Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Bologna - Roma - Torino - London - Manchester - Berlin - Firenze - Paris - Padova - Ravenna - Hamburg - Napoli - Ferrara - Catania

Live Club

Tutte le informazioni, gli eventi e i concerti di blah blah a Torino (Torino)

BLAH BLAH
via Po, 21
Torino (Torino)

Contatti

Social

BLAH BLAH•via Po, 21•TORINO•INFO: 392.7045240 Torino• blahblahtorino@gmail.com

NOVEMBRE 2019

Venerdì 01/11/2019: Love'N'Joy (Indie Psych Rock from Kiew). Prima e a seguire Killing Moon (New Wave Party) - dj set by Clean Pee & Topa-jay

Sabato 02/11/2019: VIBORAS (It, Punk Rock). Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

Mercoledì 06/11/2019: DREAM PHASES (USA, Trippy swirling fuzzy rock), Lolipop records

Venerdì 08/11/2019: CONNY OCHS Full Band // Prima del concerto: ore 20.00 Aperitoon – The Animated Happening. Goodtimes dj set by Giorgio Valletta & Seba Mc

Sabato 09/11/2019: FUCKTOTUM trentennale live '89 - 2019.  Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca. Dalle 19.00 presentazione libro di Renato Porfido “Manuale dell'aspirante attore”
 
Domenica 10/11/2019: OUTBACK (It, Alt Rock/Dream PoP). Aperitivo musicato da Dj Dave & Mario Grandotto

Martedì 12/11/2019: WEEED (USA, Heavy Psychedelic Rock and Roll)

Mercoledì 13/11/2019: The FLESHTONES Since 1976, have been blending R&R and R&B

Giovedì 14/11/2019: KFX – Live cinema by “OLIMPIA” di Leni Riefenstahl – Sonorizzazione e montaggio del film

Venerdì 15/11/2019: EVIL KNIEVEL (Psichedelia anni 70’s). A seguire Sound For Heroes - L’atteso e inaspettato ritorno di Aldo Chimenti alla consolle 25 anni dopo + Roberto Melle (autore di 20 negli 80)

Sabato 16/11/2019: ONE SENTENCE. SUPERVISOR (Svi, KrautPoP). Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

Martedì 19/11/2019: WHITE HILLS (NYC, Motorik Fuzz), Thrill Jockey

Mercoledì 20/11/2019: GUITAR WOLF i samurai del Lock’n'loll!

Giovedì 21/11/2019: Siberia (Gothic rock, UK) + Burning Gates (Gothic rock, IT)

Venerdì 22/11/2019: The STEMS (Australia Garage Legend). A seguire dj set NO THANX PARTY dj set wave, punk '77 e glam ‘70

Mercoledì 27/11/2019: MATT ELLIOTT chitarrista e fondatore dei Third Eye Foundation

Venerdì 29/11/2019: FESTIVAL SCATTI VORTICOSI - New Adventure in Lo di, Lenin, Flatmates 205. A seguire dj set Indie End by Dave & Rubio

Sabato 30/11/2019: FESTIVAL SCATTI VORTICOSI - Mot Low, Nouccello, Endorfine. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

Queste le altre attività:

Domenica 03/11/2019: GARPEZ – Stand Up Comedy & Cabaret

Martedì 05/11/2019: Reading di Simone Carta & Bravuomo “L'amore è come il Molise (Non esiste)

Giovedì 07/11/2019: Sofà So God (rassegna)

Giovedì 14/11/2019: l'aperitivo messicano del Blah Blah dalle 19.00 alle 22.00

Domenica 17/11/2019: Improv-To improvvisazione teatrale a cura di B-Teatro

Sabato 23/11/2019: Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

Domenica 24/11/2019: OFF STAGE – Teatro

Martedì 26/11/2019: OMAGGIO JANIS JOPLIN – Dibattito, proiezione film documentario “Janis” (Amy J.Berg – USA 2015)

Giovedì 28/11/2019: PSICOAPERITIVO  “I cattivi del Cinema”

comunicato stampa

Blah Blah, Via Po 21, Torino
infoline: 3927045240
I CONCERTI iniziano sempre ore 22:00 nel week-end (Venerdì e Sabato) e ore 21:45 tutti gli altri giorni.

