Advertisement

Live Concert

Oggi


Domani


Martedì


Mercoledì


Giovedì

 ABRUZZO  Clementino Enrico Capuano The Fiftyniners  BASILICATA  Barresi Project Spasulati Band  CALABRIA  Meganoidi The Traveller - Massimiliano Forleo  CAMPANIA  Sonohra Rev Rev Rev Simone Cristicchi Psychopathic Romantics G-Fast Galoni The Natural Dub Cluster  EMILIA ROMAGNA  Joe Dibrutto Carlo Maver Egle Sommacal Jack Jaselli Lu Silver And String Band Javier Girotto Eusebio Martinelli & Gipsy Abarth Orkestar Cristiano Godano Happy Hour - Tributo A Luciano Ligabue Fabrizio Bosso  FRIULI VENEZIA GIULIA  Tre Allegri Ragazzi Morti  LAZIO  Maria Pia De Vito Karol Wojtyla - La Vera Storia Electric Superfuzz Junior Kelly Cisco Matteo Sansonetto Buddha Superoverdrive Piji  LIGURIA  Lili Refrain Marnero Marta Sui Tubi Pink Holy Days The Manges Boogarins Mondo Marcio  LOMBARDIA  Gue' Pequeno Guignol Bluestouch Caron Dimonio C+C=Maxigross Cyberpunkers Gang Lee Scratch Perry Gianluca Petrella A Storm Of Light  MARCHE  Nobraino Warsavia Tnt Ac/dc Tribute Israel Varela Bip Gismondi Valentina Gravili Spaghetti A Detroit  PIEMONTE  Lo Zoo Di Berlino Sohn Oneohtrix Point Never Revenga Sad - Official Metallica Tribute Vascombriccola - Tributo A Vasco Rossi Giovanni Truppi  PUGLIA  Giacomo Toni Bud Spencer Blues Explosion Duo Bucolico White Queen 99Posse Coez Larry Franco Dellera Marzia Stano Aka Una  SICILIA  Tinturia L'orso  TOSCANA  Alessia Tondo Giuda Alla Bua Linea 77 Arianna Antinori Majakovich Pipers  TRENTINO ALTO ADIGE  Bologna Violenta Assalti Frontali  UMBRIA  Raster Ex-Otago Flor  VENETO  Muck And The Mires Lume Rumatera The Rose Tributo Europeo Di Janis Joplin Modena City Ramblers Black Mama Morblus Band Tolo Marton Black Beat Movement Ches Smith

Venerdì

 SVIZZERA  Happy Hour - Tributo A Luciano Ligabue The Vad Vuc Cristiano De Andrè Marumba  ABRUZZO  Buddha Superoverdrive Ex-Otago  BASILICATA  Enrico Capuano  CALABRIA  Drunken Butterfly Nu Bohemien  CAMPANIA  Cercasi Cenerentola Galoni The Gentlemen's Agreement Psychopathic Romantics  EMILIA ROMAGNA  Ginevra Di Marco To Kill Alla Bua Nico Royale Paola Turci The Manges Lorenzo Monguzzi Cisco Bobo Rondelli Andrea Rivera  FRIULI VENEZIA GIULIA  Peppa Pig Daniele Tenca Lume  LAZIO  Karol Wojtyla - La Vera Storia Mad Professor Emanuele Bultrini The Vickers Mondo Marcio Rev Rev Rev Mad Dogs  LIGURIA  Blindosbarra The Zen Circus Fratelli Di Soledad Giovanni Truppi Pino Scotto  LOMBARDIA  Uni Poska Shooting Stars - Girls Rock Live Muck And The Mires Electricity Linea 77 Le Teste Nemesi Trust Zeus! Drink Day  MARCHE  Riciclato Circo Musicale La Tosse Grassa Borghese Reggaete Forte Assalti Frontali Sine Frontera Above The Tree & Drum Ensemble Du Beat Spaghetti A Detroit The Sons Of Anarchy  MOLISE  Simone Scifoni Aka Slim Duo Bucolico  PIEMONTE  Sell System Daniele Sepe Blume Gianluigi Trovesi Apoptygma Berzerk Gianmaria Testa Band Bunker Club Cyberpunkers Clementino Roipnol Witch  PUGLIA  Dellera Marzia Stano Aka Una I Gatti Mezzi White Queen  SARDEGNA  Irreverence  SICILIA  L'orso Nicolò Carnesi The Traveller - Massimiliano Forleo  TOSCANA  Marta Sui Tubi Modena City Ramblers Casa Del Vento Bud Spencer Blues Explosion I Matti Delle Giuncaie Virginiana Miller Danilo Sacco  TRENTINO ALTO ADIGE  Francesco Patella Kaleidoscopic Nh3  UMBRIA  Unorsominore Pipers Amaury Cambuzat Suona Ulan Bator Ches Smith  VENETO  Lee Scratch Perry Slick Steve & The Gangsters Nobraino Tolo Marton La Tresca Verbal Bermuda Trio Filippo Cosentino Mideando String Quintet Talco

