Scopri i concerti in italia e in europa

GEZZIAMOCI

GEZZIAMOCI•Auditorium Comunale•Piazza del Sedile•Matera•INFO: 0971/274704•http://www.onyxjazzclub.it/

Sabato 1 Aprile e domenica 2 Aprile
in collaborazione con Norwegian Ministry of Foreign affairs – Norsk Jazzforum
Sabato 1 aprile, Casa Cava, Matera
Ore 20:30, biglietto unico per i concerti di 1-2 Aprile 10 euro
MOSKUS TRIO
Anja Lauvdal, pianoforte
Fredrik Luhr Dietrichson, contrabbasso
Hans Hulbækmo, batteria
Il trio Moskus, dopo la doppia candidatura allo Spellemannspris (Grammy norvegese) nel 2012 con l’album di debutto “Salmesykkel”, è stato nuovamente candidato all’inizio di questo 2017 con “Ulv Ulv“. Il trio entusiasma e cattura l’interesse dell’ascoltatore accompagnandolo in un autentico viaggio nella musica e nella natura incontaminata. Grazie a composizioni improvvisate dense d’inventiva e alla forte presenza scenica, durante i concerti il pubblico e i membri stessi del trio godono di un’esperienza unica. Un piano trio che dopo aver riscosso un notevole successo di critica con l’album “Salmesykkel”, “si candida a diventare la nuova giovane band di culto norvegese” secondo l’inglese John Fordham sul Guardian.
Moskus combina una forte personalità espressiva e una grande maturità e le affianca all’energia e all’indipendenza tipiche della gioventù. Una band molto dinamica, che senza alcuno sforzo alterna giocosità disinibita e serietà introspettiva. Il recente “Ulv Ulv“ segna un ulteriore e importante passo avanti, verso l’astrazione e verso una maggiore contemporaneità. I tre componenti, come sempre, contribuiscono in modo del tutto paritetico all’evolvere generoso e accattivante della loro musica, creando paesaggi sonori di rara bellezza.
Al concerto seguirà una jam session con i musicisti lucani

Domenica 2 aprile, Casa Cava, Matera
Ore 20.30, biglietto unico per i concerti di 1-2 Aprile 10 euro
HILDE MARIE HOLSEN
Hilde Marie Holsen  tromba e elettronica
Paesaggi sonori improvvisati ed elaborazioni in tempo reale di ottoni sono il cuore dell’esplorazione di Hilde Marie Holsen: interazione tra il suono soffiato della sua tromba e l’elettronica. Una musica molto contemplativa e intrisa di malinconia, in cui trovano spazio noise, grande dinamica e intensa drammaturgia.  Hilde Marie Holsen è originaria di Jølster, Norvegia occidentale, ma risiede a Oslo, dove ha conseguito un master in tecnologia musicale presso la Norwegian Academy of Music di Oslo dopo essersi laureata in tromba jazz presso l’Università di Agder (Kristiansand).
Insieme a lei, Luca Vitali presenterà il libro “Il suono del Nord. La Norvegia protagonista della scena jazz Europea“.
Ad animare le pareti della Casa Cava sarà il graphic design del prestigioso Studio Yokoland di Oslo che ha caratterizzato fin dalle origini l’immagine l’etichetta norvegese Hubro. Un’esposizione che arriva per la prima volta in Italia e vedrà esposte alcune delle produzioni più significative dell’etichetta.
“La Scandinavia rimane, assieme all’Italia, non solo il luogo dove si produce (e si consuma) più jazz, ma il luogo dove questo raccoglie il suo significato  originale di musica dinamica che si sposta attraverso i crocevia del pianeta. Per questo il prezioso testo di Luca Vitali sul jazz norvegese è non solo importante, ma diviene lente d’ingrandimento della nuova realtà jazzistica europea. Perché racconta quanto un relativamente piccolo mondo come la Norvegia possa nutrirsi  con i nuovi linguaggi solo se è in grado di relazionarsi con il mondo più ampio” (Paolo Fresu – Prefazione)

Giornata internazionale del Jazz
Domenica 30 Aprile, Casa Cava, Matera
Ore 20:30 – Ingresso euro 10
PAOLO SCHIANCHI
From 6 to 49 strings
L’incredibile viaggio nel mondo della chitarra che ha emozionato le platee del Nord America: un concerto completamente fuori dal comune, con strumenti unici al mondo e l’acclamato talento multiforme del chitarrista e compositore Paolo Schianchi.
«Paolo è uno dei più talentuosi, competenti, creativi musicisti che io abbia mai incontrato. Chiunque abbia avuto il privilegio di ascoltare uno dei suoi concerti sa bene che artista incredibile sia Paolo.» Giulio Carmassi (Pat Metheny Unity Group). Paolo Schianchi è un musicista e performer fuori dall’ordinario, in grado di padroneggiare tutte le principali varietà della chitarra, dal liuto rinascimentale a strumenti futuristici di sua creazione. Tra questi una chitarra a 49 corde del liutaio cremonese – di origini argentine – Carlos Roberto Michelutti, e Octopus® , uno strumento elettro-acustico inventato dallo stesso Paolo Schianchi e brevettato, con il quale è possibile suonare dal vivo diverse chitarre contemporaneamente utilizzando mani e piedi insieme, senza l’aiuto di suoni pre-registrati. Paolo è un chitarrista, compositore, cantante, arrangiatore, ricercatore e inventore. Con quattro Lauree in Musica e Comunicazione, è stato il primo Artist in Residence nella storia della Saint Francis University in Pennsylvania, USA (fondata nel 1847). È stato inoltre il primo artista solista ad esibirsi in concerto sulla chitarra presso il Carnegie Museum of Art (PA, USA). Grazie ad un appassionato lavoro di ricerca, Paolo Schianchi ha recuperato, restaurato e trascritto per chitarra, dopo più di quattro secoli di oblio, alcuni manoscritti inediti del compositore rinascimentale Santino Garsi da Parma; opere che la musicologia – per avverse vicende – aveva lasciato cadere nell’oblio, ma che nel Rinascimento erano tra le più popolari ed eseguite.

Gezziamoci, il Jazz Festival di Basilicata
30esima edizione
A cura dell’Onyx Jazz Club_Basilicata

Onyx Jazz Club  – Via Cavalieri di V. Veneto, 20_Matera

3314711589 – 3240561747
info@onyxjazzclub.it
www.onyxjazzclub.it
FB Onyx Jazz Club
TWITTER @onyxjazz
INSTAGRAM onyxjazzclub

Altre informazioni

Dal 01/04/17 al 30/04/17

Contatti

Social

Tutti gli eventi per gezziamoci

Nessun evento presente