Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Assago - Bologna - Paris - Torino - Berlin - Prague - Padova - Hamburg - Copenhagen - Utrecht - Warsaw - Vienna - Amsterdam

LA GRANDE FESTA DEL LISCIO DI FORLI

Aumentano le prenotazioni e le richieste di informazioni ANDREA MINGARDI E FRANCESCO BACCINI OSPITI BIG CHIUDONO IN GRANDE A FORLI' DOMENICA 5 SETTEMBRE LA GRANDE FESTA DEL LISCIO DI FORLI'IN OMAGGIO AI 50 ANNI DALLA SCOMPARSA DI SECONDO CASADEI, CI SARANNO UNA ROMAGNA MIA IN BLUES E UNA VERSIONE DA CHANSONNIER ALLA FRANCESE.
Tra gli ospiti il tenore Maurizio Tassani la proporra' in versione lirica, mentre altre versioni saranno quelle proposte da Anna Maria Allegretti, Michele Fenati e i Sunadur, Vittorio Bonetti con lo scrittore Cristiano Cavina. Con l'apertura in chiave bandistica della Banda di Cusercoli e Civitella e con la colonna sonora realizzata da due grandi orchestre di liscio all'esordio come Cosafolk e Orkestra Pazzesca coi migliori musicisti di Forli. 

"Ho prontissima una Romagna Mia in Blues straordinaria preparata per l'occasione " dichiara il grande Maestro Andrea Mingardi entusiasta di partecipare a questo evento celebrativo memorabile. Infatti "Il Maestro Secondo Casadei, lo Strauss di Romagna, " prosegue il cantautore bolognese "è stato parte integrante del patrimonio musicale italiano, uno dei piu’ noti all’estero, grazie alla sua Romagna Mia, un brano immortale famoso in tutto il mondo.  A cinquant’anni dalla sua scomparsa il suo ricordo rimane però vivo con tantissime orchestre, band e artisti che si rifanno alle sue sonorita’ oppure che rielaborano in chiave attuale i suoi brani piu’ storici". Alle dichiarazioni del grande musicista bolognese si aggiungono quelle del cantautore genovese Francesco Baccini che con Andrea Mingardi accompagnati dalla straordinaria Orkestra Pazzesca di Forli che  sta preparando per l'occasione una versione alla francese di Romagna Mia. Infatti dichiara Francesco Baccini: "Il maestro Secondo Casafei e’ patrimonio artistico nazionale, fa parte del DNA del nostro paese, della nostra tradizione . Il suo repertorio e’ conosciuto non solo in Italia ma nel mondo. Ad esempio In uno dei miei film preferiti , un film francese con Daniel Auteil e Vanessa Paradis “ La Ragazza sul Ponte” nella colonna sonora del film c’è straordinariamente a sottolineare alcuni momenti internsi proprio la nostra “ Romagna mia” .

"Sono tanti infatti gli artisti che ancora oggi e da oramai cinquant’ anni riarrangiano il suo repertorio: da Jovanotti ai Nomadi da Francesco Guccini e Gigi Proietti, das Amalia Gre’ con Fiorello, da Orietta Berti a Rosanna Fratello fino ad arrivare ai grandi Claudio Villa e Nilla Pizzi, tra i tanti. E tra questi anche io modestamente. Un segno indelebile dell’essere uno dei grandi maestri della musica italiana" prosegue nella sua dichiarazione il grande Andrea Mingardi, appena reduce dal successo del suo ultimo album in dialetto bolognese che ha visto tra gli ospiti l'attore Ivano Marescotti.

"È impossibile quindi dimenticare il nome di Secondo Casadei" conclude Francesco Baccini. "uno dei più importanti esponenti del patrimonio musicale italiano. Oggi il suo ricordo si rifà nuovamente vivo e vitale, attuale e rinnovato, tra tradizione e innovazione  e sono felice di far parte nel mio lungo tour estivo di successo che ha superato le 30 date del ricco programma di Cara Forlì – La Grande Festa del Liscio, una due giorni che si terra’ il 4 e 5 settembre in Piazza Saffi a Forli, in cui verrà dedicato un grande, lungo e commosso omaggio e un grande pensiero a questo unico, originale, inimitabile e straordinario grande maestro che ha saputo portare la musica Made in Romagna in tutto il mondo, insieme a tantissimi altri artisti".

Tra questi da segnalare il tenore lirico Maurizio Tassani che riproporra' Romagna Mia in questa chiave, il cantante Michele Fenati e l'Orchestra di Anna Maria Allegretti, vincitrice del primo contesst sui videoclip del liscio, il gruppo dei Sunadur, gia' Scaricatori di Portico e il grande duo formato dal cantautore Vittorio Bonetti e dall scrittore Cristiano Cavina, tutti a reintepretare in mille chiavi diverse la hit di Romagna Mia mentre le vincitrici del contest Il Liscio nella Rete, il duo al femminile delle Emisurela, riproporrano la storica evergreen Tramonto.

