Wissem (vincitore a Cannes nel 2013 per migliore colonna sonora con il film di Jim Jarmusch “Only Lovers Left Alive”) e al duo di musica sperimentale composto da Paolo Spaccamonti e Paul Beauchamp, che presenterà in anteprima il loro album in uscita ad aprile per Escape From Today Records e Fratto/9 “Torturatori”. Si segnala l’iniziativa promozionale che prevede l’accesso alle proiezioni serali di mercoledì 17 maggio (“Green room” di Geremy Saulnier e “Only Lovers Left Alive” di Jim Jarmusch) incluso nel biglietto dei concerti. In programmazione il secondo appuntamento della rassegna previsto per il 1 luglio 2017 con TAGC ovvero The Anti Group Communications progetto psicoacustico di Adi Newton dei ClockDVA. Sabato 13 Maggio h 21:00 LARSEN + THOR & FRIENDS Larsen e il poli-strumentista Thor Harris si sono conosciuti in occasione del tour 2013, che vide Larsen condividere il palco con gli Swans di Michael Gira, in Germania e Italia. Ne nasce la partecipazione di Thor Harris a due brani del nuovo album dei Larsen “Of Grog Vim”, quindicesima pubblicazione della band uscito lo scorso anno per Important Records. In questo nuovo tour congiunto Larsen presenterà i brani di “Of Grog Vim”. Thor & Friends proporrà un repertorio incentrato su marimba, vibrafono e xilofono. Le due performance si intrecceranno in un unico flusso di inter-collaborazione. http://larsen.to.it http://fiverosespress.net/larsen-of-grog-vim/ www.thorharris.org Media Larsen feat Thor Harris“Grog Descending” Larsen Live Varvara Fest 2015 Larsen featuring Thor Harris live 2013 Thor & Friends "Medieval" Thor & Friends “The Crusades” Domenica 14 Maggio h 21:00 JOZEF VAN WISSEM / PAOLO SPACCAMONTI & PAUL BEAUCHAMP Jozef Van Wissem musicista constantemente in tour, tra avanguardia e musica barocca, si è esibito ovunque nel mondo (inclusi prestigiosi festival quali "All Tomorrow's Parties" e "Primavera Sound”). Van Wissem ha studiato liuto a NYC con Pat O'Brien, ha eseguito lavori su commissione per conto della London National Gallery, per il videogioco "Sims Medieval" e la sua colonna sonora per il film di Jim Jarmusch "Only Lovers Left Alive" ha vinto l'edizione 2013 del Festival di Cannes. La sua musica sobria e diretta, dall'impatto ipnotico ed emozionale, ascetica ed intensa, crea attraverso estese melodie un bucolico mondo trascendentale. Ha all'attivo oltre 20 album, di cui tre realizzati in duo con Jim Jarmusch ed il recente “When Shall This Bright Day Begin”. http://www.jozefvanwissem.com/ Paul Beauchamp & Paolo Spaccamonti: uno viene dagli Stati Uniti, più esattamente dalla North Carolina; l’altro ha origini e antenati nel sud d’Italia, in Basilicata. Il primo è un musicista elettroacustico, che utilizza archetti e rumori, elettronica e droni; il secondo è un chitarrista dal taglio visionario e cinematografico, pur con lo spessore del primo amore: il metal. Una città li unisce, avendoli accolti in tempi e modi diversi: Torino, la motor city italiana decaduta ma sostituita da un piccolo gioiello di culture trasversali, incroci di etnie, interscambi fruttuosi e genie in mutazione. Non è dunque un caso che il primo, Paul Beauchamp, e il secondo, Paolo Spaccamonti, si siano incontrati, o meglio ancora, trovati in quel della capitale sabauda per una serie di incroci e casualità legate indissolubilmente a quella calamita tra simili che è la musica. E non è un caso che siano finiti a condividere un disco, seppur così diversi e musicalmente distanti come appaiono sulle prime. O forse lo è eccome un caso, per come è avvenuto questo incontro molte volte ipotizzato, spesso programmato, più volte rimandato e mai riuscito in precedenza: nato, com’è quasi ovvio che sia, dalle mille chiacchiere nei momenti di vuoto di un tour, quello che i due hanno condiviso lo scorso anno, e frutto di una improvvisazione nata sul momento all’interno di un altro luogo “magico”, l’Argo Laboratorium di Gianmaria Aprile di Fratto9UnderTheSky e musicista coi Luminance Ratio. Una sola session, fatta fruttare al massimo con la strumentazione dello studio – unica regola aurea che i due si sono dati una volta accettato l’invito del padrone di casa – per avere e, al tempo stesso offrire una istantanea che riuscisse a condensare sia l’esperienza del momento (il tour in questione), sia tutto ciò che si è scritto sopra: far collidere, cioè, due mondi in apparenza distanti e che, nonostante tutto, confluiscono l’uno nell’altro, si travasano, si influenzano a vicenda e a loro volta vanno a costruire un nuovo mondo, uguale e diverso dai precedenti e molto più della proverbiale somma che fa il totale. Perché nelle due lunghe tracce, una white side e una gemella negativa, la black side, sul lato opposto, convivono e collidono le sensibilità dei due artisti, le chitarre distese di Spaccamonti e gli interventi dissonanti di Beauchamp, la visione realisticamente immaginifica del primo e l’alterità straniante del secondo, la capacità del primo di fornire il fondale cinematografico e quella del secondo di riempirla di dettagli minuti. http://ww.paolospaccamonti.com - https://paulbeauchamp.bandcamp.com INFO Cinema Classico Piazza Vittorio 5, Torino Apertura porte ore 21:00 Biglietti: 15€ a serata Con il biglietto di ingresso si avrà anche accesso alle proiezioni serali di mercoledì 17 Maggio ( fino ad esaurimento posti): “Green Room” di Geremy Saulnier e “Only Lovers Left Alive” di Jim Jarmusch (entrambi in lingua originale con sottotitoli). Biglietti disponibili presso le casse del Cinema Classico. Prevendite a breve disponibili qui Un evento a cura di Classico, Movies Inspired in collaborazione con O.F.F. Studio - Torino, TUM, Escape From Today Records. Accedi al press kit online per visualizzare immagini, comunicato stampa e biografie. -- Ufficio Stampa TUM Torino per Overlook Giorgia Mortara +39 3389682058 tumtorino@gmail.com

