Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Bologna - Torino - London - Berlin - Firenze - Paris - Napoli - Glasgow - Manchester - Hamburg - Köln - Amsterdam - Vienna

Live Club

Tutte le informazioni, gli eventi e i concerti di blah blah a Torino (Torino)

BLAH BLAH
via Po, 21
Torino (Torino)

Contatti

Social

BLAH BLAH•via Po, 21•TORINO•INFO: 392.7045240 Torino• blahblahtorino@gmail.com

OTTOBRE 2017

Venerdì 27/10/2017: BLACK WINGS OF DESTINY (It, Metal). A seguire dj set Tdanze

Sabato 28/10/2017: DEMONS (leggendaria punkrock band di Stoccolma ventesimo anniversario). Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

Lunedì 30/10/2017: The RIPPERS (Rhythm’n’ Blues, Garage, Punk - Slovenly Recordings) 


Queste le altre attività:

Martedì 03/10/2017: Sbam! Libri in faccia. Serata dedicata all’ editoria indipendente
Domenica 08/10/2017:  BURLESQUE SENSATION – Les Follies Turineis. ore 21.30. Ingresso 10 euro
Lunedì 09/10/2017: Cinematic: aspettando il ToHorror - In Memory of Tobe Hooper “Non aprite quella porta”
Lunedì 16/10/2017: Cinematic: aspettando il ToHorror - In Memory of Tobe Hooper “Poltergeist demoniache presenze”
Mercoledì 18/10/2017: TOHorror Film Fest XVII - International Festival of Fantastic Cinema and Culture
Giovedì 19/10/2017: TOHorror Film Fest XVII - International Festival of Fantastic Cinema and Culture
Venerdì 20/10/2017: TOHorror Film Fest XVII - International Festival of Fantastic Cinema and Culture.  A seguire GOODTIMES dj set by Giorgio Valletta & Seba Mc
Sabato 21/10/2017: TOHorror Film Fest XVII - International Festival of Fantastic Cinema and Culture. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca
Domenica 22/10/2017: Improv-To a cura di B-Teatro
Lunedì 23/10/2017: Omaggio PINK FLOYD – Dibattito, Proiezione documentari “The Making of The Dark Side of The Moon + “Live at Pompei”
Mercoledì 25/10/2017: Aperitivo Messicano
Giovedì 26/10/2017: Psicoaperitivo
Domenica 29/10/2017: Improv-To a cura di B-Teatro
Martedì 31/10/2017: HALLOWEEN NIGHT: dj’s Topa-Jay Vs Blaster-T

comunicato stampa


Blah Blah, Via Po 21, Torino
infoline: 3927045240
I CONCERTI iniziano sempre ore 22:00 nel week-end (Venerdì e Sabato) e ore 21:45 tutti gli altri giorni.

BIOGRAFIE e FOTO:

Domenica 01/10/2017: HELEN MONEY (L.A - USA Thrill Jockey) – Violoncellista supporting Shellac, Mono, Portishead. Ingresso 5 euro.

La musica di Helen Money, violoncellista californiana attiva da oltre 20 anni, è figlia di viaggi “iperuranici", di privazione e rinascita, sotterranea e splendente, elettrica ed ineccepibile, tanto che definirla sarebbe riduttivo. Non resta che immergersi a fondo tra le sue “spire". È stata chiamata a suonare e ad aprire i tour mondiali di Portishead, Shellac, Swans, Mono, Magma, Neurosis, Jarboe, Broken Social Scene, Anthrax. Già di per sé il violoncello è uno strumento estremamente espressivo, in grado di adattarsi ai più disparati tipi di musica con un’intensità ultraterrena, se poi a suonarlo è una musicista come Helen Money, state pur certi che il vostro cuore andrà in frantumi e le vostre orecchie non potran più farne a meno. Approda in casa Thrill Jockey con il suo album capolavoro, senza mezzi termini, “Become Zero”. Un disco tremendamente intenso, a tratti feroce, che si svuota e riempie di continuo, tra silenzi cosmici e rasoiate in pieno volto. La musica di Alison è viscerale e ottundente al tempo stesso e arriva dritta a toccare parti dell’anima che meno vorreste venissero smosse così a fondo e con tale splendore e dovizia.

Link FOTO Hellen Money: http://www.centrostabile.it/wp-content/uploads/2017/09/Alison-Chesley-Joe-Lally-01.jpg

Lunedì 02/10/2017: SUPERSUCKERS (Usa, Veterans Rock/Punk Band) – Punk Rock show in elettrico. Ingresso 10 euro.

I Supersuckers si formano a Tucson, sotto la conduzione di Eddie Spaghetti dapprima esclusivamente bassista del gruppo, che ricoprirà successivamente anche il ruolo di cantante e leader della band. I quattro dell’Arizona propongono sin dagli inizi un punk roccioso pur restando sempre molto versatili nelle loro sonorità, essendo oltremodo vicini al country, genere particolarmente amato da tutta la band. Stiamo parlando di una cult band che dopo essersi trasferita a Seattle nel 1989 ha poco dopo firmato il suo primo contratto con la storica Sub Pop. Negli anni successivi i Supersuckers hanno registrato con molti artisti, tra cui Willie Nelson, Steve Earle e Eddie Vedder dei Pearl Jam. Sono apparsi al The Tonight Show con Jay Leno come backing band di Willie Nelson. Hanno girato con numerose band tra cui The Ramones, Motörhead, The New York Dolls, The Dwarves, White Zombie e i Nashville Pussy.

Link FOTO Supersuckers: https://sc-events.s3.amazonaws.com/3718158/main.jpg

Mercoledì 04/10/2017: MoE (Oslo, Noise Punk) + Dead (Usa, Rock is Hell). Ingresso 3 euro.

Attivi dal 2008 i MoE vengono da Oslo, in Norvegia. Formati alla Norwegian Academy of Music, il loro sound combina gioiosamente l’approccio sperimentale ed improv con la truce ostilità del black metal e del noise rock di matrice americana. Sei album in studio e tour in tutti gli angoli del pianeta: Stati Uniti, Europa, Regno Unito, Messico, Giappone, Cina, Indonesia. Dal vivo non fanno prigionieri. Il loro ultimo album è uscito lo scorso anno per Conrad Sound. Insieme a loro, gli australiani Dead che non vi faranno avere nostalgia della Amphetamine Reptile.

Link FOTO MoE: http://www.conradsound.com/wp-content/uploads/2011/11/Moe-3.jpg

Giovedì 05/10/2017: Common Eider King Eider (Usa, blackened ambience/drone and viola) + Elder Sister. Ingresso 4 euro.

Common Eider King Eider è una band attiva da circa dieci anni, composta da: Rob Fisk, Vicky Fong, Andee Connors,  Andrew Weathers e Blaine Todd. Drone, ambient sull’onda di personaggi chiavi come i Sunn O))) e gli Hearth. Terreni ancestrali, echi arcani che riportano a culti ormai abbandonati e che sanno catalizzare l’ascoltatore. Escono per etichette culto quali la Black Horizons, Pesanta Urfolk e la loro Caribou People. Il loro ultimo disco è uscito quest’anno per l’etichetta Sentient Ruin Laboratories.

