Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Paris - Berlin - London - Torino - Köln - Hamburg - Bologna - Amsterdam - Vienna - Glasgow - Firenze - Manchester - Bristol

Live Club

Tutte le informazioni, gli eventi e i concerti di teatro bibiena bologna a Sant'Agata Bolognese (Bologna)

TEATRO BIBIENA Bologna
Via II Agosto 1980, 114, 40019 Sant'Agata Bolognese BO
Sant'Agata Bolognese (Bologna)

Contatti

Social

TEATRO BIBIENA•051/6818942•SANT'AGATA BOLOGNESE•BO•www.teatrobibiena.it

COMUNE DI SANT'AGATA BOLOGNESE
Servizio cultura




STAGIONE TEATRALE 2019/2020
COSE SUcCOSE




COMUNE DI S.AGATA BOLOGNESE
Servizio Cultura-Teatro Comunale Ferdinando Bibiena
Via 2 Agosto 1980 n. 114
Tel. 051/681.89.42 – 329/53.96115
fax 051/681.89.51
info@teatrobibiena.it
www.teatrobibiena.it



Al via la stagione 2019/2020 del Teatro Bibiena, una stagione che conferma, anche quest’anno, la caratteristica che contraddistingue ormai il Bibiena di S.Agata da anni: la musica.
Tre diversi abbonamenti con spettacoli fissi per ogni programma: generi diversi, contaminazioni musicali, giovani artisti che si fondono con icone della musica italiana e internazionale uniti da un unico filo conduttore, uniti dalla musica.
Ai programmi STORIE, SUONI e FESTAMOBILE si aggiunge la rassegna di teatro in DIALETTO.
Si inizia il 7 novembre con un nuovo percorso, una nuova occasione per ascoltare musica cercando il nettare delle cose, la parte più nascosta, il succo dello spettacolo. Da qui il titolo della stagione: Cose su Cose, o meglio ancora Cose Succose.
Un modo diverso di vivere la musica. Musicisti che reinterpretano la Turandò (volutamente scritto con l’accento sulla o) come nel caso di FERRUCCIO SPINETTI e PETRA MAGONI (19 gennaio) o come BOBBY SOLO, che dedica il suo progetto a Jonny Cash (15 febbraio). Un’attrice importante come CLAUDIA GERINI che, accompagnata da un gruppo di maestri come i SOLIS STRING QUARTET (29 marzo), interpreta le canzoni di Franco Califano o un allenatore di pallavolo come MAURO BERRUTO (14 dicembre) che racconta di record e di capolavori.
E ancora, le storie rock di MASSIMO COTTO (12 febbraio) accompagnato da MAURO ERMANNO GIOVANARDI, CHIARA BURATTI e FRANCESCO SANTALUCIA, e quelle di giovani cantautori come GIOVANNI TRUPPI (25 gennaio) e DIMARTINO (16 novembre) o le “parole” che gli ascoltatori più attenti possono sentire uscire dalla tromba di PAOLO FRESU o dai tasti di URI CAINE (19 novembre).
9 dicembre 2019
PEPPE VOLTARELLI
in 
VOLEVA FARE L'ARTISTA 
dedicato a Modugno
La musica raccontata da due straordinari autori e interpreti come PACIFICO (11 dicembre) e TERESA DE SIO (9 febbraio) che presentano i loro nuovi lavori in cui la ricerca sul suono affianca testi di forza e delicatezza unici.
E ancora l’ironia di ENRICA TESIO (23 novembre) accompagnata alla chitarra da MAO e musica non solo da ascoltare ma anche da vedere con la BANDAKADABRA (11 marzo), una fanfara urbana formata da fiati e percussioni.
E c’è anche la musica che colpisce direttamente al cuore, come quella di PATRIZIA LAQUIDARA (27 febbraio) di RICCARDO SINIGALLIA (7 novembre) e di FRANKIE HI NRG (30 novembre)
Alla rassegna dialettale sono dedicati tutti i venerdì di marzo
Il programma del Bibiena è inserito nel cartellone TTTXTE dei Comuni di S.Agata Bolognese, San Giovanni in Persiceto e Crevalcore e realizzato con il sostegno dalla Regione Emilia Romagna.
Il rinnovo per gli abbonati alla scorsa stagione parte il 28 settembre, mentre, chi intende sottoscrivere un nuovo abbonamento potrà farlo a partire dal 12 ottobre
__________________________________________________________________________
I biglietti (14, 16 e 17 euro) saranno in vendita dal 24 ottobre presso la biglietteria del teatro o ai siti www.teatrobibiena.it  e www.vivaticket.it




