Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Torino - Bologna - Messina - Brescia - Ravenna - Perugia - Pordenone - Firenze - Catania - Napoli - Glasgow - Berlin - Rende

Live Club

Tutte le informazioni, gli eventi e i concerti di almagia' a Ravenna (Ravenna)

ALMAGIA'
Via dell’Almagià 2
Ravenna (Ravenna)

Contatti

Social

ALMAGIA'• Via dell’Almagià 2•ZONA DARSENA•RAVENNA•INFO 0544456716• info@altrimenti.org •www.altrimenti.org•www.associazionealmagia.org

TRANSMISSIONS XII
RAVENNA
21-23 NOVEMBRE E davvero da non perdere è l'ultima giornata del festival, sabato 23 novembre, sempre all'Almagià, con l’elettronica tra glitch e spoken poetry della producer colombiana (oggi di base a Berlino) Lucrecia Dalt, l’alfiere della “Cairo New Wave” (movimento che sta cambiando la fisionomia artistica e culturale della capitale egiziana) Nadah El Shazly, di ritorno a Ravenna dopo essere stata ospite di Beaches Brew nel 2018, e Xylouris White, collaborazione musicale fondata nel 2013 dal cantante e suonatore di laouto greco George Xylouris e dal batterista australiano Jim White (noto per il suo lavoro con Dirty Three), concretizzatasi a inizio novembre 2019 per Drag City con il quarto disco The Sisypheans. Poi il compositore Maurice Louca, altra figura chiave dell’effervescente scena musicale del Cairo (il suo album di esordio con Lekhfa, insieme alla cantante Maryam Saleh e a Tamer Abu Ghazaleh, è stato definito dal Guardian “un trionfo di avanguardia”), e l’eclettica Alexei Perry Cox, scrittrice e musicista canadese già parte della scuderia Sub Pop con il duo Handsome Furs. Infine, le contaminazioni tribali e rumoristiche del duo libanese Two or the Dragon, con il loro lavoro che si intreccia profondamente con le performing art e il teatro.

 

sabato 23 novembre - Almagià

Xylouris White (GR/AU) – 01.00
Lucrecia Dalt (CO) – 00.05
Maurice Louca (EG) – Ore 23.10
Alexei Perry Cox (CA) – Ore 22.35
Nadah El Shazly (EG) – Ore 21.45
Two or the Dragon (RL) – Ore 21

Lucrecia Dalt (CO). Nata a Pereira, in Colombia nel 1980, e ora con sede a Berlino, Lucrecia Dalt ha visto il suo profilo di musicista, artista del suono e performer svilupparsi con grande considerazione internazionale. L'album più recente di Lucrecia, l'acclamato Anticlines, pubblicato a maggio 2018, è stato creato con synth, voce, vocoding e feedback tra le altre tecniche musicali. È stata descritta come una meravigliosa esplorazione della musica ambient mercuriale. Una metafora filosofica sull’esistenza, creata da una narrazione complessa e inquietante.

Xylouris White (GR/AU). Xylouris White è saldamente radicato nel passato e nel futuro: una stretta alleanza tra il musicista e cantautore greco Georgios Xylouris e il batterista Jim White. Xylouris White riconcilia non solo le rispettive radici del duo, ma soprattutto una profonda amicizia forgiata in 25 anni. Il risultato: il folk cretese di Xylouris è sovralimentato da un vigore punk rock, per gentile concessione dell'uomo che ha suonato la batteria per Dirty Three e Venom P Stinger.

Maurice Louca (EG). Maurice Louca, musicista e compositore egiziano nato al Cairo, è oggi una delle figure più dotate, prolifiche e avventurose della fiorente scena artistica sperimentale egiziana. Negli ultimi anni ha guadagnato un’ottima reputazione globale grazie ai suoi album e a una serie in continua espansione ed evoluzione di collaborazioni che oltrepassano i generi musicali. “Elephantine”, il suo terzo e più ambizioso lavoro fino ad oggi, è sia l'apice della sua vasta esperienza che e un audace passo avanti nel suo sviluppo come compositore e arrangiatore.