Link di riferimento


News inserita il
Tags:

ROTTURA DEL SILENZIO 16-17 -18 GIUGNO 2017 A CARPI MO

ROTTURA DEL SILENZIO 16-17 -18 GIUGNO 2017 A CARPI MO ROTTURA DEL SILENZIO ROTTURA DEL SILENZIO•EKIDNA•via Livorno, 9•CARPI•MO•INFO: http://www.associazioneekidna.blogspot.com/• https://www.facebook.com/associazioneekidna/• https://twitter.com/EKIDNAcarpi GIU 16 Rottura DEL Silenzio 20 - Ekidna - 16/17/18 giugno Pubblico · Organizzato da Rottura Del Silenzio Fest Mi interessaParteciperò Condividi clock 16 giugno – 18 giugno Dal 16 giugno alle 20:00 al 18 giugno alle 0:00 pin Mostra mappa Associazione Ekidna via Livorno, 9, 41012 Carpi Informazioni Discussione Partecipanti: 118 · Persone interessate: 295Mostra tutti Ave parteciperà Condividi Dettagli Il 16 / 17 / 18 giugno 2017 si terrà la VENTESIMA edizione della Rottura Del Silenzio Fest, il festival estivo di Associazione Ekidna. Due palchi. In caso di pioggia i due palchi saranno al coperto, quindi nessuna scusa. venerdì 16 giugno sabato 17 giugno 1. BOLOGNA VIOLENTA 2. Browbeat 3. Tutti I Colori Del Buio 4. The Green Bengala 5. Baron Samedi Hardcore 6. Gufonero 7. Council of Rats domenica 18 giugno: 1. VALERIAN SWING 2. Bennett (con ex Disquieted By ed ex Chambers) 3. Shizune 4. Cacao 5. Forced Happiness 6. MOOD Associazione Ekidna, via Livorno 9, San Martino di Carpi (Mo) Music

Link di riferimento


News inserita il
Tags:

David Bowie, Pink Floyd, Prince, Bruce Springsteen, Kasabian e centinaia di novità in arrivo il 22 aprile per il Record Store Day