Informazioni:

Irma Gardosi
Teatro Comunale Ferdinando Bibiena
Tel. 051.6818942
info@teatrobibiena.it

























PROGRAMMA SUONI

giovedì 7 novembre 2019 
RICCARDO SINIGALLIA
CIAO CUORE
con Andrea Pesce tastiere - Ivo Parlati batteria - Laura Arzilli basso e cori - Francesco Valente chitarra
Riccardo Sinigallia presenta Ciao cuore, l’ennesima conferma del suo essere  un artista completo, con una sua identità, un suo carattere, una sua personalità, una sua poetica, un suo stile unico. Qualità preziose sviluppate attraverso un percorso di ricerca e sperimentazione portato avanti sin dagli esordi anche come co-autore e produttore: nessuno può negare la riconoscibilissima impronta «sinigalliana» insita in successi co-firmati dal cantautore romano e diventati degli evergreen della musica italiana.
Un sentiero artistico nobile e di rara bellezza

Mercoledì 11 dicembre 2019
PACIFICO
BASTASSE IL CIELO
con Pacifico voce, pianoforte e chitarre - Mirco Mariani chitarre synth e percussioni - Alfredo Nuti chitarre e basso - Luigi Savino synth e tastiere
Cantautore e autore tra i più stimati del panorama italiano, Pacifico ha all’attivo 5 dischi , ha vinto il Premio Tenco per l’opera prima e numerosi altri riconoscimenti, ha partecipato al Festival di Sanremo in qualità di interprete nel 2004, vincendo il premio per la miglior musica e ha duettato con alcuni dei più grandi artisti italiani e internazionali
Pacifico ha partecipato al 68° Festival di Sanremo in duetto con Ornella Vanoni e Tony Bungaro con il brano “Imparare ad amarsi”, di cui è anche autore del testo.
Un concerto capace di mostrare la sintesi e la capacità di quello che Pacifico è riuscito ad essere negli anni: scrittore, cantautore e interprete d’eccezione.

giovedì 9 gennaio 2020
TERESA DE SIO
PURO DESIDERIO
Teresa de Sio chitarra e voce - Francesco Santalucia tastiere e percussioni - Marco Bertoccioni pedal steel e corde - Vittorio Longobardi basso e contrabbasso - Pasquale Angelini batteria - Antonio Ragosta chitarre - Enrico Guerzoni violoncello
Puro Desiderio, un disco che parla di sentimento e suona contemporaneo. Realizzato col giovane produttore, compositore e arrangiatore Francesco Santalucia, il disco è un mix di ritmi acustici che a tratti sfiorano l’elettronica, dove le splendide orchestrazioni si fondono con percussioni, strumenti etnici e chitarre steel, in cui il suono profondo e caldo delle registrazioni analogiche spazia in universi musicali diversi dal rock al pop d’autore diventando quasi lisergico e progressive, senza mai tradire la scrittura diretta ed evocativa di testi intimi e profondi.
Un grande ritorno sul palco del Bibiena di un’artista che inizia la sua carriera negli anni ‘70 quando, con Eugenio Bennato, fonda Musicanova e si impone subito all’attenzione del pubblico e della critica, continuando poi negli anni ad essere interprete, scrittrice e autrice autentica e raffinata.

giovedì 27 febbraio 2020 
PATRIZIA LAQUIDARA
C’È QUI QUALCOSA CHE TI RIGUARDA
con Patrizia Laquidara voce – Nelide Bandello batteria – Stefano Dalla Porta basso elettrico – Daniele Santimone chitarre

