Litfiba

Litfiba è presentato da:

F&P Group

F&P Group VIA DEI SORMANI 3 - 02/4805731 - Milano info@fepgroup.it www.fepgroup.it www.facebook.com/fepgroup.concerti


LITFIBA

A grande richiesta si aggiungono nuove date in tutta Italia di “TRILOGIA 1983-1989”, l'evento live con cui i LITFIBA faranno rivivere sul palco il repertorio di quegli anni e il sound della “Trilogia del potere”, dischi che hanno consacrato la band come una delle più influenti del panorama rock italiano ed europeo. www.litfiba.net - www.Facebook.com/litfibaufficiale

Tutti gli eventi di Litfiba in concerto

    Nessun evento trovato in archivio







Testi in archivio:

  • 14/12/2005 13:23 - LITFIBA Elettromacumba EMI Dopo il divorzio tra Pelù e Renzulli, il ...

    LITFIBA Elettromacumba EMI Dopo il divorzio tra Pelù e Renzulli, il marchio Litfiba è rimasto saldamente in mano a quest'ultimo. La band ha ovviamente cambiato connotati e Ghigo ha dovuto cercarsi un'altra voce che potesse essere almeno all'altezza di quella precedente, senza ombra di dubbio una delle più belle e interessanti della scena rock italiana. Quando una band affronta problemi del genere l'attesa per i nuovi indirizzi diventa quasi spasmodica e le difficoltà non mancano. I fan si aspettano sempre qualcosa di più, e nella migliore delle ipotesi si dividono in fazioni: ci sono quelli che amano il passato e se ne sentono orfani, e quelli, sicuramente minoritari, che guardano con benevolenza verso la nuova stagione. Sta di fatto che non vorremmo essere nei panni di Gianluca Cavallo, il nuovo chitarrista e cantante dei Litfiba di Renzulli. Proprio sulla sua voce e sul suo ruolo si puntano fatalmente gli occhi e gli orecchi di tutti, pronti a cogliere differenze ed eventuali défaillance. Il nuovo album dei nuovi Litfiba (perché di altro gruppo si tratta) s'intitola "Elettromacumba". La linea della band resta saldamente nelle mani di Ghigo, gli altri sono: Cavallo alla chitarra e al canto, Gianluca Venier al basso e Ugo Nativi alla batteria. Le chitarre hanno classica cadenza Litfiba, il rock ha colori mediterranei e viraggio psichedelico, ma l'insieme manca di quel fascino che i Litfiba di Pelù e Renzulli avevano saputo inventare anche negli ultimi album, "Infinito" compreso. Gianluigi Cavallo fà la sua parte, con grande onestà, Renzulli costruisce le canzoni su qualche riff vincente, ma "Elettromacumba" nell'insieme vola senza librarsi. La tetralogia dei vecchi Litfiba era altra cosa. L'assenza di Pelù si avverte e non poco, anche se l'atmosfera elettrica e l'urgenza dei nuovi pezzi sottolineano una vena che Renzulli oggi ha voglia di esibire e di far crescere in piena autonomia. Dare giudizi definitivi sui Litfiba del dopo Litfiba e forse un po' prematuro, Renzulli è certo un rocker di razza, e dunque c'è da considerare ''Elettromacumba'' come il punto di partenza verso altre avventure. Intanto s'aspetta Piero al varco.

  • 14/12/2005 13:23 - LITFIBA "Infinito" Dopo la Tetralogia degli Elementi ed il gioco favorito di ...

    LITFIBA "Infinito" Dopo la Tetralogia degli Elementi ed il gioco favorito di "Spirito", l'album che fa da punto di non ritorno nel cammino di Litfiba, Piero Pelù e Ghigo Renzulli hanno cambiato ancora una volta rotta. "Infinito" è un album di canzoni che scorre sotto pelle: intimista, intrigante. Il rock tellurico di un tempo sembra aver esaurito la sua carica, e la musica oggi ha un carattere più aereo. Le canzoni sono come sospese, quasi galleggiassero nell'aria solida di un'ispirazione nuova. Sono tracce anche un po' sperimentali, per quel che riguarda approccio, contenuti, musica e trattamento vocale. Se "Spirito" rappresenta il culmine di un'espressività maturata nell'urgenza del cambiamento, e "Mondi Sommersi" resta un punto di passaggio, di transizione, "Infinito" è l'estrema propaggine di un disegno destinato ancora una volta a modificare la prospettiva di Litfiba, il gruppo rock italiano per antonomasia. "Il Mio Corpo Che Cambia" è il singolo manifesto di quest'album, "Incantesimo" ne è la logica conseguenza finale. Il viaggio inizia e si conclude con l'idea del mutamento e del tempo che attraversa l'esistenza. L'eco psichedelico è marcato, ma c'è "Mascherina" che affronta con inusitata ironia l'altra faccia di una tipologia umana. "Nuovi Rampanti" rispolvera antichi punti di vista, "Sexy Dream" cede ad un'insinuante naturalità. "Prendi In Mano I Tuoi Anni" e "Vivere Il Mio Tempo" affrontano il concetto di tempo da un'ottica rockista. "Incantesimo" si abbandona con sottile eleganza al vagheggiamento psichedelico. Qualcosa d'agrodolce che oggi sembra esemplificare al meglio l'ultima avventura di Litfiba.