Nadah El Shazly (EG). Una carriera iniziata cantando cover dei Misfits in una band punk locale, poi a produrre le proprie tracce elettroniche e farsi un nome nella scena underground del Cairo: il background musicale di Nadah El Shazly non è poi così insolito. Il risultato, però è una storia del tutto inaspettata. Immagina i mondi di Nico, Björk e Annette Peacock con la lingua araba come lingua madre, che si avvicinano attraverso l'armonia acustica avant-jazz e ricostruiti con un pizzico di moderno macao arabo di Kamilya Jubran, e potresti esserci vicino.

Alexei Perry Cox (CA). Balance/Unbalance di Alexei Perry Cox è una conversazione poetica intrecciata sulla bilancia della giustizia. Letture di poesia su split screen, mentre Alexei si impegna contemporaneamente con il materiale dal vivo sul palco. È attraverso questo processo che le rivelazioni di ingiustizie possono essere impedite a ripetersi: mantenendo la conversazione in costante conversazione.

Two Or the Dragon (RL). Two or The Dragon è il progetto elettroacustico di Abed Kobeissy e Ali Hout, nato quando hanno iniziato a comporre musica per spettacoli di danza e teatro contemporanei. La loro musica sprezzantemente apologetica parla di decostruzione, groove di danza, industria, satira e accenni di una malinconia non concessa. Il tutto considerando la capacità della musica araba di esprimere paesaggi sonori urbani e la violenza come estetica organica. Come la Beirut di Abed e Ali: un continuo tappeto di rumore che è diventato l'agente rilassante in un periodo post-bellico incredibilmente lungo.

 
Al cartellone ufficiale del festival si affianca quest’anno il palinsesto di Transmissions Off, appuntamenti pomeridiani a ingresso libero che precederanno le serate all’Almagià, in programma tra il MAR - Museo D’Arte della città di Ravenna e il ristorante AKÂMÌ - inserito nel progetto DARSENA pop-up: un’occasione unica per vivere al meglio l’atmosfera del festival e scoprire le meraviglie meno conosciute della città di Ravenna. Meeting point ufficiale del festival sarà quest’anno il Fargo Cafè di Via Girolamo Rossi, l’headquarters di Bronson nel cuore del centro storico della città romagnola.
Ecco il calendario degli appuntamenti di sabato 23:

sabato 23 novembre
h16:00
@AKÂMÌ Casa&bottega (Darsena Pop Up)
incontro con i curatori Martin Bisi e Radwan Ghazi Moumneh
a cura di Chiara Colli (www.zero.eu)

sabato 23 novembre
h18:00 - 20:00
@AKÂMÌ Casa&bottega (Darsena Pop Up)
Transmissions Welcome djset
Adriano Zanni

21-22-23 novembre
@Fargo
Fargo is you bar in town, the perfect place for a coffee, a craft beer or a good cocktail. Cozy and relaxed let's make Fargo your Meeting Point!

 

Sono in vendita sul sito di Bronson Produzioni i Pass e i biglietti singoli per assistere a tutte le performance in programma: con l’acquisto del Pass, in omaggio il merchandising speciale in edizione limitata di Transmissions XII. Per tutti i dettagli e gli aggiornamenti transmissionsfestival.org
Anche questa edizione 2019 di Transmissions Festival è resa possibile dal prezioso contributo di Comune di Ravenna - Assessorato alla Cultura e Regione Emilia-Romagna


PRESS OFFICE TRANSMISSIONS XII
Matteo Torterolo | +39 347 9579077 | press@bronsonproduzioni.com



BRONSON
Bronson è un’Associazione Culturale nata nel 2004, con sede a Ravenna. Alla gestione del Bronson Club (ampliato di recente con l’apertura del vicino Bronson Café) a Madonna dell’Albero e dello stabilimento balneare Hana-Bi di Marina di Ravenna, affianca dal 2008 quella del Fargo Café nel centro storico della città romagnola e quella dello stabilimento. Nello stesso anno Bronson lancia la prima edizione del festival Transmissions, cui segue nel 2012 la nascita di Beaches Brew, appuntamento internazionale che inaugura l’estate italiana dei festival sulla spiaggia dell’Hana-Bi.

