Live Bands

LEN PRICE 3

Scopri tutto su len price 3, concerti, eventi, news e molto altro!

Ci sono dischi che nascono per veicolare messaggi importanti e complicati, ci sono dischi che nascono per sperimentare nuove sonorità, ci sono dischi che nascono con l'idea di vendere milioni di copie. Ci sono poi dischi che nascono semplicemente per divertire, senza alcuna pretesa artistica: è il caso dei Len Price 3, un terzetto punk-pop (chitarra, basso, batteria) originario del Medway Delta nel North Kent. Nati in un pub, i tre hanno iniziato a scrivere canzoni veloci e capaci di conquistare anche gli ascoltatori più seriosi: a partire dal loro singolo d'esordio, “Christian in the Desert” (un inno alla semplicità e per questo all'allegria), passando per canzoni che richiamano i Ramones e i Green Day da una parte (“Chinese Burn”, “Lai-ha Lam”) e addirittura i Beatles dall'altro (“The Last Hotel”, molto piacevole). Musicalmente Glenn Page, Steve Huggins e Neil Fromow suonano secondo i dettami generali del punk originario: chitarra tesa e velocissima seguita a ruota da batteria e basso (non in tutti i pezzi, diciamo che è la regola generale per i momenti maggiormente punk-pop), canzoni brevissime (quindici canzoni per mezz'ora di musica, fate un po' voi!) e una buona voce che si sa adattare alle circostanze della base musicale in ogni momento. Nulla di trascendentale, nulla che rimarrà nella storia (né della musica né del 2005) ma senza dubbio molti spunti davvero piacevoli: “Amsterdam”, con le sue atmosfere un po' retrò, “She's Lost Control”, che potrebbe essere un demo dei Ramones, “la conclusiva “Fire in my Heart”, altro pezzo che ricorda moltissimo i Fab Four dei primi tempi, magari proprio quelli di Amburgo che si divertivano come matti a suonare “Twist and Shout” nei pub tedeschi per una manciata di soldi. Pochi, davvero pochi gli episodi non riusciti: mi viene in mente solo “Viva Viva” in quanto non ben calata in un contesto per il resto omogeneo, capace di mischiare atmosfere vecchie e nuove, pop e punk. Non mi resta che ribadire il concetto: gli amanti del rock impegnato e del punk politicizzato girino alla larga da questo disco, per loro troppo superficiale e forse infantile. A tutti coloro che cercano invece una bella mezz'ora di svago non mi resta che consigliare “Chinese Burn”: particolarmente indicato in macchina, per vincere lo stress del traffico e il caldo che incombe. www.thelenprice3.com www.myspace.com/thelenprice3

LEN PRICE 3 è presentato in Italia da CORNER SOUL

Altre informazioni

Tutti gli eventi per len price 3

Nessun evento presente