Scopri i concerti in italia e in europa

Live Bands

ANDRE WILLIAMS AND THE GOLDSTARS

Scopri tutto su andre williams and the goldstars, concerti, eventi, news e molto altro!

Andre Williams é uno dei personaggi più atipici e bizzarri di un certo 'sottobosco'americano ai confini tra il blues lo-fi, il r&b ed il country... L'anziano giovanotto di colore (é nato a Bessemer, Alabama nel 1936) in questi ultimi anni, da indefesso sporcaccione, ha infarcito i suoi brani di espliciti riferimenti sessuali a genitali femminili, scopate..Pussy Stank...Let Me Put It In.... non risparmiandosi di apparire sulle copertine dei suoi dischi (Silky, 1998/In The Red R.) mentre allunga la mano su un tenero culetto di giovinetta! Soprattutto si é coinvolto musicalmente con outsiders dell'underground americano proprio a partire da quel Silky del '98, contenitore obliquo di atmosfere 'raw and dirty' di rock&roll,blues e r&b con le chitarre viziose di Dan Kroha e Mick Collins (ex-Gories!); "live" poi si é sbattuto con giovani (più o meno) virgulti del noise-blues, quali The Countdowns di Brian Waters e Jon Spencer Blues Explosion: ho avuto la fortuna di vederlo esibirsi proprio con The Countdowns nell'aprile del '99 all'Hype Pub di Trani (Bari) in un act indimenticabile, tutto sudore e provocazione....non piacque a più di un purista presente!!! Andre Williams vanta collaborazioni negli anni '50 e '60 con celeberrimi nomi della scena rock/r&b quali Ike & Tina Turner...é autore in quegli anni di brani divenuti in seguito autentici classici come Shake Your Tailfeather! Ma torniamo ai giorni nostri: dopo un lavoro intenso, country-oriented e tutto sommato 'pastorale' visto il personaggio con cui abbiamo a che fare, Red Dirt...inciso con The Sadies ('99) , Williams raddoppia con la In The Red R. incidendo nel 2.000 The Black Godfather, prodotto come Silky dal geniaccio Mick Collins, chiamando a raccolta la grande famiglia del lo-fi nonché suoi figliocci: Jon Spencer B.E., Countdowns, i Dirtbombs di Collins, Compulsive Gamblers (ovvero gli Oblivians tornati alla loro sigla originaria), Cheater Slicks più alcuni illustri ospiti come il sassofonista Steve Mackay che in passato collaborò con gli Stooges in Fun House. Per gli appassionati del genere é una vera festa: la voce impastata, viziosa, allusiva ed a volte furiosa di Andre si amalgama perfettamente agli oltraggi strumentali noise, sferraglianti di musicisti che ormai vivono da tempo immersi in una malsana brodaglia sonora, decisamente ai margini del business musicale e del mainstream a stelle e strisce! Sono i Countdowns a far la parte del leone con le loro rivisitazioni fragorose e minimali di rockabilly e blues (Freak Blues / Whip the Booty / Nasty women), ma il sabba iniziale di presentazione con la J.S.B.E. a condurre le danze é micidiale: The Black Godfather é r&b sbilenco, bastardo ed irriverente. Il connubio con The Dirtbombs di Mick Collins é sulfureo: You Got It And I Want It, Whatcha Gonna Do sono cariche di doppie drums e chitarre infide; e tra le pieghe ipnotiche blues di Greg e Jack Oblivian,alias Compulsive Gamblers, Williams sguazza compiaciuto (The Dealer, The Peeler & The Stealer). Le esplosioni noise del sax di Mackay fanno terra bruciata rendendo il tutto ancor più godibile; infine Williams fa comunella con i fratelli Shannon, i grandi Cheater Slicks, con i quali ci consegna una versione obliqua e perfida di un brano dei Cramps, I Can'T Find My Mind ! A proposito...sapete cosa ha detto Lux Interior del nostro ? '...'Andre Williams makes Little Richard sound like Pat Boone..'. Ragazzi, questo é un disco ribelle, coinvolgente, divertente....spero seguano Black Godfather II...III.... www.myspace.com/68691228

ANDRE WILLIAMS AND THE GOLDSTARS è presentato in Italia da OTIS TOURS

Altre informazioni

Tutti gli eventi per andre williams and the goldstars

Nessun evento presente