ALLEGATI2019

Transmissions è il festival di Bronson Produzioni dedicato alle più interessanti frontiere della musica globale, che raduna ogni anno a Ravenna nel mese di novembre il meglio della ricerca in ambito sonoro da tutto il mondo.
Nel 2019 Transmissions compie dodici anni e sceglie di rilanciare, ritornando dopo due edizioni firmate Chris Angiolini (ideatore e fondatore dell’Associazione Culturale) alla formula della direzione artistica “esterna”, collaudata con successo in passato grazie a nomi del calibro di Stephen O’Malley (2012), Daniel O’Sullivan (2013), Nico Vascellari (2015), e coinvolgendo per l’occasione in questo ruolo due figure di riferimento della produzione mondiale, già ospiti in passato della manifestazione ravennate: Martin Bisi, guru della scena alternativa e noise newyorkese (fondatore dello storico BC Studio e produttore, tra gli altri, di Sonic Youth, Swans, Unsane, Cop Shoot Cop, il suo ultimo lavoro BC35 è stato prodotto in esclusiva dall’etichetta di Bronson) e Radwan Ghazi Moumneh, sound engineer, produttore e musicista canadese di origini libanesi, anima - insieme al regista Charles-André Coderre - del progetto di culto Jerusalem in My Heart.

Protagonisti della seconda giornata di Transmissions XII saranno i Live Skull di Mark C. e Rich Hutchins (parte della stessa scena avant-noisy newyorkese dai quali emersero Sonic Youth, Lydia Lunch e Swans), poi il noise post-pop del duo Tidal Channel (Genevieve Fernworthy e Billy Cancel), quindi lo stesso Martin Bisi con BC35 Collective Set, formazione mobile che presenterà i brani dell’omonimo disco inciso per Bronson Recordings in occasione del trentacinquesimo anniversario degli storici studi di Brooklyn. La ravennate Francesca Morello, aka. R.Y.F., rappresenterà i colori nazionali, con il suo mix ruvido e poetico di neofolk, doom e punk blues (il suo secondo lavoro è uscito a metà ottobre per Dio Drone). Per la prima volta in Italia, i parigini Oiseaux-Tempête, tra le rivelazioni più significative degli ultimi mesi, saranno gli headliner della serata, e vedranno sul palco - accanto al duo Frédéric D. Oberland e Stéphane Pigneul - Mondkopf, G.W.Sok (The Ex), Jean-Michel Pirès (Bruit Noir) e lo stesso Radwan Ghazi Moumneh. Prima di loro, alle 23.05, ecco infine Ata Ebtekar aka Sote, compositore e sound artist nato ad Amburgo ma di base a Teheran, autentica figura di culto del panorama elettronico contemporaneo

 

venerdì 22 novembre

Oiseaux Tempête (FR) – Ore 00.00

Sote (DE/IR) – Ore 23.05

Live Skull (US) – Ore 22.15

Tidal Channel (US) – Ore 21.35

BC35 Collective Set Pt.2 (US) – Ore 21.05

R.Y.F (IT) – Ore 20.30

 

Al cartellone ufficiale del festival si affianca quest’anno il palinsesto di Transmissions Off, appuntamenti pomeridiani a ingresso libero che precederanno le serate all’Almagià, in programma tra il MAR - Museo D’Arte della città di Ravenna e il ristorante AKÂMÌ - inserito nel progetto DARSENA pop-up: un’occasione unica per vivere al meglio l’atmosfera del festival e scoprire le meraviglie meno conosciute della città di Ravenna. Meeting point ufficiale del festival sarà quest’anno il Fargo Cafè di Via Girolamo Rossi, l’headquarters di Bronson nel cuore del centro storico della città romagnola.
Ecco le proposte di venerdì 22 novembre:

venerdì 22 novembre
h 18:00
@Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
WHITE HILLS presents "a:CoNSTRUCT" solo guitar by Dave W.
Tidal Channel perform “BUTTERCUP TANTRUM MUTTON ENCORE”
[l’ingresso comprende la visita alla mostra dedicata a Chuck Close, Riccardo Zangelmi e Niki de Saint Phalle]

venerdì 22 novembre
h18:00 - 20:00
@AKÂMÌ Casa&bottega (Darsena Pop Up)
Transmissions Welcome djset
Marco Samorè (Tesco)

21-22-23 novembre
@Fargo
Fargo is you bar in town, the perfect place for a coffee, a craft beer or a good cocktail. Cozy and relaxed let's make Fargo your Meeting Point!