Venerdì 01/11/2019: Love'N'Joy (Indie Psych Rock from Kiew). Ingresso 5 euro. Prima e a seguire Killing Moon (New Wave Party) - dj set by Clean Pee & Topa-jay.

Gli ucraini Love’n’Joy arriveranno in Italia nel mese di Novembre a presentare il loro nuovo album, “Bender On The Silk Road”, uscito lo scorso Febbraio. La band psych-rock di Kiev suonerà in due date in Italia, una al Blah Blah. Dalla capitale ucraina Anton, Andrii e Sergey portano per la prima volta nel nostro paese le loro sonorità brit-psych-sixties con il Bender tour 2019. Inclini alla melodia, ma allo stesso tempo lisergici, ossessivi e ipnotici… In pratica i "Kula Shaker dell’est Europa”.

Link FOTO Love’N’Joy: https://www.facebook.com/lovenjoyband/photos/a.770400846348202/2482220558499547/?type=3&theater

Sabato 02/11/2019: VIBORAS (It, Punk Rock). Ingresso gratuito. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca.

I Viboras nascono nel settembre 2003, pochi mesi dopo l'incontro-colpo di fulmine tra i componenti della band sul set del video dei Berenice Beach (già band di Sal e Beppe) "Jennifer": Irene, all'epoca protagonista del video e Gio, regista, trovano subito il feeling con il chitarrista Sal che propone di fondare un nuovo gruppo chiedendo a Beppe di unirsi al progetto. Nell'arco di quattro mesi la band compone e registra un demo al Malibu di Milano, "We Bite", e dopo una breve label search entra nel roster Ammonia Records, registrando l'album "Wrong" presso il celebre West Link Studio di Pisa allo scoccare dell'anno dalla formazione. Da quel momento la band gira in Italia, Austria, Spagna unendosi a festival punk d'eccellenza come Eastpak Etnika Rock e la prima edizione di Rock in Idro, condividendo i palchi con nomi storici quali Toy Dolls, Darkest Hour, Punkreas, Derozer, Pornoriviste, Alberto Camerini. Durante la composizione del secondo album Irene Viboras partecipa a brani di Thee STP, Punkreas e J-AX: quest'ultimo con le 2,5 milioni di visualizzazioni del video "Tre Paperelle" e i successivi live sold out a MTV TRL Awards e Live Club apre la band ad un ampio pubblico dai gusti musicali liberi da genere. Nel 2010 i componenti decidono di mettere in standby la band per concentrarsi sui progetti artistici personali, ma l'assenza dell'entità "Viboras" si fa sentire da tutti: dopo aver finalmente pubblicato "We Are With You Again"nel 2015 ripartono live e composizione e gli anni di pausa danno alla luce "Eleven", terzo studio album registrato al 33Hz Studio di Frank Altare e promosso con un anno di tour in collaborazione con The Jack Music Agency. Dopo un cambio di lineup che porta nel gruppo Julia (Noradrenalina) e Ga (New Ortensia Sox, Water Tower, The Sensibles) oggi i Viboras tornano per avere il vostro sangue: durante gli ultimi live hanno lavorato all’EP “Bleed”, il loro quarto lavoro di prossima uscita, e iniziato una collaborazione con la Black Dog Booking Agency per portare le nuove canzoni nelle vostre città. Rimanete sintonizzati!

Link FOTO Viboras: https://www.facebook.com/viboras.rock/photos/a.10153710763856171/10157566214746171/?type=3&theater

Mercoledì 06/11/2019: DREAM PHASES (USA, Trippy swirling fuzzy rock), Lolipop records. Ingresso 5 euro.

