Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - London - Berlin - Bologna - Paris - Torino - Glasgow - Brussels - Köln - Assago - Manchester - Zürich - Amsterdam - Leeds

Live Club

Tutte le informazioni, gli eventi e i concerti di teatro bonci a Cesena (Forlì-Cesena)

TEATRO BONCI
VIA ALDINI 22
Cesena (Forlì-Cesena)

Contatti

TEATRO BONCI•0547/355911•355959•VIA ALDINI 22•CESENA•www.teatrobonci.it

Teatro A. Bonci - Cesena
Stagione 2018-19

COMUNICATO STAMPA
(13 novembre 2018)

La magia del Cirque Invisible
di Jean Baptiste Thierrée e Victoria Chaplin
per l’ultimo dell’anno al Bonci

il 2019 inizia con l’incanto dell’Opera di Pechino
e del Balletto di San Pietroburgo

idea regalo per il Natale: la Christmas card 2018

in scena a dicembre e nella prima metà di gennaio anche:
Elena Bucci e Marco Sgrosso, Stefania Rocca e Andrea Dindo,
Chiara Guidi con Michele Rabbia e Daniele Roccato,
l’Odessa Philharmonic Orchestra

È un dicembre speciale per il Teatro Bonci, che quest’anno moltiplica le idee per le feste natalizie: tre le visioni da non perdere per tutta la famiglia.

Per la notte di Capodanno è atteso Le Cirque Invisible, di Jean Baptiste Thierrée e Victoria Chaplin (in scena il 30 e 31 dicembre alle ore 21): questa prestigiosa ospitalità internazionale - a Cesena le uniche date italiane della stagione - è uno spettacolo storico, difficile da definire se non, forse, con la parola "magia". È circo sognato, danzato, reinventato, creato da due artisti - acrobati, illusionisti, clown, coreografi e musicisti - che nell'epoca del virtuale riescono, con la loro arte fatta di cose semplici e precisione, a stregare l’immaginario degli spettatori.

Chiudendo il periodo delle festività, il 5 e 6 gennaio 2019 (ore 21) l’Opera di Pechino immerge il pubblico del Bonci in una antica leggenda della cultura cinese, con la stupefacente messa in scena tradizionale, fatta di stupore acrobatico, musiche ipnotiche e festa di colori: è La leggenda del serpente bianco, una storia di amore e coraggio che mescola terreno e ultraterreno (prima nazionale, date uniche della stagione in Italia).

L’11 gennaio l’atmosfera è da fiaba: in scena La Bella Addormentata interpretata dal Balletto di San Pietroburgo.


Fra gli altri spettacoli in scena in questo periodo, L'anima buona del Sezuan è una parabola divertente, commovente e necessaria sulle possibilità di fare il bene: ambientata da Brecht in una lontana Cina di fantasia, nella quale si manifestano conflitti che assomigliano in modo impressionante alla realtà contemporanea all’autore, negli anni del suo esilio da una Germania intrisa di ferocia. Elena Bucci e Marco Sgrosso (Le Belle Bandiere), con la loro maestria d’attori e registi, traducono questo capolavoro del teatro epico in una messa in scena potente e visionaria, in scena dal 6 al 9 dicembre.

Il foyer ospita due Conversando di teatro - i consueti incontri con le compagnie, in attesa di vedere L’anima buona del Sezuan e La leggenda del serpente bianco - che in questo caso sono legati dal filo rosso del #ViaggioInAsia: con la collaborazione del Professor Matteo Casari di UniBo (studioso di teatro e antropologia, autore di un libro su Mei Lanfang, l'attore cinese che stregò Brecht) e del musicista Enrico Malatesta (che porta un suo percorso di ascolti fra le terre dell'estremo Oriente), il focus esplora le geografie affascinanti del teatro asiatico. È in programma i sabati 8 dicembre (Conversando con Elena Bucci e Marco Sgrosso, ospite Matteo Casari), 15 dicembre (lezione-concerto di Enrico Malatesta) e 5 gennaio (Conversando con la compagnia dell’Opera di Pechino, ospite Matteo Casari) alle ore 18. L’ingresso è libero.

Gli altri appuntamenti: per la musica, il 14 dicembre Stefania Rocca interpreta gli Esercizi di stile di Raymond Queneau, 99 divertenti modi di raccontare la stessa storia, un semplice episodio di vita quotidiana: in contrappunto alcune delle più belle pagine del repertorio cameristico francese interpretate da Patrizia Bettotti (violino), Giampiero Sobrino (clarinetto) e Andrea Dindo al pianoforte. Rappresenta invece la tradizione sinfonica europea l’Odessa Philharmonic Orchestra diretta dallo statunitense Hobart Earle, che presenta il 9 gennaio un programma dal suggestivo titolo Per un nuovo mondo.
Per il progetto Disgelo dei nomi il 21 dicembre è in scena Monsieur Teste. Una prosa filosofica per contrabbasso, percussione e voce, con Chiara Guidi, Michele Rabbia e Daniele Roccato che mettono “in musica” le parole di Paul Valéry.


