Ska-p

Ska-p è presentato da:

HUB MUSIC FACTORY

HUB MUSIC FACTORY Via Cevedale, 7/B Milano INFO: 02/58118803 334/6697362 info@hubmusicfactory.com www.hubmusicfactory.com www.witter.com/hubmusicfactory www.facebook.com/hubmusicfactory/hubmusicfactory


SKA-P

Dopo un fortunatissimo tour italiano la scorsa estate tornano a farci ballare con la loro inesauribile energia gli Ska-P. Il gruppo madrileno si forma nel 1994 e immediatamente pubblica il suo primo lavoro. Gli Ska-P sono tutti figli della classe operaia provenienti da uno dei quartieri più combattivi di Madrid e la loro esperienza si riflette in toto nei testi. Questi gli argomenti trattati: diritti umani, antifascismo, legalizzazione della marijuana, anticlericalismo, abolizione della corrida, vivisezione, causa del popolo palestinese. Nel 2005, gli SKA-P annunciano il loro ritiro dalle scene con un indimenticabile concerto a Rock In Idro. Dopo tre anni da quell'evento è la volta della pubblicazione di “LAGRIMAS Y GOZOS” dove gli Ska-P tornano a dare fastidio al “sistema”, ai potenti, a chi maltratta e uccide in nome del profitto, non tradendo la loro prima “vita artistica” e ripartendo da lì: oltre due anni in cui il gruppo di Pulpul e Joxemi ha suonato in tutto il mondo innalzando la bandiera della difesa dei “deboli” e per un mondo nuovo. Discografia:”Ska-P” (1994) “El Vals Del Obrero” (1996), “Eurosis” (1998), “Planeta Eskoria” (2000), “Que Corra La Voz” (2002), il live “Incontrolable” (2004), “Lagrimas Y Gozos” (2008). La primavera del 2013 segna l'uscita del nuovo album di inediti degli Ska-P, a quasi cinque anni dal loro ultimo lavoro in studio. Il nuovo album, dal titolo “99%”, vede anche questa volta la produzione di Tony Lopez che ha dato vita ad un suono spettacolare. Da questo disco sono stati estratti i singoli “Se Acabó” e “Canto a la Rebelión”. Gli Ska P, in definitiva, sono una delle band di maggior successo al mondo. I loro tour dal Sud America all'Europa sono stati seguiti da centinaia di migliaia di appassionati, la loro forza sul palco non ha eguali, l'aggressività del punk, unita alle melodie dello ska, sono un biglietto da visita che ha fatto breccia ovunque. Maggiori informazioni sulla band disponibili su: www.ska-p.com

Tutti gli eventi di Ska-p in concerto

    Nessun evento trovato in archivio







Testi in archivio:

  • 14/12/2005 13:23 - SKA-P "Coscienza Sociale, Musica Da Resistenza" - Politicamente anarchici, musicalmente ...