Siciliana di nascita e veneta d’adozione, Patrizia Laquidara è una tra le figure più inafferrabili, poliedriche della nuova musica d’autore. Definita dalla critica “una firma talmente personale da risultare unica”, e “una delle voci più intense e liriche della nostra musica cosiddetta leggera”. Cantautrice, scrittrice ed – occasionalmente – attrice.
Patrizia Laquidara e’ stata definita dalla critica “una firma talmente personale da risultare unica”, “un’artista capace di assoluta credibilità e un’autrice capace di rinnovare la canzone d’autore”, “una delle voci più intense e liriche della nostra musica cosiddetta leggera”.
Un concerto dove i suoni si esprimono sia attraverso parti corali che musiche moderne.  Al centro la vocalità di Patrizia, suggestiva per estensione e per capacità di coinvolgere emotivamente chi la ascolta.

mercoledì 11 marzo 2020
BANDAKADABRA
FIGURINI
di Gipo Di Napoli - con la Bandakadabra - regia Alessandro Mori
Sette fiati. Due percussioni. Rocksteady, balkan, swinguna vera orchestra da passeggio che unisce l’energia delle formazioni street al sound delle big band anni Trenta.
Quadri, figure, figurini. Un susseguirsi di “immagini musicali”, di piccoli atti unici legati tra di loro dal meccanismo dell’associazione mentale, della citazione, delle scatole cinesi, o molto più semplicemente da un accordo in Si bemolle.
La Bandakadabra è un’estrosa formazione di fiati e percussioni, una “fanfara urbana” nata sulla strada. 
Ma tutto, qui, è anche un qualcos’altro: gli strumenti “suonano” ma posso diventare oggetti di scena, la musica non è solo da ascoltare ma anche da vedere. In questo continuo gioco di rimandi e mutamenti, i “figurini” della Bandakadabra provano sempre a costruire un dialogo con il pubblico. Proprio come si faceva da bambini, giocando con le figurine, quando sui “celo celo, manca” si costruivano amicizie indissolubili e grandi passioni”.

PROGRAMMA STORIE

sabato 23 novembre 2019 
ENRICA TESIO E MAO
GLI ADULTI NON ESISTONO
con Enrica Tesio voce Mao chitarra
Uno spettacolo per esprimere le luci e le ombre di una vita che si ingarbuglia veloce e si scioglie troppo lentamente, che chiede cura e spesso ne riserva poca, che ha molte richieste e poche risposte. È un rimario di grazia e sentimento, una forma di resistenza ai luoghi comuni, alle certezze, ai musi lunghi, agli snobismi, alle mode.
Lontano da sentimentalismi ingannevoli e scandito da un ritmo che vibra leggero tra gli occhi e le orecchie, i versi e le immagini, questo canzoniere illustrato parla d’amore con la giusta quantità di sarcasmo per non risultare stucchevole e la giusta quantità di ironia per non scivolare nella banalità.
Dedicato alle donne e a tutti quelli che non ce la fanno, e poi invece sì, ma che fatica…

sabato 14 dicembre 2019 
MAURO BERRUTO
CAPOLAVORI
con Mauro Berruto letture
Quando si parla di capolavori, il primo pensiero va all'arte: pittura, scultura, architettura, cinema, teatro, musica o letteratura….... ma che dire delle imprese sportive?
Mauro Berruto, già allenatore della nazionale italiana di pallavolo che ha vinto, fra le altre, la medaglia bronzo ai Giochi Olimpici di Londra 2012, ci conduce in un’indagine appassionata che ci farà scoprire come il gesto dell’allenare non sia esclusivo di chi entra in uno spogliatoio, ma pratica quotidiana per mettere insieme persone, trasformarle in squadre e orientarle verso l’obiettivo.  Narrazioni, intrecciate con l’arte dello storytelling ed evocate da parole, immagini e video d’epoca, letture, musiche. 
Storie, che tesseranno la struttura narrativa capace di connettere e intrecciare forme diverse di arte, di record e di capolavori.

domenica 19 gennaio 2020
PETRA MAGONI FERRUCCIO SPINETTI
TURANDO’
Drammaturgia e regia: Marta Dalla Via
con Petra Magoni e Ferruccio Spinetti
Petra Magoni e Ferruccio Spinetti in uno spettacolo inedito e inconsueto
Questa storia comincia con una testa che rotola. L’ennesima.
Chi è oggi Turandot? L’etimo della parola Principessa, chi occupa il primo posto, pone interrogativi. Il primo posto di cosa? Nella cronaca rosa? Nella politica? Nel cuore dei sudditi? Nell’economia? Nella scienza? Sul palco/podio due sovrani del panorama artistico, Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, moltiplicheranno i loro talenti per alimentare il vero soggetto di questo racconto: l’enigma. Se conosci le risposte il mistero non è più tale.
Come le teste degli sfortunati pretendenti la T finale del titolo cade. Un accento prende il suo posto per sottolineare la matrice popolare e impertinente di questo spettacolo.

