Live Bands

NEW ORDER

Scopri tutto su new order, concerti, eventi, news e molto altro!

LOST SIRENS Abbiamo rischiato di non ascoltarle più, le sirene perdute (oggi fortunatamente ritrovate) dei New Order. La pubblicazione di questo mini-album è stata più volte bloccata e rinviata negli ultimi due anni a causa dell'acrimonia tra Peter Hook - che lascerà per sempre il segno nel sound "classico" del gruppo, grazie al suo basso inconfondibile - e il cantante e chitarrista Bernard Sumner: si tratta di otto outtakes, tenute per sette anni in freezer ma provenienti dalle stesse sessioni dell'ultimo disco Waiting For The Sirens' Call - un lavoro discontinuo e poco convincente, che non è riuscito ad amalgamare gli ingredienti chiave della loro ricetta com'era accaduto con il precedente Get Ready (laddove in Technique le due anime, quella più elettronica e quella più rock, erano ben distinte e correvano su binari paralleli) e che presentava qualche tentativo disperato di restare a galla (si pensi a Jetstream, con la Scissor Sister Ana Matronic). Eppure, qui c'è più di un buon motivo per non trattare quest'album come un mero cash-in per un pubblico di nostalgici (questa sarà l'ultima prova in studio con Hook nella line-up): le melodie il più delle volte funzionano, e il sound è quello di una band che sente di non aver nulla da dimostrare e che, pur impostando a volte il pilota automatico, non sembra aver perso lo smalto. E pazienza se il testo di I'll Stay With You indugia troppo in rime facili facili, e se la danzereccia Sugarcane sa di già sentito (e fa tesoro delle esperienze collaterali degli ex-amici Bernard e Peter, con gli Electronic di Getting Away With It e i Monaco di Sweet Lips), quando I've Got A Feeling e Californian Grass sono due effettivi episodi da antologia. Hellbent è un pezzo già noto - contenuto in una controversa raccolta dei Joy Division e dei New Order (Total) - che tradisce diligenti ascolti di Screamadelica dei Primal Scream, mentre la versione alternativa di I Told You So si spoglia del goffo reggae elettronico alla Ace Of Base (o, a scelta, degli UB40 di Promises And Lies) della veste originale e si trasforma in un affettuoso omaggio ai Velvet Underground di Venus in Furs e (soprattutto) All Tomorrow's Parties. Fanno centro anche Recoil, che si bagna appena appena un dito nelle águas de março mentre scorre tranquilla su una zattera di ariosi arpeggi pianistici e accordi di chitarra acustica, e la più acida e muscolare Shake It Up. La storia del gruppo proseguirà anche senza Peter Hook, col ritorno in pianta stabile di Gillian Gilbert alle tastiere e i prossimi eventi live (li vedremo anche al Coachella...) all'insegna delle hit del passato. Il rischio che le future prove abbiano più in comune con l'esperienza Bad Lieutenant ci attende dietro l'angolo, ma è presto per deciderlo; intanto, Lost Sirens rappresenta un più che dignitoso canto del cigno dei New Order come li abbiamo sempre conosciuti e amati. Non chiamateli "scarti". www.neworderonline.com

NEW ORDER è presentato in Italia da

Altre informazioni

Contatti

Social

Tutti gli eventi per new order