I Dream Phases nascono come progetto solista del songwriter e multistrumentista Brandon Graham ma ben presto, dopo aver passato i primi demo ad alcuni amici selezionati tra cui suo fratello Shane e il collaboratore di lunga data Kevin Baudouin, la formazione prende la forma di una band vera e propria. Condividendo l’amore per sonorità che vanno dal noise pop al dream folk, dal fuzz rock alla psichedelia, nel marzo 2017 pubblicano il loro debut EP “Maybe Tomorrow,” prodotto dallo stesso Graham ed uscito per Lolipop Records. Obscure Sound ha definito le sonorità dell’album “ondeggianti melodie ipnotiche di vintage folk e rock dal fascino pop contemporaneo.” Nel settembre 2018 esce il secondo EP “Clear Sky” per l’etichetta Nomad Eel Records. Attualmente stanno lavorando al loro primo full-length album, atteso in uscita in autunno.

Link FOTO Dream Phases: https://www.facebook.com/blahblahtorino/photos/gm.510827413103426/2568574526535472/?type=3&theater

Venerdì 08/11/2019: CONNY OCHS Full Band. Ingresso 5 euro. Prima del concerto: ore 20.00 Aperitoon – The Animated Happening. Goodtimes dj set by Giorgio Valletta & Seba Mc.

La musica che mira dritto all'anima richiede un dettaglio essenziale: cambiare la tua prospettiva, aprire a un'altra vista sul mondo rispetto a quella che coltivavi finora. E si sa che le migliori storie sono sempre quelli che nessuno ti ha ancora raccontato. Conny Ochs legge il mondo che lo circonda e interpreta segni per altri nascosti. I segni di questa sua osservazione vengono canalizzati in narrazioni ricche di fervore e vulnerabilità. Il suo nuovo album "Doom Folk" si compone di tracce inedite, ma è pur sempre un album di Conny Ochs. Viene da sogni oscuri e malinconici, avvolti in un songwriting allo stesso tempo carico di urgenze, e dolcezza. Ma non è tutto qui. Conny ora presta orecchio a sonorità e ad una strumentazione più ampia: basso, batteria, percussioni e organo si fanno strada nel suono, aggiungendo gravità tonale, distorsione e volume. Così, "Doom Folk” valorizza l'autenticità e la versatilità di Conny Ochs. Malinconia e pazzia, logorio e speranza, incastrati tra rumore e silenzio, portati avanti con toni puliti, finchè non esplodono in distorsioni e dissonanze create saturando un vecchio amplificatore valvolare. La secondo parte del tour di presentazione del disco parte a Novembre 2019. Conny Ochs suonerà sia con piano, in elettrico, in acustico e con loop presentando una interpretazione particolare e intenso del suo nuovo disco.

Link FOTO Conny Ochs: https://www.facebook.com/blahblahtorino/photos/gm.1527666854042552/2592261500833441/?type=3&theater

Sabato 09/11/2019: FUCKTOTUM trentennale live '89 - 2019. Ingresso 5 euro. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca. Dalle 19.00 presentazione libro di Renato Porfido “Manuale dell'aspirante attore”.