  • 14/12/2005 13:23 - LITFIBA Insidia Litfiba suona. Al ritmo di una musica moderna, ma ...

    LITFIBA Insidia Litfiba suona. Al ritmo di una musica moderna, ma sulle tracce di un passato radicato nel dna del gruppo, arriva Insidia. Il nuovo album del gruppo fiorentino è rock, senza mezzi termini. «Alla base di Insidia», dice Ghigo Renzulli «c'è una sola idea, come i concept album di trent'anni fa. Musicalmente è il nostro disco più elettronico in assoluto, ma abbiamo utilizzato la tecnologia a nostro uso e consumo». Il secondo capitolo del dopo-Pelù contiene dieci canzoni e una traccia fantasma, un calembour tecno molto divertente. Al fianco di Renzulli, Gianluigi Cavallo, Gianluca Venier e Gianmarco Colzi sono più credibili e affiatati. «Liffiba è sempre stato sentito come un duo», prosegue Renzulli. «Oggi finalmente siamo un gruppo sul serio. E nel disco abbiamo voluto affrontare tematiche sociali, ma anche brani che parlano, fra virgolette, di amore. Ci sembra giusto riflettere su quello che passa per la testa di un condannato a morte pochi minuti prima di essere giustiziato o raccontare le violenze del branco. Però rni intriga anche descrivere un sentimento che ci condiziona moltissimo». C'è molta grinta nelle parole e nei solchi di Insidia. L'elettronica di La stanza dell'oro è seppellita da un oceano di chitarre, di wah wah che rimandano a Hendrix, all'era psichedelica. Sarà la voglia di mostrare di essere ancora e sempre i Litfiba, sarà la linfa dei nuovi venuti... «La verità», spiega Cabo Cavallo «è che abbiamo evitato i compromessi, cercando di rendere al massimo. E se essere al massimo significa esporsi, noi ci esponiamo e saliamo sulle barricate. ci sentiamo ancora "contro". Per noi rock significa combustione e movimento: azzera l'età». E cita Ruggine che in un verso, "1a ruggine non dorme mai", rimanda a un Neil Young epifanico e d'annata: «Non vogliamo subire il tempo che sfugge, come fosse acqua che ci scorre tra le mani. Siamo qualcosa di unico, una banda rock». Renzulli annuisce. I suoi prossimi 48 anni sono dimezzati dall'entusiasmo. «Mi sento come nei prirni anni d'oro, stessa voglia di suonare, di esserci e di divertirmi. C'è un'atmosfera magica nel gruppo. Non riesco a capire certi miei coetanei famosi come U2 e Rem che sono stanchi. Io no, sono pronto a tornare sulla strada». Il caso Pelù è definitivamente alle spalle. «Oggi io e Piero siamo lontani», dice Renzulli. «Ci sentiamo, certo, ma le nostre direzíoni artistiche sono proprio diverse. Però, chi può dire che cosa accadrà domani?». Intanto, il presente odora di chitarre e ritmiche serrate e c'è un tour che bussa alle porte. «I Liffiba amano la contaminazione, la nostra è una sfida continua», sentenzia Cavallo. «Stiamo provando il nuovo spettacolo», conferma Ghigo Renzulli. «Quello che ci interessa è trovare la giusta miscela, è solo una questione di equilibri: questi Litfiba cominciano proprio ad assomigliarmi».

  • 14/12/2005 13:23 - El Diablo tributo ai Litfiba Gli El Diablo nascono ufficialmente nell'ottobre ...

    El Diablo tributo ai Litfiba Gli El Diablo nascono ufficialmente nell'ottobre '97, dall'idea di 5 musicisti la cui comune passione era, ed è tutt'ora il sound inconfondibile dei Litfiba. Dopo mesi passati in sala prove a smussare e a raffinare i vari brani scelti per il tributo a Pelù e compagni, gli El Diablo tengono una numerosa serie di concerti in famosi locali del nord-italia: è d'obbligo ricordare il Rolling Stone (MI), il Fillmore (PC), il Fuori Orario (RE) il Land On Freedom (VA), e molti altri ancora. La caratteristica degli El Diablo è da ricercare in primo luogo in Fabrizio Squara il front-man della band, che è una perfetta controfigura (vocale) di Piero Pelù. Gli altri musicisti, dotati tutti di grande estro e di buona tecnica, hanno lavorato assiduamente sul suono dei loro strumenti rendendolo uniforme a quello dei Litfiba. Tutto questo ha permesso un notevole successo di pubblico e un'ottima resa live, non legata unicamente ai suoni campionati (l'uso dei quali è ormai alla portata di tutti). Un servizio sugli El Diablo è stato pubblicato su "Tuttomusica" del mese di Maggio '99, rivista di notevole successo nazionale. Dell'esistenza di questa tribute-band sono a conoscenza sia Piero Pelù che Ghigo Renzulli conosciuti a Casale Monferrato (AL) in occasione del concerto di apertura dell'ultimo tour "Infinito".

