Scopri i concerti in italia e in europa Roma - Milano - Torino - Bologna - Firenze - Sant'Elpidio a Mare - Brescia - Reggio nell'Emilia - Napoli - Venezia - Genova - Verona - Ravenna - Savona - Livorno

Live Bands

KARMA IN AUGE

Scopri tutto su karma in auge, concerti, eventi, news e molto altro!

Dopo l'EP del 2010 che prende il nome di Memorie Disperse, che aveva raccolto consensi un po' ovunque, i Tarantini Karma in Auge firmano per l'etichetta Abruzzese Danze Moderne e danno alle stampe quello che è oggi il loro primo full-length ufficiale: Rituali ad Uso e Consumo. Il disco è stato anticipato da un singolo, con annesso video, che fin da subito ci fa capire che qualcosa nella scrittura dei Nostri è cambiata. ”La Notte del Rituale”, questa la traccia in questione, risulta essere al primo ascolto, tra le 9 totali che compongono l'album, una canzone abbastanza orecchiabile e di sicuro la scelta come singolo apripista è stata azzeccata e non casuale. Si fa piu' attenzione a certe tematiche attuali come le esperienze giovanili, le nostre incertezze quotidiane, la voglia di abbandonare la propria e incerta comunità di un paese del Sud Italia e sognare un mondo “sempre piu' a Nord”. Anche la prima canzone “Consumismo mon Amour” si muove su territori analoghi (il bombardamento mediatico a cui siamo sottoposti ogni giorno) portandoci a riflettere su come la band stia cercando di trovare una strada propria e di non essere accostata troppo a quel filone “gothic” che gli appartiene solo in parte. Qui non si parla solo di sentimenti negativi, amori perduti e depressione, anzi, le liriche del cantante-chitarrista Salvatore Piccione sfociano non di rado in un cantautorato si semplice e comprensibile, ma sicuramente molto emozionale ed evocativo, di pari passo alla musica che il trio propone. Ovviamente non mancano i pezzi in linea con il precedente EP, ad esempio “Oltre il Mondo” ,un bella canzone dal timbro post-punk che mi ha ricordato in alcuni punti i The Sound del compianto Adrian Borland oppure l'atmosferica ed oscura “Lotte visioni prigioni & Routine” e la seguente “Wave”. Un Plauso anche all'ultima traccia del disco “Bovarysme”, una bella composizione sorretta da un tappeto di chitarra acustica, inseguita dagli strumenti elettrici che si sovrappongo e dalla batteria sempre precisa e lineare, creando una commistione di sentimenti eterei e nervosi allo stesso tempo. La band è a proprio agio e si sente, sicuramente il loro affiatamento è uno dei tanti motivi dell'ottima riuscita di questo lavoro. Non rimane altro da dire sul fatto che i Karma in Auge sono una delle realtà più interessanti della Puglia e dell'intera scena underground Italiana, dimostrando che non bisogna a tutti i costi scimmiottare i Joy Division e compagnia bella per creare una musica malinconica, emozionante e incalzante che sappia coinvolgere emotivamente l'ascoltatore . Bisogna considerarli per quello che realmente sono: una rock band all'italiana, con echi New Wave (mi piace pensare alle Firenze degli anni '80) soprattutto per quel che riguarda la poetica delle liriche e una forte componente Indie. Il Pubblico di certo apprezzerà. www.facebook.com/karmainauge

KARMA IN AUGE è presentato in Italia da

Altre informazioni

Tutti gli eventi per karma in auge

Nessun evento presente