La band Fucktotum si è formata nel 1989. Due anni dopo fa parte della compilation “Benvenuti a Fiatlandia” collaborando con diversi gruppi tra i quali i Disforia Psichica. L’anno successivo a tale compilation, quindi nel ’92, esce la loro prima demo (autoprodotta), ossia “Rimane solo il roccheroll”. Sempre nel 1992 il gruppo si divide. Lo stesso gruppo poi si riunirà nel 1999 per affrontare il “dieci anni buttati tour”, il quale li porterà sotto i riflettori della scena musicale locale. Inoltre esce anche il cd intitolato “Dentro al cesso di un bar”, comunque sia questo citato album contiene pezzi sia datati che di nuova produzione. Nel 2002 autoproducono in 500 copie l’album “Odio la natura” che ottiene un discreto successo. Quindi nel 2004 esce “La vecchia ha visto gli ufo”, album che vede anche esibirsi il cantautore di Torino Enzo Maolucci all’interno della canzone “Nella terra del Dio Fa”. Riescono finalmente ad uscire dalla scena locale torinese, i loro concerti inoltre si moltiplicano di parecchio e suonano con band come Misfits, Demolition Doll Rods, Fall Out, Derozer. Parteciperanno anche ad una serata evento col bassista Michael Davis. È a loro ispirato lo spettacolo teatrale “La new economi ‘sto cazzo”, andato in scena a Rimini. Dopo alcuni cambiamenti riguardo alla costituzione della stessa band, finalmente nel 2007 esce “Cerebrolooser” con la firma del pittore Manuele Cerutti il quale ne realizza la copertina. Album contenente la canzone “Vigili Urbani” che procurerà non poche rogne alla stessa band. A Febbraio del 2009 è disponibile il loro album “Scrotomanzia” con una quindicina di canzoni nuove. L’ultimo album pubblicato dalla band stessa finora, è invece “Faccie da Cazzo” (faccie non trattasi di mio errore, ma probabilmente di cosa voluta dalla band stessa). Anche se questa band è spesso etichettata da molte persone effimera, la loro dedizione al provocare (provocare quasi del tutto fine a se stesso) gli ha consentito di sfornare alcuni che sono dei veri e propri capolavori dell’ironia e della comicità. Cito tra tutti “Il giorno in cui la Terra smise di girare”, “Il lamento di Gesù”, “Sarò io che son coglione”, “I dilemmi esistenziali dell’uomo bianco” e sempre tra gli altri, sempre in ordine sparso tra i vari dischi, “La città delle wecchie” e “Scampagnate finite in tragedia”. Canzone invece molto più malinconica, anche se sempre nel loro stile, “Essere soli alle feste”.

Link FOTO Fucktotum: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=2259278897681845&set=g.118778751476442&type=1&theater&ifg=1

Domenica 10/11/2019: OUTBACK (It, Alt Rock/Dream PoP). Ingresso ad offerta libera. Aperitivo musicato da Dj Dave & Mario Grandotto.


Una vita all'inseguimento della libertà espressiva senza muri, Jimi
nel cuore e tanta passione.
Tante storie; Gow, Skorie, Livido.
Ora parte un altro treno: Outback. Pronti
per un altro giro in giostra.
Il sogno di Woodstock dentro la testa, musica senza confini,
viaggio psichedelico sul magic bus, alla guida gli Outback.
Presentazione del disco ESP Extrasensory
Perceptions.



Link FLYER Outback: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10219940555927013&set=gm.539155173566232&type=3&theater

Martedì 12/11/2019: WEEED (USA, Heavy Psychedelic Rock and Roll). Ingresso 5 euro.

Cinque musicisti di matrice “sperimentale” che hanno portato la loro psichedelia in giro per tutti gli Stati Uniti e non solo. Hanno condiviso il palco con nomi che al Blah Blah conosciamo benissimo:  Kikagaku Moyo, Connan Mockasin, OM, Acid Mothers Temple, Earth e Dead Meadow. Improvvisazione, musiche folk assorbite in tutto il mondo e musica psichedelica, questi gli ingredienti del loro “suono”. Dal 2008 in giro per il pianeta, partendo da Portland (USA) e ora in arrivo al Blah Blah!

Link FOTO Weeed: https://www.facebook.com/blahblahtorino/photos/gm.656859681802819/2582402851819306/?type=3&theater

Mercoledì 13/11/2019: The FLESHTONES Since 1976, have been blending R&R and R&B. Ingresso 10 euro.

