Tutte le informazioni, gli eventi e i concerti di app colombofili a Parma (Parma)

 

GUIDO CATALANO
“Ogni volta che mi baci muore un nazista”

Venerdì 19 maggio 2017 - ore 22.00

PARMA - CIRCOLO ARCI COLOMBOFILI
Via dei Mercati, 15/d - Parma (PR)


Il ritorno del poeta che voleva, ed è riuscito, a diventare una rock star.
Vate dall’anima rock, infaticabile pellegrino dei club musicali di tutta Italia, il poeta torinese è pronto ad arrivare a Parma al circolo Arci Colombofili venerdì 19 maggio, per portare i versi della sua nuova raccolta di poesie Ogni volta che mi baci muore un nazista.

Dopo essersi brevemente rigenerato tra i luoghi amici della capitale sabauda, Guido Catalano, il poeta, scrittore e performer torinese più chiacchierato nel nostro Paese, si rimette in marcia per svelare i versi del suo nuovissimo libro di poesie, intitolato Ogni volta che mi baci muore un nazista (uscito il 2 febbraio 2017 per Rizzoli) e farli riecheggiare in tutto lo Stivale con una nuova, lunga, serie di esibizioni live. Il volume esce a quattro anni di distanza dall’ultima raccolta di poesie firmata da Guido Catalano (Piuttosto che morire m’ammazzo - Miraggi Edizioni, 2013) e segna il ritorno del poeta, dopo un appassionante viaggio nel mondo della prosa, culminato con la pubblicazione del primo e fortunatissimo romanzo D'amore si muore ma io no (Rizzoli - 2016). Nelle oltre 300 pagine di “Ogni volta che mi baci muore un nazista”, Catalano ha raccolto 150 poesie inedite per un nuovo coinvolgente viaggio fatto di dialoghi tra innamorati, indomabili versi, travolgenti emozioni e un pizzico di erotismo. Il tutto restando fedele al suo stile unico, un modo inconfondibile di raccontare l’amore fortemente legato al carattere decisamente sui generis dell’autore torinese: uno che, in fondo, il sogno giovanile di fare la rockstar non lo ha mai del tutto abbandonato anche quando si è innamorato perdutamente della poesia, uno che, perciò, i sentimenti li ha sempre raccontati a modo suo, stravolgendo le regole dei classici reading per trasformarli in veri concerti di parole, sui palchi dei più prestigiosi live club italiani.

Così dopo le 10.000 persone che lo hanno abbracciato nel corso del suo ultimo Grand Tour, dopo più di 100 date in tutto lo Stivale, oltre 2500 poesie lette, 200 ore da poeta live, 34.000 km percorsi, via terra, acqua e aria, 30 ore di applausi (tempo effettivo), 50 ore di risate (tempo effettivo), 200 litri di acqua bevuti, 500 brindisi (ma giusto per bagnarsi le labbra), 3 poltrone (utilizzate per rendere più calorosa la scenografia), 2 minuti di silenzio (in ricordo delle due poltrone cadute nel corso del tour), 5000 persone del pubblico che si sono baciate e 30.000 nazisti morti (alcuni ci hanno dato dentro parecchio), Guido Catalano è pronto a ripartire per una nuova e poeticissima avventura attraverso il Belpaese.
Catalano darà sfogo al suo dolcissimo, caustico, classico, rivoluzionario, amaro, divertente, lucido e surreale modo di raccontare le umane passioni. Ad attendere il pubblico, uno spettacolo nuovo, fatto di poesie recentissime mischiate con grandi classici, e quella cifra unica, ribelle e rock’n’roll, che ha trasformato Guido Catalano in una vera rarità del panorama italiano: un poeta, anzi un poeta professionista vivente che riesce a vivere di poesia. La partecipazione all’iniziativa è rivolta ai soci Arci.