mercoledì 12 febbraio 2020 -
MASSIMO COTTO E MAURO ERMANNO GOVANARDI CHIARA BURATTI
DECAMEROCK 
drammaturgia Massimo Cotto con Massimo Cotto Chiara Buratti musiche eseguite dal vivo Mauro Ermanno Giovanardi voce Francesco Santalucia tastiere, percussioni e chiarre
Il nuovo spettacolo di Massimo Cotto è ambientato in un’ultima ipotetica notte dove c’è un uomo che racconta, una donna che parla e canta, persone che suonano e il mondo che ascolta. Sono storie rock, perché quello è il suo mondo, ma dove per rock si intende un’attitudine più che un suono. Sono dieci storie di amore e morte, potere e bellezza.
Massimo Cotto, giornalista e voce di Virgin Radio, racconta come si raccontava una volta: nei fienili dopo la vendemmia, nelle camere dei bambini mentre fuori piove e tutto è freddo, prima di dormire. Favole, a volte spaventose, altre volte struggenti. Accanto a lui Chiara Buratti e Mauro Ermanno Giovanardi. Perché a volte, le parole non bastano e c’è bisogno di musica per scaldare i cuori.

domenica 29 marzo 2020
CLAUDIA GERINI E SOLIS STRING QUARTET
QUALCHE ESTATE FA
 Vita, poesia e musica di Franco Califano
con Claudia Gerini, Solis String Quartet-da un’ idea di Solis String Quartet- Soggetto e testo di Stefano Valanzuolo - Canzoni di Franco Califano -  Arrangiamenti Antonio Di Francia -  Regia Massimiliano Vado
La storia artistica di Franco Califano si è sempre intrecciata, per scelta consapevole, con quella umana, al punto che il personaggio, forse, ha spesso finito con il mettere in ombra l'autore di tanti successi. "Qualche estate fa" prova a riportare in equilibrio le due dimensioni, facendo di alcune canzoni molto amate il punto di partenza per raccontare la vita dell’autore. Il testo, per sfuggire alla tentazione di riproporre stereotipi dongiovanneschi e sottrarsi ai pericoli del raffronto col modello originale, è interamente declinato al femminile. Si susseguono nove quadri, cioè, narrati da altrettante voci di donne diverse: personaggi soprattutto di fantasia che raccontano aspetti e storie riferibili, nella realtà, all'uomo e all'artista. Ogni quadro culmina in una canzone di Califano, di modo che la musica si ponga come didascalia al racconto, e non viceversa.

PROGRAMMA FESTAMOBILE

sabato 16 novembre 2019
DIMARTINO
AFRODITE
Antonio Di Martino, nato a Palermo nell'82 è musicista e autore di canzoni.
Fin dall'esordio nel 2010 con l'album "Cara maestra abbiamo perso" ha scelto Dimartino come nome della band. Nel 2017 anno scrive insieme a Brunori sas: "Diego ed io" (inserita nell’album “A casa tutto bene”). La canzone viene usata come sonorizzazione per la mostra di Frida Kahlo al Mudec di Milano.
Nel 2019 esce "Afrodite", il suo quarto album in studio considerato già dalla critica un gioiello della musica italiana.
Ha lavorato come autore insieme a molti artisti tra cui Malika Ayane, Arisa, Colapesce, Irene Grandi, fino all’ultimo brano di cui è autore per il duetto Levante/Consoli.
Un sound fresco, frizzante e ricco di contaminazioni combinato ad un’intensità della voce che contraddistingue l’artista siciliano.

