Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Torino - Bologna - Firenze - Reggio nell'Emilia - Napoli - Sant'Elpidio a Mare - Padova - Brescia - Perugia - Ravenna - Genova - Venezia - Carpi

KILOWATT FESTIVAL

KILOWATT TUTTO L'ANNO 2018-2019
IL PROGRAMMA - STAGIONE INVERNO/PRIMAVERA 2019


Domenica 20 Gennaio ore 17 (danza)
Bernardeschi/Paccagnella
EL PUEBLO UNIDO JAMÁS SERÁ VENCIDO

Arezzo, Teatro Mecenate
All’interno della rassegna “Invito di Sosta” organizzata da Sosta Palmizi
Progetto Tandem (Sosta Palmizi, CapoTrave/Kilowatt e Stratagemmi Prospettive Teatrali)
Autobus gratuito in partenza da Sansepolcro alle ore 15.40 – ritrovo presso il Teatro della Misericordia

Prima nazionale

concetto, coreografia, messa in scena e interpretazione di Alessandro Bernardeschi
e con Mauro Paccagnella e Lisa Gunstone
direzione tecnica e disegno luci Simon Stenmans
musiche Eric Ronsse in collaborazione con Alessandro Bernardeschi
consulenza video Stéphane Broc
costumi Fabienne Damiean
occhio esterno Caterina Sagna
produzione Wooshing Machine
produzione esecutiva Théâtre Les Tanneurs
coproduzione Théâtre Les Tanneurs, Centre Chorégraphique de Wallonie-Bruxelles, POLE SUD – Centre de Développement Chorégraphique National (Strasbourg), Centre Chorégrahique National de Tours / Direction Thomas Lebrun et Central, Centre Culturel Régional du Centre (La Louvière)
con il supporto di Fédération Wallonie-Bruxelles, WBTD & WBI

Durata: 60’

Cile, anni ’70, venti di rivoluzione: El Pueblo Unido Jamás Será Vencido diventa una delle più note canzoni di lotta del mondo. Ispirato a quei giorni, lo spettacolo parla della società di oggi domandandosi quale sia l’eco degli ideali di ieri. Un omaggio a chi crede in un mondo migliore.

Wooshing Machine è un collettivo di danza teatrale di Bruxelles creato nel 1998 dal coreografo e ballerino Mauro Paccagnella. L’attività del gruppo è definita dal desiderio di un atto di creazione condiviso che si pone al crocevia delle discipline artistiche per un uso suggestivo e poetico, realistico e pittorico dello spazio, del suono, del video e corpi.

www.sostapalmizi.it
www.wooshingmachine.com
Venerdì 25 gennaio ore 21 / Prova aperta al termine della residenza (teatro di figura)
DispensaBarzotti
THE BARNARD LOOP

di DispensaBarzotti
regia Alessandra Ventrella
con Francesco Napoli e Rocco Manfredi
scene Rocco Manfredi

20′ | Durata totale prevista : 60′

Lo spettacolo indaga il confine tra l’esistente e la realtà, intesa come la totalità degli elementi che noi consideriamo presenti nel mondo. Un giovane ricercatore, l’Uomo Piccolo, ci accompagna in questo viaggio fatto di piccolezza, infinito, immaginazione, sogno e meraviglia.

DispensaBarzotti nasce nel 2014 da Alessandra Ventrella (1990) e Rocco Manfredi (1991), entrambi diplomati in drammaturgia alla Scuola PaoloGrassi di Milano nel 2013. Fin dalla sua creazione, la compagnia indaga la percezione del reale. ll rapporto tra umano e non umano, tra animato e inanimato, tra realtà e magia, tra reale ed illusorio.

www.dispensabarzotti.it
Venerdì 15 febbraio ore 21 / Prova aperta al termine della residenza (teatro fisico)
Lidelab
WUNDERKAMMER – LE MILLE E UNA NOTTE
Studio su ora 3 “Come si chiama questa?”

Concept, regia, drammaturgia Silvia Rigon
Regia, scenografia, ideazione e realizzazione figure Lucia Menegazzo
Attrice, performer Barbara Mattavelli
Sound design, musicista, performer Federica Furlani
Producer Christina Lidegaard
con il contributo di RAMI (Residenza Artistica Multidisciplinare Ilinxarium)
Spettacolo finalista del bando 2018 Biennale College Teatro Registi/Directors Under 30.