Sabato

 SVIZZERA  Shooting Stars - Girls Rock Live  ABRUZZO  Meganoidi  BASILICATA  Marzia Stano Aka Una Dellera  CAMPANIA  Cercasi Cenerentola Dinosauri The Gentlemen's Agreement  EMILIA ROMAGNA  Unorsominore Fabio Gualerzi Linea 77 Neffa The Strypes Nico Royale Max Pezzali Tribute - Tributo A Max Pezzali E 883 Casa Del Vento Little Taver Punkreas  LAZIO  Majakovich Karol Wojtyla - La Vera Storia Flor 99Posse Ex-Otago Duo Bucolico The Sons Of Anarchy Uscita17 The Vickers Twin Room  LIGURIA  Diego Deadman Potron Queenmania Necrodeath Sananda Maitreya Blindosbarra Gang  LOMBARDIA  Orion The Official Italian Metallica Tribute Band Rootical Foundation Johnny Mox Beppe Caruso Mondo Marcio The Manges Pocket Chestnut Sex On The Beat - Rap'n'roll Party Band Bones & Comfort  MARCHE  Marumba La Tresca Bamboo Les Enfants Lucifer Big Band Vili Maschi - Omaggio A Rino Gaetano Gambardellas Mad Professor The Kingstones  PIEMONTE  La Paranza Del Geco Dave Douglas The Beat Barons Uri Caine Daniele Sepe Peppa Pig Lou Dalfin Kenny Barron Trio Alla Bua  PUGLIA  Monaci Del Surf I Gatti Mezzi Two Door Cinema Club Vega 80 White Queen Enrico Capuano  SARDEGNA  Pino Scotto Irreverence  SICILIA  The Traveller - Massimiliano Forleo L'orso Nu Bohemien  TOSCANA  Andead Massimo Ranieri Progetto Panico I Matti Delle Giuncaie Dragonhammer Bobo Rondelli The Rose Tributo Europeo Di Janis Joplin The Zen Circus Nicodemo  UMBRIA  Nobraino Petramante Rev Rev Rev  VENETO  Muck And The Mires Get On Funk Red Hot Chili Peppers Tribute Band C+C=Maxigross Manodopera Luca Bassanese Bud Spencer Blues Explosion Melampus Tributo Italiano Devotion Kaleidoscopic

 SVIZZERA  The Vad Vuc  ITALIA  Sisyphos  SVIZZERA  Cristiano De Andrè Ben Vida Nicola Ratti Joe Colombo  ABRUZZO  Brunori Sas Enrico Capuano Taberna Vinaria Raphael & Eazy Skankers The Fiftyniners Zolle Tony Borlotti & I Suoi Flauers Kyla Brox Majakovich  BASILICATA  Spasulati Band Monaci Del Surf Zibba Luciano Ligabue  CALABRIA  Giacomo Toni Cleo T. Nu Bohemien His Electro Blue Voice  CAMPANIA  The Zen Circus G-Fast Modena City Ramblers 99Posse The Natural Dub Cluster Galoni Giovanni Truppi La Rappresentante Di Lista Bologna Violenta Loredana Berte'  EMILIA ROMAGNA  Floyd Machine Metal Sludge Extravaganza Flor Frankie Magellano Zamboni Canali Maroccolo Magnelli Baraldi Rain Luz Redska Mellowtoy Lu Silver And String Band  FRIULI VENEZIA GIULIA  Gli Sportivi Chambers Franco D'andrea Piero Sidoti - Genteinattesa Daniele Tenca Marlene Kuntz Emanuele Belloni Nobraino Isolde  LAZIO  The Vickers Adriano Viterbini Paolo Recchia Alberto Marsico Riccardo Arrighini Dente Uscita17 Roberto Gatto Next Step – Siouxsie And The Banshees Tribute  LIGURIA  The Magnetix Bobby Soul Kaleidoscopic Motel Connection Claudio Baglioni Fratelli Di Soledad I Cani Sananda Maitreya Lisa And The Lips Paolo Saporiti  LOMBARDIA  Stefano Vergani Adel's Simone Scifoni Aka Slim Red Worms' Farm Nord Sud Ovest Band - Tributo A Max Pezzali E Agli Mimes Of Wine Alex Schiavi Noemi Simone Cristicchi Donnie Lybra  MARCHE  Valentina Gravili Sine Frontera Gillian Grassie Les Enfants Tnt Ac/dc Tribute Hop Frog Led Zeppelin Tribute Spaghetti A Detroit Rue Royale Rigolo’ The Kingstones  MOLISE  Pipers  PIEMONTE  Enzo Avitabile The Bluebeaters Mandolin Brothers Oneohtrix Point Never Uri Caine Muck And The Mires Louis Moholo Apoptygma Berzerk Frei Caetano Veloso  PUGLIA  Marco Notari Fabio Concato Marzia Stano Aka Una Two Door Cinema Club Barresi Project Diodato Alla Bua Coez Larry Franco White Queen  SARDEGNA  Train To Roots Cisco  SICILIA  Femina Ridens Joy Garrison Mama Marjas Tinturia Andre Matos Antonella Ruggiero Duo Bucolico Nicolò Carnesi Stefano Bollani C+C=Maxigross  TOSCANA  Platonick Dive Acquaraggia Bassi Maestro Vintage Violence Nicolas Joseph Roncea Julie Slick Casa Del Vento Bobo Rondelli  TRENTINO ALTO ADIGE  Manuel Volpe Assalti Frontali Francesco Patella Jack Jaselli Come Cani Come Angeli Talco  UMBRIA  Raster Aisha Burns Amaury Cambuzat Suona Ulan Bator 2Pigeons Joe Pisto Big Ones Green Like July Wemen  VALLE D'AOSTA  Alldways  VENETO  Luca Bassanese Gigi D'alessio Richard Galliano Paolino Paperino Band Lume Lubjan Foreign Beggars L'orso Clan Of Xymox Luca Aquino

