Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Bologna

GENTLE FIRE "Explorations (1970-1973)"

GENTLE FIRE "Explorations (1970-1973)"
GENTLE FIRE "Explorations (1970-1973)" Il primo sondaggio in assoluto del seminale collettivo di musica sperimentale britannico, Gentle Fire, 'Explorations (1970-1973)' offre uno scorcio notevole e precedentemente non disponibile delle loro attività durante i primi anni '70, coprendo le loro interpretazioni cruciali delle colonne sonore di Stockhausen, Brown, Cage, Ichiyanagi e Wolff, oltre a un'incredibile immersione nei loro lavori e nelle "Composizioni di Gruppo". Un lavoro senza precedenti e storicamente importante, che si estende per la durata di 3 CD, da Paradigm Discs, meticolosamente selezionato dall'archivio di Hugh Davies, è uno dei più importanti anelli mancanti nella storia della musica sperimentale britannica emerso a memoria d'uomo, e non essere mancato. Di tutti i contesti di musica d'avanguardia e sperimentale emersi durante gli anni Sessanta e Settanta, pochi erano più radicali e più attivamente lungimiranti di quelli della Gran Bretagna. Spesso di principio, ideologico e politicamente orientato nella loro relazione con l'improvvisazione, l'interazione musicale e la libertà, un vasto numero di membri, che abbracciano numerose pratiche discrete, si sono riuniti per lavorare collettivamente in progetti come AMM, The Scratch Orchestra, Company, Spontaneous Music Ensemble , London Jazz Composers Orchestra, The Music Improvisation Company e un numero quasi infinito di progetti fatturati congiuntamente. Di questi, tra i più eccitanti e meno discussi c'era Gentle Fire, un gruppo composto da Graham Hearn, Hugh Davies, Michael Robinson, Richard Bernas, Stuart Jones e Richard Orton, che ha funzionato dal 1968 al 1975.Avendo prodotto un solo LP, 4 sistemi, Music For Amplified Toy Piano, Music For Carillon, Edges, per EMI Electrola nel 1974, la svista può essere compresa. Per fortuna, Paradigm Discs ora si sforza di cambiare la situazione, portando questa attrezzatura seminale attesa da tempo con un'indagine assolutamente sbalorditiva su 3 CD, Explorations (1970-1973), quasi interamente composta da registrazioni mai pubblicate prima prodotte durante i primi anni '70. Creativamente elettrizzanti e storicamente importanti come vengono, è quasi impossibile credere che questo non sia stato con noi da sempre.Formata nel 1968 da Graham Hearn, Hugh Davies, Michael Robinson, Richard Bernas, Richard Orton e Stuart Jones, Gentle Fire è stata ampiamente considerata nel corso degli anni per le sue interpretazioni delle opere di Christian Wolff, John Cage, Earle Brown e Karlheinz Stockhausen , soprattutto perché questo è tutto ciò che è stato pubblicamente disponibile fino ad oggi.Sebbene la realizzazione delle opere di altri fosse una componente centrale per la pratica dell'ensemble e l'attenzione che vi è giustificata, una parte sostanziale dei loro sforzi era incentrata sulle opere dei suoi membri e del collettivo, ora consegnate alle nostre orecchie per la prima volta da Explorations (1970 - 1973), selezionato meticolosamente dal materiale conservato negli archivi di Hugh Davies sin dalla prima registrazione su nastro. Nel loro insieme, rappresentano quello che è probabilmente il più grande anello mancante nella storia dell'evoluzione della musica sperimentale britannica emerso nella memoria vivente.Explorations (1970 - 1973) è diviso in 3 sezioni, una per CD. Il primo, registrato tra il 1970 e il 1971, inizia logicamente nel regno che l'ensemble è più conosciuto. Contiene 4 registrazioni in studio e 2 registrazioni di concerti di partiture grafiche e di testo, presenta rendering sorprendenti di 2 parti di Aus den sieben Tagen di Stockhausen e un pezzo ciascuna di Earle Brown, John Cage, Toshi Ichiyanagi e Christian Wolff. Tutto, emozionante come il prossimo, illumina i gruppi con una disposizione duratura per testi e partiture grafiche che hanno grandi elementi di libertà interpretativa per loro, e quindi dove il compositore fornisce uno scheletro e fa un passo indietro permettendo ai musicisti di prendere le redini.Forse la cosa più importante, Gentle Fire si distingue per essere stato uno dei pochi ensemble del loro momento ad essere stato in regolare comunicazione con i compositori di ogni pezzo, rendendo queste registrazioni delle loro interpretazioni particolarmente preziose e probabilmente tra le più vicine alla loro concezione iniziale di quelli disponibili.Il secondo e il terzo CD di Explorations (1970-1973) ci portano in profondità in regni precedentemente non disponibili, concentrandoci sulle opere assolutamente singolari e sbalorditive di Gentle Fire. Il CD2 risale al 1973 ed è stato registrato durante una residenza di 2 giorni alla Radio Bremen. Contiene 5 brani che coprono un'ampia varietà di stili, in particolare degno di nota è una versione di 23 minuti di Group Composition VI che è il loro unico pezzo basato su testo e utilizza un discorso elaborato e filtrato, oltre a 4 opere chiave che utilizzavano grafica e simboli , loop di nastro e altri apparati fisici ideati per modellare il dispiegarsi del materiale musicale, e hanno definito gli ensemble un approccio e un suono sbalorditivi.Il CD3 comprende una registrazione della loro apparizione all'ICS 72, un festival leggendario che si è svolto al Roundhouse di Londra, miraculo

SCOPRI TUTTE LE DATE


News inserita il