David Bowie, Pink Floyd, Prince, Bruce Springsteen, Kasabian e centinaia di novità in arrivo il 22 aprile per il Record Store Day Tantissime le pubblicazioni annunciate dall'industria discografica italiana in uscita il 22 aprile per il primo decennale del Record Store Day, l'iniziativa nata negli Stati Uniti e dedicata ai negozi indipendenti, supportati con anteprime, ristampe ed edizioni speciali. Quattro quelle dedicate a David Bowie: 'Cracked Actor', un triplo live inedito registrato a Los Angeles nel '74 durante il tour di 'Philly Dogs' e diverso dal contemporaneo 'Bowie Live', 'Bowpromo', album rarissimo con sette versioni alternative dell'era 'Hunky Dory', 'No Plan EP', adesso in vinile blu picture disc e 'Ragazzo Solo, Ragazza Sola', testo di Mogol su musica di 'Space Oddity. Dai Pink Floyd arriva una nuova versione di 'Interstellar Overdrive', tratta dalle session di 'The Piper at the Gates of Dawn', mentre di 'Hammersmith Odeon, London '75, registrazione del primo concerto europeo di Bruce Springsteen & The E Street Band, è finalmente disponibile il vinile ufficiale. Imperdibile il picture disc di 'Little Red Corvette di Prince, fuori catalogo da decenni, e l'album 'What Time Is It' dei Time, prodotti dall'artista di Minneapolis. Tra le novità internazionali si segnalano 'You're In Love With A Psycho' dei Kasabian, anticipazione del nuovo album 'For Crying Out Loud!', 'Meeting Of The Waters' della band sperimentale Animal Collective, protagonista di un nuovo show su Vice Tv. Il rock lo-fi di Iron & Wine con 'Archive Series Volume No 3', Bonnie Prince Billy e Nathan Salsburg, curatore degli Archivi Alan Lomax, con l'alternative folk di 'Beargrass Song + 2 EP' e 'Live in Perth' di Ben Folds, spalleggiato dalla West Australian Symphony Orchestra. Tra gli italiani, 'Radar (EjABBABBAjE)' dei Verdena, edito nel 2011 con il magazine XL e una versione inedita con il featuring di Caparezza di 'Qui Non C'è Il Mare' degli Statuto, in tempo per il ventennale di 'Zighidà'. Stessa età per 'Forma e Sostanza' dei C.S.I, 'CRX' dei Casino Royale, 'Ho Imparato A Sognare' dei Negrita e 'Confusa e Felice' di Carmen Consoli. Nuovamente disponibili 'Ma Cosa Vuoi Che Sia Una Canzone', l'album di debutto di Vasco Rossi, 'Dentro Me' dei La Crus, '17 Re' e 'Spirito' dei Litfiba e in vinile per la prima volta invece 'Che Sia Benedetta' di Fiorella Mannoia, 'La Stanza Intelligente/1992-1993' di Boosta e 'Le Migliori' di MinaCelentano. Ambientazioni prog-rock per il primo (e raro) singolo di Lydia e gli Hellua Xenium che ritorna nei negozi con un poster e la storia completa di questa misteriosa band e 'La Donna e il Bambino' dei Dalton. Spostandosi sui classici, prima stampa in vinile per i Fleetwood Mac con 'Alternate Mirage', 'Bambu (The Caribou Sessions)' di Dennis Wilson, 'Live At George's Club 20' di Jimi Hendrix (e Curtis Night), 'P.N.E. Garden Auditorium, Vancouver, British Columbia, Canada, 7/29/66' dei Grateful Dead, Santana con 'Live at The Woodstock Music & Art Fair, August 16, 1969' e 'Live At The Matrix '67' dei Doors. 'Rarities:1981-1983' pesca dai primi due album solisti di Stevie Nicks, 'The Johnny Cash Children's Album' di Johnny Cash attinge dal repertorio del programma tv 'Sesame Street', 'Moondog' di Moondog è la ristampa di 'The Viking of 6th Avenue’ del '69, tra gli album seminali per la carriera dei giovani Philip Glass e Steve Reich, in triplo vinile 'The Centennial Collection' di Robert Johnson. Tra i 45 giri, nuove versioni di 'The Boy With The Thorn In His Side' e 'Rubber Ring' degli Smiths, il picture disc di 'Africa' e 'Rosanna' dei Toto, 'State Of Love And Trust' dei Pearl Jam, Ryuichi Sakamoto con 'Thousand Knives' e 'Rollo' di Frank Zappa. Al debutto i boxset di Emmylou Harris e 'Queen Of The Silver Dollar Studio Albums 1975-1979', 'Lonely At The Top The Studio Albums 1968-1977' di Randy Newman e '76-'79 Single Box' dei Ramones. Per i seguaci delle sonorità black si passa da 'The Great Adventures Of…Children's Book', un combo cd-45giri-libro di Slick Rick al postumo 'Born Again' di Notorius B.I.G, all'epoca finito dritto al n°1 della classifica di Billboard; dalla beatlesiana 'All Together Now' di Andre 3000, colonna sonora di uno spot Nike a 'Soul Assassins' di DJ Muggs dei Cypress Hill con Dr.Dre, Goodie Mob, KRS-One, Mobb Deep, RZA; da 'The Jay Dee Tapes' di Frank 'N' Dank & Jay Dee fino al pioniere del 'toasting' U-Roy con 'Dread In A Babylon'. Per la prima volta in Italia, un'edizione del Record Store Day ha un libro ufficiale. Si chiama 'Soul Funky Passion - The Top 100 Rarest American / Canadian Soul / Funk Albums Vol.1' e l'autore è Marco Cavenaghi, imprenditore milanese nel settore chimico con una smisurata passione per le rarità afro-americane. Quarantanni di collezionismo nei negozi di dischi di tutto il mondo e 80.000 pezzi in casa tra vinili, cd, cassette, bobine e dvd. Per info sulla distribuzione del libro o per acquistarlo http://www.soulfunkycollection.com Come ogni anno Radio Capital è la radio italiana ufficiale del Record Store Day e il 22 aprile renderà omaggio a tutti i negozi di dischi indipendenti con una programmazione interamente dedicata all'iniziativa.