    SKA-P "Coscienza Sociale, Musica Da Resistenza" - Politicamente anarchici, musicalmente esplosivi. I membri di questa giovane band SKA-P (un gioco di parole tra ska e evasione) non si impongono su di voi ma vi seducono... e finora hanno sedotto migliaia di persone in Spagna, Francia, Messico, Venezuela, Svizzera e Italia. Negli ultimi quattro anni la loro reputazione si è propagata come un fuoco indomabile. Il loro strabiliante successo non li ha però portati a rinnegare i loro principi. Questa band di Vallecas (un quartiere operaio di Madrid, famoso per la resistenza attuata sotto la dittatura franchista) ha sempre rifiutato di essere convogliato nelle promozioni-tipo delle formule radio o televisive. Hanno rinunciato a tante possibilità di apparire in TV ma si son sempre messi a disposizione di tutte le interviste che venivano loro richieste. Ecco che cosa ha da dire a questo riguardo Pulpul, cantante e portavoce della band: "Non possiamo lasciarci sfuggire nessuna occasione per divulgare messaggi riguardanti la violenza e il sessismo, l'ipocrisia della chiesa e la situazione socio-politica della Spagna". La loro franchezza e integrità non sono riuscite ad evitare la censura. La televisione ha tagliato le loro interviste con l'intenzione evidente di eliminare qualsiasi riferimento politico e vendendo semplicemente solo la musica da festa degli SKA-P. Questa é davvero una battaglia persa perché in ogni loro singolo concerto il pubblico risponde con vigore ai loro messaggi. E' testimone di ciò il fatto che a Madrid nella loro ultima esibizione più di 9000 persone hanno urlato. "Pinochet: figlio di puttana" all'inizio della loro canzone "Juan Sin Tierra" (una canzone che parla della vita di Victor Java). La folla ha poi etichettato come fascista José Maria Aznar, Presidente del Governo spagnolo. La reazione del pubblico è la stessa ovunque la band suoni: durante il loro unico concerto in Svizzera, la folla ha cantato in coro "Cannabis" dimostrando di conoscerne a memoria tutte le parole del testo. Questa canzone è uno dei loro pezzi più popolari e vi si chiede la legalizzazione della marijuana. Un altro esempio è "El Vals Del Obrero" che potrebbe essere tradotto come "Il Walzer Della Classe Operaia" e che si è rivelato un vero e proprio inno sull'orgoglio di appartenere al proletariato. La verità è che il loro messaggio è filtrato attraverso le frontiere in modo tale che la loro canzone "Cannabis" ha raggiunto la posizione numero 1 nelle classifiche colombiane. La Francia è il paese che finora ha dimostrato di essere meno immune agli SKA-P: lo scorso Aprile la sala Cigale di Parigi è stato teatro del loro enorme successo e il sud della Francia, che ha giocato il ruolo di loro trampolino di lancio per il successo della band in questo paese, ha riservato loro più che un caldo benvenuto (2500 persone a Mourenx e date esaurite nella regione franco-basca per citare solo qualche esempio). Tutti i festival li richiedevano: il Printemps Festival di Bourges, il Festival de la Jeunesse, il Festival des Escales, il Festival du Bout du Mond... Ma non sono grandi solo in Francia: in Italia lo scorso 7 Luglio hanno diviso il palco con la band rap americana Jungle Brothers rubando la scena di fronte a più di 10000 persone. Tutto questo tenendo a mente che in quel periodo i loro manager Angel Romero and Concha (della Mic Mic Management) si sono rifiutati di aumentare le loro apparizione live per la paura di saturazione. Pulpul (Robert Ganan) non vuole trovare delle motivazioni al successo della band: "perché quello che conta per noi è trovarci all'unisono con il pubblico quando suoniamo e esprimere quello che sentiamo con sincerità. Vogliamo soprattutto che il pubblico avverta l'ottimismo positivo nella nostra musica e non diremo mai abbastanza che veniamo dal proletariato e di ciò siamo orgogliosi, la nostra musica e i nostri testi hanno origine nella classe operaia". I detrattori degli SKA-P avevano predetto che gli SKA-P avrebbero cessato di essere così controversi nelle loro dichiarazioni dopo la firma per una etichetta multinazionale. Ma Pipi, back vocalist della band e creatore delle "trasformazioni satiriche" sul palco, ci dice che "non c'é motivo per cui la band debba giustificarsi. Nel fare quel che facciamo, il nostro messaggio é recapitato dall'altra parte dell'Atlantico, attraverso i Pirenei fino in Francia e in Italia e vediamo gente che solleva i pugni come simbolo di resistenza a un'infinità di cose ed é questo che alla fine conta. Il primo passo verso la resistenza é essere coscienti della propria realtà". Comunque il successo