 

Sono in vendita sul sito di Bronson Produzioni i Pass e i biglietti singoli per assistere a tutte le performance in programma: con l’acquisto del Pass, in omaggio il merchandising speciale in edizione limitata di Transmissions XII. Per tutti i dettagli e gli aggiornamenti transmissionsfestival.org
Anche questa edizione 2019 di Transmissions Festival è resa possibile dal prezioso contributo di Comune di Ravenna - Assessorato alla Cultura e Regione Emilia-Romagna


PRESS OFFICE TRANSMISSIONS XII
Matteo Torterolo | +39 347 9579077 | press@bronsonproduzioni.com

BRONSON
Bronson è un’Associazione Culturale nata nel 2004, con sede a Ravenna. Alla gestione del Bronson Club (ampliato di recente con l’apertura del vicino Bronson Café) a Madonna dell’Albero e dello stabilimento balneare Hana-Bi di Marina di Ravenna, affianca dal 2008 quella del Fargo Café nel centro storico della città romagnola e quella dello stabilimento. Nello stesso anno Bronson lancia la prima edizione del festival Transmissions, cui segue nel 2012 la nascita di Beaches Brew, appuntamento internazionale che inaugura l’estate italiana dei festival sulla spiaggia dell’Hana-Bi.

 

E davvero da non perdere è l'ultima giornata del festival, sabato 23 novembre, sempre all'Almagià, con l’elettronica tra glitch e spoken poetry della producer colombiana (oggi di base a Berlino) Lucrecia Dalt, l’alfiere della “Cairo New Wave” (movimento che sta cambiando la fisionomia artistica e culturale della capitale egiziana) Nadah El Shazly, di ritorno a Ravenna dopo essere stata ospite di Beaches Brew nel 2018, e Xylouris White, collaborazione musicale fondata nel 2013 dal cantante e suonatore di laouto greco George Xylouris e dal batterista australiano Jim White (noto per il suo lavoro con Dirty Three), concretizzatasi a inizio novembre 2019 per Drag City con il quarto disco The Sisypheans. Poi il compositore Maurice Louca, altra figura chiave dell’effervescente scena musicale del Cairo (il suo album di esordio con Lekhfa, insieme alla cantante Maryam Saleh e a Tamer Abu Ghazaleh, è stato definito dal Guardian “un trionfo di avanguardia”), e l’eclettica Alexei Perry Cox, scrittrice e musicista canadese già parte della scuderia Sub Pop con il duo Handsome Furs. Infine, le contaminazioni tribali e rumoristiche del duo libanese Two or the Dragon, con il loro lavoro che si intreccia profondamente con le performing art e il teatro.

 

sabato 23 novembre - Almagià 

Xylouris White (GR/AU) – 01.00
Lucrecia Dalt (CO) – 00.05
Maurice Louca (EG) – Ore 23.10
Alexei Perry Cox (CA) – Ore 22.35
Nadah El Shazly (EG) – Ore 21.45
Two or the Dragon (RL) – Ore 21

Lucrecia Dalt (CO). Nata a Pereira, in Colombia nel 1980, e ora con sede a Berlino, Lucrecia Dalt ha visto il suo profilo di musicista, artista del suono e performer svilupparsi con grande considerazione internazionale. L'album più recente di Lucrecia, l'acclamato Anticlines, pubblicato a maggio 2018, è stato creato con synth, voce, vocoding e feedback tra le altre tecniche musicali. È stata descritta come una meravigliosa esplorazione della musica ambient mercuriale. Una metafora filosofica sull’esistenza, creata da una narrazione complessa e inquietante.

Xylouris White (GR/AU). Xylouris White è saldamente radicato nel passato e nel futuro: una stretta alleanza tra il musicista e cantautore greco Georgios Xylouris e il batterista Jim White. Xylouris White riconcilia non solo le rispettive radici del duo, ma soprattutto una profonda amicizia forgiata in 25 anni. Il risultato: il folk cretese di Xylouris è sovralimentato da un vigore punk rock, per gentile concessione dell'uomo che ha suonato la batteria per Dirty Three e Venom P Stinger.

Maurice Louca (EG). Maurice Louca, musicista e compositore egiziano nato al Cairo, è oggi una delle figure più dotate, prolifiche e avventurose della fiorente scena artistica sperimentale egiziana. Negli ultimi anni ha guadagnato un’ottima reputazione globale grazie ai suoi album e a una serie in continua espansione ed evoluzione di collaborazioni che oltrepassano i generi musicali. “Elephantine”, il suo terzo e più ambizioso lavoro fino ad oggi, è sia l'apice della sua vasta esperienza che e un audace passo avanti nel suo sviluppo come compositore e arrangiatore.

