Advertisement

Live Concert

Oggi

 SVIZZERA  Happy Hour - Tributo A Luciano Ligabue Cristiano De Andrè Marumba The Vad Vuc  ABRUZZO  Ex-Otago Buddha Superoverdrive  BASILICATA  Enrico Capuano  CALABRIA  Nu Bohemien Drunken Butterfly  CAMPANIA  Galoni Psychopathic Romantics The Gentlemen's Agreement Caparezza The Natural Dub Cluster Cercasi Cenerentola  EMILIA ROMAGNA  Andrea Rivera Vessel Gasparazzo Bettibarsantini Paola Turci The Manges Bobo Rondelli Gazebo Penguins Laser Geyser Witko  FRIULI VENEZIA GIULIA  Daniele Tenca Lume Bologna Violenta Peppa Pig  LAZIO  Mad Professor Fonderia Bungalow62 Mondo Marcio Mad Dogs Margherita Vicario Rock Circus Rev Rev Rev Karol Wojtyla - La Vera Storia  LIGURIA  The Zen Circus Giovanni Truppi Blindosbarra Pino Scotto  LOMBARDIA  Shooting Stars - Girls Rock Live Muck And The Mires Fetish Calaveras Max Pezzali Tribute - Tributo A Max Pezzali E 883 Zeus! Drink Day Slava's Snowshow Ambramarie Black Beat Movement Giuda  MARCHE  La Tosse Grassa Hop Frog Led Zeppelin Tribute Warsavia Borghese Reggaete Forte Above The Tree & Drum Ensemble Du Beat Assalti Frontali Melampus Sine Frontera Spaghetti A Detroit  MOLISE  Simone Scifoni Aka Slim  PIEMONTE  Sell System Daniele Sepe Blume Fratelli Di Soledad Gianluigi Trovesi Apoptygma Berzerk Gianmaria Testa Clementino Band Bunker Club Roipnol Witch  PUGLIA  Rhomanife I Gatti Mezzi Dellera Roy Paci Marzia Stano Aka Una Municipale Balcanica Moseek White Queen Meganoidi  SARDEGNA  Irreverence  SICILIA  L'orso Nicolò Carnesi The Traveller - Massimiliano Forleo  TOSCANA  Bud Spencer Blues Explosion I Matti Delle Giuncaie Modena City Ramblers Virginiana Miller Danilo Sacco Marta Sui Tubi Casa Del Vento  TRENTINO ALTO ADIGE  Kaleidoscopic Nh3 Paul Mad Gang  UMBRIA  Pipers Ches Smith Amaury Cambuzat Suona Ulan Bator Unorsominore  VENETO  La Tresca Nobraino Tolo Marton Inoki Verbal Mideando String Quintet Talco Filippo Cosentino Lee Scratch Perry

Domani

 SVIZZERA  Shooting Stars - Girls Rock Live  AUSTRIA  Ninos Du Brasil - Nico Vascellari  ABRUZZO  Meganoidi  BASILICATA  Marzia Stano Aka Una Dellera  CALABRIA  Paola Turci Kg Man  CAMPANIA  The Gentlemen's Agreement Cercasi Cenerentola Dinosauri  EMILIA ROMAGNA  Linea 77 Fabio Gualerzi Soft Metals Neffa The Strypes Nico Royale Max Pezzali Tribute - Tributo A Max Pezzali E 883 Casa Del Vento Paolo Belli  LAZIO  Ex-Otago Duo Bucolico The Sons Of Anarchy Uscita17 The Vickers Majakovich Lee Scratch Perry  LIGURIA  Queenmania Necrodeath Sananda Maitreya Blindosbarra Gang Diego Deadman Potron  LOMBARDIA  Slava's Snowshow Bones & Comfort Sex On The Beat - Rap'n'roll Party Band Calvino Giorgio Canali Colle Der Fomento Ambramarie Gasparazzo Realize  MARCHE  Bamboo Les Enfants Lucifer Big Band Radio Babylon The Great Saunites Vili Maschi - Omaggio A Rino Gaetano Gambardellas Mad Professor The Kingstones Dj Giamma  PIEMONTE  The Beat Barons Uri Caine Daniele Sepe Peppa Pig Kenny Barron Trio Lou Dalfin Alla Bua Dave Holland Color Swing Trio Gianluigi Trovesi  PUGLIA  Monaci Del Surf Caparezza I Gatti Mezzi Two Door Cinema Club Vega 80 White Queen Enrico Capuano  SARDEGNA  Pino Scotto Irreverence  SICILIA  L'orso Nu Bohemien The Traveller - Massimiliano Forleo  TOSCANA  Massimo Ranieri Progetto Panico I Matti Delle Giuncaie Dragonhammer Bobo Rondelli The Rose Tributo Europeo Di Janis Joplin The Zen Circus Nicodemo Le Charleston Andead  UMBRIA  Nobraino Petramante Rev Rev Rev Bungalow62  VENETO  Tributo Italiano Snakioplatz Tolo Marton The Moor Dola J. Chaplin Foreign Beggars Paolo Cecchin One Man Band Get On Funk Red Hot Chili Peppers Tribute Band C+C=Maxigross Muck And The Mires

Domenica


Lunedì


Martedì


Mercoledì

 ABRUZZO  Levante Eugenio Finardi Le Luci Della Centrale Elettrica Kyla Brox Modena City Ramblers  CAMPANIA  Soft Metals Psychopathic Romantics Cristina D'avena Cercasi Cenerentola  EMILIA ROMAGNA  Paul Mad Gang Mondo Marcio Trouble Vs Glue Isolde Banda Osiris Jackie-O-Motherfucker Giovanni Falzone Happy Hour - Tributo A Luciano Ligabue Kris Roe Francesco Bearzatti  FRIULI VENEZIA GIULIA  Tributo Italiano Piero Sidoti - Genteinattesa  LAZIO  Fabrizio Bosso Marcello Allulli Trio Gegè Telesforo Marcio Rangel Flavio Boltro Oneohtrix Point Never Acquaraggia Dario Deidda Fabio Zeppetella Stefano Di Battista  LIGURIA  Bologna Violenta Mandolin Brothers Ex-Otago  LOMBARDIA  Diodato Medulla Slava's Snowshow Gang Snfu Federica Camba The Sleeping Tree Diego Deadman Potron Fabulous Disaster  MARCHE  Winstonmcnamara Tom Kirkpatrick Brunori Sas Spaghetti A Detroit Cristina Donà I Cani Dente Freakanto' Mara Ginevra Di Marco  PIEMONTE  Maria Antonietta Lili Refrain Destruction Marnero El Tres Marco Tamburini Olly Riva & The Soul Rockets Peter Punk Louis Moholo  PUGLIA  Gazebo Penguins Marlene Kuntz Linea 77 Zibba Emis Killa Zeus! Lee Scratch Perry Dubioza Kolektiv  SICILIA  Tinturia Giovanni Guidi Enrico Rava Gianluca Petrella Tommy Emmanuel Stefano Bollani Joy Garrison Nicolò Carnesi The Traveller - Massimiliano Forleo  TOSCANA  Us Rails Kg Man  UMBRIA  Green Like July Kaleidoscopic  VENETO  Brusco Cisco Khorakhane' The Moor Kenny Barron Trio Dave Holland Warias Deville Rumatera

Giovedì

 SVIZZERA  Witko  AUSTRIA  Xiu Xiu Satelliti    Lee Scratch Perry  SVIZZERA  Casa Del Vento  ABRUZZO  Marlene Kuntz  CALABRIA  Assalti Frontali  CAMPANIA  Cercasi Cenerentola Antonio Farao' Gazebo Penguins Eugenio Bennato Giovanni Guidi Enrico Rava Keira Is You  EMILIA ROMAGNA  Miami & The Groovers The Duke Ellington Orchestra Us Rails Twin Room Destruction Roberto Gatto Peppa Pig Quintorigo Eusebio Martinelli & Gipsy Abarth Orkestar The Vickers  FRIULI VENEZIA GIULIA  Jackie-O-Motherfucker  LAZIO  Il Muro Del Canto P-Funking Band Clementino Enrico Capuano Brunori Sas Perturbazione Taranproject Kris Roe Francesco Di Bella  LIGURIA  Fabrizio Poggi & Chicken Mambo Camillocromo  LOMBARDIA  Mondo Marcio Soviet Soviet Necromass The Midnight Kings Slava's Snowshow Massimo Ranieri Mombu The Lovecats Jules Not Jude  MARCHE  Spaghetti A Detroit Le Strade The Rock'n'roll Kamikazes Durga Mata Maria Antonietta Tnt Ac/dc Tribute Vili Maschi - Omaggio A Rino Gaetano His Clancyness  PIEMONTE  Paolo Fresu Elio E Le Storie Tese Alain Caron Ibrahim Maalouf Paolo Angeli Antonello Salis Baba Sissoko Incomprensibile Fc Robbie Williams Neil Zaza  PUGLIA  Linea 77 I Cani Paola Turci Diodato Nicolò Carnesi  SARDEGNA  Train To Roots  SICILIA  The Traveller - Massimiliano Forleo Flor  TOSCANA  Edoardo Bennato Bobo Rondelli Virginiana Miller I Gatti Mezzi Giorgia I Matti Delle Giuncaie Deville Mark Olson Feat Ingunn Ringvold Michael Mcdermott Feat Heather Horton Nico Royale  TRENTINO ALTO ADIGE  Slick Steve & The Gangsters Erin K  VENETO  Tributo Italiano Ska-J Mr Wob & The Canes Titta Bungalow62 Ruggero De I Timidi Le Man Avec Les Lunettes

 GRAN BRETAGNA  Leo Pari  BELGIO  L'orso  SVIZZERA  Dub Incorporation  SLOVACCHIA  Coro Corridore  SVIZZERA  Altro Bluestouch Mellow Mood  ABRUZZO  Antonio Sorgentone Gigi Finizio Ex - Giancarlo Onorato E Cristiano Godano Unorsominore Peach Kelli Pop  BASILICATA  Peppa Pig  CALABRIA  Erin K Big Charlie Caron Dimonio Ilaria Porceddu  CAMPANIA  Caponebungtbangt Miami & The Groovers Buddha Superoverdrive The Burlesque Noemi Clementino The Sneakers - Depeche Mode Tribute Sprained Cookies  EMILIA ROMAGNA  Fargas Alessandro Lanzoni Twin Room Massaroni Pianoforti Olly Riva & The Soul Rockets Barbara Casini Paolo Fresu Dino Rubino No Omega John De Leo  FRIULI VENEZIA GIULIA  W.i.n.d. The Bluebeaters Train To Roots Alborosie & Shengen Clan Band La Rappresentante Di Lista Gambardellas  LAZIO  Barzin Lino Patruno The Rock'n'roll Kamikazes Oak Renzo Rubino Stadio Enrico Zanisi Om Unit Paolo Recchia Steve Hackett Genesis Revisited  LIGURIA  Bobby Solo Teresa De Sio Andrea Celeste Appaloosa Lo Stato Sociale Max Gazze' Stefano Nosei Andrea Braido Bob Geldof Biglietto Per L'inferno  LOMBARDIA  Ovo At The Gates Frank Sinutre Ul Mik Longobardeath Chakrah Black Beat Movement The Midnight Kings Asgeir The Mama Bluegrass Band  MARCHE  The Hard Beat Malagang Gastone Pietrucci & La Macina Above The Tree & Drum Ensemble Du Beat Roberto Gatto Drunken Butterfly The Natural Dub Cluster Stefano Bedetti Trio Progetto Panico Mudimbi  PIEMONTE  Paolo Bonfanti Massimo Priviero The Leeches Levante Superup Sophie Lillienne The 69 Eyes Treves Blues Band Band Bunker Club Two Fingerz  PUGLIA  Nicola Conte Paolo Belli Alla Bua G-Fast Larry Franco Vega 80 Billy Hart Quartet Kafka On The Shore Eugenio Finardi  SARDEGNA  Michael Mcdermott Feat Heather Horton  SICILIA  2Pigeons Alessandro Casillo Bombino  TOSCANA  Pow! Uri Caine Romeo E Giulietta Peppe Voltarelli Meganoidi Gang Paletti Witko The Manges  TRENTINO ALTO ADIGE  Luca Carboni Queenmania Ed Laurie  UMBRIA  Maria Antonietta Carla Bozulich Bobo Rondelli Michele Rabbia Blue Dean Carcione Tetraktis Percussioni The Zen Circus  VALLE D'AOSTA  Monaci Del Surf  VENETO  Loredana Berte' Rob Mazurek - Starlicker Alpha Blondy Rats Cosmonauts Sonohra Nobraino Lisa Stansfield Enrico Rava