Durata 30’

Ispirata alla seduzione e al gioco amoroso presenti nei racconti di “Le mille e una notte” e nel manuale arabo del ‘400 “Il giardino profumato”, la performance intreccia musica dal vivo, il lavoro attoriale e i racconti di signore anziane sull’evoluzione della loro vita sessuale, lo stato attuale delle relazioni affettive, il piacere. Terzo spettacolo del progetto Wunderkammer – Le mille e una notte.

Dal danese “laboratorio del piacere e del dolore”, Lidelab è un collettivo teatrale al femminile composto dalle registe Silvia Rigon e Lucia Menegazzo, l’attrice Barbara Mattavelli, la musicista Federica Furlani e la producer Cristina Lidegaard. Il gruppo lavora fra letteratura, arte, musica, prosa e teatro di figura.

lidelab.it
Martedì 26 febbraio ore 21 / prova aperta al termine della residenza (danza)
Nicola Galli
DESERTO DIGITALE

creazione dedicata alla ricerca musicale di Edgard Varèse
regia, coreografia, video e costumi di Nicola Galli
produzione Fondazione Musica per Roma, TIR Danza
con la collaborazione di L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino, Teatro Petrella di Longiano
danza Alessandra Fabbri, Nicola Galli, Paolo Soloperto
musica Edgard Varèse (Un grand sommeil noir, Poème électronique, Déserts, Ionisation, Density 21.5.)
testi liberamente ispirati agli scritti di Edgard Varèse, Alice Miller, Gilles Clément, Marcel Proust
scenografia Giulio Mazzacurati
residenza artistica L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino, Teatro Petrella (Longiano), Kilowatt Festival
con il sostegno di h(abita)t – Rete di Spazi per la Danza / Leggere Strutture Art Factory
Progetto vincitore del Premio Equilibrio 2018

Durata: 60’

Deserto Digitale è una composizione coreografica dedicata alla rivoluzionaria ricerca musicale di Edgard Varèse ed alla composizione Déserts. Un viaggio sensoriale che indaga la condizione umana attraverso un’atmosfera irreale e psichica, densa di gestualità, suoni e colori.

Nicola Galli (1990) si occupa di ricerca corporea spaziando tra coreografia, performance, installazione e ideazione grafico-visiva. Dal 2010 al 2014 danza nella compagnia CollettivO CineticO. Dal 2014 è artista sostenuto da TIR Danza. I suoi lavori sono stati selezionati per festival e rassegne internazionali, tra cui Nid Platform 2015 (Brescia) Tanzmesse 2016 (Dusseldörf).

www.nicolagalli.it
Giovedì 14 marzo ore 21
Binario 7 – Il Terzo Segreto di Satira
SOGNANDO LA KAMCHATKA

uno spettacolo di Corrado Accordino e Massimiliano Loizzi
scritto, diretto e interpretato da Corrado Accordino
e con Massimiliano Loizzi e Marco Ripoldi
assistente alla regia Valentina Paiano
Spettacolo selezionato per NEXT 2018/2019

Durata 90’

Tre amici si ritrovano insieme dopo diversi anni, nella lunga notte delle elezioni. Una semplice rimpatriata si rivela una trappola ben congegnata da uno di loro per svelare agli altri il segreto che li unisce. Perchè spesso le guerre che seminiamo nel mondo sono lo specchio delle nostre guerre personali.

Corrado Accordino dirige la Compagnia Teatro Binario 7 che gestisce il Teatro Binario 7 di Monza, il Teatro Libero di Milano e il Teatro comunale di Nova Milanese. Marco Ripoldi e Massimiliano Loizzi sono attori di teatro e cinema, anime del collettivo comico “Il Terzo Segreto di Satira”.

compagnia.binario7.org
Giovedì 28 marzo ore 21 / prova aperta al termine della residenza (teatro)
Ciro Masella / Oscar De Summa
L’OSPITE
Una questione privata

di Oscar De Summa
diretto e interpretato da Ciro Masella, e con Aleksandros Memetaj

Che cosa succederebbe se tornando a casa la trovaste svaligiata? E cosa succederebbe se riuscite a immobilizzare il responsabile di questa violazione? Lo spettacolo indaga il potere e la giustizia, muovendosi su quel confine pericoloso e sempre meno netto fra bene e male.