Nadah El Shazly (EG). Una carriera iniziata cantando cover dei Misfits in una band punk locale, poi a produrre le proprie tracce elettroniche e farsi un nome nella scena underground del Cairo: il background musicale di Nadah El Shazly non è poi così insolito. Il risultato, però è una storia del tutto inaspettata. Immagina i mondi di Nico, Björk e Annette Peacock con la lingua araba come lingua madre, che si avvicinano attraverso l'armonia acustica avant-jazz e ricostruiti con un pizzico di moderno macao arabo di Kamilya Jubran, e potresti esserci vicino.

Alexei Perry Cox (CA). Balance/Unbalance di Alexei Perry Cox è una conversazione poetica intrecciata sulla bilancia della giustizia. Letture di poesia su split screen, mentre Alexei si impegna contemporaneamente con il materiale dal vivo sul palco. È attraverso questo processo che le rivelazioni di ingiustizie possono essere impedite a ripetersi: mantenendo la conversazione in costante conversazione.

Two Or the Dragon (RL). Two or The Dragon è il progetto elettroacustico di Abed Kobeissy e Ali Hout, nato quando hanno iniziato a comporre musica per spettacoli di danza e teatro contemporanei. La loro musica sprezzantemente apologetica parla di decostruzione, groove di danza, industria, satira e accenni di una malinconia non concessa. Il tutto considerando la capacità della musica araba di esprimere paesaggi sonori urbani e la violenza come estetica organica. Come la Beirut di Abed e Ali: un continuo tappeto di rumore che è diventato l'agente rilassante in un periodo post-bellico incredibilmente lungo.

 

Al cartellone ufficiale del festival si affianca quest’anno il palinsesto di Transmissions Off, appuntamenti pomeridiani a ingresso libero che precederanno le serate all’Almagià, in programma tra il MAR - Museo D’Arte della città di Ravenna e il ristorante AKÂMÌ - inserito nel progetto DARSENA pop-up: un’occasione unica per vivere al meglio l’atmosfera del festival e scoprire le meraviglie meno conosciute della città di Ravenna. Meeting point ufficiale del festival sarà quest’anno il Fargo Cafè di Via Girolamo Rossi, l’headquarters di Bronson nel cuore del centro storico della città romagnola.
Ecco il calendario degli appuntamenti di sabato 23:

sabato 23 novembre
h16:00
@AKÂMÌ Casa&bottega (Darsena Pop Up)
incontro con i curatori Martin Bisi e Radwan Ghazi Moumneh
a cura di Chiara Colli (www.zero.eu)

sabato 23 novembre
h18:00 - 20:00
@AKÂMÌ Casa&bottega (Darsena Pop Up)
Transmissions Welcome djset
Adriano Zanni

21-22-23 novembre
@Fargo
Fargo is you bar in town, the perfect place for a coffee, a craft beer or a good cocktail. Cozy and relaxed let's make Fargo your Meeting Point!

 

Sono in vendita sul sito di Bronson Produzioni i Pass e i biglietti singoli per assistere a tutte le performance in programma: con l’acquisto del Pass, in omaggio il merchandising speciale in edizione limitata di Transmissions XII. Per tutti i dettagli e gli aggiornamenti transmissionsfestival.org
Anche questa edizione 2019 di Transmissions Festival è resa possibile dal prezioso contributo di Comune di Ravenna - Assessorato alla Cultura e Regione Emilia-Romagna


PRESS OFFICE TRANSMISSIONS XII
Matteo Torterolo | +39 347 9579077 | press@bronsonproduzioni.com

BRONSON
Bronson è un’Associazione Culturale nata nel 2004, con sede a Ravenna. Alla gestione del Bronson Club (ampliato di recente con l’apertura del vicino Bronson Café) a Madonna dell’Albero e dello stabilimento balneare Hana-Bi di Marina di Ravenna, affianca dal 2008 quella del Fargo Café nel centro storico della città romagnola e quella dello stabilimento. Nello stesso anno Bronson lancia la prima edizione del festival Transmissions, cui segue nel 2012 la nascita di Beaches Brew, appuntamento internazionale che inaugura l’estate italiana dei festival sulla spiaggia dell’Hana-Bi.

 

Tutti gli eventi per almagia'

Nessun evento presente

Altri locali vicino Ravenna (Ravenna), Emilia-Romagna