 SVIZZERA  Gasparazzo Mellow Mood Gue' Pequeno Bluestouch Witko Joe Colombo  SLOVACCHIA  Coro Corridore  AUSTRIA  Satelliti  GRAN BRETAGNA  Leo Pari  SVIZZERA  Dub Incorporation    Lee Scratch Perry  ABRUZZO  Kyla Brox Near Black Beat Movement Gianni Morandi Gigi Finizio Magda White & Frank Hammond Band Kaleidoscopic Zibba Luminal  CALABRIA  Zeus! Caron Dimonio Peppe Voltarelli Monaci Del Surf  CAMPANIA  Raiz David Riondino Dente Caponebungtbangt Afterhours Gillian Grassie Cercasi Cenerentola Alla Bua Nadar Solo Gnut  EMILIA ROMAGNA  The Duke Ellington Orchestra Prophexy Thomas Buckner Snfu Sao Paulo Underground Saluti Da Saturno Giampiero Martirani Micah P. Hinson  FRIULI VENEZIA GIULIA  Tommy Emmanuel Jackie-O-Motherfucker Above The Tree & Drum Ensemble Du Beat W.i.n.d. Melampus Giovanni Truppi Elvenking The Orb The Zen Circus  LAZIO  Om Unit Asilo Republic Go Dugong Michael Monroe Agnes Obel Enrico Zanisi Andrea Braido Toner Low Entropia Steve Hackett Genesis Revisited  LIGURIA  Con Cura The Cure Italian Tribute Kozminski Biglietto Per L'inferno Persiana Jones Fall Out Delirium I Camaleonti Bobby Soul The Cesarians Don Backy  LOMBARDIA  Solieri Gang Le Teste Oxxxa Noemi Circo Abusivo Mark Olson The Monkey Weather Massimo Priviero Asgeir Mombu  MARCHE  Dadamatto Amaury Cambuzat Suona Ulan Bator Drunken Butterfly Claudio Baglioni The Sons Of Anarchy Maria Antonietta La Grande Tribu' Antonio Sorgentone The Natural Dub Cluster La Tosse Grassa  PIEMONTE  May Days Banda Elastica Pellizza Antonello Salis Paolo Fresu The Undertones Baba Sissoko The Doormen The 69 Eyes Neil Zaza  PUGLIA  Mirko Signorile Biagio Antonacci Nicolò Carnesi Next Step – Siouxsie And The Banshees Tribute Vega 80 White Queen Nicola Conte Linea 77 I Cani Eugenio Finardi  SARDEGNA  Train To Roots Paolo Recchia  SICILIA  Meganoidi Pippo Pollina The Traveller - Massimiliano Forleo Mike Stern Bombino James Ferraro Alessandro Lanzoni Iaia Forte Flor Giuda  TOSCANA  Sinfonico Honolulu Giorgia Orchestrina Di Molto Agevole Andrea Valeri The Rippers Paletti Piccoli Omicidi Pino Scotto The Wild Weekend Progetto Panico  TRENTINO ALTO ADIGE  Ed Laurie Golden Animals Slick Steve & The Gangsters Erin K Bamboo  UMBRIA  Michele Rabbia Tetraktis Percussioni Big Charlie G-Fast Michele Maraglino Blue Dean Carcione Hola La Poyana Dinamitri Jazz Folklore  VENETO  Cristiano De Andrè The Devil Wears Prada Rats Get On Funk Red Hot Chili Peppers Tribute Band Incenere Paolo Cecchin One Man Band John Jorgenson The Ghost Inside Yes Tributo Italiano