Il tutto sempre domenica 5 settembre aperto alle 16 e 30 da Via della Repubblica dalla Banda di Cusercoli e Civitella che con majorettes e st.-ciucaren riproporra' nel modo delle bande il repertorio di Secondo Casadei seguite dall'Orchestra di folklore romagnolo Cosafolk di Cosascuola Academy di Forli e dalla straordinaria band dell'Orkestra Pazzesca per una domenica 5 settembre indimenticabile per celebrare al meglio il grande Maestro Secondo Casadei in una chiave rinnovata.
L’Orkestra Pazzesca che fa il suo esordio come progetto proprio domenica 5 settembre a Cara Forli si presenta coi musicisti Giorgino Fabbri, basso – Vince Valllicelli, batteria e voce – Moreno Lombardi, chitarra e voce – Mirko Picchi, pianoforte – Chicco Montefiori, sax e con l’ Ospite Gabriele Graziani alla voce. Insieme a loro poi canteranno anche per l’occasione con brani dei Maestro Secondo Casadei Maurizio Tassani, Michele Fenati e il grande cantautore bolognese Andrea Mingardi che sara’ poi anche accompagnatodal fido pianista Maurizio Tirelli, e Francesco Baccini.
Intanto una curiosita’ storica: la batteria che i musicisti useranno il 5 settembre sara’ la batteria storica Gretsch di Nevis Bazzocchi, batterista storico di Secondo Casadei e zio di Vince Vallicelli che la mette a disposizione per l’occasione rimettendo in circolo una batteria storica che con la sua sola presenza gia’ racconta la storia di Secondo Casadei.
L’Orkestra Pazzesca poi in una chiave rinnovata nasce per omaggiare i 50 anni dalla morte di Secondo Casadei  e nell’anno della scomparsa del nipote
Raoul: il nome nasce dall’esigenza di  interpretare liberamente, ma con grandissimo rispetto questa grande tradizione.. Tra i brani scelti da proporre  di Secondo e Raoul Casadei ci saranno, tra gli altri: Non voglio perderti.  Adriana.  Dolce Maria. Il passatore, Dolore, Un bes in bicicletta poi la storica Sigla di Radio Capodistria Bella istriana e alcuni brani coi ballerini forlivesi di New Dance Club come Non c’è pace e La disperata. Insomma, una scaletta straordinaria da non perdere assolutamente.
Insomma, L’Orchestra Pazzesca è formata da musicisti di alto livello e nasce dal desiderio di suonare la musica di  Secondo e Raoul Casadei in modo originale e moderno, mantenendo le melodie e le armonie scritte dai maestri. I nuovi arrangiamenti sono creati in collettivo,  ben curati e innovativi in funzione della sensibilità e grande esperienza dei musicisti stessi.
Questa la formazione: Giorgio Fabbri  basso,  Vince Vallicelli batteria e voce, ha suonato con Secondo Casadei nel 1970, Moreno Lombardi, chitarra e voce, compositore e arrangiatore con alle spalle una valanga di concerti live rock, pop,folk,  soul,  Mirko Picchi pianoforte,  Chicco Montefiori sax,   è figlio d’arte di Germano. e Gabriele Graziani voce, in questo progetto non poteva essere altro che lui la voce,  voce sensuale, profonda, teatrale, che originalizza i brani romagnoli rendendoli unici e contemporanei.
Prima dell’Orkestra Pazzesca tocchera’ poi a Cosafolk, un’orchestra di allievi e docenti di Cosascuola Academy di Forli, che andra’ alla ri-scoperta del folklore romagnolo con una grande formazione che prevede: Matilde Montanari alla voce, Raffaele Calboli alla batteria, Ezio Tozzi allachitarra, Nicolas Biondini al basso, Maurizio Vallicelli al clarinetto esax, Omar Brui alle tastiere, Roberto Gori alla fisarmonica e Giordano Giannarelli alla fisarmonica.  Nata sull’onda della Notte del Liscio insieme al MEI e alla Regione Emilia Romagna, grazie al coordinamento, ha realizzato numerosi progetti anche di rilievo internazionale. Il repertoriodell’esibizione prevede brani di Secondo Casadei e Raoul Casadei, ma insiemea loro anche di tutti quelle orchestre e quegli artisti che hanno attinto apiene mani dal “Liscio alla Secondo Casadei come il Folklore di Romagna diArte Tamburini, che viene ricordata ogni anno con un Premio Arte Tamburiniche premia la miglior cantante di liscio dell’anno, e le  tantissime altrestoriche orchestre che hanno fatto la storia del liscio in Romagna e cherappresentano dei veri e propri “data-base della memoria” e dunque, proprioper questa ragione, Cosafolk dimostera’ con l’esempio di Cosafolk Orchestrae che esiste un’arte dell’interpretazione di questi brani “standard”,trasmessa “oralmente” dalla pratica esecutiva, ed esiste anche un’esperienza che vale la pena di essere conosciuta e trasmessa alle nuove generazioni.


Per informazioni e prenotazioni dal 2 agosto: Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Forlì c/o Galleria del Municipio di Forlì – Lunedì e venerdì dalle ore 8 e 30 alle ore 12 – Solo informazioni: 0543.712627

Per informazioni e prenotazioni solo via mail dal 2 agosto: email caraforli@gmail.com indicando la data o le date che si intendono prenotare, nome , cognome, telefono, mail, numero di persone da prenotare e se congiunti.

Altre informazioni

Dal 05/09/21 al 06/09/21

Contatti

Tutti gli eventi per la grande festa del liscio di forli

Nessun evento presente