 SVIZZERA  The Duke Ellington Orchestra  SPAGNA  Shellac Spoon  SVIZZERA  Stacey Kent  SPAGNA  Kendrick Lamar Caetano Veloso Standstill St Vincent Refree The National John Grant Dum Dum Girls !!! (Chk Chk Chk) Charles Bradley  SVIZZERA  Renzo Arbore Massimo Ranieri Gegè Telesforo  BELGIO  Galoni  GERMANIA  Leo Pari  SVIZZERA  Irene Grandi E Stefano Bollani  ABRUZZO  Antonio Sorgentone Alla Bua Kutso Warias  BASILICATA  Rico Blues Combo  CAMPANIA  Caparezza Dulce Pontes Gogol Bordello Danilo Rea  EMILIA ROMAGNA  Tormento The Growlers Miles Kane La Tresca Assalti Frontali Pond Public Enemy The Naked And Famous Biffy Clyro The Rose Tributo Europeo Di Janis Joplin  FRIULI VENEZIA GIULIA  Pat Metheny Downset Angus & Julia Stone Buckcherry The Natural Dub Cluster Manu Chao  LAZIO  Jackson And His Computer Band Rolling Stones Solo Banton Arcade Fire Tori Amos Avenged Sevenfold M Ward Roberto Cacciapaglia Billy Idol Vasco Rossi  LIGURIA  Il Re Tarantola Bobby Soul New York Ska Jazz Ensemble Bluestouch Majakovich Borghese Gabor Lesko Teho Teardo & Blixa Bargeld  LOMBARDIA  Slayer Zz Top Audrey Ghost Against Me! Alteria Walls Of Jericho Cesare Basile Moostroo The Cyborgs  MARCHE  Jesus Franco And The Drogas Amore Tetuan Lleroy Maybe I'm... Monaci Del Surf Lush Rimbaud Stri Aedi Dadamatto  PIEMONTE  The Elements Raige Ensi Band Bunker Club La Clé Chiara Giacobbe Chamber Folk Band Pablo E Il Mare The Veils Emis Killa Fetish Calaveras  PUGLIA  Meganoidi Vega 80 Slow Magic Bamboo Cadaveria Destruction White Queen  SARDEGNA  Paola Turci  SICILIA  Kafka On The Shore Funk Off Emanuele Cisi Reijseger Fraanje Sylla Trio Baba Sissoko Giovanni Mazzarino Anne Ducros Enrico Pieranunzi  TOSCANA  Mauro Ermanno Giovanardi E Il Sinfonico Honolulu Jama Trio Massimo Volume I Matti Delle Giuncaie Le Capre A Sonagli Joe Bonamassa Gang The Pains Of Being Pure At Heart Sinfonico Honolulu Amadou & Mariam  TRENTINO ALTO ADIGE  Nh3 Simone Cristicchi  UMBRIA  The Perfect Strangers Band Bettibarsantini Tnt Ac/dc Tribute Nidi D'arac Omar Souleyman Kg Man  VENETO  Lu Silver And String Band Cristina D'avena Lord Bishop Rocks Dub Fx & Cade Il Buio Above The Tree & Drum Ensemble Du Beat Le Cattive Strade - Andrea Scanzi E Giulio Casale Neutral Milk Hotel

 ITALIA  Sine Frontera  LETTONIA  Anna Calvi  AUSTRIA  Coro Corridore  SVIZZERA  Biglietto Per L'inferno  LETTONIA  You Me At Six  SVIZZERA  Dolly Parton Laura Pausini  LETTONIA  Elbow Junip - Josè Gonzales  ITALIA  James Blunt  LETTONIA  Bastille  SVIZZERA  Sunrise Avenue  ITALIA  Dropkick Murphys  ABRUZZO  Caparezza John Scofield Antonio Sorgentone Gasparazzo  CAMPANIA  Pino Daniele Burt Bacharach Javier Girotto Regina Carter Ska-P Ylenia Lucisano Stanley Clarke Giulia Mazzoni Chick Corea Chrysta Bell  EMILIA ROMAGNA  Midlake Teho Teardo & Blixa Bargeld Lennon Kelly Cut Veronica & The Red Wine Serenaders Rudy Rotta El V And The Gardenhouse James Taylor Quartet  FRIULI VENEZIA GIULIA  Kg Man Train To Roots Keron Salmon Aka Kabaka Pyramid Max Romeo Franz Ferdinand Gem Boy Ravi Coltrane Ruggero De I Timidi Jack Dejohnette Goldfrapp  LAZIO  Modà Fabrizio Moro Jeff Beck Mellow Mood Passenger Kraftwerk At The Weekends Bandabardò Alice In Chains Massive Attack  LIGURIA  Ninos Du Brasil - Nico Vascellari Jama Trio Jonathan Wilson Delaney Davidson Paolo Nutini Kafka On The Shore M Ward The Slackers Girls In Hawaii The Peawees  LOMBARDIA  Be Forest M+A Sonics Paola Turci Gianluca Petrella The Afghan Whigs Ovo The Cyborgs Mandolin Brothers Jacco Gardner  MARCHE  Paul Mad Gang Dub Incorporation Giacomo Toni Aba Shanti I  PIEMONTE  Austra Giuda One Direction Gov't Mule Lou Dalfin Persiana Jones Neil Young Red Sky The Monkey Weather Meganoidi  PUGLIA  Donpasta La Rappresentante Di Lista Alla Bua Adrian Sherwood Almamegretta  SARDEGNA  Testament  SICILIA  Simple Minds The Sweet Life Society  TOSCANA  Slick Steve & The Gangsters Zion Train Suzanne Vega Rino Gaetano Band (Cover Band Ufficiale) Robert Plant And The Sensational Space Shifters Eagles Mauro Ermanno Giovanardi The Prodigy The Rock'n'roll Kamikazes  TRENTINO ALTO ADIGE  Little Taver The Last Killers  UMBRIA  Angela Hewitt Monty Alexander Edoardo Bennato Wayne Shorter Herbie Hancock Michel Camilo Hiromi Fabrizio Bosso Gonzalo Rubalcaba Fiorella Mannoia  VENETO  Afterhours Orion The Official Italian Metallica Tribute Band New York Ska Jazz Ensemble Extrema Melampus Kill Your Boyfriend The Dukes Of Hamburg Slowdive Arctic Monkeys

 UNGHERIA  Coro Corridore  ITALIA  Bettibarsantini  ABRUZZO  Giuda Kutso Leighton Koizumi Feat Tito & Brainsuckers Antonio Sorgentone  CALABRIA  Band Bunker Club Caparezza  CAMPANIA  Michele Rabbia Maria Pia De Vito Asaf Avidan Alessandro Haber Zamboni Canali Maroccolo Magnelli Baraldi Massimo Ranieri Luca Aquino Petrina Joe Barbieri  EMILIA ROMAGNA  Combichrist Miami & The Groovers Little Taver Franz Ferdinand Radici Nel Cemento  FRIULI VENEZIA GIULIA  Goran Bregovic Hellyeah  LAZIO  Nomadi  LIGURIA  L'orage Sick Of It All Boy & Bear Meganoidi  LOMBARDIA  The Old Firm Casuals - Lars Fredriksen Agnostic Front Nofx Skid Row The Last Killers Testament Gem Boy Bombino The Peawees Converge  MARCHE  Gastone Pietrucci & La Macina Ben E. King  PIEMONTE  Daniele Tenca Anti-Flag Emis Killa Mandolin Brothers Cesare Carugi  PUGLIA  Seun Kuti Raphael Gualazzi Alla Bua Avishai Cohen Slick Steve & The Gangsters James Taylor Quartet White Queen  SARDEGNA  Nico Gori Paolo Fresu Dave Holland Elina Duni Quartet Gianluca Petrella Fabrizio Bosso Steven Bernstein Rino Gaetano Band (Cover Band Ufficiale) Mellow Mood Mulatu Astatke  SICILIA  Alex Britti Money Forest Swords Fanfarlo  TOSCANA  Red Fang Jonathan Wilson I Gatti Mezzi Pippo Pollina  TRENTINO ALTO ADIGE  Raphael Makako Jump Eusebio Martinelli & Gipsy Abarth Orkestar  UMBRIA  Peter Hook And The Light The Courteeners Basement Jaxx Boxerin Club Paul Weller La Tresca Parlor Snakes Kaiser Chiefs Monaci Del Surf Taberna Vinaria  VALLE D'AOSTA  Lou Dalfin  VENETO  Train To Roots Kg Man Arianna Antinori Camillore’ The Mojomatics Ruggero De I Timidi Violacida




Live Nation

Info agenzia:


LIVE NATION srl Via Pietrasanta 14 20141 Milano TEl. 02/53006.501 info@livenation.it www.livenation.it www.facebook.com/livenationIT www.twitter.com/livenationIT


AEROSMITH


Bio:

Aerosmith / Rockin' The Joint Quando attaccano una hit planetaria come I Don't Want To Miss A Thing, capisci perché gli Aerosmith hanno pubblicato questo disco dal vivo. Sul palco Steven Tyler e compagni picchiano duro, sporcando di blues anche i loro brani più morbidi. Ma è tutta la scaletta del concerto registrato a Las Vegas nel 2002 a offrire una band in forma smagliante. Così sicura della propria musica, da recuperare una perla come No More No More (1975), che vanta pochissime esecuzioni live, e una cover di Rattlesnake Shake dei Fletwood Mac. E nell'era dei Dual Disc, insieme al cd c'è un DVD con lo show e alcuni momenti del backstage. Divertimento rock. Puro e semplice. www.aerosmith.com



AFTERHOURS


Bio:

Dopo il grande successo dell'ultimo tour degli AFTERHOURS, nel corso del quale la band guidata da Manuel Agnelli ha eseguito per intero "Hai Paura del Buio?", registrando 30.000 presenze totali in 11 date sold-out, in seguito alla grande richiesta di biglietti, la band tornerà on the road in estate per una serie di concerti in cui calcheranno i palchi più importanti del nostro Paese, e riabbracceranno il pubblico, presentando uno spettacolo completamente nuovo. Un ritorno, molto atteso, di una della formazioni più importanti della scena rock italiana. http://www.afterhours.it/ http://www.facebook.com/afterhours twitter.com/weareafterhours http://www.youtube.com/Afterhoursofficial/ https://soundcloud.com/afterhours-official/

Live di questa band:





Ven 18 Lug - Villafranca di verona (VR) - Italia

CASTELLO SCALIGERO VILLAFRANCA DI VERONA VR



Ven 25 Lug - Prato (PO) - Italia

PIAZZA DUOMO PRATO


Sab 26 Lug - Pescara (PE) - Italia

ANTISTADIO ADRIANO FLACCO PESCARA






ALICE IN CHAINS


Bio:

Gli ALICE IN CHAINS tornano com un nuovo disco che Jerry Cantrell, lo storico chitarrista, ha dichiarato essere “totalmente diverso da quello che è stato fatto sino ad ora”. E' un album più scuro e viscerale di quello precedente “Black gives way to blue” , pubblicato nel 2009 e che ha venduto più di un milione di copie. La band rimane fedele alle sonorità che da sempre contraddistinguono il loro marchio di fabbrica grazie anche al cantante William DuVall che ha saputo raccogliere la pesante eredità di Layne Staley affiancando la sua bravura a Sean Kinney e Mike Inez. “THE DEVIL PUT DINOSAURS HERE” è stato registrato interamente a Los Angles con il produttore Nick Raskulinecz e contiene dodici tracce tra cui i singoli estratti “Stone” e “Hollow” i cui video, ricchi di immagini suggestive, sono visibili a questi link: Stone: http://www.youtube.com/watch?v=9KmYFY5oOvM Hollow: http://www.youtube.com/watch?v=hmSeWqmlqYs Questa la tracklist completa dell'album: Pretty Done, Voices, The Devil Put Dinosaurs Here, Lab Monkey, Low Cailing, Breath On A Window, Scalpel, Phantom Limb, Hung On A Hook, Choke. www.aliceinchains.com - www.facebook.com/aliceinchains - @aliceinchains