The Fleshtones hanno festeggiato lo scorso anno il loro 40° anniversario, sicuramente non sono più dei ragazzini, ma questa band ha un'energia, una vitalità e una forza di volontà da far invidia a qualsiasi band di ventenni! Non per niente la loro musica viene definita super rock! Chissà se l'inquilino che ha dimenticato i suoi strumenti musicali in una camera nel Queens, New York, nel lontano 1975, avrebbe mai pensato di contribuire a creare una delle band più rock degli ultimi 40 anni! E' così infatti che è iniziata l'avventura di The Fleshtones: quando Keith Streng e Jan Pakulski trovano questi oggetti nella camera che hanno deciso di condividere e immancabilmente formano una band. In breve tempo diventano famosi nella zona, creandosi una piccola schiera di fans che li segue per tutte le dance-hall dove suonano, fino a quando nel 1976 suonano nel mitico CBGB e da lì in tanti dei più famosi locali di New York. ll loro stile non è fashion, consono alla moda del momento, ma il loro sound è più unico che raro, prendono tutto ciò che è rock, dal rockabilly al surf rock, dal garage all'horror, creando una amalgama perfetta e dando il via ad una vera piccola rivoluzione musicale. Grazie a loro l'originalità del sound prende il sopravvento sullo stile di abbigliamento e la capacità di coinvolgere la platea scavalca ampiamente la pura tecnica! La prima etichetta a puntare sul gruppo è la IRS Records, che nel 1981 fa uscire Roman Gods, l'album di esordio della band, che racchiude tutta l'energia del rock alla The Fleshtones: una base puramente rock che viene stravolta dalle chitarre, ma anche dagli inusuali organi e fisarmoniche. Gli album si susseguono uno dopo l'altro sempre di migliore qualità, nonostante la band continui a passare da un'etichetta all'altra senza trovare dimora fissa; questo fino al 2003, quando con Yep Roc Records registrano Do You Swing?. The Fleshtones fanno un numero impressionante di concerti, tra cui uno sulle Torri Gemelle di New York pochi giorni prima dell'11 settembre e alla raccolta fondi per salvare il CBGB. Nel Gennaio 2008 è uscito Take a Good Look, un album in cui si rivivono, quasi fossero nostre, tutte le emozioni vissute dalla band, dagli esordi al CBGB davanti a pochi amici, ai concerti con migliaia di persone nelle venue di tutto il mondo. La loro ultima uscita discografica è il 7" in vinile End Of My Neighborhood b/w Cardboard Casanova uscito quest'anno per la Yep Roc Records. Nonostante siano passati 40 anni, che magari iniziano a pesare sulle loro spalle, l'attitudine dei The Fleshtones è sempre la stessa e gli anni in più non hanno fatto altro che rafforzare il loro Super Rock!

Link FOTO The Fleshtones: https://img.discogs.com/RTwHKuN_3xIJBSvLsMEV-8SKxLQ=/600x600/smart/filters:strip_icc():format(jpeg):mode_rgb():quality(90)/discogs-images/A-255629-1336552980-5827.jpeg.jpg

Giovedì 14/11/2019: KFX – Live cinema by “OLIMPIA” di Leni Riefenstahl – Sonorizzazione e montaggio del film. Ingresso gratuito.

Nel 1936 Leni Riefenstahl gira il documentario per i giochi olimpici di Berlino, in cui utilizza molte tecniche cinematografiche innovative per l'epoca ma che successivamente diventeranno standard del cinema: dalle novità sugli angoli delle inquadrature ai primi piani estremi, dai binari nello stadio per fotografare la folla alle riprese in slow-motion. Nel 2005 la rivista Time ha inserito Olympia fra i 100 film più belli degli ultimi 80 anni, ponendo le basi per tutti i documentari olimpici girati nel Novecento. Il film è un viaggio nella storia e nella bellezza del corpo, dalla Grecia antica fino alle gare olimpiche, attraverso inquadrature anche controverse, come il primo piano di Hitler irritato per la vittoria di Jesse Owens. Questo splendido materiale viene rimontato dal vivo ed esaltato da una selezione musicale in stile elettro-synth appositamente scelta per interagire dialetticamente con le immagini del film ed esaltarne la visione. Andrea Zuffo, è diplomato in Scenografia all'Accademia delle Belle Arti di Torino, insegna Storia dell’Arte, Disegno e cinematografia nelle Scuole Medie di Lanzo e Balangero. Si occupa di comunicazione, linguaggi digitali, projection mapping e ha anni di esperienza nel vjing. Nelle scuole in cui insegna applica e utilizza le tecniche di animazione e vjing per la didattica. http://www.kfxlab.com/italiano/  Pasquale Di Candia fa parte del Progetto KFX Visual Noize Show in veste di selezionatore musicale; è un musicologo, insegnante di musica e attualmente.