Link di riferimento


News inserita il
Tags:

Smiting Festival 2017 8a ed. Rimini 7-25/04/2017 “Radiosity -libertà on air”

Smiting Festival 2017 8a ed.  Rimini 7-25/04/2017  “Radiosity -libertà on air” Smiting Festival 2017 8a ed. “Radiosity -libertà on air” Non è Berlino, non è New York. E’ Radiosity. Smiting Festival omaggia la Radio nata dalla libertà e la Libertà dalla radio, in una utopica mini-città che irradia emozioni con il Cinema di “Lo chiamavano Jeeg Robot”, la Musica di Gianni Maroccolo, Amerigo Verardi e Sonic Jesus, incontri con Andrea Chimenti, Antonio Aiazzi, Mabel Morri, Stefano Rossini, infine con visioni sorprendenti nella Mostra dei suoi ‘residenti’. Smiting 2017 sarà “radioso”. Ogni piccola rivoluzione trova resistenze: la novità spaventa ma, se sana, è nuova e intensa energia. Ogni passo in avanti, più saldo sarà, se con uno sguardo indietro. In Smiting 2017 si configurerà “Radiosity”, una utopica mini-città che parte dall’Ala Nuova del Museo della Città di Rimini e si estenderà fino alla Cineteca e al Teatro Ermete Novelli, con una propria Radio e stradario, mostre tra musica, arte grafica, tecnologia online, omaggi alla Radio, libera in FM e ora web, come concetto espressivo universale di libertà, creatrice di vere e proprie comunità e la sua presenza in finestre specifiche storiche e sociali, internazionali, italiane e territoriali. Anche questa ottava edizione sarà ricca di appuntamenti come la speciale proiezione in Cineteca comunale il 7/04 di “Lo chiamavano Jeeg Robot” e la consegna del Premio Smiting all’autore del soggetto Nicola Guaglianone e a Roberto Marchionni “Menotti”, assieme sceneggiatori del film di Gabriele Mainetti. Si proseguirà con la mostra ad ingresso libero “Radiosity -libertà on air” all’Ala Nuova del Museo della Città 8-25 aprile che parte dall'esposizione di Giorgio Vivaldi “P(A)NKPOSTPUNK, ribellione giovanile nei solchi dei vinili degli anni settanta” e di altri collezionisti e artisti, tutti con esperienza nella cultura alternativa del riminese, avendo realizzato realtà di culto quali Slego, Aleph e altre. Omaggi, reperti e testimonianze di radio libere, incluse Radio Alice e Radio Talpa; incontri con i protagonisti e attuali speaker djs su FM e web nell’area romagnola estesa. Ci saranno molte e differenti visioni Radiosity sulla libertà perseguita in forme sorprendenti: i ricevitori radio auto-costruiti dai prigionieri di guerra del 1944 per potere ascoltare ciò che avveniva all'esterno dei lager ("Radio Caterina"); di come attorno al '46 in Unione Sovietica una sottocultura, fatta di amanti della musica e contrabbandieri, ha sfidato la censura costruendo macchine di registrazione fatte in casa e usando radiografie come veicolo di diffusione ("Ribs music"). La fumettista Mabel Morri esporrà le proprie tavole originali del graphic novel "Il giorno più bello" appena uscito in febbraio 2017 per la Rizzoli Lizard con presentazione del suo libro nel pomeriggio del 21/04: Mabel è l'unica fumettista al mondo ad avere i propri fumetti come decorazione delle colonne di una chiesa. Ma ci sarà molto altro. La scoperta in loco premierà i curiosi. In programma per il 12/04 un workshop al Campus di Rimini - Università di Bologna, sulle Radio Web e le opportunità di comunicazione assieme all’Associazione Free Exit e la collaborazione di Spreaker. Attorno ai ponti di Pasqua e del 25 aprile, il Museo sarà la sede anche di appuntamenti multidisciplinari per adulti e bambini (Yoga della Risata, Radiogioco), così come della “Smiting Soirée” il 21/04, talk show ironico tra presentazioni, cortometraggi, esiti del “Non Sense Contest”. Il 22/04 si potrà partecipare all’incontro con due grandi della musica rock d’autore italiana: Andrea Chimenti e Antonio Aiazzi (tra i fondatori dei Litfiba). Quindi concerti e musica, sempre in Smiting Festival. L’evento della serata di domenica 9/04 “Je Suis Punk” organizzato da Grotta Rossa a Rimini con i due concerti di “Alternative Station” e “Pin Up Noise”. Sabato 15/04 il live dei “Sonic Jesus” in una serata fuori porta al Sidro di Savignano. Per “Smiting Black-out”, l’appuntamento musicale in esclusiva del festival, domenica 23/04 al Teatro Novelli di Rimini Gianni Maroccolo porterà in scena trent’anni di vita musicale, raccontandosi e ripercorrendo la musica che ha contribuito a far nascere in progetti come Litfiba, CCCP, CSI, PGR, Marlene Kuntz, assieme a quella che lo hanno plasmato come artista e come uomo. E ricorda Claudio Rocchi, il cui ultimo lavoro con Maroccolo dà il nome al concerto. L’incrocio speciale in questa esclusiva data per Smiting Festival avverrà con la musica preziosa e fuori dal tempo di Amerigo Verardi e il suo eccelso ultimo album “Hippie Dixit”. Quindi un doppio live con lo spirito del tema 2017. Si prendono in prestito parole di Rocchi: “L’idea è positiva, radiosa, piena di fiducia, di speranza, di entusiasmo. …Non è più tempo di denuncia e critica; è tempo di proposta, di intelligenza creativa, di innovazione visionaria.” Ci sarà molta libertà ON AIR Info e aggiornamenti Festival 2017 su www.smitingfestival.it www.facebook.com/smiting.rimini

