Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Bologna - Firenze - London - Padova - Torino - Berlin - Bristol - Hamburg - Sesto San Giovanni - Brussels - Barcelona - Ferrara - Vienna

EMILIA ROMAGNA FESTIVAL

ERF WINTER 2021/ 2022

Ormai più di vent’anni fa nasceva, in estate, un desiderio e una visione: la musica da allora ha dato linfa e orizzonti a un festival che ha messo radici nel nostro territorio e in esso si è nutrito, un momento di incontro che ancora oggi rinasce e fiorisce nei mesi estivi. Emilia Romagna Festival germogliava negli spazi aperti dei nostri paesaggi e nei luoghi della storia locale, nelle architetture storiche, nelle arene estive, dove musicisti e talenti di caratura mondiale continuano a tornare e dove spettatori affezionati ritrovano la musica, e si ritrovano. Un festival così fecondo non poteva che estendere queste radici nella stagione invernale, mantenendo viva la stessa energia della programmazione estiva e lo stesso orizzonte musicale, intercettando le tournée degli artisti più grandi e dando il palcoscenico agli ensemble locali in un dialogo con i conservatori, con le scuole di musica, con i luoghi di cultura che tornano oggi alla loro piena attività. Nel resistere alla pandemia ERF ha tutelato gli artisti e il proprio pubblico, e completa oggi questo percorso ampliando il proprio palcoscenico invernale, che arriva ormai a quattro città della regione: i teatri di Faenza, Castel San Pietro e Imola, casa natale di ERF, ospitano programmazioni locali che si intrecciano e rispecchiano a partire da novembre, e quest’anno si apre un nuovo sipario, il Teatro Fabbri di Forlì, quarta città della nostra geografia musicale. A Forlì, il primo concerto autunnale: il grande Wayne Marshall, organista, direttore d'orchestra e pianista inglese incontra la Filarmonica Arturo Toscanini, in un evento all’altezza di un battesimo eccezionale per questa nuova collaborazione di ERF. Non è solo una celebrazione della musica, a guidarci quest’anno: non possiamo dimenticare quanto abbiamo perso del nostro vivere collettivo, e quanto dobbiamo e vogliamo recuperare e rivivere. Il centro di questa stagione sono le persone, gli artisti, quelli che vogliamo ricordare e quelli che vogliamo festeggiare: ci riappropriamo, insieme, di compleanni, di centenari, di saluti ai Maestri perduti, ci ritroviamo intorno alle canzoni che tutti conosciamo, ci facciamo raccontare, ancora una volta, le storie di sempre. E così a Forlì Peppe Servillo interpreta Dalla e Elio canta Jannacci, a Faenza ricordiamo Ennio Morricone e a Imola Krzysztof Penderecki, e nell’arco dei mesi festeggiamo artisti immensi, come con l’omaggio a Mina a Imola, o i trent’anni di carriera di Noa in primavera. Bach, Mozart, il Barocco, non mancano i grandi Maestri e i grandi interpreti della musica classica, e incursioni nel jazz e oltre i generi tradizionali. Ma oltre al piacere della musica, quest’anno vogliamo curare anche il piacere dello stare insieme: la domenica mattina al Museo delle Ceramiche di Faenza troviamo concerti da camera e solisti, e nel Ridotto del Teatro Ebe Stignani di Imola guardiamo preziosi video di Opere storiche. Quest’anno è nuovo e diverso il desiderio, e di lunga prospettiva la visione, guardando a un futuro rinnovato, a un nuovo pubblico, a una musica che dai grandi Teatri europei arriva fino alle nostre città, fino alle più lontane, fino alle più piccole, il più lontano possibile, fino a dove sapranno arrivare le nostre note.

 

 

 

 

 

Massimo Mercelli

 

 

Altre informazioni

Dal 06/12/21 al 07/05/22

Contatti

Social

Tutti gli eventi per emilia romagna festival

Nessun evento presente