 SPAGNA  Refree The National John Grant Dum Dum Girls !!! (Chk Chk Chk) Charles Bradley  SVIZZERA  Massimo Ranieri  GERMANIA  Leo Pari  BELGIO  Galoni  SPAGNA  Spoon Shellac Kendrick Lamar Caetano Veloso Standstill St Vincent  ABRUZZO  Alla Bua Warias Kutso Near  BASILICATA  Rico Blues Combo  CAMPANIA  Danilo Rea Caparezza Dulce Pontes Gogol Bordello  EMILIA ROMAGNA  Black Stone Cherry Queens Of The Stone Age Damien Jurado The Rock'n'roll Kamikazes Opeth La Tresca Alter Bridge Fragil Vida Rain Little Taver  FRIULI VENEZIA GIULIA  Angus & Julia Stone Pat Metheny Buckcherry The Natural Dub Cluster Downset  LAZIO  Roberto Cacciapaglia Vasco Rossi Tori Amos Of Mice & Men M Ward The Prodigy Billy Idol Fish Rino Gaetano Band (Cover Band Ufficiale) Megadeth  LIGURIA  Gabor Lesko Teho Teardo & Blixa Bargeld New York Ska Jazz Ensemble Il Re Tarantola Phono Emergency Tool 3 Fingers Guitar Bobo Rondelli Majakovich  LOMBARDIA  Anthrax Television Italian Dire Straits Materdea Pink Mountaintops Bombino Pearl Jam Slayer Ty Segall Parafunk  MARCHE  Johnny Mox Jesus Franco And The Drogas Tetuan Stri Soviet Soviet Maybe I'm... Maria Antonietta Monaci Del Surf The Zen Circus Amore  PIEMONTE  Pagliaccio Persiana Jones Lou Dalfin Tangerine Dream Ha Ha Tonka Fetish Calaveras Andead Supershock Pino Scotto The Veils  PUGLIA  Cadaveria Destruction White Queen Vega 80 Slow Magic Bamboo  SICILIA  Baba Sissoko Reijseger Fraanje Sylla Trio Donpasta  TOSCANA  Joe Bonamassa Alex Britti Massimo Volume Amadou & Mariam Jama Trio Mauro Ermanno Giovanardi E Il Sinfonico Honolulu Le Capre A Sonagli The Pains Of Being Pure At Heart  TRENTINO ALTO ADIGE  Nh3 Simone Cristicchi  UMBRIA  Nidi D'arac Bettibarsantini Omar Souleyman The Perfect Strangers Band Tnt Ac/dc Tribute Nobraino  VENETO  Rudy Rotta Ruggero De I Timidi The Backseat Boogie Alphataurus Together Pangea Band Of Friends Fay Hallam Trinity Chicago Lee Ranaldo And The Dust Remo Anzovino

 ITALIA  Sine Frontera  LETTONIA  Anna Calvi You Me At Six Elbow Junip - Josè Gonzales  SVIZZERA  Dolly Parton Laura Pausini  AUSTRIA  Coro Corridore  SVIZZERA  Sunrise Avenue  LETTONIA  Bastille  ITALIA  James Blunt  SVIZZERA  Biglietto Per L'inferno  ITALIA  Dropkick Murphys  ABRUZZO  Caparezza John Scofield Gasparazzo  CAMPANIA  Ska-P Pino Daniele Chrysta Bell Chick Corea Burt Bacharach Ylenia Lucisano Giulia Mazzoni Regina Carter Javier Girotto  EMILIA ROMAGNA  Izzy & The Catastrophics Teho Teardo & Blixa Bargeld Temples Veronica & The Red Wine Serenaders The Vanja's Lennon Kelly Rudy Rotta D.o.a. Sam Paglia  FRIULI VENEZIA GIULIA  Ravi Coltrane Kg Man Jack Dejohnette Franz Ferdinand Keron Salmon Aka Kabaka Pyramid Gem Boy Max Romeo Mellow Mood John Fogerty  LAZIO  Kraftwerk Alex Britti Obituary Loredana Berte' Alice In Chains Volbeat Legittimo Brigantaggio Metallica Passenger Emis Killa  LIGURIA  Jonathan Wilson The Peawees The Sonics! Delaney Davidson Kafka On The Shore M Ward Girls In Hawaii Paolo Nutini The Slackers Jama Trio  LOMBARDIA  Tune Yards Billy Bragg The Afghan Whigs Aaron Goldberg Joshua Redman The Mutants Nh3 Dave Liebman-Steve Swallow-Adam Nussbaum Asian Dub Foundation Woody Gipsy Band  MARCHE  Aba Shanti I Dub Incorporation Giacomo Toni  PIEMONTE  Giuda Deep Purple One Direction Persiana Jones Lou Dalfin Mascara Neil Young Wemen His Clancyness Meganoidi  PUGLIA  Adrian Sherwood Almamegretta Alla Bua Saluti Da Saturno  SICILIA  Simple Minds  TOSCANA  Slick Steve & The Gangsters Rino Gaetano Band (Cover Band Ufficiale) Bombino Lee Scratch Perry The Rock'n'roll Kamikazes Suzanne Vega Mauro Ermanno Giovanardi The Prodigy Shigeto Mark Lanegan  TRENTINO ALTO ADIGE  Little Taver The Last Killers  UMBRIA  Edoardo Bennato La Tresca Hamilton De Holanda Stefano Bollani Eliane Elias Monty Alexander Wayne Shorter The Roots Herbie Hancock Dobet Gnahore  VENETO  Luca Bassanese Orion The Official Italian Metallica Tribute Band Afterhours Ludovico Einaudi New York Ska Jazz Ensemble Kill Your Boyfriend Melampus Raphael & Eazy Skankers Arctic Monkeys Extrema