Link fotogramma OLIMPIA:  https://www.facebook.com/blahblahtorino/photos/gm.504694040354333/2598324206893837/?type=3&theater

Venerdì 15/11/2019: EVIL KNIEVEL (Psichedelia anni 70’s). Ingresso 5 euro. A seguire Sound For Heroes - L’atteso e inaspettato ritorno di Aldo Chimenti alla consolle 25 anni dopo + Roberto Melle (autore di 20 negli 80).

Evil Knievel sono psichedelia, garage siate pronti a calarvi in un “trip" avvolgente, niente ansie né pensieri, suoni energici a liberare le menti. Nascono nel Gennaio 2017, Cocco, voce e chitarra in precedenza di Smokers e Coco & the Lighters, trova il supporto della band per realizzare i propri brani, ecco il resto degli Knievel: Marco Falavigna alla batteria (SMASH), Luca Camellini (The Smokers) al basso, Riccardo Rossi (Threelakes and the flatland eagles) alla chitarra solista, Daniele Rossi (Gazebo Penguins, Maria Antonietta) chitarra, tastiere. L’intenzione è quella di dar sfogo alle proprie idee, sincere e graffianti. L’album di esordio auto prodotto è stato realizzato all'Outside Inside Studio, sotto la regia di Matt Bordin nella primavera del 2018. Veri, credibili, suoni potenti e grandi arrangiamenti per canzoni che dal vivo mantengono la stessa carica esplosiva del disco.

Link FOTO Evil Knievel: https://www.facebook.com/evilknievelband/photos/a.1925356214372885/2311077599134076/?type=1&theater

Sabato 16/11/2019: ONE SENTENCE. SUPERVISOR (Svi, KrautPoP). Ingresso 5 euro. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca.

"Acedia" è il terzo album del progetto One Sentence. Supervisor. Per la prima volta in Italia, l'ensemble svizzero ci porterà le sue sonorità krautpop, folte di reminiscenze Neu e Cluster, ma modernissime nella loro rilettura dream, in primis per quanto riguarda i trattamenti vocali. Una band completamente svincolata da qualsiasi logica di mercato, anacronistica nelle sue scelte stilistiche e nell'impostazione strutturale di ogni singolo brano, estremamente affascinanti nella loro unicità.

Link FOTO One Sentence. Supervisor: https://www.facebook.com/blahblahtorino/photos/gm.488155588702605/2592360480823543/?type=3&theater

Martedì 19/11/2019: WHITE HILLS (NYC, Motorik Fuzz), Thrill Jockey. Ingresso 7 euro.

Atmosfera travolgente, originale e drammatica, definizione che ben rappresenta la musica dei White Hills, frutto dell'incontro tra sonorità stoner e psichedelica vorticosa, generata da strumenti convenzionali e campionatori elettronici. In una parola spacerock, come alla band piace definirla. Dave W. e Ego Sensation, insieme cuore pulsante dei White Hills, si sono guadagnati una buona fama grazie alla loro corposa produzione discografica e al fatto di aver condiviso il palco con band come Mono, The Flaming Lips, Sleepy Sun, Cloudland Canyon, Mudhoney, Pontiak, The Cult e molte altre, da non dimenticarsi Julian Cope che li ha voluti con lui in uno dei suoi tour in Inghilterra. Compaiono anche nel film di Jim Jarmusch Only Lovers Left Alive mentre suonano Under Skin Or By Name contenuto nell'album Glitter Glamour Atrocity del 2007. Lavoro significativo dei White Hills è l'album del 2013 So You Are So You ll Be, esplosione concentrata di psichedelia in cui la band raggiunge il massimo della sua potenza rock & roll, urlando a gran voce di non essere una cometa dell universo spacerock, ma un fascio di energia che si getta sulla superficie terreste con il suo sound carico di adrenalina e di spiritualità. Vedere una band come questa esibirsi dal vivo significa esaltarne la fruizione della loro musica. Il lasciarsi trasportare dalle frequenti sezioni strumentali e di improvvisazione è un'esperienza ben diversa dall'ascolto delle registrazioni fatte in studio. L'ultimo album uscito è “Oddity X: Seek/Seize/Enjoy...BYE BYE” uscito lo scorso anno come CDr limited edition.