La serata, promossa da Arci Parma e dal Circolo Arci Colombofili rientra nel programma di “St®ati della Cultura”, l’appuntamento nazionale che l’Arci organizza dal 2007 per confrontare le proprie proposte sulla “promozione culturale” con il mondo delle istituzioni, della politica, della cultura che per la prima volta si terrà a Parma nei giorni 19 e 20 maggio.
Ingresso libero e gratuito riservato ai soci arci.
Info: ARCI Parma 0521-706214 - info@arciparma.it
DARGEN D’AMICO

Sabato 20 maggio 2017 - ore 22.00

PARMA - CIRCOLO ARCI COLOMBOFILI
Via dei Mercati, 15/d - Parma (PR)



Sabato 20 maggio a PARMA sul palco del circolo ARCI COLOMBOFILI un evento da non perdere: DARGEN D’AMICO in concerto con “Variazioni di Primavera Tour”.

La serata, promossa da Arci Parma, e dal Circolo Arci Colombofili in collaborazione con CAOS Organizzazione Spettacoli, arricchisce il programma di “St®ati della Cultura”, l’appuntamento nazionale che l’Arci organizza dal 2007 per confrontare le proprie proposte sulla “promozione culturale” con il mondo delle istituzioni, della politica, della cultura che per la prima volta si terrà a Parma nei giorni 19 e 20 maggio.

Dargen D’amico è probabilmente il rappresentante più eclettico della scena Rap italiana, universalmente considerato l’esponente più poetico del genere. Con all’attivo 7 album ufficiali (Variazioni, uscito a marzo, è il suo ottavo disco) e una serie di collaborazioni  molto prestigiose, Dargen è sempre pronto a spostare più in là i confini del Rap.
Dargen ci ha abituati a stupire da sempre con la sua originalità. E questo nuovo lavoro ne è l’ulteriore conferma. In quest’ultima fatica fonde il Rap con la musica colta, accompagnato al pianoforte dalla pianista classica Isabella Turso, in uno spettacolo Piano-Rap davvero unico, originale, intenso e emozionante che sta facendo il “tutto esaurito” in ogni tappa del tour.

Accompagnato da un pianoforte e da qualche fantasma elettronico, la carta non è più quadrettata, ma bianca come l’aria che circonda le rondini dei suoi versi. Nulla di nuovo, sotto i cieli d’Italia? Il futuro dirà: come disse Ezra Pound, il classico è solo il nuovo che nuovo rimane.

Dargen D’Amico padroneggia come pochi la lingua deflagrata di oggi. Fate caso al funambolismo con cui adatta la pesantezza polisillaba delle nostre parole alla carta quadrettata del beat, o a all’eleganza del suo lessico, o ancora alla disinvoltura dell’accentazione e delle cesure, a come riesce a far risuonare un’immagine dopo che la parola è svanita. Con sette album ufficiali all’attivo, tra cui due pietre miliari dell'hip-hop italiano come "Musica senza musicisti" (2006) e "Di vizi di forma virtù" (2008), collaborazioni con artisti che includono tra gli altri Max Pezzali, Enrico Ruggeri, J AX, Perturbazione, Fedez, Andrea Mirò, Fabri Fibra è stato definito "menestrello post-moderno", "cantastorie del ventunesimo secolo", "folletto metropolitano", "rapper in 3D".

Isabella Turso, nata a Trento, si è diplomata in pianoforte con il massimo dei voti al Conservatorio “F.A.Bonporti”. La sua innata curiosità la porta ad affrontare repertori eterogenei che spaziano dal barocco al contemporaneo con misurate incursioni nella musica pop e da film (Album Omaggio a Donaggio).
Incontra Dargen alla fine del 2014 e da lì nasce un inteso periodo in studio che li porta a registrare insieme sotto la supervisione del produttore Tommaso Colliva.

La partecipazione all’iniziativa è rivolta ai soci Arci.

Biglietti in vendita presso:
ARCI Parma            Via Testi, n. 4 – Parma
Music Mille                 Piazza Arturo Balestri, n. 51/A – Parma
e tramite il circuito  HYPERLINK "http://www.ticketone.it" www.ticketone.it

Info: ARCI Parma / CAOS Organizzazione Spettacoli 0521-706214
info@arciparma.it







Come raggiungere il luogo

Contatti APP COLOMBOFILI

APP COLOMBOFILI•Via dei Mercati, 15/d •PARMA•INFO:• arciappcolombofili@gmail.com
Parma (Parma)

Tutti gli eventi per app colombofili