Link di riferimento


News inserita il
Tags:

OGGI 21 marzo, è il compleanno di Luigi Tenco Roma lo festeggia all'Angelo Mai con "angelo angelo, angelo mio

OGGI 21 marzo, è il compleanno di Luigi Tenco Roma lo festeggia all'Angelo Mai con "angelo angelo, angelo mio 21 marzo, è il compleanno di Luigi Tenco Roma lo festeggia all'Angelo Mai con "angelo angelo, angelo mio" Con: Pino Marino, Roberto Angelini, Pier Cortese, Francesco Forni, Ilaria Graziano, Lucio Leoni, Andrea Pesce, Raffaella Misiti, Agnese Valle, Ivan Talarico, Pilar, Tony Allotta, Andrea Ruggiero, Daniele Borsato, Sylvia De Fanti, Gianmarco Di Lecce, Alessandro D'Alessandro, Egidio Marchitelli, Piji, Stefano Scatozza, Adel Tirant, Saverio Capo, Marcello Duranti, Valerio Vigliar, Marco Cataldi, Têtes de Bois, Antonio Ragosta… e tanti altri Immagine incorporata 1 “Angelo angelo, angelo mio” è una festa di compleanno per Luigi Tenco, un omaggio degli artisti che da Roma faranno giungere i loro auguri al più rivoluzionario dei cantautori. Lui che nacque il primo giorno di primavera di 79 anni fa e che da cinquant’anni manca al mondo della cultura e della canzone. Il 21 marzo, nel centro di produzione per le arti libere Angelo Mai, senza troppa ridondanza, come sarebbe piaciuto a lui, si celebrerà la vita e l’arte di Tenco. “L’idea - spiega Pino Marino, che con una regia estemporanea si occuperà di tenere il filo di uno spettacolo non provato - è che ognuno trovi, indipendentemente e a suo modo, il suo piccolo e sorprendente contributo per omaggiare il nostro festeggiato. Una o due canzoni per chi canta, una lettura per gli attori, una invenzione per chi inventa, insomma un passaggio semplice in un angolo che sarà allestito per accogliere i convenuti come in un salotto semi acustico". L’illustrazione simbolo di “Angelo angelo, angelo mio” è un’opera in esclusiva di Lorenzo Terranera. Il cast: Pino Marino, Roberto Angelini, Pier Cortese, Francesco Forni, Ilaria Graziano, Lucio Leoni, Andrea Pesce, Raffaella Misiti, Agnese Valle, Ivan Talarico, Pilar, Tony Allotta, Andrea Ruggiero, Daniele Borsato, Sylvia De Fanti, Gianmarco Di Lecce, Alessandro D'Alessandro, Egidio Marchitelli, Piji, Stefano Scatozza, Adel Tirant, Saverio Capo, Marcello Duranti, Valerio Vigliar, Marco Cataldi, Têtes de Bois, Antonio Ragosta… e tanti altri