Link FOTO Common Eider King Eider: http://moremusic.typepad.com/.a/6a0133f3b0d254970b019affb98ca4970c-800wi

Venerdì 06/10/2017: CALEMBOUR (It, Folk). Ingresso gratuito. A seguire KILLING MOON - dj set by Clean Pee & Topa-jay.

 I Calembour nascono a Torino nel Marzo 2016. La band fondata da Marcø Cibønfa suona Folk Rock Inglese. Dopo molti concerti in giro per l'Europa, nel 2017 la band registra il suo primo EP.

Link FOTO Calembour: https://www.facebook.com/CalembourOfficial/photos/a.373856872800344.1073741825.373855006133864/687822494737112/?type=1&theater

Sabato 07/10/2017: The DISCUSSION (Usa,Post Punk / Psychedelic) – feat Laura Pleasants Kylesa. Ingresso 7 euro. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca.
 
A seguito del periodo di iato con la sua band principale, i Kylesa, l'incontenibile Laura Pleasants non è riuscita a stare con le mani in mano, e quindi torna in Europa con un nuovo progetto chiamato The Discussion! Per i fan del genere, psychedelic rock, è sicuramente una occasione imperdibile. La band ha pubblicato su Bandcamp.com un EP di cinque canzoni come anticipazione del tour europeo.

Link FOTO The Discussion:
https://www.facebook.com/thediscussionofficial/photos/a.1918533685059823.1073741827.1918532678393257/1936531353260056/?type=3&theater

Martedì 10/10/2017: “BLACK REVISED” - Presentazione in anteprima assoluta del nuovo album di PROJECT-TO. Ingresso gratuito.

Il collettivo torinese Project-TO formato dallo sperimentatore sonoro Riccardo Mazza e dalla fotografa e videomaker Laura Pol, a meno di un anno dal debutto del loro primo album "The White Side, The Black Side", presenta il nuovo lavoro "Black Revised". Si tratta di una versione completamente rivisitata in chiave techno-ambient-sperimentale dei brani che compongono "The Black Side" e per la quale sono stati utilizzati in modo massiccio sintetizzatori analogici.
Con i nuovi brani, che saranno suonati interamente dal vivo come i video, è stato creato un nuovo Live Audio-Visual che trasporterà l’ascoltatore in una dimensione dark, ipnotica e immersiva. L'album è pubblicato in vinile 12” in tiratura limitata disponibile dal 20/10 in esclusiva presso Gravity Records e in digital edition su tutte le principali piattaforme.

Link FOTO Project-TO: https://www.facebook.com/projectto/photos/a.1639966202919701.1073741830.1639552772961044/1645536782362643/?type=3&theater

Mercoledì 11/10/2017: RADIO MOSKOW (Usa, hard rocking psych power trio) + KALEIDOBOLT. Ingresso 12 euro.

Radio Moscow, il celebre trio rock californiano nato nel 2003 di strada ne ha fatta parecchia: il nuovo album si intitola “New Beginnings” ed è uscito il 29 settembre 2017 per la Century Media Records! Nati a Story City, Iowa, nel 2003 da un'idea del vocalist polistrumentista Parker Griggs, i Radio Moscow sono considerati una delle più credibili cult-band del revival psychedelic rock dai tratti più hard rock e stoner. I Radio Moscow sono stati prodotti e lanciati nel 2007 da Dan Auerbach dei Black Keys e da quel momento hanno fatto uscire altri tre album, “Brain Cycles” (2009), “The Great Escape of Leslie Magnafuzz” (2011) e “Magical Dirt” (2014), “Live! In California” (2016) sempre sotto la storica etichetta californiana Alive Naturalsound. Diversi musicisti si sono avvicendati al fianco di Griggs, oggi accompagnato dal bassista Anthony Meier e dal batterista Paul Marrone. La band torna al Blah Blah dopo il grande show nel Luglio 2015 di cui ancora molti si ricordano. Sampo Kurki, Marco Menestrina e Valtteri Lindholm vengono da Helsinki e hanno messo insieme il progetto Kaleidobolt nel 2014. In pochissimo tempo il power trio si è guadagnato la reputazione di live band tra le migliori esistenti nel panorama contemporaneo finlandese. La loro proposta musicale è un maelstrom di psichedelia d'annata, riff feroci, strutture progressive rock, panorami lisergici, con lo sguardo e la mente sempre proiettata ai maestri degli anni Settanta.

Link FOTO Radio Moscow: http://www.tuco.info/wp-content/uploads/2016/06/radio-moscow-1024x683.jpg


Giovedì 12/10/2017:  Ricky ‘45 Old School" con live dei KELVINS “Guida poco che devi bere”. Arcade Graffiti – mostra personale di Enrico De Carlo aka “SPA-BMB. Ingresso gratuito.

The Kelvins suonano un potente punk’n'roll con un classico setup. Possono essere ricondotti a : Ramones, Nine Pound Hammer, Supersuckers, il rock’n'roll e country music (Jerry Lee Lewis, Johnny Cash, Elvis, Chuck Berry, Hank Williams). Tanti concerti in giro per l’Italia, Svizzera e un mini tour nel Nord Europa. Hanno fatto uscire il cd “Shake your ass, baby” nel 2005, seguito dallo split-CD con i Boozed, e un 7” con i Nine Pound Hammer, un altro 7” e infine il secondo disco formato CD “Cock-a-doodle-doo!”.

Link FOTO The Kelvins: https://www.facebook.com/TheKelvinsItaly/photos/a.500256428245.271721.134719463245/10155145959628246/?type=1&theater

Venerdì 13/10/2017: SLOCKS (It, Turbo Garage). Ingresso gratuito. Prima e a seguire ITALIANS DO IT BETTER by Carletto il principe dei mostri, dj set

Un nuovo gruppo è emerso dalla grigia, bigia, funesta nebbia che soffoca Torino. Gli Sloks suonano Punk, Blues, Garage. Peter Chopstick litiga con la batteria. Buddy Fuzz usa la chitarra come una sega elettrica. E Ivy Claudy vomita bile e maledizioni. Suonano in giro, gli Sloks, ma pure in studio. Ci sono appena stati, in effetti. Al Boto's Farm, da Mano e con la collaborazione di Walter Bruno, lo scorso Novembre hanno messo su nastro la loro prima incisione ufficiale, "One Up”.

Link FOTO Sloks: https://www.facebook.com/SLOKSBAND/photos/a.126806691031543.1073741827.126754597703419/482499865462222/?type=1&theater

Sabato 14/10/2017: SX (Aetheric / Indie Pop from Belgium). Ingresso 4 euro. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

SX sono una band dedita ad un etereo indie pop da Kortrijk (Belgio). Si formano nel 2009, primavera, da Benjamin Desmet (tastiere e chitarra) e Stefanie Callebaut (voce e tastiere). Vincono il Road2Fame del canale televisivo TMF. La radio Studio Brussels li supporta programmando le loro tracce, soprattutto col programma “Select”. Nel 2011 il gruppo parte per un tour che tocca Germania, Olanda e Inghilterra. L’album di debutto esce nel 2012, “Arche”. Arriveranno al Blah Blah per presentare la loro ultima fatica, “Alphabet”, uscito lo scorso anno e con la Universal (major) presente nel tutto.