Link FOTO White Hills: https://www.facebook.com/90476409450/photos/a.177230229450/10157255377529451/?type=3&theater

Mercoledì 20/11/2019: GUITAR WOLF i samurai del Lock’n’loll! Ingresso 10 euro.

Fondati in Giappone nel 1987, Guitar Wolf sono un'esperienza rock'n'roll totale! Portano il rock'n'roll alla sua conclusione più estrema con una combinazione unica di volume, distorsione e urla. Uno loro spettacolo è un sovraccarico di energia. Prendendo la loro influenza dal rock'n'roll anni '50, Ramones, Eddie Cochran, Johnny Thunders, Joan Jett e Link Wray, i Guitar Wolf poi mescolano il tutto in un vortice di rumore. Guitar Wolf si sono meritati lo status di pionieri del genere garage-punk giapponese degli anni ’80 e continuano forti come mai. La band è molto conosciuta per le sue energetiche e furiose esibizioni, un cantato penetrante e uno stile musicale incentrato sul noise, con distorsioni furiose. Hanno coniato il termine “Jet Rock’n’Roll”, che descrive il loro stile musicale alla perfezione, e possiede un sound malizioso e quasi decadente che si ispira allo stile dei Ramones, del rockabilly, del punk classico.

Link GUITAR WOLF: https://www.facebook.com/guitarwolfofficial/photos/a.417257581642316/524615300906543/?type=1&theater

Giovedì 21/11/2019: Siberia (Gothic rock, UK) + Burning Gates (Gothic rock, IT). Ingresso 5 euro.

 Siberia non sono due facce nuove dell'ambiente post-punk e darkwave internazionale. Dietro al nuovo gelido monicker si celano infatti i personaggi di Matt Wyatt (voce) e Vendemmian Dave (chitarra), già insieme in uno dei gruppi goth/wave fondamentali della scena inglese anni novanta: i Vendemmian! Con Matt Wyatt alla voce i Vendemmian hanno di fatto pubblicato diversi lavori importanti fra il 1993 e il 1996, per poi lasciare lasciare le sorti della band nelle mani del chitarrista Vendemmian Dave e del bassista e cantante Mark Douglas (che hanno proseguito la storia fino a un paio di anni fa). Vent’anni dopo il loro divorzio musicale, Matt e Dave forgiano dunque i Siberia e (rapidamente) pubblicano l'album di debutto “Turning Back Tides” (uscito a inizio del 2017 per l'etichetta svizzera Swiss Dark Nights). “Misteriosi” ingegneri del suono che si sono occupati della produzione dell'album “Turning Back Tides”, gente con un “lavoro stabile” alla corte di Kasabian e molte altre band di grido, ha definito il suono dei Siberia come “un qualcosa di anni Ottanta concepito per il 2017”. Tra passato e futuro, tra nostalgia e rabbia, tra le chitarre lancinanti dei Mission e le atmosfere languide dei Depeche Mode. 

Link FOTO Siberia: https://www.facebook.com/SiberiaBandUK/photos/a.636881103180964.1073741831.525828587619550/636881253180949/?type=3&theater
 
Venerdì 22/11/2019: The STEMS (Australia Garage Legend). Ingresso 10 euro. A seguire dj set NO THANX PARTY dj set wave, punk '77 e glam ’70.

Gli Stems sono considerati una band seminale del rock degli anni Ottanta e la migliore emersa dall'Australia in quel periodo. Si sono formati a Perth nel 1983 con uno stile musicale inizialmente influenzato dal sixties garage punk, dal R'n'B e dal pop, che si é evoluto poi abbracciando un più evoluto power pop. Dom Mariani e Richard Lane dimostarono da subito la loro abilità nello scrivere grandi canzoni, cosa che insieme ai loro elettrizzanti show dal vivo li fece emergere nel panorama musicale di quegli anni. Il loro album di debutto, At First Sight Violets Are Blue, é uscito nel 1987. Quando fu al culmine della fama e del successo e in procinto di partire per un tour europeo di sei settimane, la band si sciolse misteriosamente. Si riformò poi nel 2003.