ALTER BRIDGE


Bio:

In attesa di avere maggiori dettagli e novità riguardanti il loro nuovo album che dovrebbe uscire entro autunno, ALTER BRIDGE annunciano il tour europeo che li porterà anche in Italia per due date che si terranno rispettivamente a Roma e a Milano nel mese di novembre. La band guidata da Myles Kennedy è amatissima nel nostro Paese, dove è sempre attesa da migliaia di fans in trepidazione...ALTER BRIDGE saranno accompagnati da Halestorm che saranno gli special guests!www.alterbridge.com



AMON AMARTH


Bio:

i Vichinghi sono tornati!! Gli Amon Amarth sono una vera e propria istituzione in ambito viking, grazie alla fama costruita su album sempre di primo livello e da un'abilità sopra le righe dal vivo, che li ha resi capaci di una scalata partita dai locali di Tumba in Svezia per arrivare al Sound Of The Underground Tour negli Stati Uniti e ad essere stati più volte nei gruppi di vertice nel bill del Wacken Open Air! Ad un anno esatto dall'uscita del grandioso "WIth Oden On Our SIde", Johan Hegg e la sua orda sono pronti a mettere a ferro e fuoco il palco del Route To Hell! così. www.amonamarth.com



ANTHRAX


Bio:

ANTHEM. Album di cover, soprattutto di classici degli anni '70, per gli Anthrax. Potrebbe valere lo stesso principio utilizzato per “Covertà” degli Adrenaline Mob (recensito qualche giorno addietro), ma, qui, il discorso è lievemente differente. Differente perché, è davvero difficile suonare pezzi di altri senza snaturare il suono originale ed anche il proprio. Già da “Anthem” (cover dei canadesi Rush), infatti, i cinque trashers di New York riescono a mantenere intatta la propria carica aggressiva, non tralasciando le divagazioni prettamente musicali del brano. Belladonna, poi, si sente subito a suo agio con queste timbriche alte, proprie di Geddy Lee, e riesce a dare una sensazione di divertimento nell'esecuzione del pezzo. Già, però, dal secondo brando (“Tnt” degli Ac/Dc), per quanto la parte musicale sia ottima, il buon Joey non riesce proprio a stare al passo con quanto cantato dall'indimenticato Bon Scott. Il brano, al di là di tutto, però, risulta alquanto fedele e godibilissimo. Si ritorna sul rock'n'roll allegrotto, poi, con “Smokin'” dei Boston. Qui le cose continuano a mantenersi in bilico tra Anthrax style e l'originale. Durante l'assolo di tastiera, infatti, le ritmiche chitarristiche tante care a Scott Ian, nonché l'accompagnamento di batteria, marchio di fabbrica di Charlie Benante, si fanno sentire non poco, creando un ibrido abbastanza divertente. “Keep On Runnin'” (unica song del lotto ad essere stata rilasciata dopo gli anni '70, più precisamente nell'81), dei Journey, mantiene intatto lo spirito “corale” ed easy listening della band di San Francisco, ma nulla più, mentre la seguente “Big Eyes”, song dei Cheap Trick, è addirittura un po' troppo aggressiva, per suoni, velocità ed attitudine malignamente tendente al thrash, più che al blues, come in originale. Chiude la parte dell'Ep prettamente dedicata alle cover, “Jailbreak”, pezzo emblema dei Thin Lizzy, dove è Belladonna, ancora una volta, a distinguersi, ricalcando quasi alla perfezione le linee vocali di Phil Lynott, un altro indimenticato vocalist (nonché bassista) di cui si sente tutt'ora la mancanza. In coda, a porre, stavolta definitivamente, fine a questo mini album, troviamo “Crawl”, brano tratto dallo scorso “Worship Music”, in due versioni: una tratta direttamente dalla precedente studio release e una in versione remix (un po' più ambient e orchestrale, se vogliamo). Insomma, anche questo “Anthems”, per quanto divertente, rimane un Ep di cover e nulla più. Anche l'averlo impreziosito (?) con un brano originale ed un suo remix non aggiunge niente ad un mini album leggero e del tutto non imprescindibile, che potrebbe trasformarsi in un “must have” solo se si è dei fan irriducibili di Ian e soci. In caso contrario, può benissimo essere considerato come una mezzora abbondante di revival, Anthrax-style. www.anthrax.com



AT THE GATES


Bio:

La band venne formata nel 1990, dopo lo scioglimento dei Grotesque, combinando la velocità e le ritmiche martellanti del thrash metal con la violenza della scena death metal americana e svedese (Entombed, Septic Broiler, ecc.), un certo nichilismo derivato dal black metal, una rabbia hardcore come stessa dichiarazione del cantante e un approccio più melodico e in un certo senso "sensibile" tipico delle band scandinave, creando un sound unico per l'underground dell'epoca. Infatti, gli At The Gates sono considerati fra gli artefici del Melodic death metal, e uno dei gruppi che hanno popolarizzato il genere (assieme ai Dark Tranquillity e gli In Flames, anche inventori del cosiddetto stile Gothenburg). Il loro disco più famoso, Slaughter of the Soul, venne pubblicato nel 1995, ma tutta la loro discografia è considerata importantissima. Infatti, oltre ad aver influenzato il loro genere, gli At The Gates hanno anche indirettamente dato il via ad uno stile maggiormente nord americano come il Metalcore.Quando gli At The Gates si sciolsero, nel 1996, il batterista Adrian Erlandsson, il bassista Jonas Björler ed il chitarrista Anders Björler formarono i The Haunted, mentre il cantante Tomas Lindberg divenne il leader di diversi gruppi, come gli Skitsystem, i Disfear, i The Crown, i Lock-Up, i Nightrage ed i The Great Deceiver. In seguito Adrian Erlandsson lasciò i The Haunted per divenire il batterista del gruppo black metal Cradle of Filth. Il 18 ottobre 2007 viene annunciato che la band verrà riformata per alcuni concerti nell'estate 2008, fra i quali il Wacken Open Air, il Ruis Rock, il Bloodstock Open Air ed il nostrano Gods of Metal.www.atthegates.se/ www.myspace.com/atthegatesband



AVENGED SEVENFOLD


Bio:

Gli AVENGED SEVENFOLD, la nuova rivelazione californiana, sbarcano finalmente in Europa ed anche in Italia per un unico potentissimo show nel quale dispenseranno a piene mani il loro sound, un intrigante incontro tra l'assalto chitarristico degli Iron Maiden e la frenesia melodica dei Bad Religion. Saranno accompagnati da uno special guest che verrà annunciato a breve - www.avengedsevenfold.it



BAD RELIGION


Bio:

BAD RELIGION True North Il pregiudizio è un lusso che pochissimi possono permettersi, nessuno di coloro i quali ne fanno largo uso. Il sacrosanto pregiudizio direbbe che non ha alcun senso non soltanto recensire ma pure pubblicare, che dico concepire, un album punk oltrepassati i cinquant'anni; che è una truffa, uno schiaffo al durismo e purismo portare avanti una carriera trentennale in un genere che aveva nel suo manifesto il verbo del vivi veloce e muori giovane. Il pregiudizio unito alla consapevolezza che il punk è stato il più grande inganno della storia della musica, più della carriera dei Muse (“eh…già!”), farebbe a pezzi “True North” e deplorerebbe i Bad Religion che, perdinci, hanno una storia purissima alle spalle. Poi c'è questa nuova tendenza, molto in voga tra i giovani e giovanilisti à la page, quella di tirare fuori dagli scatoloni le vecchie magliette dei padri, degli zii, dei fratelloni, quelle un po' lise e stinte ma con sopra simboloni una volta pacchiani, oggi terribilmente pop, da mettere sotto una giacca da smoking. La stessa tendenza che non si accontenta più delle ristampe, vuole le reunion, vuole sentire i vecchi dischi risuonati dal vivo e vuole del “nuovo materiale”. Personalmente da anni ho abbandonato l'idea del mondo dei mini pony, nel quale i cinquantenni buoni padri di famiglia iniziavano a fumare la pipa e a mettere su un bel disco di classica (i più peperini apprezzavano Ravel) e mi sono arreso ai giubbotti di pelle e alle stinte magliette degli Ac-Dc, gonfie di abbacchio più che di whisky. Grazie Nick Hornby (però vorrei ricordare che John Cusack ai tempi di “High Fidelity” aveva 34 anni) per lo splendido regalo. Io non me lo posso permettere ma il pregiudizio vince ancora perché “True North” è un disco di una banalità inqiuetante, come inquietanti sono le foto promozionali del disco, in cui vedi a caratteri cubitali espresso il pensiero: Non me ne faccio una ragione, non dei musicisti che sono un bel prodotto (seppure non proprio fresco) da vendere su un mercato che c'è e non schioda, ma di coloro che continuano a perpetuare tale mercato di carne morta. Avendo ricevuto risposta quando mi chiesi a chi diavolo potesse interessare un disco-cliché esattamente come questo, passo direttamente al secondo punto: un disco di punkettino melodico e trito, incapace persino di essere brutto, per gente che non ha rispetto di sé. www.badreligion.com www.myspace.com/badreligion



BEN HARPER


Bio:

"Give Till It's Gone", il decimo album di Ben Harper e il suo primo album solista da Both Sides of the Gun del 2006. Ad anticipare la nuova pubblicazione, un album che esprime la lotta, la confusione e la redenzione di un uomo, il brano "Don't give up on me now" che apre il cd e che sarà in rotazione radiofonica da oggi, venerdì 1 aprile, traccia che lo stesso Harper riassume con questa strofa "Puoi aspettare tutta la vita senza sapere cosa stai aspettando veramente". Harper ha registrato gran parte del nuovo lavoro al Los Angeles Studio di Jackson Browne che ha poi collaborato con lui nella malinconica "Pray That Our Love Sees The Dawn". "Give Till It's Gone", contiene anche due tracce scritte con Ringo Starr, l'esuberante e psichedelica "Spilling Faith" e "Get There From Here", un'improvvisazione strumentale. Ringo Starr, che nelle canzoni suona anche la batteria, aveva già avuto modo di lavorare con Ben Harper quando nel 2010 lo aveva chiamato per collaborare al suo album "Y Not".. www.ben-harper.com



BLACK LABEL SOCIETY


Bio:

I Black Label Society sono una band heavy metal statunitense, fondata nel 1998 dal chitarrista, cantante, pianista e compositore Zakk Wylde. Il nome del gruppo si riferisce al whisky Black Label, prodotto della Johnny Walker di cui Zakk Wylde andava matto. La formazione guidata da Zakk Wylde, uno dei chitarristi più carismatici e selvaggi di sempre, ci regalerà due indimenticabili show in Italia: sui palchi di Colonia Sonora a Collegno, Torino e del Rock In Roma (c/o Ippodromo Capannelle). Il rock-metal sudista ...e sudato di BLACK LABEL SOCIETY travolgerà nuovamente il nostro belpaese con tonnellate di watt, quintali di riffs ed una serie di brani estratti che ripercorreranno l'intera carriera della band americana. In apertura uno special guest che vi riveleremo quanto prima.... www.blacklabelsociety.net -



BLACK SABBATH


Bio:

13 è il diciannovesimo album in studio del gruppo musicale britannico Black Sabbath, pubblicato il 10 giugno 2013 dalla Vertigo Records e dalla Republic Records.[4] Si tratta del primo album in studio pubblicato dal gruppo dai tempi di Forbidden (1995), nonché il primo registrato con il cantante Ozzy Osbourne e il bassista Geezer Butler dai tempi della pubblicazione dell'album dal vivo Reunion (1998), il quale conteneva due tracce inedite. Inoltre, si tratta del primo album in studio con Osbourne da Never Say Die! (1978), e con Butler da Cross Purposes (1994). La formazione originale dei Black Sabbath iniziò a lavorare su un nuovo album in studio nel 2001 con il produttore Rick Rubin.[5] Lo sviluppo dell'album tuttavia si interruppe a causa degli impegni di Osbourne nel completamento di un suo album dal solista, e il resto del gruppo si dedicò ad alcuni progetti paralleli, come i GZR e gli Heaven & Hell. Quando i Black Sabbath annunciarono la loro riunione l'11 novembre 2011, gli stessi annunciarono inoltre che avrebbero ripreso i lavori sul nuovo album sempre con Rubin.[6] Le sessioni di registrazione ebbero luogo tra il mese di agosto 2012 e quello di gennaio 2013 a Los Angeles, California. In aggiunta a Osbourne, Butler e il chitarrista Tony Iommi, il gruppo ingaggiò per le sessioni di registrazione il batterista Brad Wilk dei Rage Against the Machine e degli Audioslave, in seguito alla decisione del batterista originario Bill Ward di non voler partecipare alla reunion, a causa di una "disputa contrattuale".[4] Il disco è stato inoltre inserito alla 12ª posizione della classifica dei 20 migliori album metal del 2013 stilata dalla rivista Spin.[7] http://www.blacksabbath.com www.facebook.com/BlackSabbath



BLACK STONE CHERRY


Bio:

BLACK STONE CHERRY! Il combo statunitense (del Kentucky per la precisione) pubblicherà a fine agosto il secondo lavoro intitolato “Folklore & Superstition” su Roadrunner Records e farà tappa nella nostra penisola per presentarci i nuovi brani. I BLACK STONE CHERRY prendono il rock e lo contaminano di psichedelia, blues e una (mal)sana dose di stoner. Figli legittimi di Lynyrd Skynyrd, Black Crowes e con riferimenti espliciti ai Led Zeppelin, i Nostri suderanno whisky e sangue sul palco www.blackstonecherry.com www.myspace.com/blackstonecherry



DESTRUCTION


Bio:

Destruction - Spiritual Genocide Nel trentennale della loro gloriosa carriera gli inossidabili Destruction tornano alla ribalta a distanza di un solo anno dal confortante Day Of Reckoning. Il nuovo album intitolato Spiritual Genocide, mixato da Andy Classen, è caratterizzato dalla presenza sulla cover -realizzata da Gyula- del solito orripilante Mad Butcher. La musica proposta pone in evidenza il consolidatissimo e collaudato canovaccio nel quale a dominare (non potrebbe essere davvero altrimenti) è il thrash teutonico più viscerale ed oltranzista. Ciò che mi preme sottolineare subito è l'elevato livello del songwriting, indice di un'ispirazione invidiabile che traspare dirompente dall'inizio alla fine nell'ascoltare questo piacevole lavoro. Sembra proprio che i Destruction siano come il vino che più invecchia più si fa buono perché, a parte qualche raro episodio sparso qua e là che allenta un po' l'attenzione, per il resto siamo davvero al cospetto di un prodotto a tratti anche sorprendente. Tutto è oliato alla perfezione: il riffing sciorinato dalla sei corde di Mike Sifringer mi ha convinto pienamente e ha pochi rivali; la prestazione del batterista Wawrzyniec "Vaaver" Dramowicz è letteralmente da incorniciare; l'ugola di Marcel "Schmier" Schirmer è abrasiva come sempre e permane tra le migliori e più riconoscibili in circolazione. L'intro marziale di Exordium ha il compito di preparare al meglio il previsto assalto thrash frontale, violento, granitico e non si è di certo delusi dalla splendida Cyanide, munita di un andamento al fulmicotone, dall'apprezzabile utilizzo di indovinati chorus e dalla doppia cassa di Vaaver. Riff taglienti come rasoi affilati illuminano la title track, munita di un tema portante a dir poco trascinante, tra gli episodi migliori del platter. Nella potentissima e cattiva Renegades è la sezione ritmica ad eccellere, mentre City Of Doom dispone di un incedere più ragionato e mi ha rammentato vagamente quello di Holy Wars…The Punishment Due dei Megadeth -alla fin fine una buona canzone, ma meno di spessore rispetto alle altre. A rimettere le cose a posto ci pensa No Signs Of Repentance dove domina un efficace refrain e ancora chorus azzeccati; le medesime caratteristiche si riverberano in forma ancora migliore nella seguente To Dust You Will Decay (non fatevi ingannare dalla parte iniziale…la solita devastazione sonora è dietro l'angolo!). La furia distruttiva di Legacy Of The Past ti stordisce letteralmente ed è da menzionare la partecipazione di Thomas “Angelripper” Such (Sodom) e Andreas “Gerre” Geremia (Tankard). Meno convincente la grooveggiante Carnivore -carino il video tratto da questo pezzo- e due autentiche mazzate tra i denti -Riot Squad e la veloce Under Violent Sledge- chiudono un album ben congeniato che riporta in auge questa formazione. Da ricordare, infine, che il duo Harry Wilkens (chitarra) e Oliver Kaiser (batteria), entrambi ex membri dei Destruction ai tempi dell'EP Mad Butcher e di Release From Agony, sono presenti nella track Carnivore della versione digipack. A conti fatti devo ammettere di essere rimasto sorpreso dalla qualità sprigionata in Spiritual Genocide che non ho remore a considerare uno degli album migliori usciti in ambito metal nel 2012. Scevro da qualsivoglia approccio melodico alla Kreator dell'ultima maniera e ortodosso all'inverosimile, ha il merito di riverberare il nostro amato thrash ottantiano. Non vi aspettate, pertanto, nulla di diverso che questo: io mi accontento, e voi? www.destruction.de www.facebook.com/destruction



DOMINE


Bio:

I Domine rappresentano al meglio l'anima tenace e coraggiosa delle metal band italiane. Attivi da molti anni, quando ancora aveva un senso parlare di demo tape, i Domine hanno combattuto mille battaglie. Prima contro l'indifferenza verso il genere, anche da parte dei circuiti alternativi, poi per raggiungere l'interesse di una casa discografica e conquistare il debutto discografico con l'acerbo "Champion Eternal", per poi far crescere l'enorme potenziale del quintetto. L'impresa è riuscita con il lavoro successivo "Dragonlord - Tales Of the Noble Steel", con "Strombinger Ruler", l'album della maturazione, e nel 2004 la definitiva consacrazione con "Emperor Of The Black Runes". Famosi ed apprezzati per l'alta qualità delle loro Live performance (grazie alla quale hanno suonato su palchi quali Gods Of Metal, Heineken Jammin' Festival e Wacken), i Domine ci regaleranno una stupenda serata all'insegna del power-epic metal. Un concerto da non perdere per tutti i metal "Defenders". www.dominetruemetal.com www.myspace.com/domineofficial



DREAM THEATER


Bio:

Dopo il successo del nuovo album omonimo e del tour italiano dello scorso gennaio, DREAM THEATER, pionieri del prog metal di alta qualità, torneranno dalle nostre parti nel periodo estivo. John Petrucci & co. si esibiranno in tre indimenticabili shows, in location mai toccate prima d'ora. “An Evening with Dream Theater” è lo show che i Nostri porteranno in Italia: un vero e proprio spettacolo di musica e immagini, un viaggio nella discografia di una della band più famose della scena prog attuale. www.dreamtheater.net



EDGUY


Bio:

Gli eroi del power metal tedesco, EDGUY, pubblicheranno il nuovo album "Space Police-Defenders Of The Crown" il prossimo 18 aprile su Nuclear Blast. In autunno, poi, si imbarcheranno in un incredibile tour che farà tappa in Italia per due date: Roma e Trezzo sull'Adda. Sarà uno show spettacolare, dove EDGUY ripercorreranno gran parte della loro indimenticabile discografia. Tobias Sammet, frontman della band conferma: "EDGUY sono tornati! Nessuna Rock Opera, saliremo sul palco e suoneremo alla velocità della luce. 'King Of Fools', 'Lavatory Love Machine', 'Tears Of A Mandrake' e molti altri brani vecchi e nuovi. Sarà fantastico viaggiare coi miei amici d'infanzia, dopo il tour coi Deep Purple siamo contenti di tornare sul nostro palco, con la nostra produzione! E' tutta una questione di attitudine. Molto semplice: non vediamo l'ora di spaccare con chitarra, basso e batteria...'old school way'! Non mancare!" www.edguy.net



EMIS KILLA


Bio:

J-AX, MAX PEZZALI, SALMO, SKIN SONO I FEATURING DEL NUOVO ALBUM “MERCURIO” J-Ax, Max Pezzali, Salmo e Skin sono i 4 featuring, annunciati dallo stesso Emis Killa attraverso i suoi canali social, del nuovo album “Mercurio”. 4 ospiti appartenenti a mondi musicali differenti per 4 collaborazioni di rilievo, che faranno aumentare l'interesse e la curiosità sul nuovo progetto discografico del giovane rapper. Questi importanti featuring sono solo una delle tante sorprese che Emis Killa ha riservato per i propri fan e che saranno svelate nelle prossime settimane. Da una decina di giorni è online “WOW”, il primo estratto dal nuovo album che ha già mezzo milione di views: ogni notizia legata al nuovo disco di Emis Killa sta invadendo la rete. L'hashtag #EmisKillaèwow (lanciato il giorno di uscita del video) è stato topic trend mondiale. Sarà inoltre Emis Killa ad aprire l'Hip Hop Tv B-Day Party il 24 settembre al Mediolanum Forum di Milano (ore 20.00). La giovanestar del rap presenterà in anteprima dal vivo un assaggio del nuovo album “MERCURIO”. “L'erba cattiva”, il disco d'esordio di Emis Killa, che ha acceso la scintilla dopo anni di silenzio nel nuovo rap italiano, ha raggiunto un risultato unico nel genere, rimanendo in vetta alle classifiche consecutivamente per oltre 1 anno. Il rapper vanta inoltre 70milioni di views sul suo canale ufficiale YouTube, registrate in soli 12 mesi e supera il milione di fan sui social network. #Mercurio #EmisKillaèwow https://www.facebook.com/emiskillaofficialpage https://twitter.com/RealEmisKilla http://instagram.com/emis_killa www.emiskilla.it http://www.facebook.com/emiskillaofficialpage

Live di questa band:




Sab 24 Mag - Pavia (PV) - Italia

PALATREVES PAVIA




Sab 12 Lug - Albese (CO) - Italia

ARENA CONCERTI ALBESE CON CASSANO CO


Gio 17 Lug - Varallo (VC) - Italia

Piazza Vittorio Emanuele II VARALLO VC


Ven 18 Lug - Arezzo (AR) - Italia

VILLA SEVERI AREZZO







ENRICO BRIGNANO


Bio:

La commedia del Rugantino è un famoso spettacolo teatrale di Garinei e Giovannini, scritta con Franciosa e Festa Campanile, con le musiche di Armando Trovajoli e le Coreografie di Gino Landi in collaborazione artistica di Gigi Magni. Il ruolo del Rugantino è sempre stato interpretato da attori illustri: la prima rappresentazione fu di Nino Manfredi, la seconda di Enrico Montesano, la terza di Valerio Mastandrea, la quarta e la quinta di Michele La Ginestra e la sesta di Enrico Brignano nel 2010 con un successo strepitoso, con ben oltre 130000 spettatori. Nell'edizione 2010 lo spettacolo interpretato da Brignano ebbe un'ovazione di pubblico e di critica, per le tre ore di risate in cui l'attore interpretò perfettamente il ruolo scanzonato del Rugantino correndo su e giù per il palco, provocando e stuzzicando il pubblico con una veracità tutta romana. L'attore Enrico Brignano è un comico romano nato dall'Accademia dei Giovani Comici creata da Gigi Proietti, molto amato dal grande pubblico per la sua verve ed il suo spirito. Brignano quest'anno vuole riprodurre uno spettacolo fedele all'originale e curerà la messa in scena dello spettacolo, riprendendo la regia originale di Garinei e Giovannini. Il cast sarà composto da una compagnia di 20 attori, 20 ballerini e un'orchestra dal vivo, come nella prima rappresentazione, ed i costumi saranno quelli originali, restaurati ed adattati, firmati da Giulio Coltellacci. www.enricobrignano.it www.facebook.com/EnricoBrignanoPaginaUfficiale



