Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Bologna - Torino - Paris - Firenze - London - Zürich - Barcelona - Berlin - Madrid - Ravenna - Hamburg - Vienna - Manchester

Secret Lab - Mega Fagiolata Compilation Vol. 1

Secret Lab - Mega Fagiolata Compilation Vol. 1 Micriparty. Gli ultimi arrivano verso le 19.00. Tonylight arriva alle 19.30. Non è l'ultimo dei ritardatari, lui. È il signore dei ritardatari. Poco male. La serata inizia alle 22.30 e c'è tempo per tutto. Oltre a Tony altri sei musicisti si esibiranno con il loro Gameboy: Buskerdroid, Microman, Secret Lab, Arottenbit, Kenobit e PopX. Nazzilla e Secret Lab VJ. Tra i molti aspetti entusiasmanti di un microparty, oltre alla musica e il clima caldo umido si devono annoverare i suonatori di Gameboy. Tutti ascoltano con interesse la musica degli altri e mentre uno suona gli altri sono lì, sotto il palco a ballare. Questo già sconvolge abbastanza o almeno sconvolge me, abituato come sono a musicisti che si danno arie come se la musica l'avessero inventata solo loro, con un cerume di boria nelle orecchie e il manico di una chitarra baritono su per il culo. Una volta un tizio mi approccia e mi da un CD da recensire. Gli autori erano i degni rappresentanti della appena citata categoria di checche isteriche. Il tipo mai visto e mai più rivisto si avvicina il suo faccione al mio e ammiccando – e qui ho avuto paura – sussurra orgoglioso: “Ti prego, portali a suonare a Bergamo, così vengo a bastonarli”. Testuali parole. E qui il mio corpo ha iniziato a nuotare in quantità di endorfine da diluvio universale. Altro elemento di spiccato interesse scientifico è la scaletta del line up per la serata. Ai micromusicisti è stato detto: “Si inizia alle 22.30. La gente arriverà per le 23.00. Alle 02.00 si chiude. Ora locale. Organizzatevi”. Incredibile, a nessuno fregava nulla di suonar per primo, per ultimo, in mezzo, dopo di quello o prima di quell'altro. “Basta suonare, primo ultimo non ci frega” han detto. Provate a fare la stessa cosa in una banale serata di indie-rock, magari con band locali, e magari con non più di tre/quattro formazioni... altro che musica... lo show è lo spettacolo pirotecnico di sangue e denti su improbabili minutaggi al netto del secondo di quanto a testa dovrebbero suonare chi, quando, prima io, no tu per ultimo, no vaffanculo-tu-chi-cazzo-sei-che-non-ti-ho-mai-neanche-visto ecc... Arriviamo al dunque. Un'altra prassi dei micromusicisti è lo scambio reciproco dei loro lavori. Ciascuno, salvo dimenticamenti, si prepara il CD con i suoi ultimi lavori e lo regala a tutti gli altri. La cosa veramente incredibile è il fatto che la musica donata viene poi veramente ascoltata, giudica, apprezzata. Nel momento dello Scambio CD mi arrivano tra le mani i lavori di Kenobit e Secret Lab. Di Kenobit parleremo in un'altra occasione. Mega Fagiolata Compilation Vol. 1 è il titolo del miniCD di Secret Lab. C'è il faccione di Bud Spencer ed il miniCD non è un banale Verbatim, un costosissimo Sony o un social-popolare supporto della Coop. È un Banana Digital. Sono già tutta bagnata. Una raccolta dei pezzi più famosi tratti dai film di Bud Spencer in versione 8bit suonati con il Gameboy. Quando ho sentito la traccia 5, Altrimenti ci arrabbiamo sono stramazzato al suolo dalle risate. Super super super! Il pezzo non è che il coro dei pompieri... il titolo che viene assegnato alla traccia è lo stesso del film da cui è tratto per la ragione che le OST non sono state mai publicate, quindi non esistono titoli per i brani della colonna sonora. Del film di Fondato è uscito lo stesso anno (1974) un 45 giri a nome Oliver Onions con le canzoni Dune Buggy e Across the Fields. In verità tra gli autori c'è anche Carlo Pedersoli (Bud Spencer) ma nel disco non mi sembra venga citato. Ad essere sinceri il disco non è registrato benissimo e in alcuni pezzi i livelli del basso coprono le frequenze alte, soprattutto in Bomber (traccia 10 e non confondetevi... non è Galaxy Express 999 ma proprio la musica originale di Bomber. Gli Oliver Onions hanno infatti riadattato per il film dell'82 la sigla dell'anime sempre scritta da loro) e l'opera non è nient'altro che una semplice trascrizione su LSDJ. Eppure la forza evocativa dei brani è formidabile: un sincretismo tra cinema, musica e videogiochi che rende tangibili i ricordi dell'infanzia tutti riassunti e perfettamente ricollocati in un'unità di senso esistenziale che rende ragione e giustizia del nostro essere stati bambini negli anni '80. Per coronare il tutto questo disco non esiste. Non si scarica dal sito di Secret Lab perché un sito manco ce l'ha (non si chiama Secret Lab a caso), non troverete i torrent e lasciate perdere il mulo. Mega Fagiolata Compilation Vol. 1 è regalata a chi se la merita, e gli altri rosicano. Ne volete una copia? Alzate le vostre flaccide chiappe e andate ai concerti di Scret Lab... magari ve ne regala una. Tornato dal concerto e me ne sto seduto sul letto con un bellissimo pigiama a motivi 8bit. Io non ho un pigiama 8bit, ma se l'avessi sarebbe così: pezzo unico che se ti scappa una pisciata violenta sei fregato, di pail azzurrino e morbido, a strisce bianche e larghe. A motivo i mottoncini colorati di tetris ben ammucchiati a partire dalle caviglie e progressivamente sparpagliati a caduta libera fino al petto. Lo voglio assolutamente. Magari qualche jap fuori di testa ne ha cuciti di simili. Domani controllo si internet. Se non lo trovo per consolarmi mi faccio spedire un peluches di Totoro in scala 1:1. Mi infilo sotto le coperte con una banale maglietta hawaiana, boxer da aperitivo e un tipo sovrappeso che non so chi sia che mi ha seguito dal concerto fino a casa. Sogno che mi arriva un pacco enorme dal Giappone. Il postino è felice come fosse un suo regalo. Sbrano il cartone e dentro c'è, in scala 1:1 il peluches di Bud Spencer. Stramitico!
Pubblicato il