della band ha portato qualcuno a dubitare della loro sincerità accusandoli di badare alle gratificazioni economiche ottenute con canzoni politiche. Joxemi, chitarrista della band, ha recentemente detto a un giornalista spagnolo: "Dobbiamo smettere di suonare perche stiamo andando bene? Oppure dobbiamo iniziare a scrivere canzoni d'amore affinché questi dubbi scompaiano? In fondo quello che questa gente dice é che noi siamo interessati solo ai soldi. Non abbiamo niente da dimostrare a nessuno e perciò facciamo quello che vogliamo in sintonia con le nostre idee politiche piaccia o no alla gente e sia questa di destra o di sinistra". Joxemi, originario di Navarra, é ben pronto a rispondere. Lavora come postino e si alza ancora alle sei del mattino per consegnare la posta nel suo quartiere. "Non c'è niente di straordinario in ciò -ci dice-, mi permette di rimanere in contatto con la realtà quotidiana". Avere una vita privata che é interamente separata dalla band, é qualcosa di importante per tutti i membri degli SKA-P. Kogote, il loro tastierista, trascorre molto tempo con i suoi due figli piccoli e così pure Luis Mi, il loro nuovo batterista che divide il suo tempo tra le registrazioni del nuovo album e il suo piccolo figlio di due anni. Julio, il bassista, é un personaggio taciturno e discreto che ama dedicarsi alle opere di Marcus Miller, Stanley Clarke, e Jaco Pastorius. Joxemi nonostante il suo lavoro di postino, trascorre il suo tempo libero leggendo e scovando nuovi libri che abbiano attinenza alla Guerra Civile spagnola, un soggetto nel quale é diventato un esperto. Pipi, da parte sua, noto per essere il cinofilo della band, appoggia Pulpul (l'unico vegetariano del sestetto) nella lotta per i diritti degli animali che comprendono anche una campagna contro le corride. Il primo singolo da loro prodotto "Planeta Escoria", riprodotto da Tony Lopez con l'assistenza di Marisa Martin, non lascia spazio a dubbi sulla loro posizione. "Scum Planet" contiene 14 brani che rivelano in modo lampante la maturità musicale della band e la personalità peculiare che hanno acquisito durante tutti questi anni di costante lavoro faticoso. Il primo singolo che da all'album il titolo, parla della fame, del genocidio e della guerra. Le nazioni ricche sostengono questi problemi, non abbiamo niente a che vedere con loro, sebbene siano in parte responsabili della loro esistenza. Questo é il motivo per cui chiamiamo gli oppressi all'insurrezione. L'album che contiene suoni più sobri e meno festivi del solito, cerca di raggiungere -proprio come hanno fatto con i precedenti album- una combinazione di stile diversi, con una base ska potente. Possiamo percepire le influenze del rock in "Autentico", una canzone dedicata a quelli che "parlano di altri senza conoscerli". In "Lucrezia", una canzone scritta in memoria di una giovane donna dominicana assassinata da un gruppo neo-nazista a Madrid nel 1991, c'è un tributo al reggae. Simile lo spirito di "La Mierda" (una canzone scritta dopo degli episodi di razzismo accaduto a El Ejido lo scorso Febbraio e a Tarrasa nel Giugno 1999) dove i razzisti vengono invitati ad andare al diavolo come suggerisce il titolo della canzone. "Mestizaje" d'altro canto promuove la lotta per un "mondo multi razziale e multi culturale". Neppure il Papa sfugge alla lingua tagliente degli SKA-P (provate ad ascoltare "La Mosca Cojonera" dal ritmo songò). La corrida, una tortura legale presente in Spagna, é denunciata con passione in "Verguenza". Le compagnie di lavoro temporaneo -che attualmente stanno dando vita ad un enorme problema sociale in Spagna- sono attaccate in "ETTs". Altre canzoni che spiccano sono "Naval Gijon", un inno che sostiene i lavoratori dei cantieri navali delle Asturie e "Violencia Machista", che ci racconta dell'alto livello di violenza domestica nella Spagna odierna (solo nel 1997, 97 donne sono state uccise dai loro mariti, una media di quattro donne a settimana). In questa canzone gli SKA-P esortano le donne che sono vittime di violenza a ricorrere all'autodifesa personale; data la situazione attuale pare l'unica soluzione possibile per il momento. La lista potrebbe continuare ma in fondo ciò che conta è che "Planeta Eskoria" é un'esplosione di ritmo con testi carichi di dinamite. Perciò è fondamentalmente ottimo sia per indurre a danze scatenate, sia per mettere in moto le vecchie cellule del sistema cerebrale. Suonano: 11/5 all'ESTRAGON di Bologna; 12/5 al RAINBOW di Milano; 15/5 all'HIROSHIMA MON AMOUR di Torino; 18/5 all'AUDITORIUM FLOG di Firenze; 19/5 al VELVET di Rimini. INFOLINE: AFCONCERTI 0432/229021