Link di riferimento


News inserita il
Tags:

ASTRO: MODERAT, GOLD PANDA, CLAP! CLAP!, LORY D e altri a MILANO Il 24 GIUGNO!

ASTRO: MODERAT, GOLD PANDA, CLAP! CLAP!, LORY D e altri a MILANO Il 24 GIUGNO! ::: ASTRO ::: MODERAT GOLD PANDA, CLAP! CLAP! (live band), LORY D 399DA14A-2E1B-439C-A1BE-A154A5E14CFC.png SABATO 24 GIUGNO 2017 – MILANO – MAGNOLIA ESTATE Circolo Magnolia - Via Circonvallazione Idroscalo, 41, 20090 Segrate MI Apertura porte: 19,00 – chiusura: 04:00 Biglietto in prevendita: 30 euro+d.p. Biglietto alla porta: 35 euro Prevendite disponibili da giovedì 16 marzo alle 12:00 www.ticketone.it, call center 892 101 www.vivaticket.it, call center 892.234 www.ticket24ore.it, call center 02 54 271 www.bookingshow.com www.residentadvisor.net/event.aspx?946327 ASTRO FESTIVAL 2017 Stelle in movimento: il viaggio di Astro Festival continua, e dopo la fortunata prima edizione dell’anno scorso anche in questo 2017 – il prossimo 24 giugno – arriva ad esplorare alcuni degli angoli più luminosi della notte, delle sonorità elettroniche, della musica capace di guardare lontano, di inseguire gli spigoli più visionari ed immaginifici della contemporaneità. Una vocazione precisa. Una vocazione, appunto, in movimento. Cambia infatti quest’anno la location: da Ferrara ci si sposta a Milano. Cambiano i protagonisti anche, ovviamente. Ma resta intatta l’attitudine. Resta intatta la voglia di presentare act che hanno giocato e giocano un ruolo assolutamente decisivo nel disegnare le traiettorie del suono contemporaneo più “avanzato”: artisti cioè in grado di portare i suoni, i sogni e le estetiche della musica elettronica più pura fuori dalle nicchie – senza però cedere a nessun compromesso, lavorando solo ed unicamente attorno ad una propria riconoscibile, riconoscibilissima identità. Fuori i nomi, allora. Tenendo presente tra l’altro che questo è solo un primo annuncio: la line up infatti si arricchirà ulteriormente arrivando a riempire tutta la notte del Circolo Magnolia, quasi fino alle prime luci dell’alba, per un’esperienza sonora davvero intensa e da ricordare. Inevitabile partire dai MODERAT headliner naturali di questa edizione di Astro: il progetto congiunto di Apparat e dei Modeselektor fin dal primo album è riuscito a superare molti confini (stilistici, emozionali, di popolarità), diventando oggi uno dei live act più celebrati in assoluto. Responsabilità che i tre portano avanti perfezionando di continuo il loro show – grazie anche ai visuals e allo stage design del collettivo berlinese Pfadfinderei – rendendolo via via sempre più perfetto, emozionale, magico. Un processo in continuo divenire, in continua evoluzione. Emozione e magia che non mancano certo nemmeno nella musica di GOLD PANDA, altro protagonista in line up, uno dei producer che più e meglio ha disegnato l’elettronica “intelligente” degli ultimi anni: quella in grado di muoversi a metà fra dancefloor e ricercatezze compositive, fra strutture ritmiche complesse, stratificazioni armoniche, improvvise aperture, malinconie preziose ed esplosioni euforiche. E lo stesso si può dire di CLAP! CLAP!: con un approccio più incentrato sulla sperimentazione ritmica e sul recupero di suoni provenienti dai quattro angoli del mondo, ma la direzione e gli intenti (e i risultati) sono assolutamente gli stessi. Così come la capacità di abbattere i confini: a lungo un “best kept secret” dell’undeground elettronico italiano, Clap! Clap! è arrivato ad essere un artista di statura assolutamente europea, annoverando tra i suoi fan assoluti anche leggende della musica che con l’elettronica in realtà c’entrerebbero poco (prima fra tutti Paul Simon, che ha espressamente chiesto a Clap! Clap! di produrre tre tracce del suo ultimo album). A proposito di leggende: LORY D lo è. Chiunque ami almeno lontanamente la techno, lo sa. Fin dai primi anni ’90 ha rivoluzionato completamente le regole del genere, rendendo obliquo, provocatorio e visionario ciò che nella musica con la cassa in quattro rischia qualche volta di essere routine e “comfort zone”. Un talento strepitoso, un talento sfuggente: non ha mai inseguito la popolarità, non si è mai curato delle “regole del gioco”, ha sempre mantenuto una totale, fierissima integrità artistica. Nulla di strano che per molti suoi colleghi – da Aphex Twin a Jackmaster – sia assolutamente un idolo ed un esempio; nulla di strano che il suo carisma abbia attraversato ormai più di venticinque anni di mode, evoluzioni, cambiamenti. Il compito di dare una svolta quasi mefistofelica alle stelle di Astro è suo. Gli annunci, le stelle, i movimenti non finiscono qui. Astro Festival arriva alla sua seconda edizione fedele a se stesso, con l’idea di conquistare ancora di più la notte, i sogni, gli immaginari contemporanei: questi i primi protagonisti, altri ne seguiranno. Per arrivare, tutti insieme, a disegnare le traiettorie astrali più intense, convolgenti ed emozionanti. READ MORE: www.facebook.com/astrofestivalofficial www.facebook.com/moderat.band www.facebook.com/iamgoldpanda www.facebook.com/clakclakboomclak INFORMAZIONI AL PUBBLICO: www.facebook.com/astrofestivalofficial www.dnaconcerti.com www.facebook.com/dnaconcertieproduzioni info@dnaconcerti.com twitter.com/dnaconcerti www.facebook.com/3DDNAconcerti Informazioni alla Stampa: Annachiara - annachiara@dnaconcerti.com