GIORGIA


Bio:

Da un po' non sono in tour e il palco mi manca. Chissà come saremo il pubblico e io, a ritrovarci tra le canzoni di prima e quelle del nuovo album. Non vedo l'ora!" Giorgia Sull'onda del successo del nuovo album Dietro le Apparenze e del suo tour che ha registrato il sold out in tutta Italia, Giorgia tornerà dopo un lungo periodo di assenza nella cavea dell'Auditorium Parco della Musica. Giorgia è stata riconosciuta come una delle più grandi interpreti del panorama internazionale da diversi artisti tra i quali Anastacia, Herbie Hancock, Elton John, Michael Bublé oltre che dalla famosa rivista statunitense Billboard, che l'ha definita «in grado di fare lo stesso successo anche negli USA». Il concerto sarà un viaggio attraverso tutta la carriera della cantante dai suoi più grandi successi del passato alle nuove hit. Dietro le apparenze uscito a settembre 2011 ha debuttato al primo posto della classifica di vendita ed è stato per mesi nella top ten dei dischi più venduti. Inevitabile - il singolo in cui Giorgia duetta con Eros Ramazzotti - come i precedenti, Il mio giorno migliore e E' l'amore che conta è tra i brani più trasmessi dalle radio. Giorgia ha ideato lo show del nuovo tour partendo dalla musica, con un'attenzione particolare verso i suoni del nuovo disco. Per il pubblico quasi due ore di concerto con una scaletta che non mancherà di sorprendere: le nuove canzoni di Dietro le apparenze eseguite per la prima volta dal vivo e sicuramente 'classici' come Di sole e d'azzurro, Gocce di memoria, Come saprei. www.giorgia.net

Live di questa band:
















GOTTHARD


Bio:

GOTTHARD Lipservice Nuclear Blast / Audioglobe It's only rock'n'roll! C'è stato un tempo in cui la Svizzera metteva paura. Dal paese dei grigioni e dei cantoni, verso la metà degli anni '80, giungevano band come Celtic Frost e Coroner che avrebbero rivoluzionato i canoni dell'extreme metal e altre che riuscivano a mettere in crisi i blasonati gruppi hard rock americani e che rispondevano al nome di Krokus, China e Gotthard. Proprio questi ultimi ci propinano il loro ottavo album forti del contratto con la Nuclear Blast e di un uomo in cabina di regia che risponde al nome di Roland Prent e che ha prestato le proprie capacità di sound engineer a gente come Rammstein e Manowar. Perché questo è il rock 'n' roll gente, qui non si inventa nulla. Steve Lee e Leo Leoni non hanno perso un grammo di quello spirito che si respirava negli a cavallo tra la stretta di mano tra Reagan e Gorbaciov e la caduta del muro di Berlino e, pur non inventando nulla, riescono nella piacevole illusione di toglierci qualche anno lungo la durata di un CD. Ancora una volta, la Svizzera riuscita a provocarci qualche brivido. www.gotthard.com



HALESTORM


Bio:

LIzzy Hale e i suoi Halestorm sono sulla rampa di lancio per la botta di popolarità per lo meno negli States e in UK. I ragazzi stanno ricevendo benedizioni di varia natura e “The Strange Case Of…” sarà sicuramente una delle release di punta del mercato modern hard rock a Stelle e Strisce. Già dalla pompatissima opener “Love Bites (So Do I)” si capisce che la produzione, il rock e la vocina di Lzzy sono a livelli altissimi. Le successive “Mz. Hyde“, “I Miss The Misery” e “Freak Like Me” confermano che gli Halestorm si giocheranno i pezzi giusti subito all'inizio, infatti quando i giri si abbassano (“Beautiful With You” e “In Your Room“) l'entusiasmo cala. Va meglio con “Break In” ma in generale solo con “Daughters Of Darkness” si ritorna all'hype iniziale. In sostanza un cd interessante ma che avrebbe potuto spaccare molto di più. Gli Halestorm comunque rimangono una band da seguire con attenzione… www.halestormrocks.com



JAMES BLUNT


Bio:

Il 'Moon Landing 2014 World Tour' segue e celebra il quarto lavoro discografico di James Blunt, 'Moon Landing', pubblicato lo scorso ottobre e anticipato dal singolo 'Bonfire Heart'. James ha detto del suo nuovo album, “E' un disco molto più personale, alla ricerca di dove tutto è cominciato, e dove ci troviamo adesso. È l'album che avrei registrato se 'Back To Bedlam' non avesse venduto.” Il secondo singolo estratto dall'album, 'Heart to Heart', è in Top Ten su iTunes da cinque settimane. L'album, certificato Disco d'Oro, è stabile nella Top 20 degli album più venduti da 15 settimane. Il successo di Blunt è riassumibile in poche cifre: i primi 3 album gli hanno regalato quattro singoli al numero uno, cinque nomination ai Grammy (più due BRITS, due Ivor Novello e una serie di MTV Awards), una band di 6 musicisti, sette interi anni sulla strada, varie relazioni con donne bellissime. Poi i numeri sono andati fuori controllo: quasi 17 milioni di album e 20 milioni di singoli venduti in tutto il mondo, oltre 5 milioni di “likes” su Facebook , 250 milioni di stream su Spotify e 257 milioni di visualizzazioni sul suo canale YouTube. Numeri che ne fanno una stella assoluta del pop planetario. www.jamesblunt.com



KEN HENSLEY - URIAH HEEP


Bio:

Ken Hensley è stato il principale compositore della heavy rock band inglese Uriah Heep, nati agli inizi degli anni settanta prendendo il nome di un personaggio di Charles Dickens. Poliedrico multistrumentista ha guidato la formazione durante i grandi successi internazionali fino al 1980 quando ha deciso di intraprendere la sua carriera solista. www.ken-hensley.com



KENDRICK LAMAR


Bio:

LAMAR è originario di uno dei quartieri più duri e famosi d'America, Compton (Los Angeles - California). Lo stesso da dove tutto il movimento hip hop weast coast è partito, 20 anni orsono, grazie ai N.W.A di Dr. Dre. Proprio Dre - talent scout per eccellenza, ha scoperto personaggi come 50 Cent e Eminem - ha visto in Kendrick Lamar il futuro dell'hip hop a stelle e strisce, ha iniziato a produrre musica per lui e lo ha "protetto" in questi anni di inizio carriera, portando Kendrick a un contratto con la sua Aftermath Records/Interscope Records. Un esordio di carriera, quello di Kendrick, già ricco di collaborazioni, un disco digitale (Section.80), 5 mixtape andati a ruba nelle strade e decine di attestati di stima da parte dell'industria musicale. Il 23 Ottobre, KENDRICK ha rilasciato il suo album "Good Kid, M.A.A.D City" (dove M.A.A.D. vuol dire My Angry Adolescence Divided), disco dell' esordiente più chiacchierato e atteso degli ultimi anni. Il primo singolo "Swimming Pool (Drank)" è divenuto subito un successo, insieme a "The Recipe" (Feat Dr. Drer): queste due hit sono state il lancio, negli ultimi mesi, per il disco ufficiale che vede le collaborazioni di Pharrel, Drake, Mc Eiht e della sempre splendida Mary J. Blige, tra l'altro doveva nel disco dove apparire anche Lady Gaga, una delle sue più grandi estimatrici. Lamar rappresenta una vera e propria boccata d'aria fresca nel movimento urban. Radicato nel ghetto, sa parlare di tutto: dei problemi dei giovani, di istruzione e divertimento, dei sogni infranti di una generazione (quella delle gang e della "crack-era" di fine anni'80), riportandoli tutti in musica e in rima, grazie a un' invidiabile capacità di scrittura e linguaggio. Lamar è da molti paragonato ai grandi del genere, come Tupac Shakur (da cui trae grande ispirazione), Nas ed Eminem. Ricordiamo qui come lo ha definito il giornalista Kreg Kot del Chicago Tribune: "Il debutto su major di Lamar, probabilmente è l'uscita discografica hip hop più significativa degli ultimi anni". Sarà ENSI, il numero uno del freestyle italiano e tra gli artisti hip hop più apprezzati sulla rigogliosa scena attuale, ad aprire l'unica data italiana del nuovo prodigio del rap internazionale. Un grande e solido background, la vincita di tutte le più importanti gare di freestyle negli ultimi anni, il recente trionfo nel programma Mtv Spit, la conduzione degli Mtv Days di Torino (la sua città) lo scorso giugno, la collaborazione con i Motel Connection, di cui è membro ufficiale, il successo del primo album solista, rilasciato a novembre, con i featuring di Samuel dei Subsonica e Raiz, le nomination ai primi, e imminenti, Mtv hip hop Music Awards: tutto questo e Ensi, che è stato scelto per aprire, non a caso, il concerto di un fenomeno vero dell' hip hop.



LADY GAGA


Bio:

LADY GAGA si è fatta notare fin dall'uscita del suo album di debutto “The Fame” (2008), che ha venduto oltre 15 milioni di copie in tutto il mondo. Il suo contributo all'industria musicale le ha fruttato numerosi riconoscimenti tra cui 5 Grammy Awards e 15 nomination, un record di 13 MTV Video Music Awards su 26 nomination e circa 24 milioni di album e 90 milioni di singoli venduti a livello internazionale. Ha viaggiato per tutto il mondo con numerosi world tour tra cui nel 2008 The Fame Ball, nel 2009-2011 The Monster Ball e nel 2012-2013 Born This Way Ball. Il “Lady Gaga Presents the Monster Ball Tour At Madison Square Garden” trasmesso dal canale tv HBO ha vinto un Emmy Award e totalizzato 5 nomination. Il suo terzo album di studio, “Born This Way”, ha infranto l'iTunes record per l'ascesa al numero 1 più veloce di tutti i tempi nel giorno di uscita. Nel 2013 è stata eletta dal Time Magazine la seconda persona più influente del decennio. Con oltre 2.2 bilioni di visualizzazioni dei suoi video LADY GAGA è una dei profili più seguiti sui social media, con oltre 58 milioni di like su Facebook e quasi 40 milioni di follower su Twitter. LADY GAGA è, inoltre, un'attivista e filantropa. Ha supportato importanti iniziative, tra cui i diritti LGBT, l'HIV/AIDS awareness e problematiche giovanili e alimentari. Nel 2011 ha lanciato la sua Born This Way Foundation, una non-profit dedicata ai giovani e alla creazione di un mondo migliore e più coraggioso. Di recente ha lanciato un social network dedicato solo ai suoi fan, LittleMonsters.com. LADY GAGA è l'unica artista nell'era digitale ad aver superato i 5 milioni di download con le sue prime due hit “Just Dance” e “Pokerface”. http://www.ladygaga.com http://twitter.com/ladygaga http://www.facebook.com/ladygaga https://www.facebook.com/LadyGagaPaginaItaliana http://google.com/+ladygaga http://www.youtube.com/ladygaga http://www.youtube.com/ladygagavevo



MASSIVE ATTACK


Bio:

A quattro anni di distanza dall'ultimo tour italiano torna dal vivo una delle band più innovative e carismatiche del panorama musicale internazionale. I Massive Attack porteranno il loro nuovo tour in Italia per quattro grandi concerti e saranno di nuovo all'Hydrogen Festival, a Piazzola sul Brenta, di fronte a Villa Contarini, il 9 luglio. Il concerto che ha avuto luogo al Piazzola Live Festival nell'estate del 2008 rimane come uno live più belli visti negli ultimi anni, con il duo composto da Del Naja e Daddy G in splendida forma. Veri e propri inventori di un genere, il Trip-hop, che ha influenzato più di una generazione di musicisti, i Massive Attack rimangono ancora oggi il riferimento per un certo tipo di musica elettronica dalle sonorità cupe e introspettive, nella quale si fondono magicamente l'house, il tecno e il rock. Dopo l'ultima uscita discografica "Heligoland" del 2010, i Massive Attack fecero parlare di sè lo scorso mese di maggio, quando si parlò di un possibile ritorno di Tricky per un nuovo album di inediti. Dal canto suo Robert Del Naja, sempre nel corso del maggio 2013, presentò la colonna sonora al documentario "The UK gold" realizzata insieme al frontman di Radiohead e Atoms for Peace Thom Yorke. www.massiveattack.co.uk www.facebook.com/massiveattack