  • 14/12/2005 13:23 - EL DIABLO Tributo Litfiba Gli "El Diablo" nascono ufficialmente nell'ottobre '97, ...

    EL DIABLO Tributo Litfiba Gli "El Diablo" nascono ufficialmente nell'ottobre '97, dall'idea di 5 musicisti la cui comune passione era, ed è tutt'ora il sound inconfondibile dei Litfiba. La loro caratteristica è da ricercare in primo luogo in Fabrizio Squara il front-man della band, che è una perfetta controfigura (vocale) di Piero Pelù. Gli altri musicisti, dotati tutti di grande estro e di buona tecnica, hanno lavorato assiduamente sul suono dei loro strumenti rendendolo uniforme a quello dei Litfiba. Tutto questo ha permesso un notevole successo di pubblico e un'ottima resa live, non legata unicamente ai suoni campionati (l'uso dei quali è ormai alla portata di tutti). Un servizio sugli "El Diablo" è stato pubblicato su "Tuttomusica" del mese di maggio '99, rivista di notevole successo nazionale. Dell'esistenza di questa tribute-band sono a conoscenza sia Piero Pelù che Ghigo Renzulli conosciuti a Casale Monferrato (AL) in occasione del concerto di apertura dell'ultimo tour "Infinito"

  • 14/12/2005 13:23 - LITFIBA I Litfiba nascono nel 1980 a Firenze. Nel '85 esce ...

    LITFIBA I Litfiba nascono nel 1980 a Firenze. Nel '85 esce "Desaparecido" (con Piero Pelù - voce, Ghigo Renzulli - chitarre, Ringo De Palma - batteria, Gianni Maroccolo - basso, Antonio Aiazzi - tastiere), primo atto della Trilogia del Potere con "17 Re" ('86) e "Litfiba 3" ('88), grazie a cui il gruppo si palesa come la realtà più interessante del panorama italiano. L'album "Pirata" ('89) li consacra definitivamente. L'innesto di Daniele Trambusti, Roberto Terzani, Federico Poggi Pollini e Candelo contribuisce all'arricchimento del nuovo sound dei Litfiba, ispirato al latinismo del rock. Su queste basi, Pelù e Renzulli sbancano le classifiche con "El Diablo" ('90). Altro album fondamentale: "Spirito", con la collaborazione di Rick Parashar, (vedi i Pearl Jam di "Ten"), album che inaugura una nuova stagione che si concretizza con la pubblicazione di "Lacio Drom" ('95). "Mondi sommersi" ('97) vende più di 600 mila copie, e viene seguito nel '98 dal nuovo album di studio, "Infinito", e da voci sempre più insistenti che parlano di divorzio tra Pelù e Renzulli. Al termine del tour Pelù abbandona per davvero, e Renzulli torna in sala con un nuovo cantante, Gianluigi Cavallo, al quale si accodano Gianluca Venier e Ugo Nativi. Il risultato è in un nuovo album, "Elettromacumba", che esce nel 2000, seguito da "Insidia", uscito a fine 2001.

  • 14/12/2005 13:23 - LITFIBA - I Litfiba nascono nel 1980 a Firenze. Nel ...

    LITFIBA - I Litfiba nascono nel 1980 a Firenze. Nel '85 esce "Desaparecido" (con Piero Pelù - voce, Ghigo Renzulli - chitarre, Ringo De Palma - batteria, Gianni Maroccolo - basso, Antonio Aiazzi - tastiere), primo atto della Trilogia del Potere con "17 Re" ('86) e "Litfiba 3" ('88), grazie a cui il gruppo si palesa come la realtà più interessante del panorama italiano. L'album "Pirata" ('89) li consacra definitivamente. L'innesto di Daniele Trambusti, Roberto Terzani, Federico Poggi Pollini e Candelo contribuisce all'arricchimento del nuovo sound dei Litfiba, ispirato al latinismo del rock. Su queste basi, Pelù e Renzulli sbancano le classifiche con "El Diablo" ('90). Altro album fondamentale: "Spirito", con la collaborazione di Rick Parashar, (vedi i Pearl Jam di "Ten"), album che inaugura una nuova stagione che si concretizza con la pubblicazione di "Lacio Drom" ('95). "Mondi sommersi" ('97) vende più di 600 mila copie, e viene seguito nel '98 dal nuovo album di studio, "Infinito", e da voci sempre più insistenti che parlano di divorzio tra Pelù e Renzulli. Al termine del tour Pelù abbandona per davvero, e Renzulli torna in sala con un nuovo cantante, Gianluigi Cavallo, al quale si accodano Gianluca Venier e Ugo Nativi. Il risultato è in un nuovo album, "Elettromacumba", che esce nel 2000, seguito da "Insidia", uscito a fine 2001. - SUONANO: 17 Settembre Fiano Romano (RM), Piazza 20 Settembre Anomalia Club Prato (PO), Piazza - Info: COLOR SOUND srl VIA BRIOSCHI 33 - Milano - Tel. 02/8330121 338/9324877 - www.colorsound.com