 UNGHERIA  Coro Corridore  ITALIA  Bettibarsantini  ABRUZZO  Giuda Kutso Antonio Sorgentone Leighton Koizumi Feat Tito & Brainsuckers  CALABRIA  Band Bunker Club Caparezza  CAMPANIA  Zamboni Canali Maroccolo Magnelli Baraldi Kronos Quartet Petrina Alessandro Haber Michele Rabbia Maria Pia De Vito Sergio Cammariere Asaf Avidan Hevia Luca Aquino  EMILIA ROMAGNA  Radici Nel Cemento Miami & The Groovers Franz Ferdinand Little Taver Izzy & The Catastrophics Skid Row Combichrist  LAZIO  Nomadi  LIGURIA  Sick Of It All Boy & Bear L'orage Paolo Jannacci  LOMBARDIA  The Last Killers Converge Luca Bassanese Bombino The Peawees Raphael & Eazy Skankers The Old Firm Casuals - Lars Fredriksen Agnostic Front Larry And His Flask  MARCHE  Ben E. King Gastone Pietrucci & La Macina  PIEMONTE  Anti-Flag Daniele Tenca Mandolin Brothers Cesare Carugi Emis Killa  PUGLIA  Manu Chao White Queen Slick Steve & The Gangsters Alla Bua Avishai Cohen Seun Kuti  SARDEGNA  Rino Gaetano Band (Cover Band Ufficiale)  SICILIA  Alex Britti  TOSCANA  Pippo Pollina Dave Holland I Gatti Mezzi  TRENTINO ALTO ADIGE  Raphael Eusebio Martinelli & Gipsy Abarth Orkestar  UMBRIA  Parlor Snakes Kaiser Chiefs Monaci Del Surf Boxerin Club Peter Hook And The Light Basement Jaxx The Courteeners Taberna Vinaria Paul Weller La Tresca  VALLE D'AOSTA  Lou Dalfin  VENETO  Ruggero De I Timidi Arianna Antinori Violacida The Mojomatics



Goran Bregovic

Goran Bregovic è presentato da:

Just in Time

Just in Time PIAZZALE RISORGIMENTO 12 41100 Modena Italy tel. 059/237935 - 219285 fax. 059/216757 info@jitmanagement.it www.jitmanagement.it


GORAN BREGOVIC

Champagne for Gypsies è il titolo del nuovo disco di Goran Bregovic uscito il 24 settembre 2012 e che rappresenta la seconda parte del progetto Alkohol. L'originalità di Champagne for Gypsies è costituita dalle numerosissime collaborazioni tra Goran Bregovic ed altri noti musicisti internazionali gitani. Il disco nasce dal desiderio del compositore balcanico di invitare i più importanti rappresentanti musicali di etnia “Romani” recentemente vittime di forti pressioni in tutta Europa (espulsioni dalla Francia e dall'Italia, roghi di abitazioni in Ungheria e violenze in Serbia). Tra le tante collaborazioni, il duetto con famosissimo ensemble musicale zingaro The Gipsy Kings, che costituisce il singolo di lancio dell'album dal titolo “Balkaneros” e con Eugene Hütz, vocal leader del popolarissimo gruppo “gypsy punk” Gogol Bordello. Si aggiungono inoltre collaborazioni con Florin Salam (popolare musicista manele dalla Romania), Stephan Eicher (cantautore svizzero) e con l'artista irlandese Selina O'Leary. Champagne for Gypsies è anche il titolo del nuovo tour di Bregovic durante il quale verranno presentati i nuovi brani in aggiunta ai grandi classici amati e conosciuti dal pubblico. www.goranbregovic.rs http://www.facebook.com/goranbregovic

Live di Goran Bregovic


Nessun evento trovato in archivio







Testi in archivio:

  • 14/12/2005 13:23 - GEORGE DALARAS/GORAN BREGOVIC "Thessaloniki To Giannena With Two Fabric Shoes Il disco ...

    GEORGE DALARAS/GORAN BREGOVIC "Thessaloniki To Giannena With Two Fabric Shoes Il disco realizzato da Bregovic con il grande cantautore greco alla fine dell'anno scorso è ora disponibile sul mercato internazionale. Impropriamente definito lo Springsteen ellenico, Dalaras ha voluto enfatizzare chiamando al suo fianco il maestro bosniaco, le colorazioni di "rembetiko" con cui ha sempre venato la sua musica e di cui anche Bregovic è un fanatico ammiratore. Così i sapori più orientali della Grecia si mischiano con la musica degli zingari dell'Europa orientale che Bregovic ha saccheggiato a volontà nelle memorabili colonne sonore dei film di Kusturica. Non tutte le canzoni del disco sono ugualmente avvincenti, ma quando i due artisti fanno centro (in una mezza dozzina di canzoni) il risultato è assolutamente sorprendente (come nel brano in cui ospitano l'algerino Rachid Taha).

  • 14/12/2005 13:23 - Nato a Sarajevo, da madre serba e padre croato, Goran ...