Ciro Masella, attore e regista, ha lavorato, tra gli altri, con Luca Ronconi, Gigi Dall’Aglio, Roberto Latini; ha diretto e interpretato spettacoli scritti per lui da Stefano Massini, Emanuele Aldrovandi, Francesco Niccolini. Oscar De Summa ha all’attivo diversi progetti di successo come la trilogia della provincia – “diario di provincia”, “stasera sono in vena”, “la sorella di Gesucristo” – che ha ricevuto il premio rete critica 2016, il premio Anct Hystrio 2016 e il premio Mariangela Melato 2017.

www.ciromasella.it
Domenica 31 marzo ore 21 / prova aperta al termine della residenza (danza)
Bambula Project
ORIRI

concept e coreografia Paolo Rosini – Bambula Project
danzatori Chiara Tosti, Marta Massoli, Debora Renzi, Paolo Rosini

Dal latino “oriri”, sorgere, volgersi verso Oriente, lo spettacolo affronta il tema della separazione attraverso il linguaggio della danza contemporanea, invitando il pubblico a rivolgere lo sguardo altrove, ad abbattere le barriere che ci separano, prima di tutto quelle interiori.

Nato nel 2015, Bambula è un progetto di Gabriella Catalano e Paolo Rosini che combina la danza con il teatro fisico, esplorando le relazioni con la poesia visuale, la fotografia, la video Art.

www.bambulaproject.com
Mercoledì 10 aprile ore 21 / prova aperta al termine della residenza (teatro)
Teatro Linguaggicreativi
PROGETTO TESTORI/VISCONTI| LA PUREZZA E IL COMPROMESSO

scrittura scenica e regia di Paolo Trotti
con Stefano Annoni, Diego Paul Galtieri, Simona Migliori, Margherita Varricchio e Michele Costabile

Durata 80′

Sullo sfondo delle periferie italiane di fine anni ’50 si muovono uomini e donne disperati, figli di un’altra terra, approdati nella grande città per cercare lavoro. Ispirato ai film “Rocco e i suoi fratelli” di Luchino Visconti e da “I racconti del ponte della Ghisolfa” di Giovanni Testori, lo spettacolo riflette sul tema dell’emigrazione e dell’accoglienza.

Teatro Linguaggicreativi nasce a Milano nel 2009. Fin dall’inizio lo scopo è quello di contaminare il linguaggio teatrale con numerose forme artistiche ed espressive, con un particolare riguardo per la musica e la videoarte.
Ha vinto il bando NEXT 2017 e 2018, rispettivamente per lo spettacolo “La Nebbiosa” e “I ragazzi del Massacro”.

www.linguaggicreativi.it
Giovedì 2 maggio ore 21 / prova aperta al termine della residenza (teatro)
bologninicosta
QUANDO_IL TITOLO E’ PROVVISORIO

regia e testo Sofia Bolognini e Dario Costa
supervisione drammaturgia Michele Panella
scenografia ag4 (in collaborazione con Accademia di Brera)
tutor scenografia Ferruccio Bigi
assistenza e cura Anna Ida Cortese
con il sostegno di QUI e ORA Residenza Teatrale

Durata: 30/40’

Lo spettacolo affronta il tema del cambiamento a partire dalle esperienze dei suoi ideatori (Bolognini/Costa) e dalle testimonianze raccolte. Il tutto a suon di musica elettronica live, con una scenografia mobile, senza attori. Il progetto prevede il coinvolgimento degli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Brera e degli studenti dell’Università degli Studi di Milano.

bologninicosta è un collettivo di artisti e ricercatori under35 che collaborano per sintetizzare dati sociologici in allestimenti performativi con drammaturgia e musiche originali.

www.bologninicosta.it
Venerdì 10 maggio ore 21 / prova aperta al termine della residenza (danza)
Codeduomo/Daniele Ninarello
PASTORALE