  • 14/12/2005 13:23 - SKA-P Gli Ska-P sono il fenomeno della musica alternativa del ...

    SKA-P Gli Ska-P sono il fenomeno della musica alternativa del momento, provengono dai sobborghi di Madrid, possono essere definiti combat rocker per eccellenza, infatti i testi sono fortemente politicizzati, dalle invettive contro Aznar (primo ministro spagnolo e presidente di turno dell’UE), a veri e propri manifesti per la legalizzazione delle droghe leggere come “Cannabis”, brano contenuto nell’album “El vals de obrero”, che li ha consacrati al grande pubblico. Successo ripetuto con l’uscita, nel 2000 di “Planeta Eskoria”, un album “arrabbiato” ma che colpisce soprattutto per i suoni decisamente più maturi. Ma è sicuramente sul palco che il gruppo spagnolo dà il meglio di sé, slogan, rivisitazioni di canzoni e soprattutto grande energia, fanno degli Ska-P uno dei gruppi che dal vivo sono tra i più acclamati in tutto il panorama rock internazionale.

  • 14/12/2005 13:23 - Ska-P Gruppo spagnolo ska-punk con una forte connotazione politica di sinistra, ...

    Ska-P Gruppo spagnolo ska-punk con una forte connotazione politica di sinistra, gli Ska-P si sono formati a Vallecas e hanno debuttato nel 1995 con SKA-P. Uscito per la piccola etichetta AZ Records, il disco ha suscitato abbastanza interesse da spingere la BMG a mettere sotto contratto la band. Con EL VALS DE OBRERO (1996) ed EUROSIS (1998), il gruppo ha conquistato notevoli consensi prima in patria e poi a livello internazionale, sia in Europa che in America Latina. PLANETA ESKORIA, uscito nel 2000, ha consolidato le posizioni raggiunte dagli Ska-P. La fromazione comprende Pulpul (voce e chitarra), Kogote (tastiere e cori), Julio (basso e cori), Joxemi (chitarra e cori), Pipi (seconda voce) e Luismi (batteria e cori, subentrato a Paco nel terzo album del gruppo). DISCOGRAFIA ESSENZIALE SKA-P - 1995, AZ Records EL VALS DE OBRERO - 1996, BMG EUROSIS - 1998, BMG PLANETA ESKORIA, 2000, BMG Ska-P: 'Il pubblico italiano è come quello spagnolo: tutti pazzi' Gli spagnoli Ska-P possono contare ormai su un grosso seguito anche in Italia, grazie alla loro miscela di ska e punk, non originalissima ma indubbiamente energica e di grande presa. Le fortune della band nascono soprattutto dai concerti e dal passaparola fra i fan, visto che i duri slogan politici dei testi costringono il gruppo ad agire fuori dal giro dei media che contano. Il titolo del loro nuovo album "¡¡Que corra la voz!!" si riferisce in parte anche a questo. Ma si può sventolare la bandiera dell'anarchia e avere un contratto con la multinazionale BMG? "Lavorare con una major significa solo avere la possibilità di fare arrivare la nostra musica a più gente", spiega il chitarrista Joxemi. "Comunque, facciamo la musica che vogliamo e nessun discografico ci viene a dire quello che dobbiamo fare. E inoltre non pretendiamo di convincere nessuno che le nostre idee sono giuste. Chi ci viene ad ascoltare capisce quello che diciamo e tanto basta". Anche con il pubblico italiano, gli Ska-P hanno un ottimo rapporto. "Siete molto simili agli spagnoli", secondo il batterista Luismi. "I francesi sono un po' più controllati. Voi invece siete pazzi!". A proposito di Italia, nel pezzo "Solamente por pensar", che si scaglia contro la repressione poliziesca, viene citato esplicitamente Carlo Giuliani, il manifestante rimasto ucciso durante gli scontri di piazza in occasione del G8 di Genova. "La polizia cerca sempre di avere un pretesto per attaccare", afferma Pipi, seconda voce della band. "Purtroppo è tardi per fare qualcosa per lui, ma ci sembra giusto fare un piccolo omaggio a chi continua a lottare per i propri ideali".

  • 14/12/2005 13:23 - SKA P Gruppo spagnolo ska-punk con una forte connotazione politica ...

    SKA P Gruppo spagnolo ska-punk con una forte connotazione politica di sinistra, gli Ska-P si sono formati a Vallecas e hanno debuttato nel 1995 con SKA-P. Uscito per la piccola etichetta AZ Records, il disco ha suscitato abbastanza interesse da spingere la BMG a mettere sotto contratto la band. Con EL VALS DE OBRERO (1996) ed EUROSIS (1998), il gruppo ha conquistato notevoli consensi prima in patria e poi a livello internazionale, sia in Europa che in America Latina. PLANETA ESKORIA, uscito nel 2000, ha consolidato le posizioni raggiunte dagli Ska-P. La formazione comprende Pulpul (voce e chitarra), Kogote (tastiere e cori), Julio (basso e cori), Joxemi (chitarra e cori), Pipi (seconda voce) e Luismi (batteria e cori, subentrato a Paco nel terzo album del gruppo) - SUONANO: 03/09/05 MILANO ROCK IN IDRO- INFO: AF CONCERTI c/o ALEX FABBRO - TIBERIO DECIAN 89 - 33100 Udine - 199740726 - Tel. 0432/508323 - www.afconcerti.com