Link FOTO SX: https://img.discogs.com/ACMexsD6n0h2onIjUZ-WWBTpsL0=/600x403/smart/filters:strip_icc():format(jpeg):mode_rgb():quality(90)/discogs-images/A-2228621-1463669670-4227.jpeg.jpg

Martedì 17/10/2017: BRANT BJORK (padre dello Stoner Rock ex Kyuss e Fu Manchu, guest Sean Wheeler) + THEM BULLS. Ingresso 16 euro, disponibile fin da ora prevendita presso il Blah Blah.

Lo scioglimento dei Kyuss ha lasciato un grande vuoto in tutti gli amanti delle loro infuocate atmosfere. Questa perdita è però stata attutita da nuovi gruppi nati dalle ceneri della band madre come: Fu Manchu, Queens Of The Stone Age, e Brant Bjork, tutti validi ritorni che hanno proseguito l’originale discorso hard rock psichedelico. Brant Bjork ex batterista dei Kyuss e dei Fu Manchu è uno dei musicisti più aperti ed ispirati della scena musicale attuale e potrete ritrovare le stesse atmosfere elettrizanti, nella potenza della sua esibizione live in versione solista e con special guest Sean Wheeler. Brant arriverà al Blah Blah per presentare il suo disco, uscito lo scorso anno, Tao Of The Devil. Apriranno il concerto gli italiani Them Bulls, formati nel 2014 e dediti al desert rock.

Link FOTO Brant Bjork: http://www.impattosonoro.it/wp-content/themes/impatto-theme/images/brantbjork6.jpg

Martedì 24/10/2017: MINAMI DEUTSCH (Jap, krautrock). Prima del concerto Aperitoon (aperitivo). Ingresso 5 euro.

I Minami Deutsch prodotti dalla giapponese Guruguru Brain arrivano da Tokio in Europa per un tour di 38 date a presentare il loro nuovo album. Sono un quartetto assolutamente essenziale, dal vivo eccezionale per gli amanti del krautrock dei Neu!, Harmonia e primi Kraftwerk con in piu' qualcosa che rimanda alla prima stagione space rock londinese (Hawkwind, Pink Fairies, etc). Il loro nuovo EP è uscito lo scorso anno per i tipi della Hoga Nord Rekords.

Link FOTO Minami Deutsch: https://www.facebook.com/minamideutsch/photos/a.1427509424011707.1073741829.586736524755672/1439431886152794/?type=3&theater

Venerdì 27/10/2017: BLACK WINGS OF DESTINY (It, Metal). Ingresso gratuito. A seguire dj set Tdanze.

La furia dei Black Wings of Destiny fa la sua comparsa alla fine del 2009 raccogliendo la rabbia di esperienze precedenti in Sickhead e Concrete Block. Suoniamo metal, suoniamo stoner, suoniamo sludge, southern e rock and roll, suoniamo tutto quello che non sia pulito. Ci piace cantare le meschinità del mondo ed esplorare gli abissi dell anima e le contraddizioni dell essere umano. Non suoniamo per vivere ma viviamo per suonare.

Link FOTO Black Wings Of Destiny:https://www.facebook.com/BlackWingsOfDestiny/photos/pb.205740182825672.-2207520000.1464391160./996187467114269/?type=3&theater
 
Sabato 28/10/2017: DEMONS (leggendaria punkrock band di Stoccolma ventesimo anniversario). Ingresso 5 euro. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca.

I "Demons" a fine degli anni '90 hanno scritto un piccolo capitolo nella storia del rock’n'roll, lanciati da un esordio al fulmicotone per la Gearhead Records, una sorta di bibbia all'epoca per i rockers di tutto il mondo! Da lì in poi tour americani, europei, giapponesi. Headliners dello storico Gearfest e molto altro. Poi un secondo disco, sempre per la Gearhead e via discorrendo fino ad arrivare a Demonology, del 2004, con relativo tour per poi fermarsi per dedicarsi alle rispettive famiglie. Ora sono tornati con un nuovo singolo e molte nuove songs che verranno suonate in questo live!

Link FOTO Demons: http://www.cornersoul.it/index.php/home/cacheimage/cached-480--maintain.b5d7a22f2211b8993dd6d2d7c4d64b8a.jpg

Lunedì 30/10/2017: The RIPPERS (Rhythm’n’ Blues, Garage, Punk - Slovenly Recordings). Ingresso 4 euro. 

I Rippers nascono all'inizio del 2001. Il sound era orientato sull'r'n'b bianco europeo e nelle prime sessions e nei primi live, oltre qualche pezzo originale, suonano diverse cover di Pretty Things, Yardbirds, Rolling Stones. Grazie a un demo registrato su cassetta la band viene notata dalla neonata Shake Your Ass Records, che firma il suo esordio e quello della band con un 7" nel 2002. 
Le ottime recensioni del disco spingono etichette come l'australiana Corduroy e la tedesca Screaming Apple a interessarsi a loro. Nel 2008 con l'uscita dell'ennesimo singolo, il secondo su Slovenly Recordings, i Rippers affrontano il primo tour americano. La band si esibisce al South By Southwest Festival di Austin, Texas con gli Spits, gli Hipshakes, gli Slab City e gli Okmoniks e per un mese calca i palchi di tutta la west coast, da San Diego a Vancouver. Il 2017 è l'anno di "A Gut Feeling", il quinto ed il terzo per Slovenly Recordings, uscito ad Aprile.
NOVEMBRE 2017

Mercoledì 01/11/2017: SPINDRIFT (Usa, Psychedelic Western Cinematic Rock ‘n Roll!)

Giovedì 02/11/2017: Becoming /// Animal (members of This Mortal Coil, Cindytalk, Zu). THEDARKSIDEOFTORINOfest

Venerdì 03/11/2017: MOS GENERATOR (Usa, Power Trio Stoner Rock). A seguire KILLING MOON - dj set by Clean Pee & Topa-jay

Sabato 04/11/2017: Siberia (from UK, ex Vendemmian, Unica data italiana). In collaborazione con Ascension Magazine. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca. THEDARKSIDEOFTORINOfest

Domenica 05/11/2017: Words And Actions (Berlino, Detriti Records). THEDARKSIDEOFTORINOfest

Giovedì 09/11/2017: STARFUCKERS (It, concrete rock & roll group)

Venerdì 10/11/2017: JADISH (It, Crossover). Prima e a seguire Italians Do It Better by Carletto il principe dei mostri, dj set

Sabato 11/11/2017: DAILY THOMPSON (Ger, fuzz rock / desert blues). Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

Martedì 14/11/2017: The FUZZTONES (Garage/Rock legend 37 anni di attività). Aperitivo a cura di Dj Blaster T.

Mercoledì 15/11/2017: QUI (Usa, Idiosyncratic punk/noise duo) con TREVOR DUNN, bassista (Mr Bungle, Fantomas)

Giovedì 16/11/2017: In Zaire (It, Psych Space Rock)

Venerdì 17/11/2017: WHITE LLAMA (It, Rock/Stoner). A seguire Goodtimes dj set by Giorgio Valletta & Seba Mc.

Sabato 18/11/2017: MANITOBA – NYC formerly The DICTATORS featuring Ross the Boss & Handsome Dick Manitoba. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

Mercoledì 22/11/2017: The SONIC DAWN (Dan, Psychedelic rock)

Giovedì 23/11/2017: The ATOMIC BITCHWAX (New Jersey, Stoner Rock). Unica data italiana.

Venerdì 24/11/2017: Vina Records Festival Concerti. A seguire Dagomago dj set

Sabato 25/11/2011: Apollo Beat (It, Funk/Cinematic/Violent-crime-funk). Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca

Domenica 26/11/2017: LYDIA LUNCH & CYPRESS GROVE – Under The Covers

Martedì 28/11/2017: KID CONGO & THE PINK MONKEY BIRDS - Powers guitarist from The Gun Club, The Cramps, Nick Cave & The Bad Seeds

Queste le altre attività:

Lunedì 06/11/2017: MIND GATE – Show di mentalismo by Emanuele Spina

Martedì 07/11/2017: Sbam! Libri in faccia. Serata dadicata all’ editoria indipendente

Mercoledì 08/11/2017: Aperitoon

Domenica 12/11/2017: IMPROV-TO a cura di B-Teatro

Domenica 19/11/2017:  IMPROV-TO a cura di B-Teatro

Lunedì 20/11/2017: Seeyousound - Money for nothin’ and chicks for free/ up to you night + visual + dj set

Martedì 21/11/2017: OMAGGIO JIMI HENDRIX - Dibattito, Proiezione documentario “Electric Ladyland” + proiezione film "Jimi: All Is by My Side"

Mercoledì 22/11/2017: Sbam! Libri in faccia. Inizio serata dadicata all’editoria indipendente. Ore 21:00.

Mercoledì 29/11/2017: Aperitivo Messicano

Giovedì 30/11/2017: PSICOAPERITIVO


comunicato stampa


Blah Blah, Via Po 21, Torino
infoline: 3927045240
I CONCERTI iniziano sempre ore 22:00 nel week-end (Venerdì e Sabato) e ore 21:45 tutti gli altri giorni.

BIOGRAFIE e FOTO:

Mercoledì 01/10/2017: SPINDRIFT (Usa, Psychedelic Western Cinematic Rock ‘n Roll!). Ingresso 5 euro.

Un incredibile mix tra suoni in stile spaghetti western e psycho rock di derivazione più moderna da origine alla musica degli Spindrift, da Los Angeles, una band di sette elementi assolutamente imperdibile. Tra le colonne sonore a cui hanno partecipato con i loro brani anche il film Hell Ride di Quentin Tarantino. Creati dal cantante-songwriter-compositore-produttore-attore Kirpatrick Thomas sono nati a Newark nel 1992 insieme ad altre band locali del periodo come: Jake and the Stiffs, The Verge, Boy Sets Fire, Zen Guerilla and Smashing Orange, influenzati dai Doors, My Bloody Valentine, Hawkwind, Bruce Haack, and Chrome, gli Spindrift erano sperimentali e differenti da quelli di oggi. Arrivano a Torino con l'album “Ghost of the West”, omaggio al mondo cinematografico e musicale western. “Ghost of the West” unisce registrazioni originali, sia in studio che live, insieme a rivisitazioni di vecchi brani della Golden Era dei cowboy e dei fuorilegge più pericolosi. La band include anche membri di Brian Jonestown Massacre e Warlocks.

Link FOTO Spindrift: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/d/df/Spindrift_%28the_band%29.jpg

Giovedì 02/11/2018 Becoming /// Animal (members of This Mortal Coil, Cindytalk, Zu). Ingresso 8 euro. THEDARKSIDEOFTORINOFest. Prima del concerto, alle ore 21:00, presentazione del libro uscito per Tsunami Edizioni "Musica Eterna - La storia del Dead Can Dance" di Christian Amadeo che verrà intervistato da Francesco Rapone (co-organizzatore del festival insieme a Mkno). Il libro sarà acquistabile la sera stessa.

Becoming Animal è la fantastica collaborazione tra il bassista degli ZU, Massimo Puppillo e la leggenda Gordon Sharp, conosciuto per essere la “voce” dei This Mortal Coil e poi solista come Cindytalk. L’album che presenteranno si intitola “A Distance Hand Left” uscito per la Trost Records. Gordon Sharp è una delle figure più seminali e emblematiche dell’underground musicale inglese, con alle spalle più di quaranta anni di carriera. Il suo primo disco esce nel 1979 ed è col gruppo The Freeze, vengono subito notati e invitati da John Peel al suo show radiofonico. Da segnalare i suoi dischi per le Editions Mego, che hanno avuto grandi riscontri. La sua voce è stata protagonista del supergruppo This Mortail Coil e ha partecipato a più concerti con i Cocteau Twins, per poi dedicarsi alla sua formidabile carriera solista. Massimo Pupillo è un musicista, compositore, membro dal 1997 degli ZU, che sono usciti anche per la Ipecac Recordings di Mike Patton con cui Massimo ha spesso suonato. Pupillo è uno dei migliori bassisti dell’underground internazionale, da ricordare alcuni dei grandi con cui ha suonato: The Melvins, David Tibet, Dalek, Peter Brotzmann, Ken Vandermark, Mats Gustafsson, Damo Suzuki, Oren Ambarchi, ThighPaulSandra de Coil, FM Einheit, Stefano Pilia, Andrea Belfi, etc.

Link FOTO Becoming Animal: http://www.swampbooking.com/wp-content/uploads/2017/09/CINDYTALKfinal.jpeg

Venerdì 03/11/2017: MOS GENERATOR (Usa, Power Trio Stoner Rock). Ingresso 8 euro. A seguire KILLING MOON - dj set by Clean Pee & Topa-jay.

Formati nel 2000 a Port Orchard, Washington, i Mos Generator sono una delle più interessanti band della scena Doom Psych Stoner Rock americana, grazie ad uno stile che unisce il tipico sound dei Black Sabbath degli anni '70 con un groove tipicamente americano e qualcosa di Heavy Metal classico, con una bella voce calda. Abyssinia è il sesto studio album del trio e piacerà ai fan di: Black Sabbath, Wolfmother, Kyuss, Spiritual Beggars, Queens Of The Stone Age e Monster Truck. Il progetto nasce nell'inverno del 2000 a Port Orchard, nello Stato del Washington, da un'idea di tre veterani della scena locale: Tony Reed (Wurlitzer, ex Treepeople), Scooter Haslip (ex Voodoo Gearshift) e Shawn Johnson (ex Mind Funk). Amici di lunga data e compagni on the road, hanno realizzato a nome Mos Generator una dozzina di dischi, tra album, EP e 7". La loro proposta musicale è erede del sound dei grandi maestri heavy stoner, con uno sguardo alla psichedelia hard rock dei 70s e al doom degli albori. Loro parlano più semplicemente di "heavy/melodic rock". Si sono fatti conoscere in Europa nel 2013 con un lungo e intenso tour al fianco dei St. Vitus. Presentano il nuovo album “Lies of Liberty” uscito quest'anno per South Spit Records.

Link FOTO Mos Generator: https://img.discogs.com/SlwwnhkF8IQCe7sS196e56psZ14=/600x399/smart/filters:strip_icc():format(jpeg):mode_rgb():quality(90)/discogs-images/A-1212208-1428773582-4847.jpeg.jpg

Sabato 04/11/2017: Siberia (from UK, ex Vendemmian, Unica data italiana). In collaborazione con Ascension Magazine. Ingresso gratuito. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca. THEDARKSIDEOFTORINOfest

I Siberia non sono due facce nuove dell'ambiente post-punk e darkwave internazionale. Dietro al nuovo gelido monicker si celano infatti i personaggi di Matt Wyatt (voce) e Vendemmian Dave (chitarra), già insieme in uno dei gruppi goth/wave fondamentali della scena inglese anni novanta: i Vendemmian! Con Matt Wyatt alla voce i Vendemmian hanno di fatto pubblicato diversi lavori importanti fra il 1993 e il 1996, per poi lasciare lasciare le sorti della band nelle mani del chitarrista Vendemmian Dave e del bassista e cantante Mark Douglas (che hanno proseguito la storia fino a un paio di anni fa). Vent'anni dopo il loro divorzio musicale, Matt e Dave forgiano dunque i Siberia e (rapidamente) pubblicano l'album di debutto “Turning Back Tides” (uscito a inizio del 2017 per l'etichetta svizzera Swiss Dark Nights). “Misteriosi” ingegneri del suono che si sono occupati della produzione dell'album “Turning Back Tides”, gente con un “lavoro stabile” alla corte di Kasabian e molte altre band di grido, ha definito il suono dei Siberia come “un qualcosa di anni ottanta concepito per il 2017”. Tra passato e futuro, tra nostalgia e rabbia, tra le chitarre lancinanti dei Mission e le atmosfere languide dei Depeche Mode. 

Link FOTO Siberia: https://www.facebook.com/SiberiaBandUK/photos/a.636881103180964.1073741831.525828587619550/636881253180949/?type=3&theater

Domenica 05/11/2017: Words And Actions (Berlino, Detriti Records). Ingresso ad offerta libera. THEDARKSIDEOFTORINOfest

Davide Lace è la mente e il braccio del progetto Words and Actions e da sei anni ne modella la proposta musicale e grafica: gli inizi coldwave, le VHS videosperimentali a tiratura limitata, infine la fascinazione per la musica synthpunk teutonica (DAF e Liaisons dangereuses su tutti) e il conseguente trasferimento nella capitale del contemporaneo tramonto occidentale europeo: Berlino. Qui, folgorato dalla radicalità delle proposte musicali ed insoddisfatto dall'estetica grafica dominante, fonda nel 2015 la propria etichetta Detriti Records. Industrial, Acid house, EBM, Synthwave, New beat, Darkwave sono i principali generi trattati. Fil rouge di tutte le uscite made in Detriti è il rispetto dei capisaldi dello spirito originario del post-punk: d.i.y., sperimentalismo e introspezione. Menzione a parte merita il discorso grafico: le copertine e i video promozionali realizzati sono davvero stupefacenti; l'organicità dell'analogico avvolge tutto come in un Sogno Lucido che non ha mai conosciuto la caduta del Muro.

Link FOTO Words and Actions: https://www.facebook.com/blahblahtorino/photos/gm.113425929319973/1519721428087459/?type=3&theater

Giovedì 09/11/2017: STARFUCKERS (It, concrete rock & roll group). Ingresso 10 euro.

Starfuckers è uno dei gruppi più importanti e allo stesso tempo inafferrabili del panorama musicale italiano, la musica proposta è il risultato di un processo in continua evoluzione e appare come una perpetua pulsazione aperiodica che filtra, attraverso una prospettiva rock minimale, prototipi archetipici ed elementi rudimentali di jazz, funk, blues e musica elettroacustica. Starfuckers in un certo modo suona musica concreta, ma non usa i rumori o l'elettronica pura - cioè materiale "non musicale" - per fare "musica", piuttosto usa elementi e tecniche della tradizione rock - cioè materiale "musicale" - come cassetta degli attrezzi con cui operare per fare "non musica". Starfuckers nel nuovo tour 2017/18, dopo cinque anni di inattività, ripropone dal vivo brani presi da dischi più volte ristampati, come Sinistri e Infrantumi. Per chi in quegli anni era troppo giovane, per chi in quegli anni non li capiva, per chi li capì e vuole solo ricordare e infine per chi vuol sentire oggi quello che molti hanno suonato dopo: un evento da non perdere.
Link FOTO Starfuckers: https://www.facebook.com/blahblahtorino/photos/gm.455611068173235/1585661454826789/?type=3&theater

Venerdì 10/11/2017: JADISH (It, Crossover). Ingresso 4 euro. Prima e a seguire Italians Do It Better by Carletto il principe dei mostri, dj set.

Le Jadish, nascono a Torino nel 2005 da quattro musiciste con alle spalle una solida esperienza. Il loro genere, lo slang metal, è una definizione da loro coniata per esprimere uno stile del tutto personale! I brani proposti sono di sicuro impatto emotivo: travolgente potenza strumentale fatta di suoni che spaziano dal metal al rock più trasgressivo, unita all'originalità di testi in più lingue e ad una voce grintosa e trascinante. Dopo pochi mesi dal completamento della formazione iniziano subito con le esibizioni live in numerosi locali, partecipano a diversi Festival in Italia e in Europa. E' evidente la loro grande intesa sul palco. Impegno, stile, grinta, ironia e talento: queste sono le caratteristiche di una band al femminile ben lontana dallo stereotipo delle fanciulle tutte minigonne e ombretto che popolano il mondo musicale.

Link FOTO Jadish:
https://www.facebook.com/89779102376/photos/pb.89779102376.-2207520000.1451758333./10152601215952377/?type=3&theater
 
Sabato 11/11/2017: DAILY THOMPSON (Ger, fuzz rock / desert blues). Ingresso gratuito. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca.

Il trio teutonico è influenzato dal primo grunge, dal garage e dal migliore fuzz rock. Nelle loro canzoni troverete un uso spasmodico di fuzz, wah wah e di distorsioni seventies che richiamano un hard-rock blues virato verso lo stoner. Superfuzz-Bigmuff! Si formano nel 2012, influenzati dal Fuzzrock, creando un proprio sound che combina Noise, Indie-Blues, Stoner Rock con il classico Fuzz e WahWah. Sono stati protagonisti in grandi tour nel 2013 e 2014, presentando il loro album di debutto, dividendo il palco con: Karma To Burn, Mustasch, Zodiac, Turbostaat e molti altri. Nel 2015 fanno uscire un 7" split con i Mos Generation e nell'Agosto 2016 registrano il loro secondo LP, "Boring Nation”. Nel 2017 esce uno split dal titolo “River Haze / Cancerman”.

Link FOTO Daily Thompson: http://www.cornersoul.it/index.php/home/cacheimage/cached-480--maintain.c8d41650eb68da107402d41665970b5f.jpg

Martedì 14/11/2017: The FUZZTONES (Garage/Rock legend 37 anni di attività). Ingresso 12 euro. Aperitivo a cura di Dj Blaster T.

I Fuzztones sono un gruppo garage rock revival formatosi nella seconda meta degli anni 70 e tuttora in attività, caratterizzato da un'immagine horror sulla falsariga di gruppi come The Cramps e Fleshtones. Dopo il suo arrivo a New York ed una breve esperienza con i Tina Peel nel 1980, il cantante e chitarrista Rudi Protrudi, attivo musicalmente già negli anni sessanta, e la sua compagna e tastierista Deb O'Nair fondarono i Fuzztones, pubblicando il loro primo album dal titolo Lysergic Emanations (ABC Records) solo nel 1985, dopo numerosi cambi di formazione. Nel 1987 Rudi Protrudi si trasferì a Los Angeles dopo lo scioglimento del gruppo originale. Qui ha messo insieme una nuova formazione, con Jordan Tarlow (chitarra), John "Speediejohn" Carlucci (Basso), Jason Savall (Organo) e "Mad" Mike Czekaj alla batteria.Il gruppo, spesso criticato per la scarsa originalità o addirittura di plagio, ha uno zoccolo duro di fan a New York, in Europa oltre che a Los Angeles grazie soprattutto alle devastanti esibizioni dal vivo. Il nome del gruppo deriva dal fuzz tone, effetto di distorsione inventato nel 1962 e reso celebre dall'uso in (I Can't Get No) Satisfaction dei Rolling Stones.

Link FOTO The Fuzztones: https://it.wikipedia.org/wiki/The_Fuzztones#/media/File:Fuzztones_1984_Irving_Plaza_backstage.jpg

Mercoledì 15/11/2017: QUI (Usa, Idiosyncratic punk/noise duo) con TREVOR DUNN, bassista (Mr Bungle, Fantomas). Ingresso 6 euro.

Qui è un gruppo rock formatosi nel 2000 a Los Angeles da Paul Christensen (batteria / voce) e Matt Cronk (chitarra / voce). Una combinazione di punk , rumore e rock sperimentale,pubblicarono il loro primo album full-length Baby Kisses nel 2003. Nel 2006, dopo aver eseguito una serie di concerti con un cantante ospite, David Yow (ex Scratch Acid , The Jesus Lizard ) si unì alla band come vocalist, e presentarono nel 2007 l album Love Miracle, pubblicato da Ipecac Recording (etichetta di Mike Patton). All inizio del 2008, Yow è stato ricoverato in ospedale con un polmone perforato dopo uno spettacolo a Pittsburgh . Dal 2013, David Yow non è più nella band e nel 2014 i Qui hanno pubblicato il disco Life,Water, Living sempre per Ipecac Recording. Sfornano nel 2015 e 2016, parecchi singoli, ultimo lavoro un 10" in vinile (marbled pink) uscito quest'anno su Geertruida.

Link FOTO Qui: https://scontent-frt3-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/14045952_937520339691167_944022371360878950_n.jpg?oh=2716cdf89cbfadead0f836a372c31100&oe=58ECD096

Giovedì 16/11/2017: In Zaire (It, Psych Space Rock). Ingresso 5 euro.

In Zaire è una tra le band più interessanti del panorama psichedelico italiano, composta dai due membri dei GI Joe, Claudio Rocchetti e Stefano Pilia (Massimo Volume). La loro commistione di kraut-rock e tribalismi ipnotici costituisce una miscela che fonde insieme le sonorità cosmiche con le ritualità arcaiche ed ancestrali dell’Africa nera. La loro performance è un viaggio psichedelico, ma mescolato al dub – funk con percussioni tribali e africane, melodie indiane, voci arabe e suoni elettronici introspettivi.

Link FOTO In Zaire: http://www.swampbooking.com/wp-content/uploads/2017/05/DSCF7049-770x546.jpg

Venerdì 17/11/2017: WHITE LLAMA (It, Rock/Stoner). Ingresso gratuito. A seguire Goodtimes dj set by Giorgio Valletta & Seba Mc.

White Llama è un complesso di quattro elementi. Insieme hanno più di 100 anni, ma ne dimostrano molti meno, almeno tutti tranne il bassista. La band ha la passione della musica rumorosa, vicina ai temi della ribellione e del riscatto sociale. Da sempre animalisti, fruttariani e vicini a chi combatte per le cause dei più deboli. Simpatizzanti di neri ed ebrei, per il loro passato tormentato, sono altrettanto attivi nel sostegno degli albini, meglio ancora se si tratta di Steve Albini. I White Llama lottano da sempre contro energia nucleare e sfruttamento delle risorse naturali, ma questi argomenti non vengono inseriti nei testi delle canzoni; il Rock and Roll ha dei canoni da rispettare,tra cui alcool, droghe (leggere) e comportamenti molesti, ed in questo la band non ha nulla da invidiare ai grandi del genere. Descrivere la propria band è attività difficile e non interessa: in passato le band si occupavano di suonare e basta, ora devono (pre)occuparsi di tutto tranne che suonare, anche se sanno già che la musica non potrà mai essere una professione. I White Llama sono quattro amici di lunga data, con tante passioni in comune, su tutte la musica; da qui parte nel 2014 il progetto di una band Rock n Roll con la quale produrre musica e fare concerti. Per fan di: Motorhead, Kyuss, Red Fang, Monster Magnet, grandi mammiferi, documentari naturalistici, Barbara D'urso, Amici, Playstation, Porn Hub, Rai Storia, agriturismi, spritz.
Link FOTO White Llama: https://www.facebook.com/whitellama/photos/a.325167157835781.1073741829.251997908486040/325165437835953/?type=3&theater

Sabato 18/11/2017: MANITOBA – NYC formerly The DICTATORS featuring Ross the Boss & Handsome Dick Manitoba. Ingresso 13 euro. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca.

Avete avuto modo di vederli varie volte nel corso di questi anni e quindi sapete bene di cosa stiamo parlando! La band che avete conosciuto come The Dictators NYC a cause di dispute legali deve cambiare nome e da oggi in poi si chiamerà Manitoba NYC. Non cambia pero' nulla, la line up rimane invariata e vede schierati i due membri originali dei The Dictators Ross the Boss & Handsome Dick Manitoba, Daniel Ray (già produttore dei Ramones e chitarra per Ronnie Spector), JP Thunderbolt Patterson (batteria per Manitoba Wild Kingdom e Dictators negli ultimi 20 anni) e Dean Rispler. Nel 1973, una band chiamata The Dictators ha iniziato a suonare a New York diventando subito molto influenti e parte integrante della scena punk newyorchese. Dopo tre dischi sotto major però, la band si è sciolta, riformandosi soltanto a metà degli anni Novanta per una serie di show di successo in territorio spagnolo. E finalmente, nel 2001, fare un nuovo disco. Dopo un po’ però, la band scopre che due componenti hanno intenzione di non continuare, mentre altri due sì. Gente da tutti gli Stati Uniti (e da tutto il mondo) decidono così di visitare il Manitoba’s, bar di proprietà del cantante dei The Dictators, Handsome Dick Manitoba, per sentire le canzoni dei The Dictators e i nuovi pezzi che Mr. Manitoba aveva nel mentre iniziato a scrivere. È così che due dei membri fondatori, Ross “The Boss” (chitarra) e Handsome Dick, decidono di suonare ancora per i loro fan. Ma proprio perché la formazione non era più quella originale, i due decidono di aggiungere la sigla “NYC” al loro nome per rimarcare la differenza: la nuova band è così composta da Handsome Dick Manitoba, Ross The Boss, Daniel Ray (chitarra), Dean “The Dream” Rispler (basso) e JP “Thunderbolt” Patterson” (batteria). Non molto dopo però, la band decide di cambiare nuovamente il suo nome per rendere chiara a tutti la nuova formazione del gruppo: MANITOBA NYC. La stessa band di sempre, la stessa line-up dei DICTATORS NYC.

Link FOTO Manitoba NYC: https://www.facebook.com/theunderworldcamden/photos/gm.151049825445304/10154562716421426/?type=3&theater

Mercoledì 22/11/2017: The SONIC DAWN (Dan, Psychedelic rock). Ingresso 4 euro.

La psychedelic rock band danese The Sonic Dawn arriverà al Blah Blah per presentare l'album dal titolo 'Into The Long Night', uscito il 21 aprile per l'etichetta Heavy Psych Sounds Records. L'album è disponibile nei formati digital, CD, vinile nero, e vinile arancione in edizione limitata. 'Into The Long Night', i cui brani sono stati scritti durante il giorno e registrati durante la notte, nel giro di un mese in completo isolamento in una località nei pressi del Mare del Nord, consta della collaborazione di Erik "Erkka" Petersson alle tastiere e di Morten Grønvad alle percussioni. E' stato mixato nei The Village Recording di Copenaghen con il produttore jazz Thomas Vang (Oscar Peterson, Randy Brecker, ecc.), e masterizzato negli Svenska GrammofonStudion di Gothenburg con Hans Olsson Brookes (Graveyard, Blues Pills, José Gonzalez, ecc.).

Link FOTO The Sonic Dawn: http://www.heavypsychsounds.com/file/bands/the-sonic-dawn/photos/TheSonicDawn_main.jpg

Giovedì 23/11/2017: The ATOMIC BITCHWAX (New Jersey, Stoner Rock). Unica data italiana. Ingresso 10 euro.

Gli Atomic Bitchwax si sono formati nel 1993 e nascono da un'idea di Ed Mundell, già chitarrista nei Monster Magnet. Gli altri componenti della band sono Chris Kosnik (basso e voce) e Keith Ackerman (batteria). La musica dei tre è un hard rock con echi magnificamente blues, che strizza l'occhio alla psichedelia degli anni '70. A detta di tutti il loro miglior album è e rimane l'omonimo (o Atomic Bitchwax I) del 1999, dove la band esprime e fonde in maniera sublime le proprie attitudini musicali. Un album imperdibile ed immancabile tra gli affezionati del cosiddetto stoner rock, e non solo. Le apparizioni dal vivo furono limitate dagli impegni di Mundell con la band di Dave Wyndorf, infatti a metà del 2003 Ed Mundell abbandona il progetto ed al suo posto subentra il chitarrista e cantante Finn Ryan dei Core. Gli Atomic Bitchwax affondano le loro radici nel suono stoner e hard-psych del New Jersey  e nacquero come jam-project che vedeva coinvolti Chris Kosnik (leader dei Godspeed) e Ed Mundell dei Monster Magnet: hanno pubblicato col tempo una manciata di album fenomenali che rafforzano la corteccia sonora tipica dell'abrasivo stoner anni '90 grazie alla classe cristallina di elementi psych e bluesy, in nome di improvvisazione e feeling propri dello storico hard. Una miscela talmente riuscita che li ha posti sulle vette di un certo modo di concepire la musica heavy, generando innumerevoli proseliti in ogni parte del globo. Dopo alcuni rimpasti di formazione il trio è più in forma che mai, con l'ingresso di Bob Pantella alla batteria e soprattutto di Finn Ryan, chitarrista dei Core, importante formazione della scena stoner rock scioltasi dopo due fenomenali album. Il disco "Tab 4" è un piatto bollente di autentico rock duro, con gusto per sofisticati arrangiamenti e irrefrenabile forza d'urto. L'ultimo è "Gravitron" uscito nel 2015!

Link FOTO Atomic Bitchwax: http://www.theatomicbitchwax.com/Bio_files/1-filtered.jpg
Venerdì 24/11/2017: Vina Records Festival Concerti PATTONI,
IL SOLITO DANDY, SPAGHETTI WRESTLERS. Ingresso 3 euro. A seguire: DAGOMAGO Dj Set MATTIA BARRO Dj Set

Il party live di Vina Records giunge alla sua terza edizione e festeggia i dieci anni di attività dell’etichetta Venerdì 24 Novembre al Blah Blah di Torino. Il primo decennio di Vina è tutto riassunto nello slogan autoironico “10 anni in fuorigioco” che rappresenta lo spirito dei fondatori Davide Diomede e Francesco Del Proposto nell’approcciarsi alle produzioni e alla scena musicale. In fuorigioco, un po’ per scelta e un po’ per necessità. Fuorigioco in parte dettato dalla realtà artistica italiana sempre in bilico e in parte come sensazione di trovarsi costantemente sul filo della regolarità e dentro l’azione del gol decisivo, almeno fino al momento in cui il guardalinee sbandiera e l’arbitro fischia per fermare il gioco. E’ proprio il tema “calcistico” quello scelto per sottolineare l’evento e i festeggiamenti dei 10 anni. Dieci come il numero cucito sulla maglia del fantasista, del regista, del giocatore che dovrebbe dettare i tempi di gioco e illuminare la squadra. Qualche volta è così, altre meno. In alcune giornate addirittura si estrania dal gioco, per poi sorprendere all’improvviso. Un’alternanza di emozioni e rendimento. Quello che succede tutti i giorni nella scena musicale indie italiana. L’antidoto però è sempre lo stesso: andare avanti nonostante tutto, focalizzandosi sui successi e imparando dalle critiche. Sapere che in ogni caso hai la maglia numero dieci sulle spalle. E anche la comunicazione mediatica della serata va in questa direzione. Un promo clip alla “Mezzogiorno di fuoco” che racconta di una sfida a calcio di rigore su un campetto parrocchiale di provincia tra il nostro numero 10 e un portiere squinternato. Una locandina disegnata dall’artista pescarese Paolo Torchetti che raffigura il calciatore protagonista disperso nello spazio e intento a fissare il campo da calcio sulla terra lontana sentendosi irrimediabilmente in fuorigioco e alla ricerca di nuovi mondi al tempo stesso. Media partner dell’evento del 24 novembre sarà KeepOn, primo circuito nazionale per la musica live in Italia. Sul palco del Blah Blah si alterneranno tre nuovi artisti del roster Vina. Il cantautore biellese Pattoni, vero nome Mattia Iuliano e già chitarrista della band post punk Invers con cui pubblica due dischi, è finalista all'Arezzo Wave 2013, va in heavy rotation su MTV e sta in giro per i palchi italiani per tre anni consecutivi. Chitarra acustica, voce e una manciata di canzoni sincere e dirette. Il Solito Dandy, progetto torinese synth-pop del biondo, sintetico e nostalgico Fabrizio Longobardi che porterà sul palco tutto il suo romanticismo da discoteca, la marcia eleganza e le luci abbaglianti del luna park. Ad Aprile 2017 esce per Vina Records “Bisturi”, il nuovo singolo prodotto da Fractae e masterizzato da Tommy Bianchi che anticipa l’album in uscita a novembre. Sempre da Biella arrivano gli Spaghetti Wrestlers, trio garage che promette di scaldare la serata a base di attitudine punk e lotta libera. Dietro a John Doe, Al Purun e Super Nacho si nascondono due membri della band post punk Invers e uno dei due soci fondatori di Vina Records. L’ep omonimo è in uscita a Novembre per VinaInTopless, la linea lo-fi del catalogo Vina Records. L’after show sarà invece affidato a due dj-set d’eccezione. La band torinese Dagomago, vincitrice di Arezzo Wave 2015, protagonista del CMJ a New York e del Montreux Jazz Festival in Svizzera nello stesso anno, sarà in consolle per una selezione che va dall'indie all'electro, dalla world music alle ritmiche tropicali al motto di “Girls & boyz, mettete ombrellini nei vostri drinks!”. Il compito di accompagnare il pubblico nel clubbing più sfrenato sarà invece affidato a Mattia Barro, musicista e produttore, cantante e fondatore della band indie L’Orso, membro del collettivo Ivreatronic con il nome “Splendore”.

Link FOTO Pattoni: http://www.vinarecords.com/files/pattoni_mgmt.jpg

Sabato 25/11/2011: Apollo Beat (It, Funk/Cinematic/Violent-crime-funk). Ingresso gratuito. Prima e a seguire Melody Maker(s): Dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca.

Gli Apollo Beat sono una band italiana (Sassari – Sardegna) nata nel 2012 con l’intento di riproporre il sound e le sonorità delle colonne sonore degli anni ’70, epoca in cui il fermento musicale e l’attività compositiva legati al settore cinematografico e radiotelevisivo raggiunsero il loro apice. Il filo conduttore della musica degli Apollo Beat è il groove, che lega brani tipici della blaxploitation americana a sonorizzazioni televisive cariche di funk poliziottesco all’italiana, fino a sconfinare nel sound unico che identificava le fumose atmosfere dei film hard dell’epoca. Ma il ruolo evocativo degli Apollo Beat non si limita alla mera esecuzione musicale: i cinque Apollo interpretano dei personaggi sul palco, con abiti ed atteggiamenti che riportano alla mente i clichè di una mitica filmografia oramai pressocché scomparsa. Dopo l’uscita del loro primo album “Stereofonie Moderne” nel Febbraio 2015, hanno partecipato ad importanti festival quali Abbabula 2015, che li ha visti condividere il palco con musicisti di fama internazionale come il griot maliano Baba Sissoko. Sempre nel 2015 vincono il prestigioso concorso Time Out del Festival Time in Jazz, ideato e diretto dal trombettista Paolo Fresu. L’attività live li ha visti protagonisti, assieme all’associazione Bulls and Buffaloes, della produzione e realizzazione di spettacoli originali di altissimo livello come Lunedìfilm, Apollo Garage e Città Violente: un intreccio senza precedenti fra musica, cinema e teatralità. Nel 2016 il progetto Apollo Beat si apre completamente al cinema con la progettazione di una Serie Web ambientata in una città di periferia del 1974: Apollo Beat – La Serie. I componenti della band, oltre a curare la colonna sonora, sono impegnati nella veste di attori e produttori dell’opera assieme al regista Michele Gagliani. La puntata pilota, online da maggio 2016, ha ricevuto il premio World Wide Webseries al sessentaduesimo Festival Internazionale del Cinema di Taormina: il prestigioso festival che quest’anno ha vantato la presenza, fra gli altri, di personaggi del calibro di Richard Gere, Susan Sarandon e Oliver Stone. La giuria, presieduta da Monica Guerritore ha espresso la seguente motivazione: «Per aver saputo mescolare con gusto e passione cinefila immagini e musica, omaggiando i film poliziotteschi anni Settanta, rievocati in una Sassari vintage dai colori saturi, raccontata attraverso un’azione frenetica che procede a ritmo rock».

Link FOTO Apollo Beat: https://www.facebook.com/ApolloBeat/photos/a.169717233148743.35213.158780240909109/1457354621051658/?type=1&theater

Domenica 26/11/2017: LYDIA LUNCH & CYPRESS GROVE – Under The Covers. Ingresso 10 euro.

Nuovo album e tour in Italia per il progetto desert blues di Lydia Lunch con Cypress Grove: Under The Covers è appunto una raccolta di brani pescati tra il classic rock e le chicche più nascoste dell'underground, reinterpretati dalla inconfondibile voce graffiante di Lydia e la chitarra fantasmagorica di Cypress Grove. Lo spirito di Lydia Lunch, la sacerdotessa della generazione No Wave, è ancora e sempre dannatamente libero ed indipendente, in questa occasione con Cypress Grove, chitarrista cresciuto nell’ambiente del gruppo cult della new wave statunitense Gun Club. La voce di Lydia raschia, il chitarrista – già al fianco di Jeffrey Lee Pierce, Nick cave e Mark Lanegan – pure, cercando sonorità sotterranee, torbide, da blues in acido, che tengono insieme Tom Petty («Breakdown») e l’Allman Brothers Band («Midnight rider»), Doors («The spy»), Elvis Costello e gli Steely Dan («Do it again», naturalmente irriconoscibile, eppure in qualche modo drammaticamente fedele a se stessa), ma anche un’autocover, quella di «“Won’t leave you alone», scritta dalla Lunch con James Johnston dei Gallon Drunk.

Link FOTO Lydia Lunch: https://www.facebook.com/LydiaLunch/photos/a.852067551514231.1073741825.852065911514395/1010759722311679/?type=3&theater

Martedì 28/11/2017: KID CONGO & THE PINK MONKEY BIRDS - Powers guitarist from The Gun Club, The Cramps, Nick Cave & The Bad Seeds. Ingresso 10 euro.

Kid Congo Powers è uno dei grandi outsiders della musica contemporanea. Nessuno ha attraversato la storia musicale, sopratutto degli anni ’80, suonando in alcuni dei gruppi più importanti del decennio, come questo rocker chicano e californiano. Prima i Gun club, poi i Cramps e di seguito i Bad seeds di Nick Cave, nomi leggendari, ma anche storie deraglianti, tragiche e maledette. Il percorso di Kid Congo fino ai nostri giorni è stato di fiera indipendenza, e di militanza pura e senza ripensamenti al rock’ n’roll più sporco, oscuro e travolgente. Figura di culto, conoscitore sopraffino della storia e della estetica della contro cultura artistica, è sempre una gioia vederlo sul palco, condiviso in questo caso con i Pink monkey birds con cui ha pubblicato l’ultimo album lo scorso anno La Araña es La Vida per la In The Red Records.

Link FOTO Kid Congo: http://bologna.carpediem.cd/data/afisha/o/62/2c/622cab88ab.jpg


Tutti gli eventi per blah blah

Altri locali vicino Torino (Torino), Piemonte