Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Bologna - Torino - Roma - London - Ravenna - Paris - Ljubljana - Vienna - Casalecchio di Reno - Pesaro - Barcelona - Warsaw - Kraków - Lille

FRANK ZAPPA & THE MOTHERS OF INVENTION "WHISKY A GO GO"

All'inizio dello show al Whisky Zappa dichiarò al pubblico: "Lo scopo di questa serata è presumibilmente quello di creare un po' di musica con regitrazioni dei Mothers dal vivo". Anche la scelta della sede non fu casuale, il Whisky aveva sempre aiutato la carriera dei Mothers durante i loro anni formativi, e questo evento fu un modo per sdebitarsi con quel luogo unico dove l’allora manager di Zappa, Herb Cohen, aveva convinto il produttore Tom Wilson ad assistere all'esibizione di Zappa e dei Mothers alla fine del 1965.Quando i Mothers tornarono al Whisky nel luglio 1968, si erano già affermati come leader della scena musicale underground.Guidati da Zappa alla chitarra e alla voce, la formidabile line up dei Mothers per la Whisky extravaganza comprendeva Ray Collins (voce e percussioni), Ian Underwood (sax alto), Bunk Gardner (sax tenore e flauto), Don Preston (tastiere e gong), Motorhead Sherwood (sax baritono e percussioni), Roy Estrada (basso e voce), Art Tripp (batteria e percussioni) e Jimmy Carl Black (Batteria e percussioni). Oltre ai tre set dei Mothers, quella sera ci furono anche esibizioni di Alice Cooper, Wild Man Fischer, le GTO's e un misterioso chitarrista del New Jersey di nome Joe Piresanti.Il pubblico quella sera al Whisky potè assistere all’esecuzione di brani ormai famosi dei Mothers come "Memories Of El Monte" e "Help, I'm A Rock", saltando poi a improvvisazioni ("Improvisation: Episode I/II/III") e colpi di doo-wop ("Valerie", il falsetto impennato di Roy Estrada in "Oh, In The Sky").
Pubblicato il