    Nato a Sarajevo, da madre serba e padre croato, Goran Bregovic, dopo il conservatorio, dove studia senza entusiasmo il violino, fonda il suo primo gruppo rock a 16 anni, e diventa rapidarnente un abitué degli ambienti artistici bosniaci dove, nella metà degli anni '70, incontra Emir Kusturica, all'epoca cineasta amatoriale e bassista di un gruppo rock. Il legame che unisce Goran Bregovic a Emir Kusturica non ha nulla a che vedere con un'infatuazione o con una situazione di circostanza. Al di là della loro collaborazione professionale, già coronata dal successo de Il tempo dei Gitani, Arizona Dream e Underground esiste tra i due un legame molto forte. Compositore istintivo, Goran ha volontariamente lasciato in cantina tutti i miraggi dell'ultra-sofisticazione e del perfezionismo che troppo spesso relegano le musiche da film al rengo di semplici illustrazioni sonore. Le sue cornposizioni, al contrario, prendono in prestito dal folklore misconosciuto dei Balcani ciò che vi è di più selvaggio, in una parola, di più vivo. Prime sbandate, prime bevute e, soprattutto, stesso amore smodato verso il rock. "Il rock all'epoca aveva un ruolo fondamentale nella nostra vita. Era la sola possibilità che avevamo per fare udire la nsotra voce, di esprimere puibblicamente il nostro malcontento senza rischiare di finire in prigione o quasi...". Dopo il tempo della contestazione venne quello del rientro a scuola. Praga, per frequentare la prestigiosa scuola di cinema; Goran proseguì invece gli studi di filosofia e di sociologia che l'avrebbero portato certamente ad insegnare se l'enorme successo del suo primo disco non avesse deciso altrimenti. Seguono qundici anni col suo gruppo White Button, durante i quali Goran interpreterà fino alla nausea il ruolo dell'idolo giovanile, un ruolo sfibrante da cui si libera alla fine degli anni '80, quando compone la colonna sonora de Il tempo dei Gitani. A Bregovic si deve ancora la musica di Underground, il penultimo film di ha vinto la Palma d'Oro al Festival di Cannes, in cui ha attinto allo straordinario repertorio delle fanfare d'ottoni balcaniche. Da quando, nel 1985, abbandonò il rock puro, Bregovic non ha più eseguito musiche dal vivo. Egli ha quindi preparato un concerto con un programma di sue composizioni per il cinema. Le partiture che ha scritto per l'occasione prevedono un organico molto numeroso che comprende il suo ensamble, composto da strumentisti e cantanti tradizionali, oltre ad una fanfara di ottoni, con l'aggiunta d'archi e un coro di voci maschili. Il concerto è già stato eseguito, negli ultimi due anni, con grandissimo successo nelle principali città europee.

  • 14/12/2005 13:23 - Parigi -I1 14 aprile sarà per Goran Bregovic una data ...

    Parigi -I1 14 aprile sarà per Goran Bregovic una data importante: quel giorno tornerà a Sarajevo, vedrà la sua città dopo la guerra, vedrà le facce della gente le finestre ancora cieche, la neve che si scioglie sulle colline divenute cimiteri senza recinti. Arrivando nel palazzo dello sport di Skenderjia, dove terrà il suo pnimo concerto dopo anni, Bregovic passerà sotto i pennoni in cima ai quali sventola la nuova bandiera bosnia- ca. Chissà se anche lui, come i suoi ex concittadini, noterà lo stridore dei colori con la vita circostante: il giallo vivace e l'azzurro elettrico infranti contro tutto quel grigio. Bregovic è preparato alla grande emozione del ritorno, sa quello che troverà. "La guerra è stata una grande produzione televisiva" dice, seduto a un tavolo del "Père tranquille", il padre tranquillo, un caffè delle Halles il cui nome, in passato, deve essergli sembrato quasi un rifugio. Goran Bregovic vive a Parigi dal 1992, cioè dall'inizio della guerra in Bosnia. Lui ed Emir Kusturica erano in Francia insieme, stavano lavorando ad "Arizona dream" quando da Sarajevo arrivarono le prime brutte notizie. "Rimanemmo qui. Anni fa avevo comprato una casa e aperto un piccolo conto in banca. La guerra scoppiò e mi ritrovai solo, con pochi soldi, ma al sicuro. Avevo la musica, potevo lavorare. Mia moglie però era rimasta a Sarajevo. Visse per mesi nei tunnel sotterranei, poi riuscì a fuggire. Ancora oggi la notte si sveglia urlando". Suo padre è croato, sua madre è serba, sua moglie è musulmana di Bosnia. Lei è nato