martedì 19 novembre 2019 
PAOLO FRESU E URI CAINE
THINK.
Paolo Fresu tromba – Uri Caine pianoforte
L'incontro tra questi due musicisti è una delle cose più interessanti successe nel mondo del jazz degli ultimi anni; la tromba lirica e sognante di Fresu, il suo timbro malinconico e onirico si sposa eccellentemente con il pianismo di Uri Caine, fatto di mille citazioni, dalla canzone americana, al blues, dal jazz più mainstream all'avanguardia fino alla musica classica, Tra i brani usualmente presentati, oltre a standard come "Darn that dream" e "Doxy", troviamo delle vere e proprie perle come "Lascia ch'io pianga" di Haendel in una versione da brivido ed il fantastico medley che unisce un classico della canzone italiana come "Non ti scordar di me" con "Centochiodi", brano scritto da Fresu per la colonna sonora del bellissimo omonimo film di Ermanno Olmi.
Questo duo è un piccolo capolavoro di stile, un progetto di vasti orizzonti, di quelli che ti rimettono in pace con il mondo.

sabato 30 novembre 2019 
FRANKIE HI-NRG
FACCIO LA MIA COSA
atto unico di e con Frankie Hi-Nrg
Frankie hi-nrg mc è un rapper, autore e compositore. Ha anche maturato ottime esperienze come fotografo e videomaker. Ha all'attivo 6 album.
Nello spettacolo, a cavallo tra autobiografia e documentario, Frankie hi-nrg mc traccia il percorso che lo ha portato a diventare uno dei capiscuola del rap nostrano e - in parallelo - di come a New York è nato nei quartieri più disagiati l’hip hop, la cultura che da alcuni decenni ha invaso tutto il mondo e sta già ispirando la propria terza generazione.
Un repertorio di immagini e video accompagnano questo racconto personale-universale.

sabato 25 gennaio 2019
GIOVANNI TRUPPI
POESIA E CIVILTA’
Giovanni Truppi è nato a Napoli nel 1981. Tra il 2010 e il 2017 ha pubblicato quattro dischi di inediti e tra il 2013 e il 2017 è stato protagonista di un tour di circa 300 date, con la sua band e da solo Nel 2017 ha ricevuto il Premio Nuovo Imaie per la migliore interpretazione al Premio Tenco. Considerato uno dei giovani cantautori più importanti del nostro panorama è cantautore ispirato, polistrumentista e cantante.
Il nuovo disco di Giovanni Truppi si intitola “Poesia e civiltà” ed è un progetto capace di parlare alla mente e al cuore, che fa riflettere. L’intento del disco è quello di analizzare l’umanità, la società, l’amore, e l’artista lo fa attraverso i suoi occhi ma soprattutto attraverso se stesso.
Un concerto intimo, delicato ed emozionante, giusto per un luogo prezioso come solo il Bibiena sa essere.

sabato 15 febbraio 2019 
BOBBY SOLO – BROADCASH
PLAYS CASH
Bobby Solo chitarra e voce - Yari Spadoni chitarra acustica e voce - Matteo Gioli chitarra elettrica - Daniele Torrini contrabbasso - Lorenzo Cotrozzi batteria
Johnny Cash lo conoscono tutti, è una leggenda del talking blues e del country’n’roll, ed un punto di riferimento del costume della società americana.
Bobby Solo non ha bisogno di presentazioni si conferma una leggenda della canzone italiana degli anni sessanta, diventato icona oltre ad essere da sempre un appassionato di country e rock’n’roll. Nella sua lunghissima carriera è stato uno dei primi a importare quella musica in Italia.
Pubblicamente sembra un crooner legato agli anni ’60, solo perché in TV gli fanno sempre cantare “Una lacrima sul viso”, “Se piangi, se ridi”, “Zingara”, e al massimo un rock’n’roll classico: ma Bobby è completamente folle e ribelle. Fuori da ogni schema, non ama essere conforme, anarchico, vive solo per la musica, la chitarra, gli amplificatori.
Un omaggio tutto cuore ...un evento unico.



PROGRAMMA DIALETTALE

6 VENERDI’ MARZO 2020
Compagnia del Corso
 Staran a vadder

13 VENERDI’ MARZO 2020
Compagnia Al Nostar Dialat di Castenaso
Un mare buseder

20 VENERDI’ MARZO 2020
Compagnia Lanzarini
On de e dau not

27 VENERDI’ MARZO 2020
Compagnia Masetti
 Dal psicanalesta: problemi e guai in manchen mai








Tutti gli eventi per teatro bibiena bologna

Altri locali vicino Sant'Agata Bolognese (Bologna), Emilia-Romagna