Per condividere il teatro con un regalo, da lunedì 26 novembre è possibile acquistare la Christmas card, che quest’anno propone a 60 euro un pacchetto di 4 ingressi da utilizzare anche in coppia (max 2 ingressi per lo stesso titolo) per gli spettacoli Le Cirque Invisible, La leggenda del serpente bianco, Tempo di CHET con Paolo Fresu (14-17 febbraio 2019) e Joyce Chamber Music con Alessio Boni (16 aprile 2019 ore 21).


di seguito le locandine e le presentazioni brevi degli spettacoli del periodo:

6-9 dicembre 2018
L’ANIMA BUONA DEL SEZUAN
di Bertolt Brecht traduzione Roberto Menin
progetto, elaborazione drammaturgica e interpretazione Elena Bucci, Marco Sgrosso
con Maurizio Cardillo, Andrea De Luca, Nicoletta Fabbri, Federico Manfredi, Francesca Pica Valerio Pietrovita, Marta Pizzigallo
regia di Elena Bucci con la collaborazione di Marco Sgrosso
una coproduzione CTB Centro Teatrale Bresciano, Emilia Romagna Teatro Fondazione
in collaborazione con Le Belle Bandiere
sabato 8 ore 18 Conversando di teatro - la Compagnia incontra il pubblico
#ViaggioInAsia ospite Matteo Casari

L'anima buona del Sezuan è una favola potente, visionaria e necessaria. Scritta da Bertolt Brecht negli anni Trenta, racconta una vicenda che affronta il tema universale del rapporto tra bene e male, ambientata in una lontana Cina di fantasia ma nella quale si manifestano conflitti che assomigliano in modo impressionante alla realtà contemporanea all’autore, negli anni del suo esilio da una Germania intrisa di ferocia.

14 dicembre 2018
ESERCIZI DI STILE
Raymond Queneau e la musica francese
con Stefania Rocca (voce recitante)
Patrizia Bettotti (violino)
Giampiero Sobrino (clarinetto)
Andrea Dindo (pianoforte)

Gli Esercizi di stile di Raymond Queneau incontrano, attraverso la voce di Stefania Rocca, la musica francese, alcune delle più belle pagine del suo repertorio cameristico.
L’opera è una collezione di 99 varianti della stessa storia, rivisitata ogni volta tra divertenti variazioni di stile e giochi di parole. Alle parole si alterna la musica del trio di Giampiero Sobrino, Patrizia Bettotti e Andrea Dindo.




21 dicembre 2018
MONSIEUR TESTE
Una prosa filosofica per contrabbasso, percussione e voce
di Paul Valéry
voce Chiara Guidi
percussioni, elettronica Michele Rabbia
contrabbasso, elettronica Daniele Roccato
cura del suono Andrea Scardovi effetti grafici Maurizio Misiano
produzione Socìetas
in collaborazione con Associazione Culturale LSD/Controchiave

«Tentare di mettere in musica le parole di un testo filosofico significa entrare con il suono nell’essenza stessa del pensiero. Non tutta la filosofia, però, si può cantare mentre la si recita. Monsieur Teste, sì! Perché nel linguaggio di Valéry v’è una visione sottile che, portando oltre “i bordi muti della parola”, non può che interrogare la musica. E ci invita all’azione.» Chiara Guidi

30-31 dicembre 2018
LE CIRQUE INVISIBLE
di Jean Baptiste Thierrée e Victoria Chaplin
uniche date nazionali della stagione 2018-19

Victoria Chaplin e Jean Baptiste Thierrée: due artisti che, nell'epoca virtuale e degli effetti speciali, riescono a incantare con la loro arte fatta di cose semplici e precisione. Sono gli acrobati, i fantasisti, gli illusionisti, i prestigiatori, i clown, i musicisti di questo circo immaginario, di questo volo della fantasia: Le Cirque Invisible, spettacolo con cui hanno affascinato grandi e piccini di tutto il mondo, difficile da definire se non, forse, con la parola "magia".