Ideazione e Coreografia Daniele Ninarello
Danza Elita Cannata, Marta Ciappina, Pablo Tapia Leyton
Musiche Dan Kinzelman
Dramaturg Gaia Clotilde Chernetich
Luci Cristian Perria
Coproduzione Centre Chorégraphique National de Rillieux-la-Pape/Direction Yuval Pick, progetto realizzato all’interno di “Sharing&Moving/International Residencies” con il sostegno di MosaicoDanza/Festival Interplay e della Fondazione Piemonte dal Vivo/Circuito Regionale Multidisciplinare di Spettacolo dal Vivo e della Lavanderia a Vapore/Centro Regionale per la Danza; Armunia/Festival Inequilibrio.
Artista residente a progetto presso il Centro Nazionale di Produzione della Danza Scenario Pubblico/CZD
una produzione in collaborazione con il Centro Nazionale di Produzione della Danza Scenario Pubblico/CZD Con il supporto di CSC Centro per la Scena Contemporanea di Bassano del Grappa

Durata: in via di definizione

La Pastorale è un luogo utopico in cui la natura spalanca la propria bellezza all’uomo: uno spazio musicale in cui i corpi si muovono e sono mossi, nella luce. La coreografia, come un rituale, si dispiega nello spazio per rivelare ciò che scaturisce dalla percezione dell’esterno e nello stesso tempo da una visione intima e segreta.

Dopo aver frequentato la RDA, Daniele Ninarello danza con coreografi internazionali tra cui Bruno Listopad e Virgilio Sieni. Dal 2010 le sue produzioni entrano a far parte della rete “Anticorpi Explo”. E’ vincitore di diversi premi tra cui il Premio Prospettiva Danza 2016 per lo spettacolo STILL.

www.danieleninarello.it/
www.facebook.com/CompagniaDanieleNinarello
Giovedì 23 maggio ore 21 (teatro-musica)
delleAli Teatro
in collaborazione con e presso la sede della Filarmonica dei Perseveranti di Sansepolcro
OH TU CHE MI SUICIDI!!!
conferenza/concerto della crudeltà liberamente tratto da VAN GOGH IL SUICIDATO DELLA SOCIETÀ di Antonin Artaud

voce, campana, spring drum Antonello Cassinotti
clarinetto contralto, campane Giancarlo Locatelli
progetto e regia Antonello Cassinotti e Giancarlo Locatelli

Durata 54’

Una conferenza in forma di concerto in cui il poeta Antonin Artaud espone la folle idea che Van Gogh non si sia suicidato in un impeto di pazzia ma “sia stato suicidato” da una società incapace di comprendere le visioni dei più grandi artisti. La musica lacera l’arco di tutto lo spettacolo alternandosi tra le due note di un mezzo tono.

Antonello Cassinotti è attore e performer, membro fondatore del gruppo Tealtro e dell’associazione delleAli teatro. Giancarlo Locatelli ha studiato pianoforte e si è diplomato in clarinetto.

https://ohtuchemisuicidi.wordpress.com/
www.delleAli.it
PROGETTI/PROJECT
Visionari/Announcement Visionari Selection
Progetto Europeo/European Project Be Spectactive
Residenze/Residencies
L’Italia dei Visionari
Coproduzioni/Co-productions
Tutti i bandi/Announcements
Dominio Pubblico Summer Moving 2018
EDIZIONI PRECEDENTI/PREVIOUS EDITIONS
Kilowatt Festival 2003-2017
Kilowatt Tutto l’Anno 2013-2018
Kilowatt Spring 2010-2012
Il Centro della Visione 2013-2015
Kilow’Art 2010 – 2018
Guest list
INFO
Chi Siamo/About
Infos & Contacts
Staff
Foto & Video Gallery/Photos & Videogalleries
links & sponsors
Trasparenza/Transparency

© COPYRIGHT 2017, KILOWATT FESTIVAL - DESIGNED BY UMBERTO DAINA
 

Altre informazioni

Dal 20/01/19 al 23/05/19

Contatti

Social

Tutti gli eventi per kilowatt festival

Nessun evento presente