Link di riferimento


News inserita il
Tags:

FLOWERS FESTIVAL | il 9 giugno il prequele con DIAMANDA GALAS in esclusiva nazionale

FLOWERS FESTIVAL | il 9 giugno il prequele con DIAMANDA GALAS in esclusiva nazionale FLOWERS FESTIVAL Presenta in esclusiva nazionale DIAMANDA GALAS IL 9 GIUGNO IL PREQUEL DEL FESTIVAL TORINESE PRESSO LA LAVANDERIA A VAPORE NEL PARCO DELLA CERTOSA DI COLLEGNO (TO) Venerdì 9 giugno, alle ore 21, presso la Lavanderia a Vapore nel Parco della Certorsa di Collegno (To) Diamanda Galas sarà la protagonista del prequel del Flowers Festival, il festival estivo, organizzato e promosso dall’associazione culturale Hiroshima Mon Amour, che dopo le prime due edizioni si è posizionato come uno dei festival più importanti a livello nazionale. Durante la sua unica data italiana Diamanda Galas presenterà dal vivo i suoi due nuovi album “All The Way” e “At Saint Thomas The Apostle Harlem”, entrambi in uscita il 24 marzo, che segnano il suo ritorno dopo “Guilty, Guilty, Guilty”, pubblicato nel 2008. DIAMANDA GALAS FLOWERS FESTIVAL Prequel Venerdì 9 giugno Lavanderia a Vapore Parco della Certosa, Collegno (TO) Ingresso 35 euro + diritti di prevendita Per info Info www.flowersfestival.it - info@flowersfestival.it - Tel 011 3176636 Prevendite su www.ticketone.it; www.flowersfestival.it; www.internationalmusic.it Pochi giorni prima della performance dal vivo, mercoledì 7 giugno, alle ore 21.00, presso il Cinema Massimo a Torino (Via Verdi, 18 – ingresso gratuito), in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema, si terrà la proiezione di “Schrei 27”, il film-installazione del video artist Davide Pepe e Diamanda Galás, un lungo lavoro durato cinque anni e proiettato per la prima volta nel 2010. Undici scene per un totale di 27 minuti fluiscono sullo schermo, accompagnate dalla voce profonda di Diamada Galás e dalle immagini di Davide Pepe. Dopo la proiezione seguirà un incontro dibattito con l’artista. L’appuntamento con Diamanda Galas, in esclusiva italiana, è un vero e proprio prequel che introduce e rafforza una delle tematiche di Flowers Festival, dedicato per una sua sezione di quest’anno al lato oscuro della mente umana, in occasione anche del quarantennale della Legge Basaglia che permise l’abbattimento dei muri di quel luogo che ospita il Festival, di quei padiglioni e del parco della Certosa di Collegno che fino a quel 1978 fu il più grande manicomio di Italia. «Quest'anno daremo vita a una sezione del Festival per sottolineare un percorso che ci porterà nel 2018 a celebrare il quarantennale della Legge Basaglia, ultimo esempio di lotta di liberazione in questo Paese. – commenta il direttore artistico Fabrizio Gargarone - Un anniversario che ci obbliga a interrogarci oggi su ordine e caos, mostri e normali, mostrandoci una via alternativa alle nostre civili costruzioni di mura, reclusioni, torture.» FLOWERS FESTIVAL è un festival musicale, giunto alla terza edizione, che si tiene a Collegno (To) nel Parco della Certosa, parco urbano di 