e vissuto a Sarajevo. Cosa ha pensato della guerra? "Quello che penso ancora oggi: che è stata una follia come tutte le guerre, una lotta per il potere nella quale è stata coinvolta gente innocente. Prima della guerra, con Kusturica e altri artisti avevamo fatto concerti, manifestazioni per mettere in guardia gli yugoslavi dai nazionalismi. Sentivamo che qualcosa di molto grave stava per accadere. Nessuno ci ha ascoltato. E quando la guerra è scoppiata, e mi ha sorpreso all'estero, ho scelto di non ritornare. Mi hanno accusato di non aver preso una posizione. Ma non era la mia guerra; per chi avrei potuto combattere? E contro chi? La mia famiglia era sparsa per tutta la Yugoslavia. A un certo punto i serbi si appropriarono di "Ederlezi", un brano popolare che avevo riarrangiato nella musica di "Il tempo dei gitani" di Kusturica. A Belgrado cantavano quella canzone allo stadio, nelle cerimonie pubbliche, era diventata una specie di inno. E io, nato a Sarajevo, fui considerato un nemico della mia gente». La sua carriera è iniziata con il rock. Negli anni 70 lei era il chitarrista dei Bijelo Dugme, i Bottone Bianco, la band più famosa della Yugoslavia. Oggi le sue musiche ripercorrono la tradizione dei Balcani. Dalle chitarre elettriche agli ottoni stonati il passo non è breve. "Ero stufo della vita da rockstar, essere un idolo dei giovani era diventato faticoso. Al successo paghi prezzi altissimi, anche in un posto sperduto e arretrato come la Yugoslavia. Cambiare musica non è stato poi traumatico: il nostro yugorock era già pieno di elementi popolari". La guerra ha cambiato la sua musica? "La guerra ha cambiato tutto. Ha tirato fuori l'energia nascosta nella gente. Io ho scoperto di amare il lavoro. Prima ero pigro, indolente. Ero un musicista ricco, facevo un disco ogni tre anni e vendevo milioni di copie. Vivevo molti mesi in una casa in montagna, in una stazione sciistica alla moda, che ora è nella Republica Srbska. Volevo comprare una casa su un'isola per abbandonare il mondo. E' arrivata la guerra e mi sono ritrovato solo in un paese straniero. L'energia è tornata". Nei suoi quattro dischi pubblicati in Europa ("Il tempo dei gitani", "Arizona dream", "La regina Margot" e "Underground"), alla musica degli zingari, balcanica e popolare per eccellenza, lei unisce il rock, la classica, la musica cristiana ortodossa, anche la morna di Cesaria Evora... "Credo che il fatto di non essere molto colto musicalmente sia per me un vantaggio. Mi lascia la libertà di scegliere tra tanti generi. Devo dire però che il mio è un lavoro di squadra, un vero laboratorio musicale. Sono circondato da specialisti in computer, orchestratori, musicologi. Quando ero una star del rock cercavo la solitudine, ora mi piace lavorare con gli altri". Non trova che, dal punto di vista musicale, Parigi sia una città piena di tentazioni? "Non è solo questo che mi piace. Io sono molto attaccato alla musica balcanica, ai violini, agli ottoni, a quel suono vivo, carnale, sbrindellato. La mia orchestra discende dalla tradizione militare della prima guerra mondiale, è semiprofessionale e di solito suona a matrimoni e funerali. Ma amo Parigi perché è l'unico posto dove si possa essere artista e yugoslavo. In qualsiasi altra città d'Europa potresti essere idraulico e yugoslavo, operaio e yugoslavo, non artista". Però il suo studio è ancora a Belgrado. "A Parigi, per motivi economici, non avrei mai potuto costruire uno studio di quel livello. E poi non sono francese, parlando la mia lingua lavoro meglio". Di quale nazionalità è oggi Goran Bregovic? "Ho due passaporti, potrei averne tre. Ma questo per me non conta, è una formalità. Io mi sento yugoslavo. Il problema del mio paese è la povertà, è la gente che ancora muore di tubercolosi. Era così nel '92 ed è così oggi. La guerra non ha cambiato niente». La coppia Kusturica-Bregovic è considerata come Fellini-Rota, Greenaway-Nyman, Leone-Morricone. Per il nuovo film di Kusturica però, lei non ha composto le musiche. Che cosa è accaduto? "Niente di drammatico. Un distacco salutare. Da anni Emir lavorava con gli stessi quattro amici: il direttore della fotografia, lo scenografo, il montatore e io. Per il nuovo film ha scelto un'altra squadra. Credo che gli farà bene. Cambiare fa sempre bene".

  • 14/12/2005 13:23 - GORAN BREGOVIC WEDDINGS & FUNERAL BAND Dai ritmi irresistibili di "Kalashnikov" alla ...

    GORAN BREGOVIC WEDDINGS & FUNERAL BAND Dai ritmi irresistibili di "Kalashnikov" alla musica di Bartòk e Morricone, al jazz, alle armonie acide vellutate della vocalità bulgara, dai ritmi del folklore slavo alla polifonia sacra ortodossa e le pulsazioni elettroniche del pop moderno passando dai ballabili di "Underground" alle sonorità cupe e solenne dei brani per il film "La Regina Margot", l'artista bosniaco compie il miracolo di creare una "musica del mondo" senza grandi mediazioni intellettuali, viscerale e a suo modo colta.

  • 14/12/2005 13:23 - GORAN BREGOVIC Music For Films - Songbook Nella musica di Bregovic ...

    GORAN BREGOVIC Music For Films - Songbook Nella musica di Bregovic respirano il tempo, le stagioni, la speranza di gente smarrita al crocevia della cultura balcanica. Pulsano gioia e ritmi imperfetti, dolore lancinante e fresca confusione. Il suono è un torrente impetuoso di affetti, di ironia e dramma. Un fiume che all'occorrenza sa quietarsi nell'ansa dell'amarezza per poi riprendere la sua corsa e diventare di nuovo fonte di vita e di speranza. E' musica sovrabbondante quella di Bregovic, capace di sedurre i sensi e blandirli con leggerezza e prepotenza. Usa un'incredibile quantità di stumenti e mescola altrettanti stili e tecniche, per raggiungere il fine di una comunicazione fascinosa e diretta. Ha un ché di antico e al tempo moderno, di autenticamente popolare e al tempo "costruito", scritto. Bregovic del resto è un compositore di talento, capace di far sedimentare nelle sue composizioni folklore acido di terra e canzone, suggestioni colte e umori popolari. Di madre serba e padre croato, Bregovic nella Yugoslavia di Tito era una rockstar idolatrata da tutti; negli anni Novanta ha poi conosciuto il successo internazionale, firmando tre importanti colonne sonore per Kusturica. Quello che nel frattempo avveniva nella sua terra ha lasciato traccia evidente nella sua musica. "Music For Films" esplora a 360° il contributo offerto al cinema, non solo di Kusturica ("Time Of The Gipsies", "Arizona Dream", "Underground"), ma anche di Radu Mihaileanu (il regista di "Train de Vie"), Patrice Chereau (regista di "Queen Margot") e Ademir Kenovic (regista di "Kuduz"). "Songbook" invece raccoglie canzoni, sonda spazi affini di un'arte impura e raffinata, per certi versi 'barocca'. "Songbook" è il tentativo perfettamente riuscito di travalicare le barriere del tempo e delle culture. Se possibile dilata ulteriormente l'orizzonte della musica perché abbraccia altre prospettive, altri amici, nuove personalità chiamate a confrontarsi con l'aperta visione 'regionalista' di Bregovic; gente come Iggy Pop, la compianta Ofra Haza, Cesaria Evora, Scott Walker. Diverso l'approccio di Emir Kusturica alla musica. Il suo divertimento è tangibile così come è palpabile la sua voglia di stupirsi nel gioco ironico e persino sarcastico del vorticoso riciclo stilistico.

  • 14/12/2005 13:23 - Goran Bregovic in “Cuore Tollerante” (Yugoslavia, Bulgaria, Russia, Israele, Tunisia, ...

    Goran Bregovic in “Cuore Tollerante” (Yugoslavia, Bulgaria, Russia, Israele, Tunisia, Marocco) Cuore Tollerante, prossimamente presentato in anteprima il 7 e 8 di giugno nella Basilica di St. Denis a Parigi, è l’ultimissimo progetto orchestrato da Bregovic, che cerca di affrontare il tema della Riconciliazione, argomento di struggente attualità considerata soprattutto la situazione nei Balcani e in Medio Oriente e al quale Festate è da sempre sensibile. L’evento sarà soprattutto una grande festa musicale, che vedrà uniti in un abbraccio simbolico le musiche ispirate alle tre grandi religioni monoteiste: musulmana, cristiana ed ebraica. In forma d’oratorio moderno, ogni religione verrà rappresentata da una cantante: la celebre e virtuosa cantante d’origine araba Amina, la “Piaf del Mediterraneo” per i mussulmani, la giovane Gitane, già ammirata nella splendida esibizione d’“Ederlezi” per i cristiani, e da Dana International, resa famosa in occidente per la vittoria all’Eurovision Song Contest nel 1998 per gli ebrei. Accanto a Bregovic, saranno poi protagonisti l'inarrestabile Orchestra per matrimoni e funerali ed un’orchestra di suonatori di strumenti a corde marocchina per un totale di quarantasette musicisti presenti in scena.

  • 14/12/2005 13:23 - GORAN BREGOVIC KARMEN Sarà un'opera tzigana dagli accenti balcanici, sospesa ...

    GORAN BREGOVIC KARMEN Sarà un'opera tzigana dagli accenti balcanici, sospesa tra cinema, musica e teatro. Uno spettacolo che unisce la grande tradizione melodrammatica offerta dalla linea Mérimée-Bizet con la straripante energia della cultura zingara. Dal punto di vista musicale, Karmen è un'opera originale in cui si inscrivono "omaggi-citazione" a Bizet, riarrangiati in chiave jazz. "Come molti compositori nella storia della musica sono sempre stato e sempre sarò ispirato dalla tradizione - dichiara Bregovic - Questo è stato sempre il metodo più naturale di avvicinarsi alla musica. Da Stravinsky a Bartok da Bizet a Lennon. Nel pensare alla mia Karmen ho cominciato dalla domanda: se portassi uno dei miei musicisti zingari a vedere la Carmen di Bizet, quale sarebbe la sua reazione? La mia risposta potrebbe essere: se Dio ha voluto che nella vita degli zingari, nella vita di questa Carmen, la libertà fosse la sola cosa per cui vivere e morire, e se questo non è possibile nella vita reale, allora perché almeno questa opera, l'unica che parli di una zingara, non può avere un lieto fine?" - SUONA: GORAN BREGOVIC con Big Band 19/9 ROMA Globe Theatre INFO: GORAN BREGOVIC con Wedding & Funeral band 20/9 SALERNO Piazza Amendola INFO: - INFO: Marilla Simonini s.r.l. Music management Via Piave, 41 - 41100 Modena - Tel +39 059 219285 Fax +39 059 216757 - info@marillasimonini.it - www.marillasimonini.it





Live Festival

 CAMPANIA 



 EMILIA ROMAGNA 





 FRIULI VENEZIA GIULIA 
 LAZIO 



 LIGURIA 

 LOMBARDIA 




 MARCHE 


 PIEMONTE 

Live Club

 ABRUZZO 

 CAMPANIA 



 EMILIA ROMAGNA 




 LAZIO 

 LIGURIA 




 LOMBARDIA 





 MARCHE 

 PIEMONTE 



 PUGLIA 

 SVIZZERA 
 TOSCANA 



 TRENTINO ALTO ADIGE 
 UMBRIA 



Rubriche

Musicclub Story



Live News