MEGADETH


Bio:

Il ventesimo anniversario di 'Rust In Peace', leggendario album della band californiana e Dave Ellefson, band mate storico di Dave, è tornato ad occupare il ruolo di bassista. Per festeggiare tutto ciò, MEGADETH si imbarcheranno in un lungo tour europeo che li vedrà suonare nei maggiori festival estivi in giro per l'Europa, ma qua e là anche in headliner shows. E l'Italia sarà uno dei paese in cui potremo gustarcelli tutti soli, con il loro spettacolo al completo, e visto l'amore illimitato che i fans italiani nutrono verso la band, Dave e soci hanno deciso di ricompensarli con ben tre concerti nel mese di Giugno! www.megadeth.com



METALLICA


Bio:

Signore e signori, habemus monstrum. Se ne è già parlato e se ne parlerà ancora tanto, di Lulu. Chissà perché, poi. “Una collaborazione insolita sarebbe stata tra Metallica e Cher. Questa è una collaborazione ovvia“, spiega Lou. Che evidentemente ha perso il pelo ma non il vizio, e chi di voi si sta ancora grattando la testa ha evidentemente dimenticato che questo signore quasi settantenne è lo stesso di Metal Machine Music. Berlin. The Bells. The Raven.European Son. Sister Ray. Meditation Music (il disco elettronico che nessuno ha ascoltato). Del maestro di Tai Chi sul palco. Dobbiamo continuare? No di certo. Allora, Lulu. Che, anzitutto, non è un disco di canzoni. È, strettamente, un'opera rock, e come tale è inseparabile dal suo libretto, ovvero i testi che Reed ha preparato per una recente messinscena berlinese di Robert Wilson dei celeberrimi drammi di Frank Wedekind, Il vaso di Pandora e Lo spirito della terra. Testi che, lo diciamo subito, ce lo restituiscono davvero al meglio: crudi, violenti, evocativi, poetici, intrisi di una forza espressiva che latitava da molto tempo (sono migliori, per dire, di quelli di The Raven, guardacaso scaturito anch'esso da una collaborazione con Wilson –POEtry - in cui però non riusciva in modo del tutto convincente a modernizzare Poe, restando troppo ancorato al modello). Per molti versi, Lulu sembra una versione pulp di Berlin: a ben vedere, tra il cuore di ghiaccio della protagonista, femme fatale archetipica e l'Alaska di Caroline corre davvero poco. Insomma, Lou gioca in casa e non solo - com'è prevedibile - vince, ma talvolta si supera. Aprire un album con un verso come “mi amputerei le gambe e le tette / quando penso a Boris Karloff e Kinski / nel buio della luna” possono permetterselo in pochi, senza sembrare pretenziosi o ridicoli. Anzi, può permetterselo solo lui. E qui entrano in gioco i Metallica. Ok, Lou non sarà Cher, ma perché proprio loro come backing band? Anche perché oltre a non essere un disco di canzoni, Lulu non è nemmeno un disco metal. Almeno non nel senso ortodosso. James Hetfield si limita ad accennare e sottolineare qualche parola chiave (prende il timone solo in The View, scelta come anteprima con il probabile intento di accattivare i fan e sortendo invece l'effetto opposto), lasciando a Reed tutto lo spazio per divagare con il suo talking stonato e, come felicemente definito da qualcuno, disancorato. E se si sta molto attenti, a parte i riffoni Sabbath della citata View e Frustration e la cavalcata thrash di Mistress Dread, non si tratta esattamente di metallo duro e puro. È pur sempre metal-Lou. Brandeburg Gate e Iced Honey sono puro vecchio stile à la Sweet Jane, rese solo più truci dai Four Horsemen; l'uso espressivo e reiterato di droni di violino e organo portano al puro suono di Metal Machine Music e della recente musica per meditazione (oltre a sembrare una strizzatina d'occhio al vecchio amico/nemico John Cale e alla moglie Laurie Anderson); e forse che la conclusiva – e notevole – Junior Dad non rinverdisce i fasti di Street Hassle? Lulu è piuttosto un disco che usa i toni del metal per veicolare certi contenuti lirici, in modo descrittivo e evocativo. Un effetto riuscito in Cheat On Me e - ottimamente - in Pumping Blood; stando alla pura brutalità di quest'ultima (si mette in scena il massacro della protagonista da parte di Jack lo Squartatore), in effetti non ci volevano i Metallica. Ci volevano gli Slayer. E se tutto questo per la maggior parte dei metalheads può risultare incomprensibile (come se unire metallo e intelletto fosse tabù, ma qualcuno si ricorda di Marianne Faithfull in The Memories Remain?), nell'ottica reediana – diremmo: velvettiana – acquista perfettamente senso. Lulu è un esperimento, così come lo era White Light / White Heat: cambia solo la forma, ma lo spirito è quello. È un esperimento riuscito? Non del tutto, perché è di fruizione palesemente difficile, soffre l'eccessiva lunghezza dell'insieme e dei singoli episodi e il matrimonio tra le due entità artistiche si in realtà si consuma solo in parte, e con esiti comprensibilmente controversi. Il suo valore, più di tutto, consiste nel rimettere in discussione le potenzialità di un genere - il rock - che qualcuno si ostina a dare ancora per spacciato. Ci volevano un vecchietto (la cui vita è stata salvata dal rock'n'roll, se ricordate) e quattro metallari semibolliti a ricordarcelo. C'è da pensare. www.metallica.com



MOTEL CONNECTION


Bio:

“'Vivace' innanzitutto è un termine universale. E' una parola appartenente alla lingua italiana ma che applicata alla musica classica diventa globale: in musica classica, infatti, indica un tempo ritmico molto sostenuto, veloce. Questo album, che è il sesto dei Motel Connection vive di un' anima un po' più accelerata. E' un album più veloce, con dei suoni più distruttivi e quindi ci piaceva l'idea di intitolarlo con un termine che rappresenta perfettamente quel ritmo: vivace appunto”. A parlare è Samuel, voce dei Subsonica, che con Pisti e Pierfunk ha dato vita nel 2000 al progetto Motel Connection. Incontriamo i tre artisti in occasione dell'uscita del nuovo lavoro del collettivo, “Vivace”, in tutti i negozi dal 9 aprile. Il sesto album della carriera della band, come ci ha raccontato Samuel, si distanzia dalle atmosfere dei precedenti dischi dei Motel Connection: “Ci siamo 'solarizzati' ultimamente parecchio”, scherza il cantante, Rockol - Motel Connection - La videointervista on MUZU.TV Testi delle canzoni di: Motel Connection · Db Volante · Moonflower · Queen of Sugar · Less Is More · I would prefer not tutti i testi “Diciamo che questo album strizza un pochino di più l'occhio, rispetto agli altri lavori, agli anni Novanta, da un certo punto di vista più solari rispetto alle altre decadi. Le sonorità, in effetti sono più aperte, più armoniche ed è scattata in noi la voglia di andare a ripercorre gli inizi della nostra storia musicale”, prosegue l'artista. Il singolo scelto per presentare “Vivace” è “Midnight sun”: “In realtà questo brano non era presente nel nuovo album. Quando abbiamo presentato 'Vivace' alla prima etichetta discografica ci hanno detto che non c'era il singolo per presentare il disco al pubblico, dovete comporne uno. Nella notte è nata 'Midnight sun', una canzone che abbiamo subito cercato di far rientrare nell'album tingendola di quei colori che fanno parte di tutto il disco”, racconta Samuel. “E abbiamo cambiato etichetta”, afferma Pisti sorridendo. “Siamo nati nel 2000 nel contesto dei live. In una maniera molto istintiva loro suonavano e io mettevo su dei dischi, il gruppo ha avuto origine in maniera molto semplice. Dopo un po' di esperienze dal vivo abbiamo sentito l'esigenza di comporre della musica totalmente nostra. In realtà il processo compositivo è rimasto un po' quello: ci troviamo in studio ed io inizio a suonare dei loop, Sanuel e Pierfunk intervengono poi con i loro strumenti e quando raggiungiamo un punto di intesa iniziamo a costruire le canzoni”, racconta ancora Pisti, dj dei Motel Connection. “Per ogni album collaboriamo con dei produttori”, prosegue Samuel, “In questo caso abbiamo chiamato a lavorare con noi Andrea Bertolini, che è un dj italiano molto conosciuto all'estero e che ci ha aiutato a ripercorrere quelle tinte più aggressive, più dance/mainstream che cercavamo”. Rimanendo in tema di collaborazioni, per il loro nuovo lavoro, i Motel Connection hanno coinvolto artisti provenienti da scene diverse: il rapper Ensi e Drigo e Cesare dei Negrita: “Per quanto riguarda Ensi, innanzitutto si è trattato di un incontro cittadino, siamo cresciuti nella stessa terra senza saperlo e quando l'abbiamo scoperto abbiamo pensato di portare con noi un grande talento nell'esperienza in cui Torino ha sfidato Napoli, ovvero il 'Double trouble': l'anno scorso sui balconi del capoluogo campano abbiamo sfidato i 99 Posse. A loro disposizione per il 'duello' c'era Clementino, noi abbiamo scelto Ensi. Con lui abbiamo poi realizzato una traccia per questo nuovo album. Per Drigo e Cesare, invece, tutto si è svolto in maniera differente: li abbiamo invitati a cena. Scriviamo tutti i dischi nel Chianti e una sera ci sono venuti a trovare. Dopo una grande grigliata accompagnata da del buon vino ci siamo seduti in studio e loro hanno suonato delle parti di chitarra su alcuni nostri brani”, racconta la band. Nel percorso dei Motel Connection è stata significativa l'esperienza del Movent, festival di Detroit al quale il gruppo ha preso parte qualche anno fa, come racconta Samuel: “Detroit è una città particolare, ha dato i natali alla techno ed è un luogo a cui i Motel Connection in alcuni episodi del loro percorso musicale si sono ispirati. La techno fa parte del nostro modo di concepire la musica: il ritmo ossessivo, il mantra ritmico che ti porta ad una esplorazione sensoriale della musica. Quando ci hanno proposto qualche anno fa di esibirci sul palco del Movement per noi è stata una bella sorpresa, un orgoglio rappresentare l'Italia”, afferma il cantante. Attualmente, la band è in tour nei principali club italiani e stasera, 4 aprile, si esibirà ai Magazzini Generali di Milano per poi proseguire con le date in tutta Italia: “I nostri live sono partiti un mese fa con una sfida: portare in giro un disco per farlo ballare prima che ascoltare. Un album dance che abbiamo scelto di presentare nei principali club italiani, da nord a sud, e andremo avanti per un anno intero. Per chi non ci ha mai visto dal vivo? Aspettatevi tanta cassa. Si balla tanto. La dance ha fatto ballare l'uomo bianco e noi realizziamo dei live basati proprio su questo: far ballare”, affermano i musicisti. Chiediamo, poi, loro un parere sulla scena clubbing italiana: “Diciamo che il clubbing italiano tossisce un po'. E non è un problema legato alla scena bensì al Paese: l'Italia è in grande difficoltà. È un Paese arretrato e si fatica in tutte le scene. In Italia il clubbing è sempre stato una grande valvola di sfogo, i progetti italiani molto spesso sono addirittura più riconosciuti all'estero che da noi. Questo è un momento complicato per la musica italiana in generale, ma tutto è ciclico, per cui il clubbing sicuramente si riprenderà”, commenta Pisti.. “Oggi si è modificata la mentalità con cui si ascolta la musica”, continua Samuel, “I ragazzi sono molto più settoriali ma noi crediamo che mettere insieme delle attitudini completamente diverse, come la sperimentazione con Ensi, possa generare forze nuove”. I Motel Connection concludono raccontandoci i loro progetti futuri: “Saremo in tour per per il prossimo anno e nel mezzo ci saranno sperimentazioni di comunicazione della musica: abbiamo un progetto legato all'università, che prende ispirazione dal mondo del lavoro, avvicinando i giovani attraverso la musica al mondo del lavoro nelle università, ma ne parleremo meglio in seguito”, concludono i Motel Connection. www.motelconnection.net www.facebook.com/motelconnectionlive