5-6 gennaio 2019
LA LEGGENDA DEL SERPENTE BIANCO
produzione Compagnia Nazionale dell'Opera di Pechino
regia Yu Kuizhi
cast Bai Suzhen-Li Shengsu, Zhu Hong, Xu Xian-Du Zhe, Xiaoqing-Dai Zhongyu, Fahai-Hu Bin,
Qielan-Liu Kuikui, Wang Haoqiang, Jiang Jianguang, Wang Jue, Wang Xuesong, Wei Jiaqing, Wu Zhi, Ma Yanchao Zheng Gaolu, Liu Meng, Yang Dongchao, Zhang Jiayang, Wei Pengyu, Liu Mingming, Li Yue, Liu Bo, Yang Huan, Jiang Jianguang, Guo Xiaolei, Shi Shandong, Zhang Zhifang, Liu Lei, Dong Can, Lü Yaoyao, Li Wenying, Zhang Yi, Liu Mengjiao, Liu Yang, Gao Cui, Zhu Wenwen, Pan Yuejiao
sabato 5 ore 18 Conversando di teatro - la Compagnia incontra il pubblico
#ViaggioInAsia ospite Matteo Casari
prima nazionale, date uniche in Italia della stagione 2018-19

Un classico dell’opera cinese sulla forza dirompente dell’amore, in un allestimento ipnotico e suggestivo: La leggenda del serpente bianco prende spunto da una favola senza tempo sul legame impossibile tra un uomo e uno spirito, White Lady e Xu Xian. White Lady, un’incantevole donna sotto le cui sembianze si nasconde lo spirito del Serpente Bianco, incontra il giovane Xu Xian nel West Lake...

9 gennaio 2019
PER UN NUOVO MONDO
Odessa Philharmonic Orchestra
direttore Hobart Earle violoncello Alexey Stadler
PROGRAMMA
P. I. Cajkovskij Danze da “La bella addormentata”, “Il lago dei cigni”, “La fanciulla di neve”
D. Shostakovich Concerto n. 1 in mi bem. magg. op. 107 per violoncello ed orchestra
in occasione del 60esimo anniversario della composizione e prima esecuzione
A. Dvorak Sinfonia n. 9 in mi minore op. 95 “Dal nuovo mondo”

Da Odessa una Orchestra di livello internazionale, diretta dallo statunitense Hobart Earle, che in questo concerto unisce la leggerezza delle danze di Cajkovskij con la drammaticità di una composizione di Shostakovich, realizzata alla fine degli anni Cinquanta nel pieno della dominazione sovietica, e una pagina celebre di Dvorak: la Sinfonia n. 9, dedicata al “Nuovo mondo”, il continente americano nel quale il compositore ceco si era stabilito.





11 gennaio 2019
LA BELLA ADDORMENTATA
musiche di P.I. Tchaikovsky
coreografie di M. Petipa
Balletto di San Pietroburgo

Tra i capolavori della coreografia ottocentesca, La Bella Addormentata, rappresentata per la prima volta il 15 gennaio 1890 al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo e destinata a un successo immediato, è considerata uno dei più grandi balletti della Russia imperiale e rappresenta il vertice dell’espressione classica, in un clima di astrazione teatrale, che accorda il massimo risalto alla danza pura.

Le schede complete degli spettacoli sono disponibili sul sito  HYPERLINK "http://cesena.emiliaromagnateatro.com" http://cesena.emiliaromagnateatro.com.
Le foto sono scaricabili al link
 HYPERLINK "https://www.dropbox.com/home/foto%20per%20pieghevole%20dicembre" https://www.dropbox.com/home/foto%20per%20pieghevole%20dicembre

prezzi da € 30 a € 8, prevendita €1
biglietteria 0547 355959 - info@teatrobonci.it - cesena.emiliaromagnateatro.com
orari di apertura martedì-sabato dalle 10 alle 12,30 e dalle 16,30 alle ore 19
domenica, lunedì e festivi: chiusura, ad eccezione dei giorni di spettacolo, quando il botteghino apre alle ore 14,30 per gli spettacoli diurni e alle ore 20 per quelli serali, con in questo ultimo caso un’apertura pomeridiana dalle 16,30 alle 19



HYPERLINK "http://www.emiliaromagnateatro.com"www.emiliaromagnateatro.com








 piazza Guidazzi - 47521 Cesena FC - 0547 355959 - HYPERLINK "mailto:info@teatrobonci.it"info@teatrobonci.it
ufficio stampa 0547 355714 - HYPERLINK "mailto:edallagiovanna@teatrobonci.it"edallagiovanna@teatrobonci.it
HYPERLINK "cesena.emiliaromagnateatro.com"cesena.emiliaromagnateatro.com





Tutti gli eventi per teatro bonci

Nessun evento presente

Altri locali vicino Cesena (Forlì-Cesena), Emilia-Romagna