Scopri i concerti in italia e in europa Milano - Roma - Bologna - London - Torino - Firenze - Berlin - Paris - Assago - Glasgow - Rivoli - Brussels - Stockholm - Brighton - Bristol

Live Bands

C+C=MAXIGROSS

Scopri tutto su c+c=maxigross, concerti, eventi, news e molto altro!

A differenza della ricercata introspezione che permeava i solchi di “Deserto”, del magnifico girotondo di “Ruvain” (2013) e delle magiche manipolazioni di “Fluttarn” (2015), in “Sale” si scopre il volto solare e pop dei C+C, senza il rischio di snaturare le peculiari caratteristiche psych-folk, intrise di speziate venature elettroniche e di isocronie percussive, da sempre marchio di fabbrica del gruppo veneto.
I nove passi che compongono il disco (dieci se si considera il brano che raccoglie, consapevolmente, l’intero volume in unica traccia) disegnano un percorso più luminoso e addirittura orecchiabile, se raffrontato alle geniali, complesse, ma fin troppo monadiche, architetture sonore esposte nei precedenti Lp.

L’ipnotica leggerezza di “Tarantola” e l’acustica armonia di “Lontano”, non a caso scelti come singoli apripista, sono sezioni che si lasciano cullare e ascoltare con piacevole impulso, grazie al consueto mix di ritmi e suoni caleidoscopici sovrapposti su frequenze differenti, questa volta completati da brillanti melodie che, mai come in quest’occasione, riescono a fissarsi nella mente.
La situazione non tende a variare anche nei restanti capitoli che vivono, ad esempio, di tribale sinuosità come “Vieni qui che mi svegli”, di lisergica agilità (“Guardiano”), d’irrequieta dolcezza elettrica (“Il vento”) o nell’inserto interamente strumentale (“Tega pt.2”).
Non si scorgono cedimenti nell’amalgama composta da gustose cadenze d’impatto e dal coacervo fluttuante di suoni variegati. Ogni piano musicale rispetta il proprio ruolo, che funga da protagonista o solo da educato corollario.

C+C=MAXIGROSS è presentato in Italia da PANICO CONCERTI

Altre informazioni

Social

Tutti gli eventi per c+c=maxigross

Nessun evento presente