Link FOTO The Stems: https://www.facebook.com/thestemsofficial/photos/a.1695873730706951.1073741828.1693337740960550/1783718301922493/?type=3&theater

Mercoledì 27/11/2019: MATT ELLIOTT chitarrista e fondatore dei Third Eye Foundation. Ingresso 8 euro.

Il nuovo disco di Matt Elliott si intitola “Farewell To All We Know” ed uscirà su etichetta Ici d’ailleurs il prossimo Febbraio (2020). L’artista inglese di stanza in Francia, da sempre affezionato al nostro paese, presenterà in anteprima l’album con una serie di date a Novembre. Ex rappresentante della scena elettronica inglese con i Third Eye Foundation, progetto su cui è tornato a lavorare da alcuni anni, é oggi interprete del folk mitteleuropeo contemporaneo. Nella sua carriera solista, iniziata con il suo trasferimento da Bristol in Francia, Elliott si è indirizzato verso atmosfere che, partendo da un cantautorato post-rock, si sono fatte sempre più rarefatte, oscure e intimiste. Nei nuovi lavori l'epicità si alterna ad atmosfere psichedeliche, accompagnamenti jazz, arrangiamenti sofisticati.

 Link FOTO Matt Elliott: https://www.facebook.com/mattelliottthirdeyefoundation/photos/a.10151296716046055/10151296716091055/?type=3&theater

Venerdì 29/11/2019: FESTIVAL SCATTI VORTICOSI - New Adventure in Lo di, Lenin, Flatmates 205. A seguire dj set Indie End by Dave & Rubio. Sabato 30/11/2019: FESTIVAL SCATTI VORTICOSI - Mot Low, Nouccello, Endorfine. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca.  Ingresso singolo 4 euro. Abbonamento due giorni 5 euro.

La Scatti Vorticosi Records è una piccola etichetta indipendente a sostegno delle produzioni D.I.Y. dal 2002. Presenta due giorni di concerti al Blah Blah. Ecco alcune delle bands coinvolte: i Flatmates 205 si formano a Mirafiori, zona sud di Torino a fine 2015. Il primo concerto è nel gennaio 2016, e da quel momento il gruppo comincia a fare live, conoscendo altre band a concorsi come Pagella non solo Rock (dove nel 2017 arrivano terzi), e suonando a concerti e festival in Piemonte e Lombardia, tra cui al Balla coi Cinghiali '17, dove aprono a Eugenio in Via di Gioia, Macabra Moka e Woodoo Dolls. Propongono musica di genere pop-punk, di ispirazione primi anni duemila, cantata in inglese e italiano. Punti di forza del gruppo sono il coinvolgimento col pubblico, che sovente ricambia con moshpit e supporto, e la versatilità nel passare da canzoni super catchy e spensierate a canzoni più introspettive. Il 2018 coincide con l'ingresso in studio, e il 13 aprile scorso è uscito il primo Ep, da 5 brani, “Leave it All”. Nell'estate 2018 il gruppo gira in Piemonte promuovendo il disco, suonando a diversi festival locali e concerti (Ingria Festival, Green Day Italia Fest, Hardcore non si comanda, Officine Sonore, Xylema, Macs Inghio...) e aprendo a due gruppi stranieri in tour: The Lillingtons (USA) e i Drongos for Europe (UK). Il 2019 vede il gruppo impegnato a preparare l'uscita di un nuovo singolo. Nouccello sono ritmiche incalzanti graffiate dalle due chitarre che “ispessiscono" i testi in italiano, oscillando tra melodie post-rock e disagi punk, per celebrare gesta eroiche mai portate a termine.

Link FOTO Flatmates205: https://www.facebook.com/flatmates205/photos/a.2070538436551331/2361298677475304/?type=3&theater Link FOTO Nouccello: https://www.facebook.com/nouccello/photos/a.360724944635207/405980826776285/?type=3&theater

Francesco Rapone / mobile +39.349.5380949 / e-mail: rapone@libero.it

Tutti gli eventi per blah blah

Altri locali vicino Torino (Torino), Piemonte