MOTORPSYCHO


Bio:

Pubblicato il 7 marzo 2014, Behind The Sun è il nuovo album dei prog rocker norvegesi Motorpsycho. Come il precedente Still Life With Eggplant, il lavoro è stato inciso ai Brygga Studio di Trondheim, con Reine Fiske alla chitatrra. Altri ospiti sono: Ole Henrik Moe alla viola e Kari Rønnekleiv al violino. Behind The Sun, che esce nel venticinquesimo anniversario dalla formazione della band, è accompagnato da un tour mondiale che tocca anche l'Italia per 4 date. Il 20 gennaio è stato diffuso sul canale YouTube di Stickman un teaser video del brano Where Greyhounds Dare. www.motorpsycho.net



NEGRAMARO


Bio:

Negramaro, Un amore così grande Tour 2014 Dopo aver conquistato i palazzetti e gli stadi più importanti d'Italia con il loro ultimo tour, i negramaro tornano all'attacco con 9 imperdibili concerti nel mese di luglio! La band salentina è pronta ad infiammare la tua estate con il suo “un amore così grande 2014 tour“… il perché del nome verrà rivelato presto, noi siamo curiosissimi! www.negramaro.com www.facebook.com/negramaroOfficialPage

Live di questa band:












Sab 26 Lug - Lecce (LE) - Italia

STADIO VIA DEL MARE LECCE




NINE INCH NAILS


Bio:

Dopo quattro anni di assenza dalla scena, si riuniscono i numeri uno del rock alternativo mondiale: NINE INCH NAILS!!! La band, guidata dal guru carismatico e genio dell'elettronica Trent Reznor, ha confermato il ritorno sulle scene annunciando alcune date europee sui palchi dei festival più importanti. www.nin.com



NOEMI


Bio:

La nostra Noemi in tournée presenterà il suo nuovo album “Made in London“ contenente le canzoni che Noemi canterà al festival, “Bagnati dal sole” e “Un uomo è un albero“. www.noemiofficial.it wwww.facebook.com/noemiofficial

Live di questa band:












ONE DIRECTION


Bio:

I cinque componenti provengono ognuno da una città diversa: Niall Horan da Westmeath, Zayn Malik da Bradford, Harry Styles da Holmes Chapel, Louis Tomlinson da Doncaster e Liam Payne dal Wolverhampton. Dopo essersi classificati terzi nella settima serie di The X Factor, hanno firmato un contratto con la Syco Music, fondata da Simon Cowell, uno dei giudici del programma televisivo. Inizialmente i cantanti della band si sono presentati alle audizioni del programma tutti e cinque come solisti, ma poco prima di iniziare il programma alla cantante statunitense Nicole Scherzinger venne in mente di riunire i ragazzi in una band. Il loro singolo di debutto, What Makes You Beautiful, è stato pubblicato l'11 settembre 2011, piazzandosi primo nell'UK Singles Chart e risultando il singolo che ha venduto più copie in una sola settimana del 2011. Il loro primo album, Up All Night, è stato rilasciato il 21 novembre, raggiungendo la seconda posizione in classifica nell'UK Albums Chart http://www.onedirectionmusic.com/



OPETH


Bio:

Opeth ghost reveries - roadrunner/universal Gli opeth sono uno storico gruppo progdeathmetal… Blackwater Park rimane comunque inimitabile, una pietra miliare nella loro discografia. Anche loro m’avevano incuriosito e m’aspettavo gradi cose… forse le aspettative erano troppo elevate, bhè il disco rispetto alle nuove uscite è di tutto rispetto… fosse stato un disco di una band sconosciuta si poteva gridare anche al miracolo! Ma dagli scandinavi Opeth …iom’aspettavo di più, un disco molto vario negli stili (‘atonement’ abbraccia anche la psichedelica!) ma che allo stesso momento riesce ad essere anche ripetitivo negli apporci di questi …come per cercare di essere prolissi e rispettare in maniera forzata la lunghezza del prog. Prima di un acquisto perciò ascoltatelo! sia se li avete goduti in passato sia che questo sia il primo disco che vi capita sottomano …amore ed odio sono a cavallo qui. Che dire? Per me …caruccio! www.opeth.com



PEARL JAM


Bio:

La band di Seattle conquista il numero 1 di iTunes con "SIRENS” Il primo singolo estratto da "LIGHTNING BOLT" già nella Top Ten della classifica degli album più venduti in pre order La band di Seattle conquista il numero 1 di iTunes con “SIRENS”, il singolo estratto dall'attesissimo album “LIGHTNING BOLT” che, ad una settimana dal suo rilascio in pre-order su iTunes, si è già piazzato nella Top Ten dei dischi più venduti in Italia. L'album è prodotto da Brendan O'Brien e sarà disponibile in tutti i negozi tradizionali. Un risultato eccezionale per i PEARL JAM che, per la prima volta a poche settimane dall'uscita, conquistano la vetta di iTunes con un singolo.“SIRENS, infatti, è disponibile dal 20 settembre ed è stata definita da Rolling Stone US una “ballata epica”. Un riscontro immediato anche per l'album che i fan potranno acquistare, il giorno prima dell'uscita ufficiale, in tutti i negozi FNAC. Durante la giornata del 14 ottobre, inoltre, sarà trasmesso negli schermi degli store la versione integrale del film documentario “Lightning Bolt, A Short Film by Danny Clinch - Pearl Jam”. “LIGHTNING BOLT” è il decimo lavoro di studio della band e arriva a quattro anni da “Backspacer” pubblicato nel 2009. L'album può essere a tutti gli effetti considerato l'erede di quel capolavoro di suoni e tecnica, alternando strepitose ballate a potenti singoli punk-rock con gli inconfondibili riff di chitarra di Mike McCready e la voce unica di Eddie Vedder. Questa la tracklist: 1. Getaway, 2. Mind Your Manners, 3. My Father's Son, 4. Sirens, 5. Lightning Bolt, 6. Infallible, 7. Pendulum, 8. Swallowed Whole, 9. Let The Records Play, 10. Sleeping By Myself, 11. Yellow Moon, 12. Future Days. http://pearljam.com/ www.facebook.com/PearlJam



PLACEBO


Bio:

“Loud Like Love”. L'album, già acquistabile su iTunes, ha conquistato il 1° posto della classifica dei dischi più venduti, a poche ore dall'uscita. L'album fisico sarà disponibile in quattro formati: CD standard, CD + DVD limited deluxe, doppio lp, box set limited super deluxe disponibile solo su Amazon. La band presenterà il nuovo lavoro questa sera dalle ore 21:00 (ora italiana) sul proprio canale Youtube “LOUD LIKE LOVE TV”(http://www.youtube.com/user/officialplacebo): 90 minuti unici e imperdibili di TV show in streaming live mondiale dallo YouTube Space London in collaborazione conYouTube e Google. Registrato presso i RAK Studios di Londra durante il 2012 e l'inizio del 2013, l'album è stato prodotto da Adam Noble e contiene 10 brani inediti: “Loud Like Love”, “Scene Of The Crime”, “Too Many Friends”, “Hold On To Me”, “Rob The Bank”, “A Million Little Pieces”, “Exit Wounds”, “Purify”, “Begin The End”, “Bosco”. La band sta per iniziare a breve un tour mondiale di 18 mesi in partenza dopo questa diretta TV. Brian, Stefan & Steve faranno tappa in Italia il prossimo 23 novembre all'Unipol Arena di Bologna, unica data italiana della band. Per informazioni www.livenation.it. L'ultimo tour li ha visti impegnati per oltre 2 anni, con concerti in 54 paesi davanti a oltre 3.5 milioni di persone. I Placebo, ora firmati da Universal Music, hanno ad oggi registrato sei album in studio e venduto oltre 12 milioni di dischi in tutto il mondo. L'omonimo album di debutto della band, pubblicato nel 1996, è stato Disco d'Oro nel Regno Unito e Disco di Platino in Francia. Da allora i Placebo hanno ottenuto un crescente livello di successo in tutto il mondo, grazie al loro stile unico e magnifiche esibizioni dal vivo. Il loro sound caratteristico, oscuro e melodico, insieme alla voce inconfondibile del cantante Brian Molko, li ha resi uno dei gruppi rock più forti degli ultimi dieci anni. Nel 2009, i Placebo hanno ricevuto l'MTV Europe Music Award come migliore band alternativa. Il loro ultimo album, “Battle for the Sun”, pubblicato attraverso una rete di etichette indipendenti in tutto il mondo, ha raggiunto la prima posizione in 10 paesi e la top 5 in 20 paesi, ed è stato al numero uno della classifica degli album europei di Billboard per due settimane. www.placeboworld.co.uk www.loudlikelove.com



RAPHAEL GUALAZZI


Bio:

con Happy Mistake (Sugar) Raphael Gualazzi rompe un silenzio lungo due anni per far ricominciare a parlare la musica. Riflessivo e nello stesso tempo appassionato, timido ma incontenibile, Gualazzi è tra i talenti più puri del panorama musicale degli ultimi anni: un vero e proprio “artigiano della musica” con un amore viscerale per il jazz e il blues. E in Happy Mistake c'è ancora di più. Tredici brani ricchi di idee, invenzioni, dettagli che rompono gli schemi e spiazzano l'ascoltatore, tra soul, gospel, country, blues, rock e l'immancabile jazz. Un lavoro di cui lo stesso Raphael è autore, compositore, arrangiatore e produttore. www.raphael-gualazzi.com http://www.facebook.com/Raphael.Gualazzi



ROB ZOMBIE


Bio:

È noto soprattutto per essere il fondatore, nonché cantante e compositore del gruppo alternative metal White Zombie, gruppo con il quale ha suonato fino al 1998, anno dello scioglimento dello stesso. Successivamente al 1998 ha iniziato la carriera solista che lo ha portato alla pubblicazione di 4 album, alcuni anni dopo è uscito nelle sale cinematografiche il suo primo film in veste di regista La casa dei 1000 corpi, seguito da La casa del diavolo. Ha continuato la carriera da regista dirigendo con successo il reboot Halloween - The Beginning. www.robzombie.com



ROBBIE WILLIAMS


Bio:

“In and out of consciousness -The Greatest Hits 1990-2010” (EMI Music), il doppio cd di Robbie Williams che celebra I vent'anni di carriera di uno dei maggiori artisti inglesi e rappresenta la definitiva “X collection” di una delle più grandi superstar emerse dal panorama musicale inglese degli ultimi vent'anni, nonchè campione di vendite dell'ultimo ventennio. Ad anticipare l'uscita il singolo inedito “SHAME”, in rotazione radiofonica dal 4 ottobre, brano scritto e cantato con il suo ex collega dei Take That GARY BARLOW con cui Williams non collaborava dal 1995. A festeggiare questi 20anni di musica anche un video gioco per la console Wii. Grazie ad una accordo tra Nordic Games e EMI Music, ROBBIE WILLIAMS, infatti, sarà protagonista per la prima volta di un video game della collana “WE SING” dal titolo “WE SING Robbie Williams” disponibile dal prossimo 11 ottobre. Il gioco, stesso principio del karaoke, permette di esibirsi sulle note di 25 tra le più famose canzoni di Robbie Williams accompagnati anche dalle immagini originali dei video dei brani. www.robbiewilliams.com



ROBERT PLANT AND THE SENSATIONAL SPACE SHIFTERS


Bio:

In seguito al sensazionale tour estivo 2013, Robert Plant ha infatti annunciato le prime date del suo tour europeo 2014 insieme a The Sensational Space Shifters. Il tour sarà in supporto del nuovo album, che verrà pubblicato quest'anno, e farà tappa in diversi paesi d'Europa, tra cui Russia, Irlanda, Germania, Austria e molti altri. Sul palco insieme a Robert Plant, The Sensational Space Shifters: Justin Adams – chitarra, bendir, voce; John Baggott – tastiere; Juldeh Camara – ritti (violino africano a una corda), kologo (banjo africano), tamburo parlante, voce; Billy Fuller – basso, voce; Dave Smith – batteria e percussioni; Liam 'Skin' Tyson – chitarra, voce. www.robertplanthomepage.com



SEBASTIAN BACH


Bio:

Sebastian Bach Il leggendario singer degli Skid Row, SEBASTIAN BACH, approda in Italia con il suo progetto solista per un'unica data italiana a Dicembre. Il nuovo album solista di Sebastian Bach sarà prodotto da Zeuss (HATEBREED, SHADOWS FALL), e sarà probabilmente pronto per i primi mesi del 2005, distribuito dalla Eagle Rock Entertainment; l'album, che conterrà il singolo "Always & Never The Same" (presente anche nel DVD edito da Eagle Vision Entertainment "Forever Wild", di recentissima pubblicazione), costituirà il follow-up del precedente "Bring 'em Bach Alive!", risalente al lontano 2000. www.sebastianbach.com



SKID ROW


Bio:

Dopo oltre 27 anni di carriera la band continua a cavalcare l'onda del successo registrando dopo un lungo periodo di silenzio un ep chiamato “United Worlwide Rebellion : Chapter One” che entrerà a far parte di un concept con un seguito “United Worldwide Rebellio: Chapter Two” in uscita il prossimo Giugno 2014. www.skidrow.com



SLAYER


Bio:

La metal band più famosa del mondo, ovvero SLAYER, è al lavoro sul nuovo album (prodotto dal "guru del sound" Rick Rubin) di cui avremo maggiori informazioni molto presto. Nel frattempo, Tom Araya & co., hanno già programmato le date del tour europeo che li porterà a giugno in Italia, dove sono amatissimi ed attesissimi, per ben QUATTRO date: Padova, Roma, Firenze e Milano. Volumi alti, corna al cielo ed headbanging sfrenato!!! www.slayer.net



STEVE VAI


Bio:

STEVE VAI & EVOLUTION TEMPO ORCHESTRA Non si tratta di un semplice riarrangiamento di brani rock con una base d'orchestra, i brani di Steve Vai contengono già in sé la potenzialità di espressione in forma classica. L'artista, infatti, scrive e compone usualmente su spartito, sin dai tempi in cui metteva sul pentagramma le follie del suo mentore Frank Zappa, ed è abituato a concepire i propri brani pensando ai movimenti esatti per ogni singolo strumento. La consistenza ritmica della rock band fornisce la base ad una serie di arie che paradossalmente erano già insite nei brani stessi, attendendo solo il momento di essere evidenziate all'interno di un contesto adeguato. Circa due ore di concerto in cui saranno eseguiti cavalli di battaglia come "For The Love of God”, “Velorum”, “Whispering a Prayer”, “The Attitude Song”, "Racing the World", "The Murder", e la suite "Fire Garden". La Evolution Tempo Orchestra è l'orchestra sinfonica nazionale della televisione di stato della Romania Tvr1. 50 eccellenti strumentisti che, con la loro carica ed energia, riescono a rendere i pezzi del virtuoso italo-americano un'esperienza emotiva mozzafiato. www.vai.com



TARJA TURUNEN


Bio:

TARJA TURUNEN, (che preferisce essere chiamata solo Tarja) la indimenticata original singer dei Nightwish, arriva finalmente in Italia per la prima volta in versione solista dopo la dipartita dalla band. TARJA è stata singer dei Nightwish fin dalla prima formazione della band fino alla fine del 2005, quando ha lasciato la band. L'esordio da solista di TARJA ha visto la luce il 30 Ottobre 2007 e da li si sono susseguite una serie di esibizioni sold out in Europa e Sud America. Ora finalmente TARJA arriva anche in Italia per un'unica data nel mese di Maggio. www.tarjaturunen.com www.myspace.com/tarjaturunen



THE BASTARD SONS OF DIONISO


Bio:

THE BASTARD SONS OF DIONISO Dopo l'uscita in radio del nuovo singolo “Trincea”, i Bastard Sons of Dioniso tornano con un nuovo videoclip, in rotazione dal 7 aprile. Nel video, girato da Matteo Scotton, immagini ancestrali di boschi e pareti rocciose, che come quinte teatrali fanno da sfondo al trio trentino, si alternano alla staticità del rapporto di una coppia che si ripara nella trincea dell'incomunicabilità. Al singolo “Trincea” primo estratto dall'album “The bastard sons of dioniso”in uscita il prossimo 8 aprile, ha partecipato anche lo Gnu Quartet, formazione d'archi che ha già collaborato in passato con artisti quali Afterhours, PFM e Negramaro. www.tbsod.com www.facebook.com/TheBastardSonsOfDioniso.official



THE FLOWER KINGS


Bio:

THE FLOWER KINGS presenteranno l'epico nonché delirante nuovo album “Banks of Eden” rivisitandolo in chiave live, mentre NEAL & MIKE proporranno le tracce di “Momentum”, la loro più recente uscita discografica in ambito prog/rock, che vede Neal esibirsi live al massimo della forma e Mike dimostrare la sua unicità dietro la batteria. Lo show sarà particolare, i membri delle band infatti si scambieranno tra loro e suoneranno, come ospiti, i pezzi degli altri gruppi presenti; lo show terminerà ogni sera con un omaggio a TRANSATLANTIC. ROINE, a tal proposito afferma: “Abbiamo in progetto un tour davvero speciale, per far rivivere il vero spirito del prog degli inizi, quando la musica era improvvisazione, amicizia e divertimento. Saranno fantastiche le nostre interazioni sul palco e culmineranno con un omaggio alla musica di TRANSATLANTIC ogni notte.” Una possibilità unica, che darà modo ai grandi appassionati del prog di respirare per un'altra sera le vere sonorità del progressive rock, dai tempi di Pink Floyd, Yes e Genesis. Tre i membri di TRANSATLANTIC, una sorta di mini reunion che vedrà sul palco ospiti d'eccezione, improvvisazione, astuzia e molte sorprese che renderanno questo spettacolo imperdibile e fastidiosamente divertente, garantita soddisfazione. http://www.flowerkings.se/



THE FRATELLIS


Bio:

Dopo una pausa durata cinque anni, The Fratellis ritornano con un nuovo album, “We Need Medicine”, in uscita l'8 ottobre su etichetta BMG/Self. Il disco sarà anticipato dal singolo “Seven Nights Seven Days” in uscita il 29 settembre. Dopo essersi riuniti ed aver fatto il tutto esaurito con un tour in UK all'inizio dell'anno e dopo la bella esibizione davanti all'enorme pubblico del T In The Park Festival, The Fratellis hanno già annunciato un nuovo tour in Uk a novembre. Il gruppo presenterà dal vivo il nuovo album in Italia l'8 dicembre ai Magazzini Generali di Milano. La band di Glasgow fa il suo esordio discografico nel 2006 con l'album “Costello Music” che raggiunge la posizione numero due della album chart inglese, con oltre un milione di copie vendute e un'accoglienza calorosa da parte della critica che culmina l'anno dopo con la vittoria del “Best British Breakthrough Act Award” ai BRIT Awards. Segue nel 2008 la pubblicazione del secondo disco “Here We Stand” e la conseguente vittoria come “Best British Band” ai 33esimi Silver Clef Awards. Il terzo album dei The Fratellis “We Need Medicine” è stato registrato nel West End di Glasgow e prodotto da Jon Fratelli e Stuart McCredie, che si è occupato anche del missaggio. Contiene 11 brani che sono dei veri e propri inni blues rock: il primo singolo “Seven Nights Seven Days” è un pezzo trascinante con un classico ritornello alla The Fratellis accompagnato da chitarre country, mentre la titletrack, costruita su un pianoforte blues, è una di quelle canzoni che non puoi fare a meno di cantare e che si preannuncia già come uno dei cavalli di battaglia di questo nuovo lavoro. More: www.thefratellis.com www.facebook.com/thefratellisband



THIRTY SECONDS TO MARS


Bio:

È finalmente disponibile su VEVO il video ufficiale del singolo dei 30 SECONDS TO MARS “Do or Die”. Anche questo video, come i precedenti della band capitanata da Jared Leto, dimostra l'attenzione che il gruppo pone nella trasposizione della loro musica in immagini. Il video è stato girato completamente durante il tour Europeo del gruppo durante il quale i 30 Seconds To Mars hanno partecipato come headliner ai principali festival degli ultimi 2 mesi. Il video cattura completamente l'essenza live dei 30 Seconds To Mars e il legame tra loro e i fan. A questo link potete vedere il video che potete condividere embeddandolo sui vostri siti web. http://vevo.ly/7QsSlP www.thirtysecondstomars.com



TORI AMOS


Bio:

'Unrepentant Geraldine' è un ritorno all'identità originale di Tori Amos, con canzoni contemporanee di squisita bellezza, dopo i suoi progetti musicali più innovativi degli ultimi quattro anni ('Midwinter Graces', 'Night of Hunters' e 'Gold Dust', una raccolta di suoi brani classici reinterpretati in chiave orchestrale). www.toriamos.com



VASCO ROSSI


Bio:

Vasco Rossi torna alla grande. Dopo i concerti della scorsa stagione che lo avevano rivelato di nuovo in ottima forma dopo il lungo periodo di malattia che tanto aveva spaventato tutti, adesso è più attivo che mai. Domani esce infatti il nuovo singolo, il primo brano inedito dallo scorso gennaio, intitolato Cambia-menti. Una canzone che lo stesso Vasco su Facebook ha definito ecologica. Grande attesa dunque per risentire la sua voce. Poi l'altra grande notizia, le nuove date dei concerti. Anche questa estate dunque sarà possibile rivederlo in azione, esattamente a Roma e a Milano con il "Live Kom 014". Il 25 e i 26 giugno il Komadante come si fa chiamare sarà a Roma allo Stadio Olimpico, il 4 e il 5 luglio a San Siro a Milano. I biglietti: come sempre gli iscritti al fan club avranno diritto di precedenza. Potranno acquistarli a partire dalle ore 10 di mattina del 16 ottobre fino alle 22 del 17. I titolari di carta American Express invece dalle 10 del 16 fino alle 10 del 18. Tutti gli altri potranno farlo dalle 11 del 18 ottobre sul sito ticketone. www.vascorossi.net



VOLBEAT


Bio:

Outlaw Gentleman & Shady Ladies". La formazione danese, nota per proporre uno stile che sta fra metal e attitudine rockabilly, ha da sempre ricevuto molti consensi da stampa e pubblico, oltre a condividere spesso il palco con Metallica e System Of A Down... www.volbeat.dk



WITHIN TEMPTATION


Bio:

Amati dai rockettari, adorati dai metallari e non solo, WITHIN TEMPTATION hanno nel tempo guadagnato un successo che, soprattutto con l'ultimo album 'The Heart Of Everything', li ha portati nelle alte posizioni delle classifiche europee e sulle pagine delle riviste musicali rock inglesi. Attualmente, la band olandese guidata dalla affascinante Sharon den Adel è in studio di registrazione a lavorare sul sesto album la cui uscita è prevista per i primi mesi del 2011. www.within-temptation.com


LIVE NATION

ha nel suo roster anche questi artisti:


ASH
HIM
M83
MEW
NEK
RAF
U2
UDO
UFO





Live News









































Live Festival

 CAMPANIA 

 EMILIA ROMAGNA 


 FRIULI VENEZIA GIULIA 
 ITALIA 
 LAZIO 



 LIGURIA 


 LOMBARDIA 





 MARCHE 



 PIEMONTE 


Live Club

 CALABRIA 
 CAMPANIA 


 EMILIA ROMAGNA 





 FRIULI VENEZIA GIULIA 
 LAZIO 





 LIGURIA 

 LOMBARDIA 





 MARCHE 
 PIEMONTE 


 SARDEGNA 

 SICILIA 
 TOSCANA 




Rubriche

Musicclub Story