400.000 mq, in un'area attrezzata per 5000 spettatori. L'area spettacolo, allestita nello spazio insonorizzato noto come Cortile della Lavanderia, è racchiusa da due delle grandi esperienze di riprogettazione urbana messe in atto dalla Città di Collegno: la Lavanderia a Vapore, eccellenza della danza contemporanea internazionale e il Padiglione 14, centro culturale giovanile. In quello che fu il Cortile della Lavanderia del Manicomio di Collegno, si svolge FLOWERS FESTIVAL, che prosegue la tradizione dei grandi spettacoli di teatro e musica cha a partire dal momento dell’abbattimento delle mura manicomiali fino ai primi duemila, hanno contribuito al rinnovamento di questi luoghi meravigliosi, sull’impulso della amministrazione pubblica. www.flowersfestival.it; https://www.facebook.com/FLOWERSMUSICFESTIVAL; https://twitter.com/FLOWERSFEST; Milano, 14 marzo 2017 Ufficio Stampa Flowers Festival: Ufficio Stampa GPC - Gaetano Petronio 3491345575 gaetano@ufficiostampagpc.it | Diamanda Galas @ Austin Young 2_b.jpgDiamanda Galas @ Austin Young_b.jpg

Link di riferimento


News inserita il
Tags:

PROTOJE & THE INDIGGNATION IN TOUR IN EUROPA ED ITALIA

PROTOJE & THE INDIGGNATION IN TOUR IN EUROPA ED ITALIA Referring to Protoje’s debut album, The Seven Year Itch, David Rodigan declared that he was “particularly impressed with the album,” which he thought was “very refreshing.” Rasta Love featuring Ky-Mani Marley was the first international hit, which has accrued over 30 million Youtube views. Two years after the proverbial itch was scratched, Protoje unveiled his sophomore album called 'The 8 Year Affair' in February 2013. Within a week of its release, the Billboard-affiliated ‘Next Big Sound’ chart listed Protoje at #4. According to the official website, ‘Next Big Sound’ measures “the fastest accelerating artists across all major social music sites, statistically predicted to achieve future success.” 'The 8 Year Affair' also charted in the top 5 on the iTunes Reggae charts in the USA, UK, France, Germany, Spain and Switzerland. His third studio album, 'Ancient Future', hit number one on the Reggae Billboard charts in March 2015. Protoje was undoubtedly named as one of BBC 1xtra Hot for 2015 Artistes, one of his major achievements for the year. Protoje premiered his fourth studio album, 'Royalty Free, Side B' in June 2016 on his birthday as a gift to his fans, who he describes as his ‘nation’, which is available for free download on his website. Protoje has toured extensively since 2010, gaining recognition every step of the way and admiration for his disciplined approach to his music career. Major performances include the Sierra Nevada World Music Festival in California, Coachella in California, Summerjam and Reggae Ruhr (which he headlined) in Germany and other festivals across Europe. Protoje and The Indiggnation are coming to your nation, on a mission to bring Roots Rock Reggae’s message of uplifting consciousness to the world.

Link di riferimento


News inserita il
Tags: