Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Bologna - London - Torino - Paris - Berlin - Amsterdam - Vienna - Glasgow - Manchester - Stockholm - Barcelona - Hamburg - Perugia

“Il canto dello stupido: nuovo percorso musicale per il dEli” Primo album da solista per l’artista italiano

È una sonorità particolare ed ipnotica quella de il dEli (al secolo Roberto Deliperi), giovane artista nato piemontese, ma stabilitosi a Londra un decennio fa. “Viaggio sulla terra (The Earth)”, traccia di apertura dell'esordio solista “Lo stupido che canta”, è in quest’ottica una partenza e un conseguente viaggio nella musica e nel mondo dell'artista. Mondo che, come si evince chiaramente dall'ascolto, è estremamente variegato e abbraccia diversi stili e ambiti musicali. Confrontarsi con diversi generi permette a il dEli di utilizzare una vasta gamma di strumenti e dimostrare così le abilità di musicista, oltre che di compositore. Brani che spaziano dal reggae di “London Sun” al ritmo latino ed esotico di “Una meta che non ho”, tanto per fare un esempio. Molto bella la dedica alla sorella attraverso la traccia “Stefania”: una donna matura che conserva però l’animo bambino che ogni donna (ed ogni persona) possiede. Parole delicate ed amorevoli, cantate quasi sottovoce, sussurrate per rivolgersi non solo all'ascoltatore di turno, ma anche alla protagonista stessa: “Stefania ha un po’ di problemi con il suo nome ed è proprio per quel motivo che le canto una canzone”. La frase che chiude il brano sancisce una volontà di canto pubblico ma, allo stesso tempo, una consapevolezza di rivolgersi alla sua Stefania, la quale saprà che quelle parole sono intimamente legate come un filo sottile tra lei e il suo interlocutore in musica. Degno di nota anche l'interludio (traccia 10) che, legandosi alla traccia successiva, accompagna l’ascoltatore verso la fine del viaggio. Una fine che in realtà sa più di chiusura di un cerchio, con il titolo “Viaggio dalla terra (The Earth Reprise)” che riprende da opposta prospettiva quello del brano di apertura. La chiusura del lavoro è affidata a “Una Sera”, bell'episodio cantato in live/acustico con influenze jazz e folk. Letizia Imperitura HYPERLINK "https://soundcloud.com/ildeli/sets/il-deli-lo-stupido-che-canta-full-album"https://soundcloud.com/ildeli/sets/il-deli-lo-stupido-che-canta-full-album HYPERLINK "https://www.facebook.com/lostupidochecanta/"https://www.facebook.com/lostupidochecanta/
Pubblicato il